Home Tags Posts tagged with "aradeo"

aradeo

Aradeo – Dopo la “Festa dell’amico a quattro zampe” dell’anno scorso, Aradeo promuove nella serata di domenica 9 settembre in piazzetta San Rocco la “1^ Expo cinofila amatoriale aradeina”, con varie dimostrazioni (agility, obedience e disc dog) insieme all’istruttore Fabio Davillanova, nonché la sfilata con tutti i raggruppamenti previsti dall’Enci (Ente nazionale cinofilia italiana), meticci inclusi, e con premi e gadget per tutti (per le iscrizioni 320/7535967 – 339/2801842). La serata, presentata dalla conduttrice televisiva Simona Corpus nell’ambito della Festa estate Aradeina, viene promossa dal consigliere comunale, con delega al randagismo, Gianni Stefanelli ed è organizzata in collaborazione con l’associazione animalista “Mondo nuovo”.

Microchip in piazza «Finalmente si è costituita nel paese un’associazione animalista. Ciò – afferma Stefanelli – facilita enormemente gli interventi dell’Amministrazione comunale che, per tutti i problemi legati al mondo animale, non deve più rapportarsi come ha fatto finora con singoli individui ma con un gruppo che li rappresenta tutti». L’iniziativa di domenica punta a spingere i cittadini ad amare maggiormente gli “amici a quattro zampe” e nello stesso tempo ad istruire i proprietari su come gestirli nel modo migliore e nel rispetto delle leggi. A tale scopo è previsto un intervento informativo delle guardie zoofile. Nella stessa serata la Asl offrirà gratuitamente il servizio di microchippatura dei cani a quanti ne faranno richiesta (il Comune ha già raccolto un centinaio di prenotazioni).

Obiettivo “Zero cani randagi” Obiettivo del Comune è quello di giungere a regolamentare la presenza dei randagi in paese. «Se tutto andrà secondo i programmi, le casse comunali risparmieranno gli attuali 17-18mila euro annuali spesi per ricoveri di randagi in canili ed incidenti con animali. Con quei soldi sarebbe possibile lavorare sulla prevenzione», conclude il consigliere delegato. Fra le cose già realizzate da quest’Amministrazione in favore degli animali e nel rispetto dell’ambiente (su iniziativa del consigliere Stefanelli e dell’assessore Giovanni Mauro) da sottolineare l’installazione di cinque bidoncini con guanti e buste, per la raccolta degli escrementi dei cani. I dogtoilet sono stati collocati in piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa, villa comunale, piazzale Borsellino, piazzale Copernico e piazzetta Indipendenza.

Muro Leccese – Muro Leccese festeggia oggi la raccolta del cece nero con il mercato dei sapori antichi. Si terrà questa sera alle 20 presso la villa comunale del paese a pochi chilometri da Maglie, la prima edizione di presentazione del legume tipico locale. Organizzata dall’associazione Arci “Liberi cantieri” con il patrocinio del Comune di Muro e l’Arci di Lecce, il mercatino sarà un occasione per celebrare il cece nero e altre eccellenze locali.

Molto diffuso nei tempi passati, il cece nero è un legume dalle notevoli qualità. Molto resistente sia al freddo che alla siccità, il cece nero ha trovato nel Salento, con la sua terra rossa e povera di calcare, l’habitat ideale. Al giorno d’oggi rischia di scomparire ma resiste ancora negli orti di qualche anziano contadino.

“Prodotti gustosi, musica e colori” promettono gli organizzatori: “Li abbiamo piantati, sarchiati e ‘vattuti’ e ora siamo pronti a presentarveli”, insieme ad altre produzioni locali. L’elenco dei produttori comprende Arci Liberi cantieri, la cooperativa agricola Karadrà tra Aradeo e Cutrofiano, la masseria Arci Miele di Lecce, l’azienda agricola Aia del Convento di Muro, Vivere la Canapa di Vaste (Poggiardo) e l’azienda agricola L’amaca di Nociglia. Alle 21 inizierà un incontro su tematiche ed opportunità del settore agricolo, a cui seguirà lo ska reagge di Christian Bevilacqua.

Aradeo – Ritorna ad Aradeo, l’1 ed il 2 settembre in largo Padre Pio (tra via Puglie e via Torino) la Sagra dell’uva, la più antica di Aradeo, riproposta per il terzo anno di seguito dopo essere stata interrotta per un lungo periodo di tempo. Il merito della ripresa va dato al gruppo promotore dell’iniziativa, Luca Piccinno  (presidente), Francesco Marrone, Vito Guido, Massimo Botrugno, Luigi Tramacere, Daniele Cesari, Andrea Bruno, Lucio Negri, Fabrizio Manni e Riccardo Giaracuni. Ricco di iniziative il programma della festa. Si inizia sabato primo settembre alle 21 con “Antonio Amato Ensamble”, direttamente dalla Notte della Taranta. Seguirà dalle 23 Dj-Set Radio RNS, con la musica proposta dai dj della radio locale. Il tutto, naturalmente, accompagnato da gustose prelibatezze ed una raffinata degustazione di vini locali. Domenica 2 settembre, alle ore 17, i divertenti giochi del Palio dei Rioni (Cucco, Bambu, Madunneddhra e Cafari) e a seguire, alle ore 21, lo spettacolo musicale “Zigo & I Carosello”. Sempre domenica si terrà la “gara per il miglior vino nostrano” con la premiazione del miglior vino prodotto artigianalmente dalle famiglie del paese.

La storia La “Sagra dell’uva” nacque ad Aradeo alla fine degli anni ’90, quando ancora la coltivazione intensiva della vite caratterizzava tutte le campagne del paese, che in quegli anni vantava una delle cantine più fiorenti del Salento. Generalmente settembre era il mese della vendemmia e l’attività impegnava la stragrande maggioranza degli abitanti del paese, anche se già allora si avvertivano chiaramente i segni di un cambiamento (in questo caso decisamente negativo), che avrebbe poi portato al definitivo espianto delle viti. Chi è più avanti negli anni ricorda ancora l’intenso profumo di uva e di mosto che caratterizzava le vie del paese negli anni ’60, quando ancora si assisteva ad un via vai di carri stracarichi d’uva diretti sia alla “cantina sociale” che alle diverse cantine private del paese. Purtroppo è un ricordo che si va ormai sbiadendo, tanto più quest’anno in cui gran parte delle viti ancora esistenti sono state colpite dalla peronospora, con un prodotto fortemente compromesso se non addirittura distrutto.

Aradeo – Dal palco parte l’invettiva (pesante) nei confronti del ministro Salvini ed il recital su De Andrè di Aradeo finisce con un inevitabile strascico di polemiche. “La ballata degli esclusi” con l’ex parlamentare Vladimir Luxuria, nell’ambito della “Festa Estate Aradeina”, verrà ricordata anche per l’espressione “forte” (ovvero “Salvini m…”) che Giovanni Minerba (originario di Aradeo), fondatore del “Torino Gay & lesbian film festival” e ospite della serata, ha utilizzato per apostrofare il Ministro degli Interni.

Distinguo e prese di posizione Non ha tardato il Primo cittadino Luigi Arcuti a prendere in mano il microfono per dissociarsi da quanto detto (da altri), ma a polemizzare sull’accaduto c’ha pensato il gruppo d’opposizione “Sìamo Aradeo”. «Ieri sera durante lo spettacolo – scrivono i consiglieri di centro-destra sulla pagina Facebook della lista di minoranza –  sono state usate espressioni gratuite, in quanto inutilmente volgari e dileggianti per rimarcare il taglio politico che era intenzione di imporre alla serata organizzata, confermando un approccio estremista e volgare».

Luxuria e Minerba Nel marasma dei commenti che hanno seguito il post, anche quello della stessa Luxuria (accompagnata sul palco da Cristiana Verardo): «Da come è stato scritto corredato dalla mia foto, si lascia intendere in maniera subdola che sia stata io a usare quei termini. Mi sottraggo a un gioco politico del tutto estraneo a una serata dedicata alla musica e alla poesia aperta a tutti». Non ha problemi a prendersi le responsabilità del gesto, invece, Minerba: «Sono un libero cittadino e da tale posizione mi ritengo libero di esprimere un mio pensiero. Fra l’altro – fa sapere l’attivista – in questa occasione è successo perché sollecitato da parte di alcuni spettatori. Vi siete mai indignati tutte le volte che per anni il vostro Ministro vi ha apostrofati nei modi più ignobili possibili?”.

Galatone –  Sarà Adele Polo (foto) a guidare il Polo 2 di Galatone: è delle ultime ore  la disposizione dell’Ufficio scolastico regionale che nomina l’attuale dirigente del Polo 1 quale “reggente” dell’altro istituto comprensivo della città. La dirigente neretina (in servizio a Galatone dal 2009, prima con il Circolo didattico e poi con il Comprensivo) succede ad Anna Maria Valzano, che ha salutato docenti e alunni di Galatone dopo due anni di mandato. La Polo – scelta tra quattro nomi che si erano proposti per guidare l’istituto – si dovrà far carico di tutte le classi (infanzia, elementari, medie) anche della vicina Seclì, da quest’anno accorpata al Polo 2 di Galatone: l’Istituto comprensivo di Neviano-Seclì  non ha, infatti, raggiunto il numero minimo dei 600 alunni e così anche per gli alunni di Neviano c’è la fusione con Aradeo.

Il 17 tra i banchi A Galatone Il via delle lezioni è previsto per lunedì  17 settembre mentre i piccolissimi dei plessi delle scuole dell’infanzia cominceranno l’anno scolastico martedì 18. Da quest’anno, inoltre, per le classi del Polo 1 è prevista l’adozione della cosiddetta “settimana corta”: scuola primaria e scuola secondaria svolgeranno in fatti cinque giorni di lezione (dal lunedì al venerdì) da sei ore l’uno. Con l’eccezione, ovviamente, delle classi “ a tempo pieno” già attive nel plesso “Giuseppe Susanna”, che saranno a scuola – sempre dal lunedì al venerdì – dalle 8 alle 16.

 

Aradeo – “La ballata degli esclusi” ispirata all’opera ed ai personaggi di Fabrizio De Andrè è il recital in scena mercoledì 29 agosto alle 21 nell’anfiteatro della villa comunale di Aradeo. A scavare nel mondo degli “ultimi e degli oppressi” saranno Vladimir Luxuria e la cantautrice Cristiana Verardo. Si tratta di una delle serate inserite nel cartellone della “Festa estate aradeina 2018 – 2.0” allestita dall’Amministrazione comunale. A dialogare con l’attivista, conduttrice televisiva, autrice ed ex politica italiana saranno Giovanni Minerba (originario di Aradeo ma da anni a Torino), presidente e già direttore e fondatore del “Torino Gay & lesbian film festival” e la giornalista Valeria Blanco. L’evento, promosso dal Teatro pubblico pugliese e dal Comune di Aradeo con il supporto di numerose associazioni e con la collaborazione di Salento pride, Agedo Lecce, LeA- Liberamente e apertamente (media partner ditutto.it).

Nardò – E’ stata la bellissima Giada Antico di Nardò ad aggiudicarsi il primo posto durante la finalissima di Miss Winning Italia, il concorso nazionale di bellezza tenutosi nei giornmi scorsi presso l’hotel Tiziano a Lecce. Ma pioggia di premi e di fasce anche per le altre miss in gara provenienti da tutta Italia e non solo, che si sono aggiudicate le fasce da primo posto nelle categorie Baby, Miss e Mamme.

La serata, presentata da Bruno Conte di Casarano, ha avuto come patron Leonardo Ciullo e Dario Migliaccio con degustazioni a bordo piscina per i presenti. La giuria, composta dalla presidente Jovanna Fais e dagli attori Mario Lucarelli Monica Levanto e Mario del Grande, Tony Sarcinella, la cantante Martina Spedicato e lo showman Michele Placì, ha dunque decretato le undici finaliste di quest’anno.

La seconda classificata per la categoria “Miss Winning” è risultata Giorgia Benedusi di Vivenza, mentre la terza classificata è risultata Beatrice Rollo di San Donato. Il titolo di Miss Fotomodella invece è andato ad Arianna Taurino, anche lei di San Donato, mentre per Miss Cinema è stata scelta Antonella Falconieri di Casarano. La prima classificata per la categoria Miss Mamma Winning Italia è risultata la brasiliana Eli Bella ; seconda classificata Marta Jennifer Bovino di Aradeo e terzo posto per  Stefania Costa di Racale. Infine, per l’ultima categoria in gara, quella di Miss Baby Winning Italia, la vincitrice è risultata Asia Taurino di San Donato, seguita da Gaia Cretì di Copertino e Amelia Nocco.

Tra gli ospiti della serata, la scrittrice Nadia Marra di Gallipoli, la ballerina di break dance Ludovica Candelieri, i cantanti Carola Conte, Laura Frisenna, Luigi Mastria, Giuseppe Cretì, Gabriele Nahi, Donatella Sancesario, Martina Spedicato e Simona Verardo. Presente anche la Baby Miss Winning uscente Alice Pezzuto.

Aradeo – Prosegue sino a martedì 21 agosto la nona edizione della “Sagra Taraddota – Aradeo a tavola: profumi e sapori della cucina tradizionale aradeina”. Si tratta di una vera e propria festa popolare notevolmente cresciuta nel corso degli anni con un mix di cultura, musica ed ottima cucina, che ha sempre mantenuto intatti i sapori della migliore tradizione locale senza mai cedere alla tentazione delle “moderne contaminazioni”. Tutto è molto genuino ed i piatti, un tempo tipici di una cucina “povera”, sono diventati delle vere e proprie “tentazioni del palato” apprezzate da tutti. La “Taraddota” offre l’occasione ai visitatori di gustare, tra l’altro, pitte di patate, ‘mpille, pasta fatta in casa condita con pomodoro fresco, basilico e formaggio ricotta, punte di cicorie con la carne, polpette fritte e al sugo, panzerotti e coculeddhre, verdure grigliate, fritture di pesce, pittule bianche ed alla pizzaiola, pezzetti di carne alla pignata, arrosti di carne alla brace delle migliori macellerie del paese, frutta, dolci tradizionali come le zeppole ed il pasticciotto leccese e l’immancabile gelato spumone. Il tutto “innaffiato” con genuino vino locale.

Il programma della tre giorni Ad allietare le tre serate sono canti di pizzica e musica popolare. Domenica 19 si sono esibiti “I Calanti” (di Ugento) mentre lunedì 20 spazio alla “Compagnia Ariacorte” e martedì 21 gran finale con “Gruppo Folk 2000” e “I Scianari”. La sagra si svolge nel centro storico a ridosso dell’antica chiesa dell’Annunziata dove si possono ammirare pregevolissime statue in cartapesta ed il magnifico altare barocco del 1570. Più avanti, attraverso via Annunziata, si giunge a piazzetta Grassi che attrae subito per l’obelisco di San Giovanni Battista, eretto nel 1658 dal “governatore” olivetano del paese Fra’ Giovanni che restaurò ed ampliò l’attiguo palazzo baronale, dove risiedette per circa un ventennio. La colonna assicurava immunità e salvezza a chiunque riusciva ad aggrapparsi, pena una “maledizione ed un castigo divino” per chi non rispettava la sua sacralità.

Aradeo – Grandi sagre al via, ad Aradeo, con l’appuntamento gastronomico dedicato al pomodoro “fatto scoppiettare”, ovvero “schiattarisciatu”. Da sabato 11 a lunedì 13, la manifestazione offrirà ai visitatori molte specialità della cucina tradizionale salentina, fra i quali naturalmente primeggerà il pomodoro “saltato” in padella per produrre uno dei piatti più buoni della  tradizione locale. Seguiranno poi la “Sagra taraddota”, dal 20 al 22 agosto, e la “Sagra dell’uva” l’1 e 2 settembre.

Gli “Amici per gli eventi” La Sagra “te lu pummitoru” è ormai alla sua 11^ edizione ed ogni anno viene apprezzata da tutti, turisti e residenti, per la bontà dei piatti proposti. La grande festa popolare è organizzata, in collaborazione con il Comune, dall’associazione “Amici per gli eventi” costituita da un folto gruppo di giovani fortemente motivati ed impegnati per la riuscita della manifestazione. Ne fanno parte Massimo Tarantino, Antonio Bove, Francesco Piccinno, Lucio Manco, Maurizio Cardinale, Roberto Baldari, Vittorio Giovanni Mighali, Adriano Negri, Martino Negri, Carlo Negri, Salvatore Stifani, Stefano Serra, Marco Ture, Antonio Bovino, Clara Stifani, Luigi Tramacere, Giuseppe Longo, Roberto Panizza e Stefano Cuppone.  «Questa sagra – afferma Massimo Tarantino – dà ai visitatori l’opportunità di “assaporare il vero gusto della cucina tipica del Salento così come ci è stata trasmessa dai nostri nonni». Pizzica e canti popolari rallegreranno le tre serate. Sul palco “Nui nisciunu” (sabato 11), “Alter ego” (domenica 12) e “Rewind” (lunedì 13), preceduti dai ragazzi di “Terra noscia”. Sempre promosso dall’associazione “Amici per gli eventi”, nelle serate di sabato 11 e domenica 12 si svolgerà il concorso canoro “Voci d’estate” con la partecipazione di bambini ed adulti.

Aradeo – Sorto grazie all’impegno sociale della Caritas della parrocchia San Nicola Vescovo, ed alla disponibilità della famiglia Stifani che ha concesso in comodato gratuito d’uso un terreno in via Sereni, viene inaugurato questa sera ad Aradeo il progetto di “Orto sociale”. L’appuntamento è alle 20.30 (nei pressi della villa comunale) dove sorge il terreno. Ospite della serata Fabiola Giancane, docente ed artista di origini aradeine, con i suoi coloratissimi laboratori. Alla base dell’iniziativa c’è lo sforzo di tante persone “di buona volontà” di favorire forme di incontro a livello intergenerazionale, interculturale ed interreligioso, creando “momenti di relazione e di dialogo” fra i nativi ed i migranti recentemente stabilitisi nel paese. L’obiettivo è superare le naturali difficoltà di un difficile inserimento economico e sociale dei nuovi arrivati nella vita produttiva e di relazioni del paese.

Le associazioni coinvolte Oltre all’associazione culturale “Easy Language”, che con la sua presidente Cinzia Muci ha collaborato con la parrocchia all’elaborazione di questo progetto risultato vincitore del relativo bando della Caritas diocesana di NardòGallipoli, partecipano all’iniziativa l’Amministrazione comunale, i Servizi sociali, l’associazione “Polvere di stelle”, la Società operaia Jolanda ed altre associazioni culturali e sociali del paese. Coinvolte tutte le famiglie dei ragazzi del catechismo e di Azione cattolica e le famiglie degli immigrati presenti nel paese che, fra l’altro, avranno la possibilità di frequentare un corso di italiano e, volendolo, coltivare piante tipiche dei paesi d’origine, oltre naturalmente a sperimentare coltivazioni tipiche della nostra terra.

La parrocchia L’iniziativa della parrocchia completa un percorso iniziato l’anno scorso con la “settimana del cristiano testimone della Carità di Cristo nelle periferie geografiche ed esistenziali dei nostri tempi” e proseguita quest’anno con la “settimana della presenza del cristiano nella vita sociale, culturale, economica e politica del paese”. «L’augurio – afferma il parroco don Giuseppe De Simone – è che questo progetto incontri il favore di tutti i cittadini e sia “occasione per vincere eventuali pregiudizi verso i migranti ai quali occorrerebbe invece offrire quell’accoglienza che è patrimonio della cultura di ogni buon cristiano, ricordando che anche i salentini sono stati e sono ancora essi stessi degli emigranti».

Aradeo – Arresti domiciliari per un 22enne già sottoposto al divieto di dimora nel comune di Aradeo perchè condannato per estorsione e maltrattamenti in famiglia. I fatti fanno riferimento allo scorso 30 luglio ma il giovane (C.S. le sue iniziali) venne già arrestato nell’agosto del 2016 dopo essersi scagliato contro la madre. La donna fu poi costretta ad ammettere il continuo stato di terrore provocato dalle pretese del figlio. Il 22enne, nato a Nardò, è residente ad Aradeo ma di fatto domiciliato a Noha. Dopo le formalità di prassi in caserma è stato poi condotto al proprio domicilio in regime di detenzione.

Aradeo – Incidente mortale, questa mattina all’alba, sulla strada provinciale che collega  Aradeo a Noha . A perdere la vita è stata la 27enne Valentina Magliocca, di Aradeo ma residente a Noha. La ragazza era nella Fiat Punto condotta dal compagno 35enne di Aradeo Andrea Paglialonga quando, intorno alle 5.45, l’autovettura è uscita di strada andando a sbattere frontalmente  contro il muro ai margini della carreggiata, non lontano dal cimitero di Aradeo. Giunti sul posto, i sanitari del 118 di Gallipoli altro non hanno potuto fare che constatare il decesso della giovane donna, mentre il conducente è stato ricoverato in “codice rosso” presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

Sulla base degli accertamenti condotti nel corso della giornata dai carabinieri della Stazione di Aradeo, lo stesso conducente (che non è in pericolo di vita) è stato poi arrestato (e posto ai domiciliari in ospedale) per omicidio stradale perché risultato positivo all’alcol (1,4 grammi) ed alla cocaina. L’autovettura in questione è stata sottoposta a sequestro da parte dei carabinieri non soltanto per i necessari accertamenti sulla dinamica del sinistro, ma anche perché la stessa è risultata priva di copertura assicurativa e lo stesso conducente era alla guida malgrado gli fosse stata sospesa la patente di guida. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, la salma della 27enne è stata trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale di Lecce.  Grande dolore in queste ore nelle due comunità coinvolte dal drammatico incidente.

Galatone – Studenti al mare, ma scuole già pronte con la programmazione delle attività per l’anno scolastico 2018-2019: a Galatone tante e importanti novità a partire da settembre. Il Polo 2 è in attesa di un nuovo dirigente: dopo due anni alla guida dell’istituto, Anna Maria Valzano saluta Galatone e lascia la reggenza della scuola (per ora) vacante, fino a nuova decisione dell’Ufficio scolastico. Il dirigente che verrà avrà tra le mani l’importante novità che vede l’istituto “inglobare” il Comprensivo della vicinissima Seclì. Il “piano di dimensionamento” varato dalla Giunta Regionale ha, infatti, sancito lo smembramento dell’Istituto comprensivo di Neviano-Seclì (per non aver raggiunto il numero minimo dei 600 alunni), portando all’accorpamento con il Polo Due di Galatone di tutte le classi di Seclì (una sezione per ogni anno dalle elementari alle medie, oltre alla scuola dell’infanzia) mentre per gli alunni di Neviano è in arrivo la fusione con Aradeo. Il via delle lezioni è previsto per lunedì  17 settembre mentre i piccolissimi dei plessi delle scuole dell’infanzia cominceranno l’anno scolastico martedì 18.

Un importante cambiamento del calendario scolastico si registra, invece, al Polo 1 diretto da Adele Polo (di Nardò), dal 2009 dirigente in città prima nel Circolo Didattico e poi nel Comprensivo. Per tutte le classi, a partire da quest’anno scolastico, l’istituto adotterà la cosiddetta “settimana corta”: scuola primaria e scuola secondaria svolgeranno in fatti cinque giorni di lezione (dal lunedì al venerdì) da sei ore l’uno. Con l’eccezione, ovviamente, delle classi “ a tempo pieno” già attive nel plesso “Giuseppe Susanna”, che saranno a scuola – sempre dal lunedì al venerdì – dalle 8 alle 16. Anche per loro il via alle danze lunedì 17, con le prime elementari tra i banchi martedì 18 e le scuole dell’infanzia aperte a partire da giovedì 20.

Data del 17 settembre confermata anche dall’istituto “Enrico Medi” (con gli indirizzi scientifico, informatico, elettrotecnico, professionale per il commercio) e dal dirigente Davide Cammarota.

Aradeo – Nessun ripescaggio in Eccellenza e, dunque, l’Atletico Aradeo riparte dal campionato regionale di Promozione per la stagione sportiva 2018-19 ormai alle porte. La compagine giallorossa ha conferito il mandato di allenatore della prima squadra a mister Pablo Cerbino (foto) mentre Lucio resta guiderà la Juniores. Al professor Mattia Toma il ruolo di preparatore atletico. Il ritiro precampionato della formazione è stato fissato per lunedì 6 agosto. In paese c’è da smaltire la delusione per una retrocessione maturata a causa della differenza reti con il Bisceglie, ma la voglia di fare bene c’è ed è tanta.

La società ha, intanto, lanciato la campagna abbonamenti per la nuova stagione, con lo slogan “Ricominciamo, a testa alta!” presso i punti vendita Info 64 bit di viale Einstain, Gabriele Parrucchieri di via Togliatti, Il Giardino della frutta di via Torino, Punto sicurezza di via XXIV Maggio e Mondo casa di via Circonvallazione.

Aradeo – Giunge alla 23^ edizione la rassegna estiva “Intarsi di versi – La notte della cultura”, in programma mercoledì primo agosto ad Aradeo. L’appuntamento è alle ore 21 in piazzetta Indipendenza e piazzetta Grassi. L’iniziativa, da un’idea di Michele Bovino, è andata affermandosi negli anni sino a diventare uno degli eventi culturali estivi più attesi e partecipati a livello provinciale. Un’opportunità unica per “assaporare le emozioni stimolate dalla poesia e rinverdire il contatto umano”, come garantiscono gli organizzatori che puntano a stimolare la comunicazione attraverso musica, arte, teatro e danza. I temi di questa edizione sono “la solidarietà ed il viaggio”, spunti per comprendere meglio il mondo “per renderlo un luogo in cui vivere nel rispetto e nella tranquillità”. Un contenitore culturale “sotto le stelle” che, non a caso, ha permesso ad Aradeo di  fregiarsi della qualifica di “Città che legge” assegnata dal Centro per il Libro e dall’Anci.

Il programma della serata La serata, patrocinata dal Comune, è proposta dalla Libera compagnia teatrale e dal Circolo Arci Levèra di Noha e quest’anno si avvale di partner importanti quali il Collettivo artistico Lamantice (Calm), Radio Rns e Musiclub. Il programma prevede in avvio la performance “Fuoco e poeta” con Mirko Gabellone e Michele Bovino. A seguire “Movimenti di danza” con Pamela Blasi (del Centro danza Sinestèsia di Melpignano), la presentazione della rivista “Lamantice” del Calm (con opere di vari artisti), una performance pittorica (“Rea from Garrage76”, e spazio bambini con le magie di KidBreaking, illusionista e mago. Il salotto letterario vede la presenza di Antonio Galati con il libro “Spleen”, Dolores Santoro con il libro “L’autismo sussurra” e Roberto Valentini con il libro “Il segreto di Luca”. Incursioni musicali con il cantautore Ciccio Zabini accompagnato da Mariasole De Pascali (flauti) e Francesco Pellizzari (percussioni).

 

Aradeo – Un’estate tutta da vedere e da seguire quella aradeina, ricchissima ogni settimana di tantissimi eventi che stanno riscuotendo un’eco significativa nell’intera provincia, attirando tra l’altro nel paese numerosi turisti presenti nel Salento. Sabato 21 alle ore 21 è la volta della prima “Notte bianca” del Carnevale aradeino, organizzata dal “Gruppo Carnevalesco Aradeino “Oscar Tramacere” e dal suo dinamico presidente Damiano Mascello. Non ci sarà una sfilata ma i carri, per la prima volta non distrutti alla fine della sfilata carnevalesca di febbraio ma custoditi in un capannone del paese, ritornano per essere ammirati  intorno alla Villa Comunale e i vari gruppi riproporranno le loro performance. Un’occasione imperdibile per vivere un’intera  notte all’aperto, all’insegna dell’allegria ammirando le opere costruite per il “Carnevale Aradeino e delle Serre Salentine” dagli artisti cartapestai di Aradeo e da quelli dei paesi vicini,

Gli eventi collaterali Molti gli eventi collaterali collegati all’iniziativa, alcuni dei quali presentati dagli organizzatori come vere e proprie sorprese da svelare nel corso della notte. Un intero spazio sarà dedicato ai bambini ed a chi vorrà manipolare la cartapesta sotto la guida dei maestri cartapestai. Fa da cornice e da contenitore all’evento la villa comunale con il suo anfiteatro intitolato lo scorso mercoledì a Pino Zimba, a conferma dell’identità di Aradeo quale città di artisti.

Lanciato il concorso di idee La “Notte bianca” è abbinata al concorso di idee per “Carri allegorici innovativi”, un’opportunità per proporre nuove soluzioni sul design artistico e sulla meccanica dei carri, anche con soluzioni eco-compatibili.  Naturalmente tanto buon cibo e tanta buona musica con il Rock’n’Roll dei Crickets in concerto e con i deejay dei carri e di RNS, radio ufficiale dell’evento. Da segnalare, nel proseguo della Festa Estate aradeina, la 27^ edizione della Straradeo. Alla manifestazione podistica, che si terrà domenica 22 alle ore 19, hanno già aderito diverse centinaia di atleti.

Aradeo – Parte la mobilitazione pro Karadrà, dopo i gravi danni subiti per l’incendio dei scorsi giorni. Lenticchie e piselli in fumo, 7mila metri quadri di coltivazioni perduti, e circa 5mila euro di danni: è questo il tragico bilancio che tracciano i ragazzi della cooperativa agricola Karadrà, il progetto intrapreso pochi anni fa da un gruppo di giovani (precari e laureati) che hanno deciso di investire sulla terra: attiva da alcuni anni in contrada Cafazza, tra le campagne di Aradeo e Cutrofiano, l’organizzazione ha preso in comodato d’uso alcuni terreni incolti per bonificarli e farli tornare a produzione attraverso un sistema di “aridocoltura”. L’esperienza è diventata famosa soprattutto grazie alla “riscoperta” del pomodoro d’inverno, su cui ha lavorato in questi anni, ma le difficoltà non sono mai mancate. L’ultima, in ordine di tempo, domenica 15 luglio quando è divampato un incendio (doloso stando alle prime ricostruzioni) che ha divorato una coltivazione di 4mila metri quadri di lenticchie e un campo di 3mila metri quadri di piselli verdi, devastando anche tutto l’impianto di irrigazione a supporto delle colture.

L’ultimo incendio L’ennesimo fuoco e l’ennesimo danno per i giovani della cooperativa, che già nel recente passato avevano dovuto fare i conti con fuochi e piccoli furti (macchinari rubati per un danno di circa 2mila euro), senza contare i danni alle colture di pomodoro registrati in questa stagione a causa di una malattia delle piante. «Oggi lanciamo un appello – hanno scritto in un’amara nota il giorno dopo l’accaduto – a proprietari, eredi e villeggianti, a chiunque possegga un terreno, un titolo d’uso e non ne tragga reddito. La terra ha bisogno di cure, di attenzione, il fuoco come soluzione al risparmio non è accettabile». È anche alle istituzioni che i ragazzi si rivolgono, auspicando campagne di informazione e progettazione comune: «Le amministrazioni locali informino tutti delle proprie responsabilità e dei termini di legge, e si avviino progetti e collaborazioni nell’ottica di quella nuova economia verde che a detta dei mercati continua a creare lavoro. Ci rivolgiamo – aggiungono – anche agli Istituti di Credito del territorio, alle associazioni di categoria e ai tecnici, perché si torni a programmare l’economia agricola assieme al territorio, rispettandone le vocazioni e sostenendone gli sforzi». E poi il punto sul torrente Asso: «Chiediamo l’attenzione della Regione e degli Enti di competenza perché il tracciato di superficie del torrente Asso veda quelle bonifiche e quella tutela che l’unico corso d’acqua con fenomeno carsico dell’intero Salento avrebbe già di diritto dovuto avere».

La solidarietà Nelle ore immediatamente successive l’incendio è intanto partita la macchina del sostegno alla cooperativa da parte di numerose realtà salentine, a partire dalle oltre cinquanta della rete “Salento km0”, che proprio a Karadrà il 2 giugno dello scorso anno firmarono un manifesto “per l’agricoltura naturale”. La rete dei “coltivatori di cambiamento” si è attivata con una raccolta fondi già partita, fornendo tramite i social l’Iban a cui si può donare per sostenere la cooperativa: IT 43F0526279450CC0111280643.

 

Aradeo – Amici di sempre a raccolta per “La Notte de lu Zimba” ad Aradeo. Presso la villa comunale di Aradeo il raduno degli artisti chiamati a fare festa proprio nella ricorrenza del giorno che, nel 1952, vide nascere  Giuseppe Mighali (per tutti soltanto ‘u Zimba). Uno tra i musicisti cui si deve la riscoperta delle tradizioni popolari salentine che morì il 13 febbraio del 2008 lasciando un ricordo indelebile in tanti amici e appassionati della pizzica-tarantata. Per l’occasione, nel corso della serata inserita nell’ambito della festa estate aradeina, a lui verrà dedicato anche l’anfiteatro comunale che sorge all’interno della stessa villa.

Gli artisti sul palco Dalle 21.30 ad augurare il “buon compleanno” a Pino Zimba, tra suoni e canti della tradizione popolare salentina, in collaborazione con la famiglia Zimba, saranno Uccio Casarano, Officina Zoè (gruppo del quale Zimba fece anche parte), Cesko, Puccia, Nandu Popu, Simone Longo, Rossano Ruggeri, Gabriella Murciano, Mattia Carluccio, Giuseppe Anglano, Raffaella Aprile, Ruggiero Inchingolo e Claudio Miggiano

Aradeo – Grande soddisfazione ad Aradeo e nel movimento rugbystico pugliese per la nomina di Fabio Manta quale tecnico della rappresentativa italiana di beach rugby femminile per l’Europeo di Mosca. Manta, presidente del Salento Rugby e allenatore della squadra femminile della stessa società, dal 2009 è responsabile del comitato Magna Grecia del Campionato italiano di Beach Rugby organizzato dalla Lega italiana. La rappresentativa italiana partirà, insieme ai colleghi uomini, il 3 agosto per Mosca con volo da Milano Malpensa.

La soddisfazione di Manta «Ce la metteremo tutta per bissare il successo maschile a Mosca del 2017. Non sarà semplice contro le squadre dell’Est Europa che stanno puntando molto sul beach rugby e sono in forte crescita. In questi paesi il rugby a XV non è sempre praticabile per via delle condizioni climatiche mentre gli impianti indoor consentono loro di giocare il beach tutto l’anno. Conto molto sulle mie ragazze che sono ormai veterane del beach rugby, giocato in Italia ad ottimi livelli».

A Torre San Giovanni la finale del Magna Grecia Il successo della palla ovale sulla spiaggia è in larga parte merito del trofeo Magna Grecia che, dopo le tappe di Otranto, San Cataldo, Barletta e Vieste, domenica 15 luglio vivrà il Master finale al Lido Onda Marina di Torre San Giovanni (Ugento).

 

Gallipoli – Centri scommesse e sale giochi nel mirino delle forze dell’ordine. In seguito ai controlli eseguiti dai carabinieri, nei giorni scorsi gli uffici comunali hanno provveduto a comunicare l’immediata cessazione di tre locali a Gallipoli siti in via Lazzari, via Galatone e via Kennedy. L’immediata sospensione è stata disposta per la sala di via Corsica a Copertino ed in viale Della Costituzione a Cutrofiano mentre per l’esercizio di via Nicola Frigino ad Aradeo è stata la Questura a far pervenire l’ordinanza di chiusura ed il ritiro della licenza.

La legge regionale I provvedimenti in questione scaturiscono dalle violazioni della legge regionale che, in materia di apertura delle sale gioco e delle sale scommesse, dispone una distanza di “rispetto” di 500 metri (spesso non rispettata) da istituti scolastici, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

Sanzioni per 63mila euro I controlli eseguiti dai carabinieri dal primo giugno al 4 luglio hanno riguardato, nel complesso, venti locali tra Gallipoli, Nardò, Galatina, Galatone, Copertino e Aradeo, con sanzioni amministrative pari ad oltre 63mila euro.

Lecce – Nel loro mirino era finito un centinaio di imprenditori salentini “costretti” a regali e mazzette per evitare multe, sanzioni e controlli. A circa dieci anni dall’avvio dell’indagine (il 13 maggio del 2009 ci furono i primi arresti sulla base di un esposto anonimo), la prima sezione penale del Tribunale di Lecce ha condannato 13 ex agenti della Polizia stradale ritenuti colpevoli del reato di concussione.  Per chiudere un occhio, gli agenti avrebbero preteso non solo denaro ma anche generi alimentari (vino e olio paesano, pane fresco di Altamura e altro) e buoni benzina. In tal modo, un centinaio di imprese avrebbero beneficiato dell’assenza di controlli ai propri veicoli sulle strade.

Le condanne Per i tredici imputati (uno solo è stato assolto) il totale delle condanne inflitte è pari a 93 anni di carcere (l’ipotesi del reato associativo è caduta in prescrizione) con la pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici e la conseguente estinzione del rapporto di lavoro. Tra gli imputati, 7 anni e 10 mesi sono stati inflitti al 55enne di Maglie Giuseppe Amenini, 7 anni e 4 mesi per il 56enne Ugo Rizzello di Seclì e sei anni e 8 mesi per il 61enne Giuseppe Piccinno di Aradeo.

Aradeo –  Nuovo appuntamento con la Festa estate aradeina: questa sera, alle ore 20, nella villa comunale è in programma la giornata dello sport a cura dell’Asd Scuola Calcio Aradeo. In serata ci sarà anche la seconda edizione della Festa dei nuovi 18enni a cui l’Amministrazione comunale regalerà una copia della Costituzione Italiana). Altro appuntamento del fitto calendario la Festa dei Colori, per la quale gli organizzatori raccomandano ai partecipanti di usare abiti chiari facilmente lavabili. Giovedì 5 giugno è l’emittente locale “Radio Noi Stereo” a proporre alle ore 21 la prima edizione di “RNS Summer Fest” con il ricavato che sarà devoluto all’associazione Egerthe che opera in favore dei bambini di strada di Nairobi, seguiti amorevolmente da fra Ettore Marangi. Il religioso, presente alla serata, racconterà la sua esperienza di vita quale operatore nella baraccopoli di Deep Sea. Si esibiranno a titolo del tutto gratuito Zigo & I Carosello, Cesko, Io te e Puccia, Gigi Cinto, Cristiana Verardo, Mistura Louca, Alfredo Ronzino, Bauxite e saranno inoltre coinvolti nello spettacolo gli speakers che animano i programmi radiofonici della radio. Sabato 7 giugno, alle ore 21, l’appuntamento è al teatro comunale “Domenico Modugno” con “Sanità, te la raccomando”, saggio del Laboratorio teatrale ragazzi a cura di Libera Compagnia.

 

Aradeo – Rebecca Anna De Paolis, neosindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, ha giurato nei giorni scorsi secondo la formula di rito, promettendo “davanti ai cittadini, ragazzi e adulti, di svolgere con impegno, lealtà e sincerità” il suo dovere. La ragazza, che frequenta la 2^D della scuola media del paese, gode di molta stima e simpatia all’interno della sua scuola e, oltre che essere brillante negli studi, è attiva in molti progetti scolastici. Vicesindaco e consigliere con delega è Miriam Giancane. Gli assessori sono Julia Tamborrino, Luna Arcuti e Graziano Tudisco. Consiglieri con delega, oltre a Giancane, sono Giulia Tramacere, Gianmario Botrugno, Simone Conte e Martin Manta.  La loro lista “Noi, Pianeta scuola” ha prevalso sulle altre due liste “Scuola d’aMare a reti aperte” con candidata sindaco Rebecca Bruno (che è diventata Presidente del Consiglio, essendo stata la candidata sindaco non vincente con maggior numero di preferenze) e “Tutto per una ragione” con candidata sindaco Roberta Pepe, che insieme a Rebecca Bruno, Andrea Mighali e Lorenzo Amante costituisce il gruppo di opposizione.

Il nuovo regolamento del Consiglio, approvato lo scorso mese di aprile, dà più rappresentanza nella vita politica cittadina ai giovanissimi e sicuramente l’Amministrazione Comunale darà la giusta importanza ai contributi che possono venire da questo organismo. Come dichiarato da Rebecca De Paolis nel suo discorso di insediamento, gli interventi sui quali il nuovo Esecutivo punterà avranno come priorità le strutture scolastiche, con attenzione al patrimonio culturale, storia locale e tradizioni, percorsi sicuri da casa a scuola e piste ciclabili, una corretta e sana alimentazione in materia di sport e tempo libero, comunicazione fra studenti dei vari plessi e ordini di scuola. Già nei giorni scorsi la vicesindaco dei giovanissimi, Miriam Giancane, presente all’inaugurazione dell’Ecocentro in rappresentanza del sindaco De Paolis e dell’intero Consiglio, è intervenuta chiedendo la giusta attenzione degli adulti al rispetto dell’ambiente.

 

Gallipoli – Il progetto del Laboratorio urbano di Gallipoli si è collocato al nono posto della graduatoria scaturita dall’avviso pubblico del dicembre scorso “Laboratori urbani in Rete 2017” per cui è stato finanziato insieme ad altri 15 progetti; ognuno di questi otterrà un finanziamento di 150mila euro. La Regione a sostegno di queste iniziative per rafforzare le attività dei laboratori , aveva stanziato 2 milioni 300mila euro. ella graduatoria regionale. Oltre a Gallipoli, sono stati finanziati i laboratori di Aradeo, Cutrofiano, Leverano, Matino e Otranto in provincia di Lecce. A Gallipoli il progetto coinvolge le associazioni Emys, Legambiente, l’artigiano Roberto Pero (nella foto il chostro di San Domenico a Gallipoli).

L’obiettivo di questo bando è quello di “potenziare i Laboratori urbani esistenti, dando seguito alla sperimentazione già avviata lo scorso anno con la deliberazione della Giunta regionale n. 322 del 22 marzo 2016), attraverso risorse del Por Puglia 14-20, azione 9.14. L’iniziativa, diretta ai Comuni già titolari di un Laboratorio urbano e non beneficiari dei fondi della precedente edizione di Laboratori Urbani in Rete, intende portare a conclusione il processo di miglioramento funzionale e strumentale dei Laboratori urbani. “Lo scopo – si legge nella nota della Regione Puglia – è quello di assicurare agli spazi per i giovani parametri di qualità (accessibilità, vitalità, stabilità economica, vocazione all’inclusione sociale etc.) e metterli in rete, per portare a compimento l’infrastruttura territoriale per i giovani pugliesi a sostegno delle politiche di attuazione della programmazione comunitaria 2014-20”.

Aradeo – Per i cittadini di Aradeo, lunedì 25 giugno apre in via Borsellino l’ecocentro, il centro comunale di raccolta.  Nella mattinata del lunedì, mercoledì e sabato e nel pomeriggio del giovedì potranno conferire imballaggi di plastica, metallo e vetro, oli e grassi vegetali e minerali, contenitori tossici o infiammabili, rifiuti inerti, apparecchiature elettriche ed elettroniche, batterie ed accumulatori (batterie), sfalci di potatura, rifiuti ingombranti, carta e cartone, indumenti usati, legno, farmaci, toner e cartucce esaurite. Una struttura indispensabile anche in vista dell’avvio, a fine estate, della raccolta differenziata “porta a porta” (l’ultimo dato sul portale regionale registra una percentuale dell’11,53) e per riuscire finalmente ad eliminare dalle strade i grandi cassonetti di raccolta indifferenziata, troppe volte impropriamente usati in questi anni da non residenti, con la beffa dei cittadini del luogo di pagare anche la spazzatura dei comuni vicini.

L’inaugurazione dell’Ecocentro Mercoledì 20 giugno l’inaugurazione in un clima di festa. Tangibile la soddisfazione degli amministratori, dal sindaco Luigi Arcuti all’assessore all’ambiente Giovanni Mauro, che più di tutti hanno seguito da vicino il completamento del progetto. La struttura era stata realizzata durante la prima Amministrazione Perulli nel 2010 ma poi lasciata priva dei passaggi necessari per la sua messa in funzione, divenendo il regno incontrastato delle erbacce. Dal loro insediamento, nel maggio dell’anno scorso, i nuovi amministratori si sono dati da fare per la sua attivazione realizzando l’allaccio Enel e l’impianto idrico e fognante con subirrigazione. Hanno poi ottenuto l’autorizzazione provinciale per lo smaltimento delle  “acque meteoriche di prima pioggia” e sono arrivati infine al certificato di agibilità che ne ha permesso l’apertura. «La messa in funzione dell’Ecocentro costituisce una tappa fondamentale – ha sottolineato l’assessore Mauro – per contribuire in maniera significativa alla riduzione della quantità di rifiuti da conferire in discarica.  E’ un intervento per proteggere l’ambiente, migliorare la qualità di vita dei cittadini e speriamo porti pure ad un progressivo abbattimento dei costi relativi alla tassa sui rifiuti».

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...