Specchia – Tre parole chiave e tre location: numero perfetto per la XV edizione della Festa di Cinema del reale, che al programma nel quartier generale di Castello Risolo a Specchia (dal 18 al 21 luglio) affianca un’anteprima lunedì 16 al Castello volante di Corigliano d’Otranto e una coda giovedì 26 al castello di Andrano.

I temi – Facce, guerre e mutamenti sono il filo conduttore dell’edizione di quest’anno, declinato in proiezioni, mostre, installazioni, seminari con grandi protagonisti del cinema documentario, degustazioni e laboratori aperti a tutti. Paolo Pisanelli, direttore artistico della manifestazione, afferma: “Nei tre castelli abitati dalla Festa di Cinema del reale si aggirano molti spiriti dell’arte contemporanea e si verificano scontri e incontri creativi illuminati dalla luce di grandi autori e autrici come William Klein, Cecilia Mangini, Lech Kowalski, e anche giovanissimi come Muhammad Najem, che con le loro opere hanno contribuito a mutare la conoscenza e le possibilità di espressione di immagini fisse e in movimento. La Festa di Cinema del reale si pone sempre il grande obiettivo di raccontare le realtà che viviamo, luci e ombre, e vuole festeggiare la gioia di vivere e la creatività di tutte le persone che hanno contribuito a realizzare una festa così esplosiva”.

L’anteprima dedicata a William Klein – Lunedì 16, a partire dalle ore 20,30, nella sala Tabaccaia del Castello volante di Corigliano d’Otranto si celebra il genio del regista e fotografo William Klein, presente al festival per dialogare con Paolo Pisanelli e Roberto Koch. Nel corso della serata verrà inaugurata l’installazione “Contacts”, che raccoglie raccoglie alcuni scatti dell’artista e sarà visitabile fino al 21 ottobre (dalle 10 alle 20, ingresso libero). Inoltre, saranno proiettati i film “Contacts – William Klein” e “Lontano dal Vietman”, sulla figura e il credo politico dell’artista.

Pubblicità

A Specchia produzioni internazionali e il meglio dall’Italia – Tanti gli ospiti internazionali di quest’edizione, a cominciare dal film-maker Lech Kowalski: l’appuntamento con lui è venerdì 20 luglio al castello (ore 17,30, ingresso libero) per una masterclass su facce, guerre e mutamenti. Ricco il programma di proiezioni in lingua originale, fra cui “Tweet from Ghouta” del quindicenne siriano Muhammad Najem, che documenta la distruzione del suo paese in Siria; e “Last Men in Aleppo”, del regista siriano Firas Fayyad, arrestato e torturato dal regime di Bashar Al Assad nel 2011. Ancora, omaggio al genio del cinema francese Jean Vigo.

Fra gli italiani, quest’edizione del festival ricorda il regista e scrittore Folco Quilici e propone fra le altre le pellicole “The Remnants” di Riccardo Russo e Paolo Barbieri; “Pagine Nascoste” di Sabrina Varani; “Lievito Madre” di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria; e “Pagani” di Elisa Flaminia Inno.

Spazio alla Puglia – Nella sala Lo Schermo Pazzo, Castello Risolo dedica una vetrina agli autori pugliesi: Corrado Punzi con “Vento di Soave”, vincitore al prestigioso Hot Doc Festival in Canada; Brunella Filì con “Alla salute”, pluripremiato a Biografilm Festival; Martina Di Tommaso con “Via della felicità”; e i cortometraggi di Alessandra Tommasi, Pippo Cariglia e Maria Cristina Fraddosio su arte, conflitti e territorio.

Eventi speciali e fuoriprogramma – Sabato 21 a Specchia (presso la chiesa di Santa Caterina) va in scena lo spettacolo “Della delicatezza del poco e del niente” della rassegna “Teatro dei luoghi” di Koreja. Sempre sabato, da mezzanotte all’alba, sulla terrazza del castello si balla nell’happening organizzato in collaborazione con Fuck Normality Festival.

Ultima tappa ad Andrano – L’approdo della Festa di Cinema del reale è il 26 luglio al castello di Andrano (ingresso libero): dalle 20,45 laboratorio di animazione cromatica a cura di Mirco Santi e film musicato dal vivo da Admir Shkurtaj. Questi eventi rientrano nel calendario del Barezzi Festival.

 

(@Foto di Alessandra Tommasi)

Pubblicità

Commenta la notizia!