Scontro auto-moto sulla Alezio-Gallipoli: in Rianimazione entrambe le passeggere della Yamaha. Sono in condizioni critiche

Gallipoli – Trauma cranico con emorragia e frattura della caviglia sinistra per Sara Aquila, 19 anni; trauma addominale, emorragia interna e lesioni multiple per Martina Aquila. Sulla più giovane delle due sorelle in queste ore sarà effettuata una tac (tomografia assiale computerizzata) per valutare l’entità del versamento di sangue nella testa. Le loro condizioni vengono giudicate gravi ma stazionarie. Queste le ultime notizie sulle due donne coinvolte in uno scontro avvenuto questa mattina tra la loro moto ed un’auto sulla Provinciale Alezio-Gallipoli.

A guidare una potente Yamaha era Martina. Un gallipolino 80enne era invece al volante di una utilitaria; i controlli medici del 118 arrivato subito sul posto, non gli avrebbero rilevato alcun danno fisico, tranne ovviamente un comprensibile choc.

L’impatto è stato violentissimo tra la moto e l’automobile (qui le foto del pezzo pubblicato stamattina). Sara che sedeva sul sellino di dietro è stata sbalzata contro l’automobile prima di cadere sull’asfalto. Stesso choc traumatico per Martina alla quale, proprio a causa del violento colpo all’addome prima contro l’auto e poi per terra, sarebbero stati asportati la milza e un rene.

Secondo le più recenti ricostruzioni del drammatico incidente, l’uomo pare si stesse immettendo sulla strada principale da un accesso situato a sinistra, secondo il senso di marcia della moto da Alezio verso Gallipoli. Non si sarebbe accorto di nulla. L’impatto sarebbe stato inevitabile. Sul posto sono giunti i vigili urbani di Gallipoli e i vigili del fuoco del locale distaccamento. La strada è rimasta per alcune ore chiusa al traffico.

Entrambe le ferite sono nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce  dove sono state subito trasportate: i medici del 118 avevano subito ravvisato la gravità delle loro gravi condizioni. Sono entrambe in prognosi riservata. (Martina e Sara in una foto dalla loro pagina facebook)

Commenta la notizia!