Smarrite dieci capre: facebook e il passaparola aiutano a trovarle. Accaduto tra Alezio e Gallipoli

Alezio – Nell’era delle tecnologie, dei satelliti e della rintracciabilità di qualsiasi spostamento umano, è mai possibile che scompaiano dieci capre? Sì. E’ successo nelle campagne tra Alezio e la zona “Li Foggi” di Gallipoli. Vittima una azienda dedita alla pastorizia da diverse generazioni. Ad accorgersene il capo storico dell’azienda, Bruno Pastore, quando ha visto tornare alla stalla il gregge. Gli è bastato un colpo d’occhio per capire che qualcosa e qualcuno mancava all’appello, davanti ad oltre trecento pecore e capre. A mancare all’appello dieci capre di razza jonica, compreso un “becco”, cioè il maschio che ha un valore commerciale piuttosto elevato. I due addetti che avevano condotto gli animali al pascolo non hanno saputo fornire spiegazioni ed è così partita la “caccia” alle capre smarrite.

“Abbiamo smarrito dieci capre tra Alezio e la strada che porta al mare. Condividete per favore”: l’allarme è stato postato su Facebook da una delle figlie. Ma è subito partito anche un prezioso “passaparola” che ben presto ha risolto il mistero. Le nove capre e il loro “becco” erano rimaste a riposare sotto un albero. E si erano talmente rilassate che non si erano accorte che il resto del gregge si era incamminato per tornare a casa. Lì le hanno trovate, all’ombra di una folta chioma. Del tutto tranquille, come tranquilli alla fine sono tornati ad essere i titolari dell’azienda. A partire da patron Bruno, pastore di antica stoffa, che con i suoi animali (quasi mille) ha un rapporto speciale, fatto di rispetto e di affetto.

Commenta la notizia!