Sequestri e persino un arresto tra Gallipoli, Casarano e dintorni

di -
0 724

L'offerta è sempre più diffusa

Casarano. Sostanze vietate in palestra e scatta il sequestro. Una non-notizia per quanti ritengono che l’esercizio di alcune pratiche sportive non possa farsi senza “quell’aiutino” di cui tutti sanno ma di cui nessuno parla.

È accaduto, di recente, anche a Casarano dove la Guardia di finanza ha messo sotto sequestro una vera e propria farmacia di anabolizzanti, steroidi e fialette di testosterone. La farmacia illegale era non solo nella palestra ma anche presso l’abitazione di un 40enne istruttore di body building della zona, colto con le mani nel sacco dagli agenti nello scambiare fiale dopanti con denaro contante (circa 250 euro). Per l’uomo, oltre al sequestro di tutta la merce, anche una denuncia per importazione illecita dall’estero dei medicinali che rivendeva, poi, in zona a centinaia di euro la confezione.

Si tratta di prodotti illeciti il cui utilizzo procura, accanto ad una sensazione di minor fatica nello sforzo e all’aumento della massa muscolare, importanti rischi alla salute degli atleti, dai tumori (colpiti soprattutto fegato e reni) all’alterazione della psiche sino alla sterilità.

Ciò che preoccupa maggiormente è che quanto accaduto non rappresenti un fatto isolato quanto la dimostrazione di un collegamento, poco lecito, tra il mercato clandestino e certe palestre. Indirizzati sulla strada giusta, gli uomini della Guardia di Finanza hanno potuto verificare come lo spaccio dei medicinali avvenisse senza particolari cautele appena fuori dalla palestra. Segno di incoscienza o poca consapevolezza di agire contro la legge, la logica e la salute.

Un caso analogo finito con l’arresto ai domiciliari di due persone era stato registrato pochi giorni prima a Gallipoli: beccati Vincenco Piccinonno 31enne di Gallipoli e la sua compagna Anna Mauro di Matino, 46 anni. Autori dell’operazione i carabinieri del Nas; teatro alcune farmacie di Gallipoli, Matino, Casarano, Tuglie e Alezio; in quest’ultimo caso si è verificato l’acquisto di Norditropin simplex (usato contro il nanismo) con una ricetta di provenienza incerta

Commenta la notizia!