Seclì evita l’Ecotassa

Municipio Secli 2Seclì. Raggiunto l’obiettivo di migliorare del 5% la raccolta differenziata  (da settembre 2012 ad agosto 2013), il Comune di Seclì pagherà per il 2014 la tariffa ridotta di € 7,50 per tonnellata di rifiuti e non quella maggiorata di € 25,82. Nel periodo di riferimento, dai dati eleborati dalla Regione, la differenziata è passata dal 9,4 al 14,57 per cento, evitando ai cittadini un vero e proprio salasso. Questo non significa tuttavia che ci si può rilassare. È stato, infatti, calcolato che per ottenere risparmi, occorre differenziare molto di più, per una percentuale intorno al 65 %. Nell’immediato non sono in vista diminuzioni di questa tassa e dagli amministratori si richiede, invece, un maggiore impegno nei cittadini, sia per un maggiore rispetto dell’ambiente, sia per pagare di meno.

Notevoli risparmi possono essere fatti sulla percentuale dell’umido da conferire in discarica grazie all’uso delle compostiere domestiche, soprattutto se i possessori di spazi aperti e di abitazioni con giardini adiacenti possono contare su un risparmio di spesa.
Da più parti si chiede, inoltre, di ristabilire l’agibilità dell’Ecocentro di contrada Lusci per il conferimento degli ingobranti. La struttura  fu realizzata nel 2009 dall’Amministrazione Zizzari e, mai attivata,  è stata nel tempo oggetto di numerosi atti di vandalismo.

Commenta la notizia!