Home Tags Posts tagged with "adele polo"

adele polo

Galatone –  Sarà Adele Polo (foto) a guidare il Polo 2 di Galatone: è delle ultime ore  la disposizione dell’Ufficio scolastico regionale che nomina l’attuale dirigente del Polo 1 quale “reggente” dell’altro istituto comprensivo della città. La dirigente neretina (in servizio a Galatone dal 2009, prima con il Circolo didattico e poi con il Comprensivo) succede ad Anna Maria Valzano, che ha salutato docenti e alunni di Galatone dopo due anni di mandato. La Polo – scelta tra quattro nomi che si erano proposti per guidare l’istituto – si dovrà far carico di tutte le classi (infanzia, elementari, medie) anche della vicina Seclì, da quest’anno accorpata al Polo 2 di Galatone: l’Istituto comprensivo di Neviano-Seclì  non ha, infatti, raggiunto il numero minimo dei 600 alunni e così anche per gli alunni di Neviano c’è la fusione con Aradeo.

Il 17 tra i banchi A Galatone Il via delle lezioni è previsto per lunedì  17 settembre mentre i piccolissimi dei plessi delle scuole dell’infanzia cominceranno l’anno scolastico martedì 18. Da quest’anno, inoltre, per le classi del Polo 1 è prevista l’adozione della cosiddetta “settimana corta”: scuola primaria e scuola secondaria svolgeranno in fatti cinque giorni di lezione (dal lunedì al venerdì) da sei ore l’uno. Con l’eccezione, ovviamente, delle classi “ a tempo pieno” già attive nel plesso “Giuseppe Susanna”, che saranno a scuola – sempre dal lunedì al venerdì – dalle 8 alle 16.

 

La scuola primaria "G. Susanna" e Adele Polo, dirigente dell'Istituto comprensivo Polo 1

La scuola primaria “G. Susanna” e Adele Polo, dirigente dell’Istituto comprensivo Polo 1

GALATONE. Pedagogisti ed educatori professionali a scuola. Questa la realtà presso l’Istituto comprensivo Polo 1 della città grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’istituto scolastico e la sezione pugliese dell’Associazione pedagogisti ed educatori Italiani. Negli scorsi giorni, infatti, l’associazione Apei-Puglia ha pianificato e proposto nelle scuole un progetto pilota che prevede l’intervento di una unità pedagogica a supporto dell’azione docente e delle famiglie di tutti quegli alunni che vivono determinate problematiche nell’apprendimento o nella relazione. «Il nostro istituto ha aderito alla proposta perché sono sempre più numerosi i casi che richiedono un approccio specialistico, e spesso i docenti e le famiglie sono sole ad affrontare disagi che si ripercuotono sull’apprendimento e sul successo formativo di ogni singolo alunno», fa sapere Adele Polo, dirigente del Polo 1, rispetto al progetto che mira ad intervenire su iperattività, deficit di attenzione, disturbi del comportamento relazionale, bisogni educativi speciali che, dunque, richiedono un approccio condiviso tra più figure. Un lavoro di squadra, insomma, tra dirigenza scolastica, docenti, famiglie e pedagogisti ed educatori, finalizzato al benessere dei più piccoli. L’importante tema delle problematiche relazionali all’interno della classe è tornato prepotentemente d’attualità con il caso della vicina Soleto dove, all’interno di una scuola elementare (in una quinta), un bambino è stato lasciato solo dai compagni che hanno scioperato per evidenziare il suo comportamento ritenuto troppo violento.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...