Parabita – Accoglienza festosa, nel primo giorno del nuovo anno scolastico, per gli studenti delle prime classi della Primaria di Parabita. A dare il benvenuto è stata la dirigente Antonia Perrone insieme al corpo docente della “Guglielmo Oberdan”. Il  primo giorno di scuola è stato caratterizzato da un piccolo momento di intrattenimento seguito da una rappresentazione teatrale ispirata alla fiaba della Sirenetta e degli animali marini, organizzata nel cortile dell’istituto, a cura di Cosimo Bove (dell’Isola della festa di Matino). «È sempre emozionante vedere i nostri piccoli che si preparano a fare il loro ingresso nella scuola primaria», ha affermato la dirigente.

Lavori terminati Ad aprire i battenti, in una versione completamente rinnovata, è stata pure la Secondaria di primo grado di viale Stazione. Attraverso il progetto “Scuole belle”, supportato dal Ministero dell’Istruzione, è stato possibile  effettuare i necessari lavori di tinteggiatura, con colori accesi e diversi tra loro. Il completamento dei lavori di ristrutturazione ha permesso il rientro in sede anche di quelle classi costrette finora presso la Primaria. Tra le novità anche la biblioteca digitale arredata con due “isole collaborative” di dodici posti. Il suo nuovo arredo prevede dei divanetti e alcune postazioni pc  insieme ad una piattaforma  “digital lending” per la consultazione delle testate giornalistiche di tutto il mondo e di risorse on line eBook. All’inaugurazione (la data è ancora da definire) seguiranno degli incontri con l’autore e concorsi di lettura.

Pronti quattro progetti Pon Per l’anno scolastico 2018/19 è prevista la realizzazione di quattro progetti Pon (Programma operativo nazionale): il primo finalizzato al miglioramento delle competenze di base con moduli di lingua inglese anche per la scuola dell’infanzia, poi scienze, educazione alimentare e teatro. Il secondo è, invece, finalizzato alle competenze di “cittadinanza globale” rivolgendo particolare interesse alla legalità e al rispetto dell’ambiente. Il terzo si inserisce nell’ambito del patrimonio artistico e  paesaggistico con moduli sullo studio del territorio locale con la realizzazione di un viaggio virtuale nei palazzi di Parabita del ‘700 e ‘800. Il quarto è, invece, relativo al pensiero computazionale: sarà rivolta particolare attenzione ai giochi matematici della “Bocconi mathesis” e, molto probabilmente, verranno pure organizzate delle iniziative a cura del Consiglio comunale dei ragazzi costituito lo scorso maggio.

Pubblicità

Commenta la notizia!