Settembre da tradizione con processione e fiera

by -
0 929

La processione dell’anno scorso (foto Franchetti)

Taviano. Tornano due importanti appuntamenti festivi: la fiera della “Cappeddha” (7/8 sett.) e tre giorni dedicati alla festa della Madonna dell’Addolorata (14/15/16 sett.). Si tratta di eventi festivi molto attesi e a cui i tavianesi tengono tanto, soprattutto per l’Addolorata che, secondo la tradizione popolare, salvò il paese nel 1894 da un’epidemia virulenta  che aveva causato centinaia e centinaia di morti.
La tradizionale fiera della “Cappeddha”, oggetti piccoli e grandi in terracotta, ma soprattutto fischietti in tutte le forme, si perde nella notte dei tempi. Era ed è la ricorrenza che saluta l’estate e il paese torna vivere la quotidianità, affollando le strade del mercato. È una fiera soprattutto contadina perché si espongono anche attrezzi agricoli come scale, zappe e contenitori in terracotta, oggetti tutti costruiti artigianalmente nel Salento. Spiega l’assessore Leonardo Tunno: «Stiamo lavorando perché alla fiera mercato accedano solo artigiani e commercianti made in Salento. Non si tratta di discriminare nessuno ma vorremmo tornare, possibilmente, alle tradizioni di una volta». Il nome della fiera mercato deriva dal fatto che essa si svolgeva e si svolge sul piazzale antistante la chiesetta della “Cappaddhuzza”, sul corso Vittorio Emanuele II°, dedicata alla Madonna delle Grazie. Questa chiesetta è poi stata sconsacrata nel 1870, ma la fiera mercato continua a svolgersi su questo spiazzo e sulle strade contigue. Un tempo i venditori degli oggetti in terracotta arrivavano con i loro carretti o a dorso d’asino e si posizionavano per tutta la notte, alla luce delle acetilene. Oggi si è perso un po’ il fascino della tradizione ma i fischietti in terracotta continuano a trillare, in questi due giorni, per la gioia di grandi e piccini.
Per la tradizionale tre giorni di festività dedicati all’ Addolorata si sono fatte le cose in grande da parte del comitato feste, anche perché, quest’anno, ricorre il 60esimo anniversario della fondazione della parrocchia e del santuario.
Si inizia il 14 con una serata dedicata alla “mennula brustulita” ricoperta anche di zucchero e cannella. Il 15 la grande processione alle 19 per le strade del paese, concerto della banda lirica e sinfonica di Taviano, diretta dal maestro Antonio Mariani e alle 23 l’incendio del campanile del santuario. Il 16, infine il concerto di Luisa Corna, in piazza Convento, alle 21. In tutte e tre le serate si svolgerà la fiera mercato per le strade intorno al Santuario.

Rocco Pasca

Commenta la notizia!