San Gregorio di Patù in festa per il suo Santo: attesa per la processione “subacquea”

San Gregorio (Patù) – Tradizionale festa in onore di San Gregorio Magno domenica 26 agosto nella piccola Baia che prende il nome dal santo. La giornata dedicata al patrono prevede un programma religioso e uno civile a cura della Pro loco Patù e della parrocchia San Michele arcangelo. Alle ore 19 la messa in via Magellano seguita dalla processione per le strade del paese con il simulacro del Santo portato a spalle dai fedeli. Il programma civile  prevede invece l’esibizione della banda filarmonica del Capo di Leuca e, subito dopo la fiaccolata, il “Gruppo Carambola Show”. La chiusura della festa è affidata allo spettacolo piro-musicale a cura della ditta “Fireworks Salento” che, a mezzanotte, illuminerà il cielo e il mare della caratteristica baia di San Gregorio .

La fiaccolata “subacquea” in notturna Uno dei momenti più attesi e suggestivi dedicati alla festa sarà quello in cui, come ogni anno, il quadro del Santo (atteso per le 20.30), dopo aver percorso le strade del paese, solcherà il mare “scortato” da una fiaccolata “subacquea” che affascina visitatori, turisti e residenti da quasi un ventennio. Quest’anno, per la prima volta, la statua di San Gregorio Magno verrà portata in spalle dal corteo. Negli anni precedenti questo tradizionale rito era risultato difficoltoso a causa del peso considerevole del simulacro in legno oggi custodito in una teca di vetro e collocato nei pressi della piazzetta nuova di San Gregorio e sostituito con una statua realizzata in cartapesta. Il Santo è considerato protettore dei muratori, dei musicisti, degli insegnanti, degli studenti, per chi “vive” a Patù anche della sua piccola Baia e dei suoi abitanti.

 

Commenta la notizia!