Sorpresa: “Il genio” approda anche a casa di Eva Mendes

by -
0 828

Il gruppo “Il Genio”

Matino. L’attrice americana Eva Mendes ha recentemente dichiarato, in un’intervista a Vanity Fair, di essere pazza di un gruppo italiano che si chiama Il genio. E tanto è bastato a far tornare anche gli italiani a riascoltare l’ultimo album del duo, “Vivere negli anni X”, uscito a giugno dell’anno scorso.

Lei è di Supersano, lui di Matino, hanno entrambi 35 anni. Ne avevano qualcuno in meno quando, nel 2008, è esploso il loro singolo “Pop Porno” che li ha fatti conoscere a tutta Italia.

Sono Alessandra Contini (voce e basso) e Gianluca de Rubertis (voce, chitarra e tastiere) insieme sono “Il Genio”, nome che in realtà non racchiude nessun retrosignificato particolare, scelto un po’ per caso, così come per caso è nato il loro tormentone.

Entrambi hanno fatto musica da sempre, Alessandra ha cominciato a cinque anni a prendere lezioni di piano e di solfeggio, poi ha iniziato a scrivere; a 18 anni il trasferimento prima a Bologna e poi a Milano dove lavorava come scenografa, senza mai abbandonare la musica. Gianluca invece da piccolo suonava l’organo in una chiesa del paese e la musica classica continua a far parte della sua esperienza musicale. Nel 2003 debutta come tastierista degli StudioDavoli con cui suonava da un paio d’anni, si laurea in lettere e nel 2007 raggiunge a Milano Alessandra.

Si conoscevano già dal liceo, ma è solo a questo punto che iniziano a creare insieme. Il 21 marzo 2008 esce il loro primo album “Il Genio”, galeotto fu Myspace e qualche passaggio televisivo a Quelli che il calcio. Il loro è un pop un po’ diverso rispetto al genere inflazionato che esiste oggi: scrivono sia in italiano sia in francese utilizzando un tono retrò ed elegante, niente a che fare con pizzica e reggae del loro Salento.

In questo contesto, il successo non era poi così scontato. «Raggiungere un traguardo richiede sempre uno sforzo, sia pur piccolo – dice Gianluca – anche se noi ci siamo sforzati molto poco; abbiamo giocato d’ironia e qualcuno ha capito».

Il “coming out” di Eva Mendes delle ultime settimane sembra suggerire che, forse, fuori dall’Italia il talento dei due salentini sarebbe maggiormente riconosciuto. «Abbiamo già fatto qualche concerto all’estero – spiega Gianluca – e credo che in futuro punteremo sempre più oltre l’Italia, ma la fama a tutti i costi ci è proprio aliena», Parigi e Belgio sono state, infatti, le loro prime tappe all’estero; per il momento i due preferiscono restare a Milano.

Maria Antonietta Quintana

Commenta la notizia!