Salve – Senza pace le due palazzine ex Iacp, oggi Arca Sud, di via Roma. Dopo una estate più torrida del previsto, per via delle interruzioni nella erogazione dell’acqua potabile, con ripetuti tentativi di trovare una soluzione alle somme arretrate da versare ad Aqp, pochissimi giorni fa l’acqua era tornata ad essere un servizio effettivo. Per le 14 famiglie, almeno sulla carta, i disagi erano da considerare superati finalmente, dopo circa otto mesi. Invece, per una delle due palazzine è arrivata una brutta sorpresa.

Per sette famiglie infatti il dramma è ancora lì, con i rubinetti sempre a secco. Cosa è successo? Da un veloce sopralluogo effettuato dagli stessi residenti, è venuto fuori che le tubazioni che collegano questa palazzina all’altra sono rotte, con conseguente fuoriuscita di acqua.

Ignoti gli autori di questi danneggiamenti, che sembrano voluti e che hanno messo fuori uso nel seminterrato della palazzina ora con la fornitura attiva, il collegamento con l’altra rimasta invece a secco. Sette famiglie, con numerosi bambini, così continuano ad approvvigionarsi con secchie e contenitori vari. Sperano adesso che qualcuno metta mano al problema e coinvolga Arca Sud, per la riparazione del danno e per tornare ad un minimo di normalità. E si guarda al Comune da cui già, nel recente passato, è stata svolta una azione di conciliazione tra esigenze aziendali (bollette non pagate) ed esigenze delle famiglie che si trovano in quelle case, alcune in difficoltà.

Pubblicità

 

Pubblicità

Commenta la notizia!