Una cantina di veleni

di -
0 383

Un campionario dei pericoli esistenti nella vecchia azienda agricola sulla Statale 101

Sannicola. Due recenti ordinanze a firma del sindaco Giuseppe Nocera hanno disposto la messa in sicurezza di una vecchia azienda agricola da anni in disuso lungo la Statale 101.

Il provvedimento, che segue l’intervento del Nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Lecce, è stato notificato al rappresentante legale dell’azienda, al proprietario dell’immobile ed al professionista delegato alla vendita e alla custodia dello stesso.

In seguito al rinvenimento di ogni sorta di rifiuto, anche pericoloso, la necessità è ora quella di ripristinare una situazione di sicurezza, “impedendo l’accesso con recinzioni e segnaletica di avvertimento” e di “rimuovere entro 30 giorni i rifiuti pericolosi, tossici e, anche se non tossici, comunque inquinanti che  sono depositati all’interno della struttura e nella località denominata Giardinelle”, come si legge nell’ordinanza.

I carabinieri avevano riscontrato la presenza di “rifiuti eterogenei pericolosi e non pericolosi” accertando che “l’intera area risultava essere pericolosa per la mancanza di balaustre all’interno degli stabilimenti (…) attualmente privi di idonei portoni, di tombini a chiusura delle numerose botole presenti sui piazzali esterni e all’interno dei locali, nonché la presenza di manufatti pericolanti danneggiati da precedenti incendi”.

  • largusia

    è molto importante che abbiate parlato di questo argomento. Complimenti. Ma la zona è veramente stata messa in sicurezza? le sostanze tossiche come verranno smaltite? finiranno in qualche altra discarica? Non abbassate l’attenzione, per favore, altrimenti faranno di noi e della nostra salute quello che vogliono