Home Tags Posts tagged with "Alessandro Astore"

Alessandro Astore

Muro Leccese – “Al di là di ciò che vedi” è il volume di Alessandro Astore (nella foto) che viene presentato lunedì 28 maggio alle ore 20 a Muro Leccese. L’appuntamento, organizzato dalla locale Amministrazione comunale, è a Palazzo del Principe in piazza del Popolo. Nel suo volume (Maggioli editore), l’autore di Casarano (dottore in ingegneria civile), forte dei suoi studi condotti anche in Cina, si sofferma sull’analisi delle strutture in legno ad incastro in Cina e Giappone e sulla loro particolare resistenza ai terremoti. «Nell’immaginario collettivo il legno è considerato un materiale “debole”, ma ha una resistenza a trazione e compressione di gran lunga superiore all’acciaio ed al calcestruzzo», afferma l’autore nel rilanciare anche in Italia tale tecnica costruttiva, ad incastro e senza l’utilizzo di chiodi o colle.

Casarano – “Al di là di ciò che vedi” è il volume di Alessandro Astore (nella foto) che viene presentato venerdì 9 marzo alle ore 19 a Casarano. L’appuntamento è presso l’Imperial Town Gallery di via A. Lupo 22 (palazzine Ieca) per un evento che gode del patrocinio della Provincia di Lecce, del Comune di Casarano, del Consiglio nazionale ingegneri e dell’Unione nazionale italiana tecnici enti locali (Unitel). Il testo (Maggioli editore) si sofferma sull’analisi delle strutture in legno ad incastro in Cina e Giappone e sulla loro resistenza ai terremoti. È la passione per le arti marziali tradizionali cinesi ad aver portato l’autore, dottore in ingegneria civile, a studiare in Cina, precisamente a Beijing. Tra l’altro, proprio dalle sue relazioni con gli orientali è stato possibile gettare un ponte tra la città di Casarano e quella di Shangqiu (Henan) con una delegazione cittadina, guidata dal sindaco Gianni Stefàno, che lo scorso novembre è stata calorosamente ospitata in Cina. «Il testo affronta l’argomento delle costruzioni realizzate completamente in legno, i cui primi reperti risalgono al Neolitico, edificate ad incastro senza l’utilizzo di chiodi o colle, che egregiamente resistono al sisma. Nell’immaginario collettivo il legno è considerato un materiale “debole”, ma ha una resistenza a trazione e compressione di gran lunga superiore all’acciaio ed al calcestruzzo. La domanda che dobbiamo porci oggi è se tali tecniche costruttive possano essere realizzate anche in Italia», afferma Astore. L’apprezzamento dei cinesi nei suoi confronti ha avuto modo di manifestarsi più volte: da ultimo quando nell’ottobre del 2017 con la cerimonia “Baishi”, a Pechino, è stato riconosciuto discepolo ufficiale del Maestro Xu Zhiqiang, ovvero il primo italiano il cui nome viene inserito nella genealogia del San Huang Pao Chui Quan – ramo Song.

CASARANO – Si trova a Casarano l’unico centro italiano per la diffusione del “San Huang Pao Chui”, stile tradizionale di kung fu o, come sarebbe più corretto dire, di wushu. A portare in Italia quest’arte marziale, riconosciuta come “patrimonio culturale immateriale” della Cina, è stato il casaranese Alessandro Astore, avendola appresa dal maestro Yin Shuzeng. Oggi, dopo la morte del maestro Yin, l’apprendimento dello stile continua con il maestro Xu Zhiqiang

«”San Huang Pao Chui – spiega Astore – è l’espressione di una passione verso la cultura cinese delle arti marziali, che mira a diffondere il San Huang Pao Chui Quan autentico, secondo principi e metodi tradizionali cinesi. Non è una scuola, ma il tramite attraverso il quale è possibile affacciarsi alla cultura cinese del wushu tradizionale, nella forma più autentica: gli allenamenti sono all’aperto, lontano da palestre e centri sportivi, non vi sono competizioni né gradi né diplomi».

Quella di Casarano, tra l’altro, è l’unica realtà in Italia dove si pratica tale disciplina, presente in Europa solo in Spagna ed in Svizzera. Chiunque può accostarsi al wushu tradizionale. Non sono richieste particolari abilità fisiche o capacità atletiche. Sono sufficienti volontà, pazienza, disciplina e passione, “ma soprattutto – conclude Astore – disponibilità al cambiamento”. Gli allenamenti riprenderanno lunedì 18 settembre, alle ore 19, nel Parco d’Oriente, nei pressi dell’Agenzia delle entrate (informazioni al numero 333/2684423).

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...