Home Tags Posts tagged with "Calcio"

Calcio

Nardò – È stata una settimana intensa quella vissuta dal Nardò. La doccia fredda è arrivata dalla Corte sportiva di Appello che, sovvertendo le positive sensazioni del club granata, ha rigettato il ricorso – circa la presunta posizione irregolare del calciatore potentino Cosentino – relativo alla gara Nardò-Picerno (0-1 sul campo) dello scorso 2 ottobre. Il Toro ha già fatto sapere che ricorrerà al Collegio di garanzia del Coni per ottenere tre punti a tavolino che sarebbero vitali per la corsa play off.

Proprio gli spareggi-promozione sono il grande obiettivo degli uomini di Roberto Taurino, la salvezza, del resto, è ormai in cassaforte. Reduci da 12 risultati utili consecutivi, i granata proprio con il Picerno si ritrovano appollaiati a quota 38 punti, a -7 dall’ultimo posto utile per i playoff, occupato dal Taranto, ospite al “Giovanni Paolo II” il prossimo 4 marzo in una gara che, assieme a quella col Gravina del 25 febbraio, si prospetta fondamentale per le sorti del Toro.

«Il discorso permanenza è praticamente archiviato – dichiara il tecnico Taurino – ed ora possiamo guardare oltre con la consapevolezza che sarà durissima. Sarebbe una soddisfazione incredibile raggiungere i playoff. I ragazzi sono gli artefici di questa striscia positiva e se loro continueranno a non accontentarsi potremo toglierci ancora grandi soddisfazioni». I cavalli in più del Toro arrivano dagli under, per tre volte in gol nel recente 4-1 sul Francavilla in Sinni.

Fra questi anche Gaetano Palmisano, stabilmente convocato nella Rappresentativa Serie D, col sogno di essere convocato per la Viareggio Cup, prestigiosa vetrina di calcio giovanile: «Con il nostro mister nessuno è titolare – sostiene l’attaccante classe ’99 originario di Taranto – e questa circostanza mi sprona a dare il 100%. Se ho attirato le attenzioni della Rappresentativa è per merito dei miei compagni e della società; in granata sto imparando anche a curare la fase difensiva e sarebbe un sogno poter far parte della selezione che disputerà la Viareggio Cup». Il Nardò tornerà in campo domenica, alle ore 14.30, quando renderà visita alla Frattese, impelagata nelle zone rosse della classifica.

Gallipoli – E’ stata una domenica con i fiocchi peri l Gallipoli Football 1909: nella gara contro il Galatina nel campionato di Eccellenza, la capolista non solo ha vinto ma non ha avuto alcun problema a confezionare un “cappotto” per i calciatori ospiti, finendo per 9 a zero la partita. Grande entusiasmo per la goleada e per la riconferma della vetta in solitario. Peccato però che durante i rituali controlli prima dell’inizio del confronto calcistico i poliziotti abbiano rinvenuto nello stadio “Antonio Bianco” materiale pirotecnico di genere tassativamente proibito. La preventiva bonifica, per motivi ovviamente di sicurezza per gli spettatori, si è conclusa con il sequestro di 32 fontane pirotecniche, dieci fumogeni tipo torcia a mano, undici a barattolo, due striscioni che istigavano alla violenza accuratamente nascosti in un luogo poco accessibile. Si cerca ora di individuare i responsabili che certamente non vogliono poi tanto bene alla squadra: non è difficile immaginare conseguenze poco gradevoli nell’ambito della giustizia sportiva.

Maglie – Le prime dieci giornate del campionato di Terza categoria del girone di Maglie sono andate in archivio nel segno della Castiglionese di Corigliano d’Otranto. La squadra allenata da mister Vitale Ingletto comanda la classifica con 22 punti ed è trascinata dai gol di Luca Turco (di Tricase), giunto a quota sei reti a pochi giorni dal giro di boa della competizione. La battistrada del torneo è tallonata dalla Soccer Dream Parabita e dal Real Neviano, appaiate al secondo posto con 21 punti a testa. Il Parabita presieduto da Pasquale Bruno si è messo in luce con le prestazioni dell’ex Lecce Ernesto Javier Chevanton, che ha gonfiato ripetutamente la rete in occasione delle gare casalinghe. La quarta forza del campionato risiede nel gioco dell’Armando Picchi Specchia. La formazione guidata da Antonio Martire (di Miggiano) ha totalizzato 17 punti affermandosi tra le squadre rivelazione del torneo. San Cassiano, Corigliano e Melissano occupano invece la zona centrale della graduatoria con 12, 11 e 9 punti. Nella zona rossa della classifica il fanalino di coda Taviano Calcio (3 punti) è preceduto dal Noha e dalla Gioventù Calcio Specchia, che viaggiano a braccetto con 4 lunghezze al netto di una vittoria e un pareggio nelle prime dieci partite. Nella formazione specchiese, allenata dal veterano Ernesto De Rinaldis, si sono evidenziate le parate di Giuseppe Rizzo (di Miggiano). Il portiere classe 2000 si è reso protagonista di cinque rigori parati su cinque. Prodezze che hanno tenuto a galla la squadra fondata nel lontano ‘95. Domenica 28 gennaio è in programma l’ultima giornata del girone d’andata con il seguente programma: Gioventù Specchia – Nuova Andrano; Noha – Castiglionese; Salento Calcio – Real Neviano; San Cassiano – Soccer Dream Parabita; Taviano – Armando Picchi Specchia.

Casarano – Il Casarano Calcio continua nella sua operazione di rafforzamento dell’organico. A dimostrazione che la società del presidente Fernando Totaro punta in alto nel campionato d’Eccellenza, quest’oggi sono stati annunciati due importanti novità. A Casarano arriva il 27enne centrocampista spagnolo Pablo Caldas Lede, già al Celta Vigo (seconda divisione spagnola) ed alla squadra B dello Sporting Gijon, ed in Italia al Gravina ed al Team Altamura,  Altro ingaggio quello del centrocampista 32enne Carlo Vicedomini, proveniente dall’Audace Cerignola, squadra di Serie D con cui ha ottenuto la promozione dall’Eccellenza nella passata stagione. Per il calciatore nato a Campi Salentina anche una promozione con la casacca del Nardò, nella stagione 2014/2015, ed tante esperienze in Serie C tra Lecce, Paganese, Crotone, Juve Stabia e Taranto. Alla vigilia della sfortuna trasferta di Bitonto (gara persa per 2-0), il Casarano aveva perfezionato pure gli ingaggi del 27enne Eugenio Palma (per lui un ritorno in rossazzurro) e del 28enne Andrea Antenucci (fratello di Mirco della Spal), rispettivamente dall’Otranto e dalla San Giustese. Domenica 17 dicembre è previsto il turno interno di campionato contro il città di Fasano. Attualmente il Casarano è quarto in classifica, a tre punti dalla capolista Bitonto.

Gallipoli – La prima edizione del Trofeo Caroli Hotels femminile under 13, tenutasi a Gallipoli tra il 7 e il 9 dicembre, si è conclusa con la vittoria della squadra del Genoa. E’ stata questa infatti a trionfare sulla Hellas Verona nel turno conclusivo, che si è disputato nel pomeriggio di sabato 9 dicembre allo stadio “Antonio Bianco”, vincendo ai calci di rigore: i tempi regolamentari si erano infatti chiusi senza alcuna rete e solo successivamente l’hanno spuntata i grifoni. Terzo posto invece per la squadra del Sassuolo e quarto ed ultimo, infine, il Crotone.

Assegnati anche quattro premi speciali alle giovani calciatrici Farcinetti del Crotone, Rubinaccio di Hellas Verona, Villano del Genoa e Perini del Sassuolo. Il network dei Trofei Caroli ha così recepito con questa prima edizione del Trofeo, l’input lanciato nei giorni scorsi dalla Figc per la crescita del calcio femminile. “Un torneo di buon livello tecnico – commentano gli organizzatori – affrontato dalle squadre con il giusto spirito di competizione e all’insegna del Fair play”.

Adesso, altro importante appuntamento col calcio giovanile nazionale. Dal 27 al 30 dicembre si disputerà l’Under 17 maschile e dall’8 al 13 febbraio si terrà l’ormai storico appuntamento con il Trofeo Caroli Hotels Under 14, giunto alla 15esima edizione. Questa competizione è dedicata alla categoria Giovanissimi con ben 28 squadre che si contenderanno la vittoria finale giocando su oltre 20 campi in diverse realtà del Salento.

Gallipoli – Si è tenuta ieri sera, giovedì 7 dicembre presso l’Ecoresort “Le Sirenè”, la serata di benvenuto per le atlete partecipanti alla prima edizione del “Trofeo Caroli Hotels under 13 femminile”, riservato alla categoria Esordienti, in programma sui campi di Gallipoli (stadio “Antonio Bianco” e Centro sportivo Montefiore). La prima edizione vede esibirsi quattro compagini di alto livello tecnico, con le giovani rappresentanti di Genoa Cfc, Hellas Verona, Fc Crotone e Us Sassuolo.  Le prime due classificate del girone si contenderanno poi la finale, prevista per doani (9 dicembre) alle ore 15,45 allo stadio “Bianco” di Gallipoli. A seguire ci sarà la cerimonia di premiazione. Testimonial d’eccezione sarà Federica Di Criscio, calciatrice dell’Acf  Brescia e della Nazionale.

Il torneo, vetrina per il calcio femminile e momento di promozione turistica in un periodo destagionalizzante, è organizzato dall’Asd Capo di Leuca e dal main sponsor Caroli Hotels e si punta a renderlo un appuntamento di assoluto rilievo, così come avviene per il più noto “Trofeo Caroli Hotels Under 14” categoria Giovanissimi fascia B, giunto alla quindicesima edizione, che quest’anno si terrà dal 8 al 13 febbraio 2018. “Siamo orgogliosi – affermano gli organizzatori Attilio Caputo (responsabile della nota catena alberghiera), Mario Caputo e Daniele Pisacane – di essere pionieri anche nel campo dei tornei giovanili femminili; e siamo altrettanto contenti del riscontro e degli incoraggiamenti ricevuti in queste settimane, che ci confermano la bontà del percorso intrapreso. Continuiamo ad essere laboratorio e vetrina per il calcio giovanile italiano e internazionale con l’obiettivo, tra gli altri, di regalare ai giovani partecipanti un’esperienza sportiva e umana unica e di dare a loro e ai loro accompagnatori la possibilità di conoscere il Salento e di scoprire le bellezze naturali, storiche e culturali della nostra terra”. E’ intanto in preparazione anche il 6° Trofeo Caroli Hotels Under 12 (Categoria Pulcini), previsto a Gallipoli dal 29 marzo al 2 aprile 2018.

 

Gallipoli – Un Memorial in ricordo di Mario Russo, ex calciatore del Lecce e allenatore di Nardò e Casarano, stroncato da un malore improvviso nello scorso mese di giugno. Andrà in scena il prossimo 16 dicembre, a partire dalle ore 14, allo stadio “Antonio Bianco” di Gallipoli: in campo la squadra dell’Ordine degli Avvocati di Lecce del presidente Luigi Suez, la Nazionale Attori e la Salento Panathlon guidata da Lilli Russo – figlio del compianto Mario – e composta da ex autorità, ex calciatori, giornalisti e componenti dello staff delle compagini calcistiche del Lecce e del Gallipoli.

La squadra di calcio dell’Ordine degli Avvocati di Lecce è stata fondata nel 2014 da un gruppo di avvocati che hanno avvertito il bisogno di ispirarsi ad un progetto di vita fondato sulla solidarietà, sulla creazione e sul rispetto di un codice deontologico sportivo. Inoltre, fin dalla sua origine, la squadra collabora con l’Università del Salento e con la Figc dilettanti per promuovere in Italia e in Europa il motto “Io gioco legale”.

Il Memorial in ricordo di Mario Russo sarà anche volto al rispetto dei diritti dell’adolescenza e il ricavato del costo dei biglietti sarà interamente devoluto alla Caritas diocesana di Nardò-Gallipoli e al’associazione Cuore Amico. L’evento gode del patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e di molti Comuni salentini, fra i quali Gallipoli, Nardò, Galatone e Matino.

Tricase – Oltre i limiti della disabilità c’è il cuore di un uomo capace di fare gol contro le avversità. Roberto Sodero si è conquistata la maglia dell’Italia e disputerà i prossimi mondiali di calcio con la Nazionale Italiana Calcio Amputati Csi (Centro sportivo italiano). Da Tricase in Messico con una gamba in meno e un sogno in più nel cassetto: cantare l’inno di Mameli e dare il massimo sul campo insieme ai suoi compagni di squadra. Cresciuto con un’angioma cavernoso alla gamba destra (sindrome di Klippel Trenaunay Weber), il classe ’81 di Tricase si è dovuto sottoporre ad una serie di interventi chirurgi con la speranza di salvare l’arto inferiore. “Dopo tante sofferenze, a 22 anni decisi di farmi amputare la gamba e da allora la mia vita è cambiata – spiega il centrocampista -. Mi sono laureato in Ingegneria informatica e ho iniziato a lavorare. Poi è avvenuto sono entrato nel mondo del calcio per caso. Tramite un servizio televisivo ha appreso dell’esistenza di una squadra composta da giocatori amputati e ho contattato Francesco Messori, il fondatore della nazionale”. Da allora Roberto Sodero ha fatto tanta strada con le sue stampelle a tinte azzurre: “In cinque anni ho avuto l’onore di disputare diversi trofei di spessore internazionale e di diventare segretario della nazionale. Per i prossimi mondiali sappiano di non essere tra i favoriti – prosegue – ma non ci poniamo limiti e ci impegneremo al massimo per onorare i nostri  colori. Giochiamo soprattutto per filtrare un messaggio molto importante: avvicinare allo sport e in particolare a questa disciplina i disabili e gli amputati per riconquistare la gioia di vivere”.

 

ARADEO – Due ricorsi vinti (in pochi giorni) e l’Aradeo lascia l’ultimo posto in classifica nel campionato d’Eccellenza. Dopo aver ottenuto la ripetizione della gara contro il Vieste per un “errore tecnico” dell’arbitro, l’Asd Aradeo del presidente Luigi Colizzi porta a casa la vittoria “a tavolino” contro l’Otranto. Nella sfida del 22 ottobre, giocata fuori casa dai giallorossi guidati da mister Gianluca Politi e persa 2-0, l’Otranto ha, infatti, schierato il calciatore Drissa Diarra che però, dagli accertamenti fatti, ha avuto la certificazione del suo tesseramento da parte degli organi federali solo il 25 ottobre, ovvero dopo la giornata in cui si è svolta la gara. Dopo aver appurato l’irregolarità, il giudice sportivo ha così accolto il ricorso prodotto dall’Aradeo, assegnandogli la vittoria della partita. Un altro successo per la società ed in particolare per il segretario Marco Durante che ha prodotto i due ricorsi facendo valere le ragioni dell’Aradeo.

«Finalmente c’è un minimo di fortuna anche per l’Aradeo, che meritava già da prima di vincere una partita sul campo e che non è riuscito a farlo soprattutto per una serie di episodi sfortunati. Pur nell’ultima partita persa per 1 a 0 a Corato – afferma l’allenatore Politi – la squadra non ha assolutamente demeritato e la partita, molto equilibrata, è stata decisa da un’azione favorevole ai padroni di casa all’inizio della ripresa, mentre anche lì l’Aradeo ancora una volta non concretizzava quello che era riuscito a creare». Per i giallorossi si tratta di “un’iniezione di fiducia” da sfruttare già da domenica 12 novembre nel difficile incontro con l’Omnia Bitonto, squadra che naviga a metà classifica ma che è stata costruita per vincere il campionato.

 

NARDÒ. L’attesa è stata inutile: Ronaldinho, che ieri pomeriggio avrebbe dovuto incontrare i bambini di una scuola calcio neretina, arriva in Mercedes ma va via, tra lo stupore generale, prima ancora di scendere dall’auto. Sbarcato a Brindisi domenica scorsa per promuovere “I vini dei campioni”, progetto dell’imprenditore salentino Fabio Cordella che vede l’ex calciatore brasiliano è coinvolto con altri campioni del calcio come Buffon e Zamorano, il “Gaucho” era atteso alle 16.30 all’“Europa Soccer Academy” di via Copertino. Dalle prime ore del pomeriggio in centinaia, neretini e non, hanno raggiunto l’impianto sportivo. Presenti anche il sindaco Giuseppe Mellone e alcuni consiglieri comunali, pronti a premiare l’illustre ospite. E presenti soprattutto i bambini neretini della scuola calcio che con il brasiliano avrebbero dovuto scambiare qualche indimenticabile palleggio. Accade, invece, l’“imprevedibile” con l’ex Pallone d’oro e campione del mondo che arriva ma parte dopo pochi minuti al termine di una sorta di “surreale” trattativa. «Troppe le persone in campo», avrebbe fatto sapere lo staff dell’ex campione. Ciò avrebbe infastidito Ronaldinho, che avrebbe voluto condividere il terreno di gioco solo coi bambini. Quindi il codazzo di auto a seguito del campione mette la retromarcia e va via, lasciando interdetti centinaia di curiosi, appassionati di calcio ma soprattutto genitori e bambini. «Puoi avere tutti i soldi di questo mondo ma, se non hai rispetto verso le persone, sei nessuno», ha affermato, stupito anche lui, il consigliere comunale con delega allo sport, Antonio Tondo.

Foto di Massimo Coribello

GALLIPOLI. Nonostante le raffiche di vento e le condizioni metereologiche instabili, l’esordio in campionato del Gallipoli si è colorato dell’entusiasmo del pubblico assiepato sugli spalti dell’”Antonio Bianco”. I numeri dell’era Barba sono ancora molto lontani, ma alcune centinaia di tifosi persone presenti allo stadio in occasione della gara contro l’Aradeo, si sono rivelate la risposta migliore per iniziare bene, oltre naturalmente al 2-0 del campo propiziato dai gol di Marco Greco e Marco Iurato. Un piacevole riscontro per una piazza che ha manifestato il primo vagito di una passione rinnovata: la campagna acquisti, il nuovo assetto societario e il progetto tecnico costituiscono le componenti che potrebbero restituire interesse e pathos a tutto l’ambiente calcistico. Ai 150 abbonati, si sono aggiunti 250 paganti tra cui un centinaio di supporters di fede aradeina.

Ieri pomeriggio il Gallo si è lasciato preferire per maggiore tasso tecnico e migliore organizzazione di gioco a cospetto di un Aradeo generoso. Tra i migliori in campo si è evidenziata la prestazione di Alessandro Carrozza. Il gallipolino doc ha lasciato il segno con giocate d’alta scuola dimostrando di essere l’uomo in più di questo Gallipoli. L’Aradeo, da canto suo, non è uscito ridimensionato dalla sconfitta. Dopo la finale dei play off di Promozione vinta nella passata stagione, la società continua a puntare ad una salvezza tranquilla, forte della riconferma dello zoccolo duro della squadra e dei nuovi innesti che hanno rinforzato l’organico in estate. Una rosa resa più competitiva anche dall’infoltimento del parco under, che ha gettato basi solide per il futuro. Archiviata la prima vittoria in campionato, il Gallipoli tornerà a giocare sul terreno del “Bianco” giovedì prossimo contro l’Otranto per il ritorno di Coppa Italia.

 

by -
0 868

UGENTO. E’ partita ufficialmente la campagna abbonamenti della Asd Ugento per la stagione 2017/18. La squadra allenata da mister Mimmo Oliva sta continuando la preparazione per affrontare il campionato regionale di Promozione. E in vista dell’appuntamento con la storia, che vedrà i giallorossi calcare i manti erbosi della Promozione per la prima volta, la società presieduta da Massimo De Nuzzo di Ugento ha lanciato lo slogan “Lo vedrai” per sensibilizzare la sottoscrizione delle tessere che consentiranno ai supporters ugentini di incitare i propri beniamini dagli spalti del Comunale per tutta la stagione. “Puntiamo a raggiungere quota duecento abbonamenti che dimostrerebbe la vicinanza di tutti i sostenitori alla Società, che con tanti sacrifici ha raggiunto il traguardo storico della Promozione – spiega il presidente De Nuzzo -. Abbiamo allestito una ottimo organico e ci siamo prefissati l’obiettivo di lottare per restare in questa categoria e aumentare l’entusiasmo e la passione della piazza”. Questi i prezzi della campagna abbonamenti: abbonamento € 50 (previste 2 gare pro-Ugento con abbonamenti non validi); costo divisa da gara home ufficiale € 50; abbonamento e divisa ufficiale € 85.

NARDÒ. Il nuovo Nardò di mister Taurino è partito col piede giusto. A dispetto dei pronostici iniziali, i granata hanno superato il turno preliminare di Coppa Italia imponendosi sul più quotato Taranto, seppur dopo la lotteria dei calci di rigore. La rivalità esistente fra i due club ha generato festa grande al “Giovanni Paolo II”, ma restano le perplessità legate alle condizioni del manto erboso (che di erboso ha veramente poco) e della sporcizia sugli spalti (dovuta agli escrementi dei volatili). L’associazione “Officina cittadina” presieduta dall’avvocato Giuseppe Cozza ha puntato il dito contro l’Amministrazione comunale ponendo alcune domande: “Come mai – si legge nella nota – non si è riposta una cura adeguata per mantenere il manto erboso in condizioni accettabili? Si sono sprecate somme considerevoli per un parcheggio fantasma a Sant’Isidoro, per far giungere in tempo record i container che non hanno ancora ospitato nessun migrante ma non si riescono a trovare delle somme da impegnare per rendere felici i numerosi tifosi che vanno allo stadio? È mai possibile che la nostra città debba vivere sempre con occhi puntati addosso e non si riesca a trascorrere un giorno nella normale quotidianità programmando delle operazioni senza dover per forza preparare un lancio propagandistico?”.

Il calendario del Toro non concede in effetti respiro al “Giovanni Paolo II”: il 27 agosto nuovo appuntamento di Coppa Italia col Manfredonia, il 3 settembre i granata ospiteranno la Sarnese per l’esordio nel girone H di Serie D. Dopo la concimazione effettuata dieci giorni addietro, il sindaco Giuseppe Mellone e il consigliere comunale delegato allo Sport, Antonio Tondo, d’intesa col club del presidente Maurizio Fanuli, hanno concordato un ulteriore intervento che tenderà al recupero del terreno di gioco. Dopo la pulizia, la verniciatura e la sistemazione degli infissi di spogliatoi e aree comuni, previsto inoltre un piano di interventi sulla questione igienico-sanitaria per rendere “vivibili” gli spalti colpiti dagli escrementi depositati da colonie di volatili.

CASARANO. Tutti in piazza per festeggiare i 90 anni di calcio a Casarano. I gruppi della Curva Nord hanno organizzato per sabato 19 agosto, dalle 20, nei parcheggi di via Padova (ex Arena Moderna), la Festa rossoazzurra.  La macchina organizzativa è al lavoro da mesi per quello che è considerato da tifosi e sportivi casaranesi un momento epico. Era il lontano 1927 quando nacque la storica società calcistica che tante gioie avrebbe regalato ai casaranesi. Gioie, come l’aver sfiorato la promozione in serie B, ma anche delusioni come quelle registrate dopo l’era dell’indimenticabile patron Antonio Filograna.

Tifosi e ultras, però, quei colori non hanno mai smesso di amarli, neppure nei momenti più difficili. La “Festa rosso azzurra” è una testimonianza di un amore nato quasi un secolo fa e che si è rinsaldato nei decenni. Ricco il programma messo a punto dagli organizzatori. Oltre alla presentazione del Casarano Calcio, sarà proiettato un video sulla storia del Casarano. Ad impreziosire la serata, una mostra fotografica e l’esposizione di materiale e striscioni dei vecchi gruppi di tifoseria organizzata. Saranno presenti all’evento alcune tra le vecchie glorie che hanno segnato la storia del club rossoazzurro. La serata sarà allietata dalla musica del gruppo Caffè Chinaski.

NARDÒ. I Fedelissimi omaggiano un fedelissimo alla causa granata. Fin dalle origini, da quel lontano 1993, lo storico gruppo organizzato di “amici del Toro”, appunto Club Fedelissimi, probabilmente mai aveva preso in considerazione l’idea di intitolare la denominazione ufficiale. Il prossimo 11 agosto, però, avrà un sapore speciale: il sodalizio del presidente Massimo Lepore diverrà Club Fedelissimi “Sergio Orlando”. «È un atto dovuto – spiega il segretario Fernando Pero – una forma di rispetto nei confronti di un uomo che, nel corso della sua vita, tanto si è speso per la causa granata nei diversi ruoli che ha interpretato con signorilità, professionalità e, appunto, fedeltà». Il compianto Orlando, per tutti Sergino, spirò nello scorso mese di febbraio: indossò la maglia del Toro, club del quale fu anche capitano, dal 1970/71 al 1977/78, sempre in Serie D, e successivamente divenne dirigente, prima di intraprendere il suo stimato percorso da professionista e politico di lungo corso. L’11 agosto la celebrazione della Santa Messa presso la chiesa del Carmine alle ore 19.30, a seguire la cerimonia di intitolazione della sede, il taglio del nastro e il buffet.

GALLIPOLIL’intenzione dell’Asd Aradeo Calcio è ora quella di rimanere quanto più a lungo possibile nell’Eccellenza appena conquistata. Il traguardo prestigioso è stato raggiunto dopo quattro anni di scalate entusiasmanti, partendo dal campionato di Terza categoria e conquistando quattro promozioni di seguito. In questa nuova esperienza l’Aradeo si troverà a competere con squadre importanti squadre e blasonate come il Gallipoli, il Casarano, il Fasano, il Barletta. Naturalmente l’obiettivo primario resta la salvezza. Lo ribadiscono con voce unanime il presidente Andrea Bruno, tutto il Consiglio direttivo, ed i neo-nominati Giovanni Pellegrino, direttore generale (ex Novoli e Nardò) e Marco Durante (storico presidente del Soleto Calcio) che quest’anno ricoprirà il ruolo di segretario. Rafforzate sia la squadra che la società. Alla guida della formazione rimane il tecnico Gianluca Politi, il giovane allenatore di Arnesano con precedenti in Promozione con il Galatina ed in Prima categoria con il Campi. Riconfermato anche Gabriele Galiotta, preparatore atletico. Fortemente rafforzato il gruppo dei giocatori.  Rimangono al loro posto Amleto Antonica, Marco Malerba, Stefano De Razza, Antonio De Razza, Graziano Tartaglia (il centrocampista ex Nardò e Galatina, con una consolidata esperienza in serie D, giunto lo scorso gennaio), Lorenzo De Vito, Gianluca Migali e gli under Antonio Petrachi e Alessandro Pascali. Ma, a dare man forte, sono giunti i nuovi arrivi. Fra loro Francisco Lima (ex Roma e Lecce, lo scorso anno all’Otranto), in perfetta forma malgrado i suoi 46 anni. In porta è giunto Gianmarco Strafella (classe ’94, con passati nel Copertino e nel Porto Cesareo). La difesa è stata rafforzata con l’arrivo di Diego de Giorgi (già nel Tricase e Copertino), Francesco Greco (già nel Tricase e nel Galatina), Giordano Fasiello (già nel Novoli e nel Gallipoli). In centrocampo c’è il supporto di Lorenzo Francesco (classe ’99 – Under prelevato dal Campi). In prova Simone Malinconico (Under ’99 – proveniente dal Nardò Calcio). Riconfermato il sostegno dello storico sponsor Pasquale Apollonio (AP Montaggi).

Nella foto da sinistra Franco Bellante, Fernando Totaro, Antonio Filograna Sergio, Pietro Sportillo e Dario Primiceri nel corso della recente presentazione della squadra

CASARANOPrende forma la nuova rosa del Casarano calcio per la prossima stagione d’Eccellenza. La società conferma, infatti, gli accordi sottoscritti con Joakim Milli, Manuel Vergori, Alberto Rescio, Matteo Trovè, Giovanni Lorusso e Daniele Fiorentino. Il più giovane dei nuovi arrivi è Joakim Milli, portiere italo-canadese 17enne, proveniente dal Montreal SC. Per Manuel Vergori, difensore 31enne si tratta di un gradito ritorno, così come per Alberto Rescio, centrocampista 30enne, visto che entrambi hanno già vestito la casacca rossazzurra in Serie D nella stagione 2011/2012 e, sempre insieme, hanno vinto il campionato di Eccellenza 2013/2014 con la maglia del Gallipoli. Vergori, in rossazzurro anche in Promozione (2006/2007) è reduce dalle tre stagioni in D a Manfredonia, mentre Rescio proviene dal Pavia (Eccellenza), dopo le esperienze con Virtus Francavilla (Eccellenza e D) e Nardò (D). Per Matteo Trovè, Gianni Lorusso e Daniele Fiorentino si tratta della prima esperienza in rossazzurro. Cresciuto nel settore giovanile della Salernitana, Trovè è un esterno offensivo di 19 anni reduce dall’esperienza in Serie D con il San Severo, dopo aver indossato la maglia dell’Audace Cerignola. Lorusso,invece, è un attaccante di 22 anni proveniente dal Barletta e cresciuto nel settore giovanile del Bari, con esperienze in  D tra Brindisi e Bisceglie. Ultimo rinforzo in ordine cronologico, Fiorentino è un centrocampista di 29 anni  reduce da ben tre promozioni consecutive in Serie D  con Nardò, Gravina e Team Altamura. Frutto del settore giovanile del Bari (dove in B ha collezionato 9 presenze e 1 gol), Fiorentino vanta numerose esperienze in Lega Pro (Pro Patria, Paganese, Noicattaro e Martina Franca) e in Serie D (Real Metapontino e Bisceglie Calcio).

PARABITA. Manca soltanto il  fischio d’inizio per poter dare il via ufficiale al  primo torneo di calcetto organizzato dall’Adovos Messapica  “Fiorentino Greco” di Parabita. Le date sono state fissate per i prossimi 31 luglio, 2 e 4 agosto, presso l’Heffort Sport Village“. “Il calcio nel sangue” nasce con l’obiettivo di sensibilizzare le persone alla donazione. In questo periodo  non sono poche, infatti, le  richieste  avanzate dalle strutture ospedaliere  che quotidianamente cercano di  far  fronte al problema della carenza di sangue.  Durante il torneo verrà, infatti, proiettato  un video ad hoc realizzato dai donatori Adovos proprio per stimolare alla donazione. Si tratta di un  progetto teso ad illustrare a 360 gradi le ragioni per le quali è sempre utile donare il sangue per aiutare il prossimo. Le partite, intanto, si svolgeranno in due gironi all’italiana da 4 squadre.  Seguiranno le due semifinali e  le due finali. La coppa con riconoscimento andrà per il primo, secondo e terzo classificato mentre i trofei individuali saranno consegnati al capocannoniere, al miglior giocatore e  portiere. La fascia d’età per poter partecipare al torneo è compresa tra i 17 e i 30 anni.     

Il piccolo Martino

TAURISANO. Si chiama Martino, ed è di Taurisano, il più giovane tifoso giallorosso ad aver sottoscritto  l’abbonamento per il Lecce. Oggi il piccolo ha poco più di nove mesi (essendo nato il 14 ottobre 2016) ma papà Massimo già prima della sua nascita chiese alla società del Lecce la possibilità di avere un abbonamento intestato a suo nome, da sottoscrivere (ovviamente) non appena fosse nato. Così, da dicembre dello scorso anno una tessera di tribuna centrale del “Via del mare” risulta intestata a Martino, che è nato a Pisa dove, per motivi di lavoro, risiede la sua famiglia.  Una passione da “supertifosi”, insomma, che la società di via Costadura ha ricambiato regalando al piccolo Martino la tessera anche per la nuova stagione. Da segnalare come lo scorso anno anche il signor Massimo (in Toscana da 15 anni) abbia sottoscritto l’abbonamento pur non riuscendo a seguire neppure una gara interna del Lecce.

NARDÒÈ Roberto Taurino il nuovo allenatore del Nardò. L’ormai imminente fumata bianca tra l’ex tecnico Antonio Foglia Manzillo e il Campobasso ha indotto i vertici del club granata a virare sull’ex centrale difensivo del Toro (27 presenze in Serie D nel 2012/13). Da calciatore, fra le altre, il 40enne leccese ha indossato le casacche di Toma Maglie, Brindisi, Gallipoli e Virtus Francavilla, società per la quale, nella passata annata agonistica, ha ricoperto l’incarico di allenatore in seconda di Antonio Calabro (di recente sedutosi sulla panchina del Carpi, Serie B). Taurino è già al lavoro in sinergia col direttore sportivo Andrea Corallo. La rosa granata potrà contare su due pilastri dell’annata 2016/17: l’esterno offensivo, capitan Alessio Palmisano, e il metronomo Giorgio Bertacchi. Confermato il centrocampista Tiziano Prinari; si tratta di un ritorno, invece, per l’esterno basso Simone Cassano (31 gettoni con una rete nel 2015/16 in D). Dal settore giovanile del Lecce arriva l’esterno difensivo ambidestro Antonio Mangione, classe ‘98. Intanto il club del presidente Fanuli ha ufficialmente variato la natura giuridica: ora è una società a responsabilità limitata.

Capitan Rosciglione

L’entusiasmo dei tifosi del Casarano

Da sinistra Franco Bellante, Fernando Totaro, Antonio Filograna Sergio, Pietro Sportillo e Dario Primiceri

CASARANONuovo volto per il Casarano Calcio ai nastri di partenza del campionato di Eccellenza. La società rossoazzurra si è presentata alla cittadinanza ieri sera in un auditorium comunale gremito di tifosi e sportivi, tra cori e applausi. Tante le novità che caratterizzeranno la nuova stagione agonistica, a cominciare dall’impegno economico di Antonio Filograna Sergio, nipote dell’indimenticabile presidente Antonio Filograna che portò il Casarano a sfiorare la serie cadetta. È probabile che la Leo Shoes, presieduta da Filograna junior, sarà il main sponsor del Casarano. Da registrare anche il cambio di presidenza, con Fernando Totaro che prende le redini societarie, affiancato dall’ex presidente Dario Primiceri, in qualità di suo vice. Graditissimo ritorno quello di Franco Bellante, in qualità di segretario. Non mancano le conferme. Una su tutti quella del tecnico Pietro Sportillo. Del resto dopo la scorsa stagione, nella quale è riuscito a portare il Casarano ai play-off al suo esordio da allenatore, non poteva non essere riconfermato. Sciolto anche il nodo stadio. Proprio ieri, il sindaco Gianni Stefàno – presente all’incontro – ha confermato la disponibilità del “Capozza” per la prossima stagione. L’entusiasmo è alle stelle e pare essersi ricreata l’alchimia dei vecchi tempi, ma per poter aspirare a grandi imprese è necessario l’impegno di tutti. Da qui l’appello di Totaro e Primiceri a rispondere compatti alla campagna abbonamenti che partirà nei prossimi giorni. Se lo scorso anno gli abbonati sono stati circa 250, quest’anno si punta a superare quota 500. Un ricordo particolare è stato rivolto all’ex capitano Luca Rosciglione che dopo 276 presenze con la casacca del Casarano ha dato l’addio al calcio giocato, non mancando di salutare con affetto i suoi tifosi: «Ho sempre desiderato finire la mia carriera calcistica nel Casarano e così è stato, dando tutto me stesso per questa maglia fino al mio ultimo allenamento. Sono stati undici anni fantastici e porterò con me dentro il mio cuore tutto: sia gioie che dolori. Con questo vorrei ringraziare tutte quelle persone che dal mio primo giorno qui mi hanno apprezzato sia come calciatore ma soprattutto come uomo,perché nella vita il calcio finisce l’uomo rimane».

Foto di Massimo Coribello

Foto di Massimo Coribello

GALLIPOLI. In attesa dei primi colpi di mercato e con una base societaria più ampia, il Gallipoli Football 1909 riparte da cinque certezze: Alessandro Carrozza, Marco Greco, Simone Passaseo, Marco Mingiano di Lizzanello e Riccardo Cornacchia di Martano. Il Gallo si appresta a preparare la nuova stagione 2017/18 in Eccellenza nel segno dello zoccolo duro della squadra di mister Alberto Villa. Il senso di appartenenza e attaccamento alla maglia si incarneranno ancora una volta nei gallipolini doc Passaseo, Greco e Carrozza, mentre le conferme di Mingiano e Cornacchia sono state figlie della continuità di rendimento dimostrata dai due giallorossi. Nei prossimi giorni dovrebbero essere riconfermati anche i calciatori Giuseppe Sansò, Lorenzo Legari, Mirko Mauro di Taviano e Luca Franco. Per questi ultimi si tratta solo di limare gli ultimi dettagli sui contratti, ma la fumata bianca è sempre più forte. Con il sostegno dei nuovi sponsor e l’allargamento societario avvenuto nei giorni scorsi con l’arrivo dei fratelli Stefano e Vincenzo Carrozza, la squadra del presidente Vito Faggianelli comincia a prendere forma. Aspettando le prime operazioni di mercato in entrata, Davide Portaccio ha preferito interrompere la sua esperienza col Gallipoli per accasarsi in Serie D.

 

calcio tifosi 2015CASARANO. Programmi e novità della nuova stagione ormai alle porte per il Casarano calcio che giovedì 20 luglio si presenta ai suoi tifosi. L’appuntamento è alle ore 20 presso l’Auditorium comunale. Tema principale della serata sarà il nuovo assetto societario della “Ssd Casarano calcio” in vista del prossimo campionato di Eccellenza. Intanto la società fa sapere che il 27 luglio, alle ore 16.30 allo stadio “Capozza” si terrà un raduno selettivo per i giovani calciatori nati dal 1998 al 2001 (contattare la dirigente Veruska Malerba al numero 340/3532177). Si tratta uno stage importante per il futuro della Juniores rosso azzurra, squadra diretta da Pietro Sportillo e Andrea De Marco. Gli interessati dovranno esibire il nulla osta della società di appartenenza (se il tesseramento è di durata pluriennale) ed il certificato di idoneità alle attività sportive (in corso di validità).

 

Vito Faggianelli

Vito Faggianelli

GALLIPOLI. Lavoro, programmazione e unità d’intenti: ecco il mantra del Gallipoli targato Vito Faggianelli. Con l’ingresso della Barocco Spa Luce come main sponsor insieme all’arrivo del marchio della Nike che campeggerà sulle maglie del Gallo, i giallorossi di mister Villa si apprestano a cominciare la nuova stagione in Eccellenza sotto i migliori auspici. Dopo la conferenza dei giorni scorsi svoltasi nella cornice della sala ennagonale del Castello Angionio,  la società ha comunicato l’allargamento dell’assetto  societario con l’arrivo dei fratelli Stefano e Vincenzo Carrozza. Gli imprenditori gallipolini daranno manforte al progetto sportivo dopo aver contribuito alle fortune della squadra nella passata stagione. “Siamo lieti di accogliere i nuovi soci e nei prossimi giorni daremo informazioni più dettagliate in merito ai programmi del Gallipoli – spiega il presidente Vito Faggianelli -. Uniremo le forze insieme ai fratelli Carrozza per proseguire quanto di buono è stato fatto l’anno scorso. Siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo della permanenza anche in virtù del sostegno di Vincenzo e Stefano, e da quest’anno, faranno parte della società. In questi giorni stiamo lavorando sodo per completare l’organigramma e mantenere lo zoccolo duro della squadra per poi pensare al mercato in entrata – prosegue Faggianelli -. La nostra idea di calcio è basata sulla programmazione. Ci impegneremo al massimo perché abbiamo la priorità di strutturarci bene dal punto di vista organizzativo”.

 

avvocati salentini calcioLa squadra di calcio degli Avvocati del Foro di Lecce si è laureata campione d’Italia. Un altro scudetto cucito sul petto a margine di un Campionato Nazionale Forense che ha beneficiato delle prestazioni di quattro elementi provenienti dal sud Salento: Marco Macagnino (Ugento), Alessandro My (Nardò), Pierluigi Lagna (Nardò) e Daniele Palumbo (Gallipoli). Il team dei legali si è tinto di tricolore a Rossano Calabro, in occasione della fasi finali del torneo. La settimana vissuta in terra calabrese ha visto la compagine salentina imporsi rispettivamente contro il Trani, il Palermo e in finale con il Pescara vincendo per 2-0 in virtù delle segnature di Castelluzzo e Caraccio. Al successo ha contribuito anche l’ex capitano del Lecce Guillermo Giacomazzi, che si è cimentato in questa avventura da “fuori quota” nella rosa delle toghe salentine. “C’è grande soddisfazione per questo prestigioso trofeo – spiega Macagnino, che milita anche tra le fila dell’Ugento Calcio con la fascia di capitano -. Sono contento di aver dato il mio contributo alla squadra con un gol nei quarti e due assisti fondamentali in semifinale e in finale. Ci riposeremo in vista della Supercoppa Italiana e della Champions delle Professioni per tentare un fantastico triplete”.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...