Home Tags Posts tagged with "calandra tuglie"

calandra tuglie

la calandra in Automotores Orletti al Garibaldi di Gallipoli novembre 2014luigi giungato - gallipoliTUGLIE. Hanno registrato il tutto esaurito le due date dello spettacolo “Automotores Orletti” andate in scena lo scorso 23 e 30 novembre al teatro  comunale “Garibaldi” di Gallipoli. L’atmosfera cupa della dittatura in Argentina ha catapultato il pubblico nelle vicende sanguinose che, dal 1976 fino al 1982, hanno caratterizzato l’Argentina e che hanno lasciato un elenco di circa 300mila scomparsi.
Lo spettacolo (nella foto sopra), portato in scena dalla Compagnia Calandra di Tuglie, è stato scritto e diretto da Luigi Giungato (foto accanto) il quale ha tratto ispirazione dalla sua esperienza diretta nel Sud America e dalle testimonianze di sopravvissuti e congiunti dei “desaparecidos”. Gli attori, tutti giovanissimi tra i 17 e i 20 anni, provengono dalla scuola di teatro della Compagnia tugliese e sono: Martina Gaia Marsano nel ruolo di Andrea, Luca Cataldi di Tuglie nel ruolo di Francisco, Carmen Calò di Tuglie nel ruolo di Rebeca, Serena Toma di Parabita nel ruolo di Alejandra, Chiara Renna di Tuglie nel ruolo di Eva e Adriana Provenzano di Parabita nel ruolo di Gaia.

by -
0 1032

calandra tuglie 2RACALE. Sono sette le compagnie teatrali selezionate, in due edizioni del bando, dal Gruppo di azione locale  “Serre salentine” per la realizzazione della rassegna “Le serre salentine in scena” che mette al centro dell’attenzione il teatro come veicolo culturale delle tradizioni che caratterizzano il territorio. Sono: Gli “Armonauti” di Gallipoli, “La Busacca-Teatro Stabile del Salento” di  Casarano    ; associazione culturale “Vittorio Bachelet” di  Taviano;” Arte in Parabita” di Parabita; “Gli In-Disciplinati” di  Matino; TaliAnxA di Gallipoli; “La Calandra” (foto) di  Tuglie.

Le sette compagnie hanno presentato il loro progetto di spettacolo e il primo sarà presentato  il 21 luglio a Gallipoli, alle ore 20.30, presso il teatro Garibaldi dalla “Busacca-Teatro stabile del Salento” che porterà in scena  “L’oro del Salento”, liberamente tratto dal testo omonimo di Rina Durante. Lo spettacolo teatrale rientra nell’iniziativa “Penisole d’Italia in piazza” che si svolgerà in concomitanza con la manifestazione “Strade a Golose”, dal 19 al 21 luglio a Gallipoli.   A breve  saranno rese note le altre tappe e date degli spettacoli della rassegna teatrale.

L’iniziativa “Le Serre salentine in scena” si aggiunge a quelle già attuate e alle altre in cantiere con l’unico obiettivo di rafforzare ed esaltare quelle che sono le potenzialità del territorio salentino nell’arco ionico. Lo mette in evidenza il presidente del Gal Salvatore D’Argento (foto). «L’obiettivo principale, attraverso la rassegna  – sottolinea  – è proprio quello di portare sul palcoscenico, attraverso testi e adattamenti originali, una rappresentazione teatrale in italiano che possa unire alla descrizione del presente  anche il passato (storia, tradizione, usanze, riferimenti alle comunità del passato, ricordi di riti e procedimenti nella lavorazione dei campi, dei prodotti tipici, dell’artigianato, delle tradizioni musicali, ecc.)».

Naturalmente l’iniziativa avrà anche una notevole ricaduta sul turismo. Non solo, quindi,  mare e buoni prodotti della terra, ma anche cultura che passa attraverso l’azione mimetica del teatro.  «La rassegna servirà a promuovere anche il turismo culturale – conclude D’Argento – non solo per allungare la stagione turistica, ma anche per realizzare un’offerta integrata che riesca a coniugare il teatro con le risorse ambientali e produttive presenti del territorio.

by -
0 838
La compagnia "Calandra"

La compagnia “Calandra”

GALLIPOLI. Al teatro Garibaldi va in scena l’ultimo appuntamento della stagione invernale con la compagnia teatrale “Calandra” di Tuglie con “L’Orlando furioso” domenica 11 maggio alle 21 (adattamento di Luigi Scorrano e la regia di Giuseppe Miggiano). Lo spettacolo è vincitore di numerosi premi in Italia, tra i quali il Premio Lecce Art Festival e il riconoscimento come migliore regia e migliore attore non protagonista nel Festival di Montecarlo di Lucca 2013. L’opera di Ludovico Ariosto, più volte replicata dagli attori della “Calandra” chiude dunque la Stagione di Prosa “Opera Prima 2014”, organizzata dal Comune di Gallipoli, dall’ assessorato al Turismo e spettacolo, in collaborazione con Pro Loco e Compagnie Teatrali di Gallipoli. Per info sui biglietti contattare il centro di informazione turistica Pro Loco Gallipoli in via Kennedy, oppure contattare i numeri 0833 263007 – 329 7061933 o scrivere all’indirizzo email info@prolocogallipoli.it.

 

by -
0 830
Una scena di "Meglio sepolto che vivo" - foto di Andrea Raho

Una scena di “Meglio sepolto che vivo” – foto di Andrea Raho

TUGLIE. Nuovi appuntamenti della compagnia teatrale “Calandra” di Tuglie presieduta da Salvatore Selce.  Per celebrare la giornata internazionale dedicata alla donna, gli attori della compagnia presentano in due date “Viola, Mon Amour – Voci di Donne”, vincitore del bando della Provincia di Lecce “Colpi di Genio”. Oggi saranno al teatro comunale di Corigliano D’Otranto e sabato 8 marzo al “Domenico Modugno” di Aradeo.

Lo spettacolo scritto e interpretato da dieci donne ed un uomo racconta la violenza sulle donne vista dalla compagnia salentina con storie e racconti che prendono vita dal vissuto personale delle scrittrici e da episodi tratti da fatti realmente accaduti incentrati su temi forti come l’infibulazione, la pedofilia, l’incesto, lo stalking e l’omicidio passionale. La regia è curata da Donato Chiarello e Giuseppe Miggiano con le scenografie video-proiettate di Piero Schirinzi.

Domenica 9 marzo saranno invece al teatro “Paisiello” di Ruffano con “Meglio Sepolto Che Vivo” con la regia di Giuseppe Miggiano e le musiche di Federico Della Ducata. La commedia, ambientata in un paese del Salento che assume una spetto quasi fiabesco, racconta di un viaggio immaginario, quello di Uccio e Pippi dell’agenzia funebre “Cazzato e figlio” in compagnia di un morto che si perderanno nella notte fra le strade di campagna che diventeranno per loro un labirinto.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...