Alezio – E’ ancora ricoverata in Rianimazione la 19enne Sara Aquila, coinvolta nell’incidente stradale sulla Alezio-Gallipoli nella mattinata del 26 settembre scorso. Il grave trauma cranico riscontrato sulla ragazza che sedeva dietro alla sorella che guidava la moto, non consente di trasferirla in altri reparti, per cui la prognosi dei medici dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce è ancora rigorosamente riservata.

Fioriscono però piccole speranze dopo le indagini mediche passate attraverso anche una Tac ed una risonanza magnetica per valutare l’entità della emorragia cerebrale causata dal forte impatto della giovane con l’asfalto, malgrado che indossasse il casco protettivo come la sorella. Grazie alle cure prestate si registrano segnali sempre più frequenti di reazione da parte della paziente che fanno ovviamente ben sperare circa il suo pieno recupero.

Sembra aver superato la fase più critica la sorella di Sara, Martina di 25 anni, da qualche giorno trasferita da Rianimazione al reparto di Chirurgia dello stesso nosocomio leccese. la giovane aveva accusato un trauma addominale con conseguente emorragia che sembrava aver compromesso alcuni organi; alla fine è stato necessario asportare solo la milza.

Pubblicità

Il terribile scontro sulla Provinciale era avvenuto tra la moto, che viaggiava in direzione di Gallipoli, e l’auto guidata da un anziano gallipolino, anch’essa in marcia verso il centro jonico. L’impatto, evidentemente inevitabile, aveva sbalzato dalla moto le due motocicliste: la guidatrice era finita addosso all’utilitaria mentre la passeggera era stata scaraventata oltre l’autovettura piombando sull’asfalto.

In rete proseguono le preghiere e gli incoraggiamenti indirizzati a Sara e Martina Aquila. In uno di questi c’è scritto: “Forza ragazze. E’ una lotta difficile ma dovete essere forti perché, purtroppo, conosco la gravità di queste situazioni…ci vuole pazienza e Forza! Di anime buone ce n’è poche… voi siete tra quelle”.

(nella foto Martina e Sara e il luogo dell’incidente)

 

 

Pubblicità

Commenta la notizia!