Sequestrati cinque pesci spada: donati in beneficenza

Pesce spadaGALLIPOLI. Questo, dall’1 ottobre al 30 novembre, è il periodo del fermo pesca per il pesce spada. Dovrebbe essere noto a tutti, eppure qualcuno ha trasgredito il divieto e si è fatto beccare con 30 chilogrammi di pesce spada, distribuiti in cinque esemplari. Il quantitativo, scoperto all’interno di un magazzino che si occupa della vendita del prodotto, è stato posto sotto sequestro questa mattina dalla Guardia costiera di Gallipoli.

Ora, il titolare dell’esercizio commerciale dovrà pagare una sanzione amministrativa di 4mila euro, mentre il pesce sequestrato è stato donato in beneficenza ad un istituto di suore.

I controlli della Capitaneria di porto di Gallipoli continueranno anche nei prossimi mesi. Chi volesse fare delle segnalazioni o chiedere informazioni, può comporre il numero telefonico 1530.

Commenta la notizia!