Home Tags Posts tagged with "bruno maida"

bruno maida

bruno-maida-a-gallipoli-2016GALLIPOLI. Importante opportunità di riflessione per i giovani del “Q. Ennio” nella Giornata della Memoria. I ragazzi dell’ultimo anno hanno seguito una lectio magistralis del professore Bruno Maida (foto), docente di storia contemporanea dell’Università di Torino, su “La geografia dei Giusti: storie di vite salvate”. «Siamo rimasti particolarmente colpiti – commenta la studentessa Maria Assunta Maggio – dagli episodi in cui la storia si incrociava con i vissuti delle persone». L’evento è stato organizzato dal Presidio del libro – Verbamanent, di Sannicola, presieduto da Maddalena Castegnaro. «Abbiamo voluto dare voce ad una pluralità di voci – commenta il dirigente Antonio Errico – per aiutare i ragazzi a divenire cittadini del mondo». «La memoria degli errori del passato – commenta Mina De Blasi, docente di storia e filosofia – è fondamentale per educare le giovani generazioni al rispetto reciproco ed evitare la creazione di quelle “zone grigie” della coscienza individuale e collettiva che, con l’indifferenza, permettono a fenomeni come il nazismo di affermarsi».

Sempre Verbamanent ha recentemente organizzato con il liceo Quinto Ennio “Cuori liberi e pensanti”, lettura e interpretazioni di Giuliana Paciolla di brani di Hanna Arendt, Simone Weil, Etty Hillesum e Charlotte Salomon, fisarmonica di Rocco Nigro e video di Enrico Rapinese.

Bruno Maida - di francescosphotos

Bruno Maida – di francescosphotos

GALLIPOLI. “Storie di bambini tra pace e guerra. Il Novecento dell’infanzia” è il convegno che si terrà presso la rotonda lido S.Giovanni a Gallipoli, giovedì 21 agosto alle ore 21. Maddalena Castegnaro, dell’associazione Presidio del libro Verbamanent di Sannicola,  e Nadia Marra, scrittrice di Gallipoli conversano con l’ospite  Bruno Maida, docente di storia contemporanea dell’Università di Torino.  «Uno sguardo alla condizione dell’infanzia nel corso del Novecento, costantemente oscillante tra una sempre maggiore partecipazione, diretta e indiretta, ai conflitti che hanno attraversato il secolo e una continua capacità di inventare modi di sopravvivere, di resistere, di sopportare e di rinnovarsi negli altrettanto difficili dopoguerra» commentano gli organizzatori. In apertura saluti di Francesco Errico, sindaco di Gallipoli e Nunzio Pacella, vice presidente dell’Associazione Puglia&Mare, giornalista di Gazzetta del mezzogiorno.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...