Sannicola, porta al Tar la strada che divide: c’è il ricorso

strada contesa 2015 (5)maria greco sannicolaSANNICOLA. L’Amministrazione comunale decide di alienare una strada interpoderale (foto) e due “frontisti” ricorrono al Tar. A difendere la bontà della delibera di Consiglio comunale n. 40 dello scorso 10 ottobre sarà l’avvocato Ernesto Sticchi Damiani. Oggetto del contendere quello che, nel concitato Consiglio di quattro mesi fa,  venne definito dalla maggioranza un “relitto stradale”, sito a Lido Conchiglie, ceduto poi ad un privato (allora si oppose la minoranza, il consigliere Giuseppe Monteduro e l’assessore Luigi Colella si allontanò dall’aula al momento del voto mentre la consigliera Mary Cataldi fece il contrario). Fu l’assessore ai Lavori pubblici Maria Greco (foto) a parlare di “ricettacolo di rifiuti privo di utilità per la popolazione” mentre altri (Monteduro tra questi) ritenevano che la stradina avrebbe potuto alleggerire il traffico perché in grado di unire la rotatoria nei pressi della Colonia Stajano e l’incrocio del Rio Bo. Il ricorso amministrativo è stato promosso dai due proprietari della storica masseria seicentesca che ha il fronte sulla strada, Salvatore Filoni e Maria Licia Manco, costretti ora, con l’alienazione della stradina,   a trovare un altro ingresso.

Commenta la notizia!