Home Tags Posts tagged with "alla bua"

alla bua

Cursi – Intramontabile e protagonista del menu italiano in ogni zona d’Italia, la pizza mette d’accordo tutti: da domenica 26 a martedì 28 agosto a Cursi la si potrà gustare in tutte le salse, dalle versioni tradizionali alle più fantasiose, nell’appuntamento con la “Festa della pizza” presso l’area mercatale.

Lo spazio della sagra sarà trasformato in una grande pizzeria all’aperto, dove esperti pizzaioli sforneranno pizze per tutti i gusti, con versioni vegetariane e uno spazio speciale dedicato al gluten free, per i celiaci. Oltre alla pizza, non mancheranno le postazioni dove degustare carne alla brace, pittule, spumoni e birra.

La musica condisce l’evento – Nel corso delle tre serate, il gusto si abbina ai ritmi della musica popolare salentina: domenica 26 salgono sul palco i Calanti (di Ugento) e gli Alla Bua; lunedì 27 toccherà ai Kardiamundi (di Parabita) e ad Antonio Castrignanò; mentre martedì 28 chiudono i Folkalore, accompagnati dall’animazione dello Zoo di 105.

Sannicola – Doppio appuntamento martedì 21 agosto, sempre alle 21, nelle frazioni di Sannicola. In piazza Immacolata a Chiesanuova, la rassegna “Teatro sotto le stelle” organizzata dal Comune prevede l’opera “Una coppia perfetta, quasi spalancata”, scritta da Dario Fo e Franca Rame, portata in scena dalla compagna Gli Armonauti (di Gallipoli). A Lido Conchiglie, organizzato dalla Proloco, in collaborazione con il “Market del centro” di Pamela Paglialonga e patrocinato dal Comune, karaoke e animazione con Max Battaglia di Radio Orizzonti activity. Successo, intanto, ieri sera in piazza della Repubblica il 20 agosto per gli Alla Bua nel concerto proposto dall’Amministrazione comunale sempre nell’ambito del cartellone di eventi estivi.

Tuglie – Tuglie in festa per la Beata Vergine del Carmelo. Lunedì 16 luglio l’apertura ufficiale dei festeggiamenti che, in serata, prevedono l’accensione delle luminarie all’uscita del simulacro della Madonna per la processione. Il concerto bandistico Città di Matino, che presterà servizio nel corso della processione, martedì 17 sarà protagonista del “matinée musicale” dalle 11 in piazza Garibaldi. Sempre martedì, dalle 20 c’è il mercatino dell’artigianato e alle 20.30 lo spettacolo per i più piccoli con il gruppo Animazione salentina. A seguire la prima edizione del “Folk fest” (ingresso libero in piazza Largo Fiera) con i ritmi popolari del gruppo Alla Bua (con Gigi Toma e la figlia Irene di Casarano e gli altri componenti di Torrepaduli, Collepasso, Racale e Sternatia) ed il “punk.folk” degli “Io, te & Puccia” (con Marco Perrone, Manu Pagliara a Mike Minerva, Gabriele Blandini, Gianmarco Serra ed Edo Zimba  . Al fine di ricreare l’atmosfera delle feste di quartiere di una volta, posto delle classiche luminarie, il comitato festa ha deciso di utilizzare le “catenarie”, allestite dalla ditta “Illumina” di Rocco Micolani di Giurdignano, reduce dal successo ottenuto con l’allestimento nel centro storico di Presicce per lo spot della Ferrero.

Alla Bua

Gallipoli – Entrano nel vivo gli appuntamenti di luglio all’interno di “Hello from Gallipoli”, il cartellone estivo realizzato dal Comune di Gallipoli in collaborazione la Pro loco insieme ad associazioni e vari enti, con gli appuntamenti in città iniziati a giugno e che dureranno fino all’ autunno inoltrato. Questi i prossimi eventi in programma: lunedì 9 luglio, ci sarà il concerto del gruppo Alla bua (foto) in piazza Tellini; mercoledì 11 luglio invece altro incontro con l’ottava edizione di “Salento book festival”, in piazza Aldo Moro. Protagonisti della serata, a partire dalle 18,30, la compagnia Poieofolà- costruzioni teatrali con lo spettacolo “Non c’era una volta”. Alle ore 20 poi, Danilo Siciliano presenterà il libro di Elena Catozzi “Muhammed Ali”. Alle 21 invece, Lara Napoli presenta il libro di Giovanni Impastato “Oltre i 100 passi”.

Invece, sabato 14 luglio alle ore 19,30 presso la Biblioteca comunale di sant’Angelo, nel centro storico, l’associazione Gallipoli Nostra insieme a Puglia&mare presenterà il libro di Antonio Cazzella “La beffa di Buccari. Storia dell’eroica impresa e del cannoniere Umberto Biancamano”. Oltre all’autore, interverranno il Sindaco Stefano Minerva, Giuseppe Albahari, Elio Pindinelli e Salvatore De Michele. A tutti i partecipanti  verrà poi donata una copia del libro.

Verso il fine settimana altri due appuntamenti musicali del festival Terra tra due mari: sempre il 14 luglio, in piazza Aldo Moro con un concerto a cura dell’Orchestra di fiati jonico – salentina, diretta dal Maestro Leonardo Laserra Ingrosso, direttore della banda musicale della Guardia di Finanza; domenica 15 luglio infine, in collaborazione con il conservatorio Tito Schipa di Lecce e la rassegna Sipari di pietra, si terrà il concerto “PercussOpera”, concerto lirico ad ingresso gratuito con accompagnamento di orchestra di percussioni, che si terrà presso il Chiostro di San Domenico.

Domenica 15 luglio si darà anche il via ufficiale ai festeggiamenti religiosi in onore della Madonna del Carmelo.

Melpignano – Spetterà a Mino De Santis interpretare, con un brano inedito, il tema del “paesaggio” scelto quale filo conduttore della 21^ edizione della Notte della Taranta: il cantautore di Tuglie è nel cast degli ospiti del Concertone diretto dal maestro concertatore Andrea Mirò che il prossimo 25 agosto vedrà sul palco di Melpignano anche Enzo Gragnaniello e James Senese, il rapper Clementino, i salentini Apres la Classe (con Cesko di Aradeo), il violino e la voce di Ylian Canizares, il trombettista leccese Frank Nemola, dal 1998 nella band di Vasco Rossi, il fisarmonicista Davide “Billa” Brambilla e il gruppo indiano dei Dhoad Gypsies. Al cast si aggiungerà anche un ospite internazionale che sarà annunciato il 24 luglio a Lecce. A guidare il corpo di ballo sarà il coreografo Massimiano Volpini, che dal 2001 collabora con Roberto Bolle, con le audizioni dei ballerini accademici e popolari programmate per il 7 luglio a Corigliano d’Otranto e per l’8 a Roma. Il programma della Notte 2018 è stato presentato ieri, mercoledì 27 giugno, nella conferenza stampa svoltasi presso la sede dell’Associazione Stampa estera a Roma. L’evento per eccellenza dell’estate salentina verrà trasmesso in diretta da Rai 5 e da Rai Radio 1.

Le tappe “itineranti” Le tappe itineranti del festival avranno inizio il 2 agosto e toccheranno molti centri della provincia di Lecce, capoluogo compreso. Accanto al ritorno di due ex maestri concertatori come Ambrogio Sparagna (il 5 agosto a Corigliano D’Otranto) e Carmen Consoli (il 21 a Sternatia), il programma prevede I Calanti l’9 agosto in piazza Colonna ad Ugento (e a seguire l’Orchestra popolare della Taranta), gli Alla Bua (con Gigi Toma di Casarano) l’11 presso la villa comunale di Zollino, e Officina Zoè il 20 a Martignano in occasione dei 25 anni del gruppo fondato da Donatello Pisanello (di Taviano), Lamberto Probo e Cinzia Marzo.

Altre serate danzanti toccheranno anche Otranto, il 3 agosto con “Figaro su, Figaro giù…!”, la libera rivisitazione del capolavoro rossiniano con la partecipazione di Elio e l’adattamento musicale di Daniele Durante (direttore artistico del Concertone). Si tratta di un appuntamento frutto della collaborazione con il Festival della Valle d’Itria e il Carnevale di Putignano. A Nardò il Festival farà tappa il 6 agosto con l’Orchestra popolare della Taranta, il concerto “Terra, pane e lavoro” a cura di Rocco Nigro, la mostra fotografica  “I luoghi di Renata” di Paolo Laku e la visita guidata nel borgo a cura dell’Università del Salento. Il 13 agosto Alessano ospiterà il laboratorio di pizzica a cura del corpo di ballo la Notte della Taranta e i concerti del’Orchestra Bottoni (dal lazio) e dei salentini Li Strittuli, oltre alla visita nel borgo antico. Anche la tradizionale della Notte delle spade di Torrepaduli (Ruffano) del 15 agosto  è stata inserita nel programma itinerante mentre il 22 Cutrofiano ospiterà i salentini Kalascima ed il gruppo franco-tunisino Ifriqiyya Electrique.

 

by -
0 749
15966102_261775747569077_8756702251901476342_n ALEZIO. Reduce dai fasti della prima candelina spenta insieme agli Opa Cupa, lo scorso 14 luglio, riprende la programmazione de El Barrio Verde di Alezio. Protagonisti del prossimo appuntamento, giovedì 20 luglio saranno gli Alla Bua. Formati tra le ronde della storica festa di San Rocco a Torrepaduli e nelle notti itineranti del canto pasquale di Santu Lazzaru, i sei musicisti provenienti da vari paesi del Salento (Casarano, Torrepaduli, Collepasso, Racale fino alla grica Sternatia), propongono, come da loro abitudine, una serata dedicata alla cultura salentina, dettata dalla grande passione di suonare, tramandare e divulgare la musica popolare ereditata dai propri padri. La band è composta da Gigi Toma – voce e tamburello, Fiore Maggiulli – voce e tamburello, Dario Marti – chitarra e voce, Irene Toma – voce e oboe, Michele Calogiuri – violino, Francesco Coluccia – fisarmonica. Per info e prenotazioni: 3274592706 – 3283780589.

 

ARADEO. Non è un caso che il sottotitolo della Sagra Taraddota, in programma nel centro storico del paese dal 18 al 20 agosto, sia “Aradeo a tavola”. La sagra, organizzata da un comitato diretto da Alfredo Ramundo e Claudio Greco, è un compendio di ciò che di più buono la tradizione culinaria locale può offrire. Soprattutto nella genuinità dei prodotti utilizzati, nella loro freschezza ed in una preparazione fatta da circa 120 esperte massaie nel paese, che rispecchia antiche ricette tramandate in famiglia alle nuove generazioni. Il gusto è esaltato da piccoli accorgimenti nella cottura, da accorti impasti dei prodotti, dall’uso dell’olio extravergine di produzione locale. Particolarmente buone anche le carni preparate dai macellai del paese, conosciuti in tutta la provincia per la loro bravura. Fra le specialità proposte, oltre agli arrosti ed alla “carne alla pignata”, le “spurpature” con pomodorini, cipolle capperi ed olio d’oliva. Non sorprende che vi siano turisti che ritornano ogni anno per le loro vacanze nel Salento, che ritengono un “must” venire ad Aradeo in occasione della Sagra per riassaggiare pasta fatta in casa, carni, pittule, panzarotti e “coculeddhre”, “cicurata”, pitte rustiche, pesce fritto, spumoni e, come recita il manifesto pubblicitario, “tanto altro ancora”. Il tutto nella location di quello che rimane dell’antico centro storico di un paese che fu uno dei centri più importanti della Grecìa Salentina, almeno fino agli inizi del ‘400 quando fu donato da Raimondello Del Balzo Orsini alla chiesa e all’ospedale di Santa Caterina d’Alessandria di Galatina. La sagra diventa così l’occasione buona per uno sguardo all’antica Chiesa della Confraternita dedicata alla Madonna Annunziata ed alla Colonna di San Giovanni eretta dagli Olivetani, feudatari del paese, nel 1658 e prospiciente il seicentesco Palazzo Baronale (ora Palazzo Grassi). Accompagna ogni serata la buona musica salentina con i concerti live di “Alla Bua” (giovedì 18), “I Briganti di Terra d’Otranto” (venerdì 19) e “Officina Zoè” (sabato 20)

by -
0 788
Alla Bua

Alla Bua

Virata la boa del quarto di secolo, con le nozze d’argento festeggiate lo scorso anno, gli “Alla Bua” tornano alla carica con “Salenticidio”, ottavo disco della loro produzione. Ritmi forti e incalzanti, secondo tradizione, “per trasmettere l’importanza fondamentale della tutela e salvaguardia del nostro ambiente”, fanno sapere dalla band che lo scorso 3 giugno ha presentato l’album presso La Feltrinelli di Lecce. «“Salenticidioˮ nasce con l’intento di trasmettere la necessità di andare oltre la bellezza del mare e l’esigenza di far corrispondere alle acque cristalline lo specchio di una società sempre più consapevole e protagonista del proprio futuro», si legge nelle note di presentazione del disco. Stessi temi, magari ancora più marcati, del precedente “Russu te sira”. Tanti, come al solito, i concerti per l’estate: Gigi Toma e compagni (di Casarano lui, come la figlia Irene, di Torrepaduli, Collepasso, Racale e Sternatia gli altri componenti del gruppo). Dopo il 24 giugno ad Ostuni, per l’inaugurazione del Centro polifunzionale, gli Alla Bua saranno a Galatone, il 26, per la festa del Sacro Cuore, a Galatina il 3 luglio per la festa di fine Grest “Perdiqua” e a Magliano, l’8, in piazza degli Eroi. Altre date a Casarano il 13 luglio per la Festa della Pizza e a Torre Mozza, marina di Ugento, il 22 per la Sagra te la Turre. Accanto al fondatore Gigi Toma troviamo Fiore Maggiulli, Irene Toma, Francesco Coluccia, Dario Marti e Michele Calogiuri.

by -
0 2005

sagra della patata concerto alla buasagra della patata 2015FELLINE. Con la 21ª edizione della Sagra della patata si è aperta ufficialmente la stagione delle eco-sagre a Felline. La frazione di Alliste è stata letteralmente invasa dai visitatori che hanno preso d’assalto gli stand gastronomici allestiti nel borgo antico, al ritmo incalzante della pizzica degli “Alla Bua”. Da una stima approssimativa, si calcolano circa diecimila presenze a Felline nella serata del 23 luglio, primo dei quattro appuntamenti con le eco-sagre organizzate, con il patrocinio del Comune di Alliste,  dalla Pro loco, guidata, da anni dall’infaticabile presidente Antonia Ferocino. «La Sagra della patata è stata un successo enorme – spiega l’ex insegnante – ho ricevuto tanti riscontri positivi da parte di turisti ma anche di salentini sparsi per la provincia di Lecce, e non solo. Sono giunti a Felline da ogni parte della regione per assaggiare le nostre specialità a base di patate: la “pitta”, gli gnocchi e poi i “panzerotti”, di cui sono particolarmente ghiotti i turisti». Aggiunge la presidente: «Ormai è una sagra collaudata nel tempo, fatta con criterio e organizzazione grazie al grande lavoro dei volontari. Sottolineo che le nostre eco-sagre hanno impatto ambientale pari a zero. Utilizziamo materiale biodegradabile per servire le pietanze, ci sono sei isole ecologiche, sparse per tutto il percorso, in cui si differenziano i rifiuti a seconda delle varie tipologie, pratichiamo il compostaggio dell’umido direttamente sul posto, il tutto grazie ad una squadra di 13 ragazzi. Alla fine non rimarrà nemmeno una cicca per terra».

Ma siamo solo all’inizio. Sono in arrivo altre tre sagre. Sabato 8 è in programma la “mitica” – come la definisce la presidente Ferocino – Sagra della polpetta, giunta alla 18ª edizione. Giovedì 13 si continua con la 13ª Sagra della pasta fresca, organizzata dalla parrocchia di San Leucio. Chiusura col botto, infine, martedì 18 con la Sagra del pesce e le Bande in piazza: si esibiranno i concerti bandistici di Gallipoli e Taviano che intoneranno brani e colonne sonore che sono passati alla storia della musica e della cinematografia italiana e mondiale.

Piazza addobbata per l’edizione 2011 (foto di Francesco Caputo). Accanto Antonello Chezza, presidente del Comitato festa, e don Emanuele Pasanisi

Piazza addobbata per l’edizione 2011 (foto di Francesco Caputo)

TUGLIE. Ritorna la primavera e con essa la festa patronale in onore di Maria Ss. Annunziata, quest’anno fatta posticipare dalla  Pasqua. Intenso il programma religioso stilato dal parroco, don Emanuele Pasanisi. Si inizia domenica 12 aprile, alle ore 8, con lo scampanio nelle chiese per annunziare l’inizio dei festeggiamenti religiosi. Il 13 è la giornata dedicata ai fanciulli, il 14 quella delle famiglie ed il giorno successivo quella dei giovani. Giovedì 16, tocca ricordare le vocazioni e i ministeri laicali, mentre il 17 è la giornata mariana con la partecipazione, alle 19, del coro del santuario della Coltura di Parabita. Sabato 18, dopo la messa solenne delle 19, si snoda la processione per le strade del paese che si conclude con l’atto di affidamento e la consegna simbolica delle chiavi della città. Il giorno seguente, dopo la messa delle 11, nuova processione per la benedizione dei campi, mentre in serata la messa è presieduta da Benigno Papa, arcivescovo emerito di Taranto. La festa religiosa si conclude con la giornata della comunità, lunedì 20 aprile, che vede la celebrazione della messa e l’atto di affidamento della comunità alla Madonna con il canto del Magnificat.

Apertura ufficiale della festa civile sabato 18, alle 9. Si prosegue, alle 14.30, con la decima edizione del trofeo dell’Annunziata, gara podistica giovanile. Per tutta la giornata si esibiscono i concerti bandistici Città di Matino e Orchestra di Terra d’Otranto. La fiera mercato anima, domenica 19, la mattinata in contrada Mazzuchi, mentre in piazza si esibiscono i concerti bandistici di Lecce e Francavilla Fontana. Alla 9, presso il campo sportivo dell’oratorio si svolge la prima “Expo Cinofila Tugliese” seguita, alle 10, dall’esibizione degli artisti con la motosega e gli artisti di strada dell’associazione Kimera animano il centro. Alle 15, sempre in contrada Mazzuchi, si svolge il primo “Tuning Show” dell’Annunziata. La serata è scandita, alle 21, dal fuoco pirotecnico della ditta Coluccia Pietro e, alle 22, dal concerto degli Alla Bua. Lunedì 20, il mercato della “Nunziateddha” in contrada Mazzuchi e alle 21, in piazza Garibaldi, musica a tutto volume con il “Festival Bar Italia”.

giardini-ingrosso-casarano--(2)CASARANO. Due serate dedicate alle prelibatezze culinarie da gustare per strada quelle del 29 e 30 novembre presso i Giardini Ingrosso a Casarano. La prima edizione di “Eat street in Salento” propone stand gastronomici, laboratori del gusto, concerti, spettacoli  e dibattiti nell’ambito del programma “Sagra di qualità sostenibile”. Ad organizzare la due giorni è la locale Pro loco con il Comune e l’Unione nazionale Pro loco d’Italia. Sabato 29 alle 18,30 l’apertura della manifestazione con un dibattito a tema ed a seguire il concerto degli “Alla Bua”. Domenica 30, dopo l’esibizione sportiva delle 19, il dibattito sullo sviluppo del Salento ed il “cooking show”, con degustazione, della Federazione italiana Professional personal chef prima del concerto dei giovanissimi “Mariglia” di Ruffano. Tra gli ospiti anche la Confraternita del Pampascione salentino di Alezio.

SANNICOLA. Due giorni di festeggiamenti, sabato 28 e domenica 29, in onore dei Santi apostoli Pietro e Paolo nel piazzale antistante l’omonima chiesa. «Si tratta di due santi protettori molto sentiti dai cittadini, una tradizione portata avanti dai volontari del comitato festa con grande determinazione e spirito di sacrificio» sottolinea il presidente incaricato Girolamo Specchiarello. Il comitato è composto da don Piero Malodrottu, presidente e parroco, Tommaso, Antonio e Silvio Picciolo,  Luigi Barbaro, Giuseppe Bray, Antonio Gianfreda, Salvatore Inglese, Giovanni Marzella, Giuseppe Napoletano e Armando Petruzzi con la collaborazione di tanti fedeli.

«Ai componenti del comitato e a tutti i volontari va il nostro ringraziamento – afferma Specchiarello – poiché il loro impegno ha permesso di far crescere negli anni questa festa fino a giungere ai risultati odierni». I festeggiamenti dureranno due giorni: sabato 28 giugno ci sarà la processione al termine della quale si esibirà il gruppo di musica popolare “Mustisci” (di Matino) e avrà luogo la “Sagra dei gusti antichi” il cui piatto forte sarà la carne “alla pignata”, nel rispetto della tradizione. La sagra proseguirà anche domenica 29 , data in cui si esibiranno gli “Alla Bua” (di Casarano). La banda musciale “Città di Aradeo“, le luminarie “Antonaci” di Neviano e i fuochi d’artificio “Dario” di Matino aggiungeranno ulteriore magia ai festeggiamenti.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...