Home Tags Posts tagged with "Calcio amatoriale ACLI"

Calcio amatoriale ACLI

by -
0 1529

Galatone. Scommessa vinta per l’associazione sportiva “Amatori calcio Galatone” che è ormai diventata una vivace realtà cittadina. Gli Amatori, sorti quattro anni fa ed oggi presieduti da Gianluigi Chirivì, prendono parte ai più importanti campionati provinciali “per divertirsi e divertire”, come affermano i fedelissimi. «Tutto ciò è avvenuto non senza il contributo degli sponsor che tuttora sostengono la squadra permettendo di reperire i fondi necessari per l’iscrizione ai campionati  e l’acquisto dell’abbigliamento sportivo», fanno sapere dal direttivo. Tra i risultati ottenuti sul campo i primi posti  nelle due passate stagioni sportive con la conquista della Coppa Salento. Quest’anno, invece, gli Amatori partecipano al torneo Acli guidati dall’allenatore Franco Settimo.

Nella foto in piedi da sinistra: Luca Terragno, Andrea Papa, Giovanni Buongiorno, Luigi Nico, Giordano Mighali, Cosimo Miccoli, Lorenzo Stapane, Giorgio Englon, Cosimo Colazzo, Cristian Miglietta, Gianni Forte, Biagio De Paolis, Rocco Caputo, Toni Acquaviva, Pasquale Lerario e l’allenatore Franco Settimo; accosciati da sinistra: Lucio Lerario, Rocco Migali, Mirko Mighali, Sebastiano Calamaio, Daniele Colitta, Flaviano Murrone, Gianluì Chirivi, Fabio Maglio, Antonio Negro, Sandro  Casaluci, Corrado Longo, Riccardo Chirivì  e Giuseppe Cipressa.

 

Melissano. Cala il sipario sul torneo di calcio amatoriale Acli, sezione di Lecce. A trionfare è stata la formazione dell’Interedil di San Donato, che in finale ha superato l’Ag Auto dopo i calci di rigore.
Nei giorni scorsi presso l’Hotel Zenit di Lecce, si è svolta la serata celebrativa, in un clima di allegria e condivisione, nella quale, tra l’altro, è stato consegnato il trofeo di miglior marcatore del torneo.
A ricevere il premio è stato Donato Greco, centravanti degli Amici dello Sport Melissano, che ha vinto la classifica marcatori con 41 reti. Nei suoi confronti il centrocampista e compagno di squadra Luca Caputo, ha detto parole di encomio, inserendolo tra gli autori di un bel girone di ritorno che ha riscattato l’andata un po’ disastrosa.

Greco, qual è stato il gol più bello che hai segnato?
«Sicuramente quello messo a segno contro il Casarano, perché ci ha dato consapevolezza della nostra forza».

Cosa è andato storto e cosa ha funzionato al meglio?
«Pessimo il nostro girone d’andata. Nel ritorno, abbiamo cambiato modulo di gioco e ci siamo allenati con più costanza, ed i risultati sono arrivati»

Chi, tranne te, consideri il miglior attaccante del torneo?
«Due nomi: Marco Cleopazzo del Casarano e Andrea Salvadore dell’Otranto».

Qual è la squadra più forte che avete affrontato?
«Non ho dubbi: il Muro Leccese».

Che significato ha questo premio per te?
«E’ il giusto riconoscimento che condivido con i miei compagni, che mi hanno messo in condizione di segnare così tante reti».

Come mai c’è così tanta violenza, anche nei tornei che dovrebbero essere occasione di puro divertimento e svago?
«Perché vi partecipano diversi calciatori che in passato hanno militato in categorie superiori. Ed ogni partita è combattuta, come fosse una sfida da serie A».

La vostra esperienza si ripeterà anche l’anno prossimo?
«Certamente. Siamo un gruppo unito e affiatato».

Marco Montagna

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...