Strade dissestate, il Comune di Taviano chiede i danni all’Aqp

Una strada devastata dalle buche; in basso il sindaco Portaccio

Carlo PortaccioTAVIANO. Strade dissestate, rattoppate alla meglio dopo lavori di allaccio alla rete idrica e fognante e manto stradale sconnesso con buche e avvallamenti paurosi. Negli ultimi due anni sono molti i cittadini che hanno dovuto ricorrere al Comune per ottenere un risarcimento per il proprio automezzo danneggiato  o per rovonose cadute con ricorso al Pronto soccorso. A questo punto gli amministratori hanno detto basta e hanno denunciato l’Acquedotto pugliese per la grave situazione di dissesto stradale causata da lavori non eseguiti a regola d’arte, durante i numerosi allacci alla rete idrica e fognante.
«Negli ultimi tempi – lamenta il sindaco, Carlo Portaccio – sono notevolmente aumentate le denunce dei cittadini per danni ai mezzi di trasporto e per le cadute accidentali provocate dai dissesti stradali che sono opera dei lavori eseguiti da varie ditte per conto di Acquedotto pugliese. Tutto il paese è disseminato da avvallamenti paurosi del manto stradale. Abbiamo perciò deciso di intraprendere un’azione di risarcimento contro l’Acquedotto» La difesa è stata affidata all’avv. Maria Assunta Garzia. Il geom. Mattia Bruno, intanto, ha predisposto una dettagliata relazione sullo stato dei luoghi, sulle cause e sui danni che insistono su quasi tutte le strade della città. Il dossier è abbastanza corposo.

Commenta la notizia!