Home Tags Posts tagged with "BIODIVERSITà"

BIODIVERSITà

Da sinistra Marco Gargiulo, Francesco Chetta, Roberto Gennaio, Fabio Garacci Pizzolante, Robert D'Alessandro

Da sinistra Marco Gargiulo, Francesco Chetta, Roberto Gennaio, Fabio Garacci Pizzolante, Robert D’Alessandro

RACALE. Pur essendo un freddo sabato sera di gennaio, il convegno organizzato dalla Consulta giovanile di Racale, in collaborazione con l’assessorato alle Politiche giovanili, sulla “Biodiversità nel Salento: fauna, flora e piante eduli spontanee” ha richiamato l’attenzione di diverse decine di persone. L’incontro si è svolto il 10 gennaio presso l’ex asilo nido di via Piave. Sono intervenuti Fabio Garacci Pizzolante e Robert D’Alessandro, presidente e membro della Consulta, il sindaco Donato Metallo, Francesco Chetta e Marco Gargiulo, due giovani ambientalisti di Melissano e Racale fondatori del gruppo Facebook “Flora e fauna del Salento”, e lo scrittore e naturalista Roberto Gennaio. Gli esperti hanno rilevato la grande ricchezza del patrimonio naturalistico del nostro territorio ma anche la necessità di tutelare gli ecosistemi esistenti, sempre più minacciati dai comportamenti scellerati da parte dell’uomo.

«Se manca la conoscenza del territorio non si può usufruire appieno della sua bellezza», ha detto il sindaco Metallo, il quale ha anche ricordato che Racale sarà il primo comune salentino a centrare, in anticipo di cinque anni, gli impegni del Paes per la riduzione delle emissioni d’anidride carbonica sul proprio territorio. Chetta ha parlato della biodiversità degli ambienti umidi, dunali e retrodunali. In uno dei bacini di Ugento, per esempio, coesistono almeno otto specie animali e vegetali diverse che interagiscono tra di loro e con gli ambienti vicini, giocando un ruolo fondamentale nella salubrità dell’ecosistema e del paesaggio, minacciato dalla cementificazione, dal consumo del territorio, dalle discariche abusive, dagli incendi dolosi, dalla pesca illegale in zone protette e simili. Gargiulo ha riferito della flora e della fauna salentina, estremamente variegata e ricca di specie diverse da tutelare.

L’intervento di Gennaio, infine, è stato incentrato sulle piante eduli (commestibili) spontanee che, spesso e volentieri, finiscono sulla nostra tavola. In particolare, l’esperto ha ragionato, insieme al pubblico presente in aula, sull’etimologia dei nomi dialettali con cui i diversi tipi di verdura sono conosciuti nei vari Comuni salentini.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...