Home Tags Posts tagged with "acquisto piantine"

acquisto piantine

Giovanni Melcarne

Gallipoli – Contromossa dell’Alleanza di produttori “Voce dell’Ulivo” alle insistenti notizie circa manovre speculative di alcuni vivaisti che si sarebbero “attrezzati” a trarre il massimo profitto dai primi risultati della ricerca finalizzati ad individuare le specie di ulivo resistenti al batterio da quarantena Xylella fastidiosa.

La lunga trattativa con i detentori della cultivar FS17. Da ottobre prossimo saranno a disposizione degli olivicoltori – a partire dai più piccoli – 200mila piante di “Favolosa”. I piccoli ulivi saranno distribuiti “ad un prezzo, franco arrivo alle piattaforme di distribuzione, di 2 euro”. La quotazione è il frutto “di una lunga trattativa con uno dei vivai concessionari della cultivar FS17 (Favolosa)”, informano i componenti del direttivo dell’associazione di base nata in aperta polemica con le più note associazioni di categoria nel corso di questo ormai lungo dramma che vede protagonista la coltivazione cardine del mondo agricolo salentino e pugliese. Ne fanno parte Federico Manni di Racale; Daniela Specolizzi di Ugento; Giovanni Melcarne (foto) di Gagliano del Capo; Matteo Congedi di Ugento e Francesco Barba di Monteroni, i quali sottolineano che per l’acquisto di Leccino non risulterebbero al momento pericoli di oligopoli e di “cartelli” in grado di farne lievitare il prezzo.

Dove inviare le prenotazioni. Queste le aziende agricole che hanno offerto la piattaforma logistica “che può essere ampliata su richiesta, per la prenotazione e distribuzione delle piantine di ulivo di circa dieci mesi di età”, come rilevano gli ideatori dell’iniziativa: Frantoio Congedi Renato, via Leuca, Ugento; Frantoio Congedi Matteo, via Marina, Ugento; Cooperativa Acli Racale, via Provinciale Racale-Ugento, Racale; Frantoio Melcarne Andrea, via della Repubblica, Gagliano del Capo; Frantoio Melcarne Giovanni, via Panoramica, Gagliano del Capo; Azienda agricola Barba Francesco, via S. Filio contrada Saetta, Monteroni; Frantoio Giannuzzi Alessandro, via Vecchia Castrì-Melendugno, Vernole. Per prenotazioni occorrerà utilizzare un modulo specifico e versare la quota minimo del 30% del valore dell’ordine.

I come e i perché della “Voce dell’Ulivo”. “Questa è la prima azione concreta sul territorio dopo la scoperta delle due cultivar resistenti, Leccino e FS17(Favolosa), che mira a garantire all’olivicoltore: un basso costo delle piante brevettate, la garanzia di tracciabilità e sanità delle piantine, un supporto logistico e un supporto tecnico.
Gli agricoltori salentini vogliono tornare a piantare ulivi e noi abbiamo voluto investire sulla nostra e sulla loro caparbietà incominciando dall’acquisto di piante”, è il commento della “Voce dell’Ulivo” che preannuncia altre “iniziative concrete” per accompagnare gli agricoltori nella ricostruzione delle zone del Salento già da tempo distrutte da Xylella, in attesa che si pronunci la scienza in merito all’efficacia degli innesti (tra cui il campo sperimentale tra Presicce e Acquarica del Capo, ndr) per salvare i monumentali e in merito alla resistenza dei semenzali (nella foto). Questi ultimi – è l’annotazione conclusiva – rappresentano un immenso patrimonio genetico autoctono, che certamente potrà garantire un futuro ricco di biodiversità e quindi di soluzioni, tali da far ritornare al vecchio splendore il nostro territorio oggi devastato dal batterio”.

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...