Salvatore Negro presenta “In alto”. La prima il 24 maggio

GALLIPOLI. La tolleranza nei confronti del diverso, l’accoglienza dello straniero, il ritorno; tutte tematiche attuali quelle che saranno trattate nel film del gallipolino Salvatore Negro “In alto”, che sarà presentato il 24 maggio presso il Teatro Comunale di Nardò. La trama del film rievoca l’episodio storico che coinvolse il Salento dal 1943 al 1947, cioè l’allestimento di campi profughi sul versante ionico e adriatico. Fu in particolare il campo profughi di Santa Maria al Bagno(Nardò) a distinguersi per l’organizzazione e lo spirito di accoglienza da parte dei neretini, tanto che un rumeno realizzò in un casolare come ringraziamento tre murales, ancora oggi custoditi nel Museo della Memoria e dell’Accoglienza. Protagonista del film il salentino  Lucas W. Zanforlini, attore professionista,  uno dei protagonisti ne “La Certosa di Parma” per la regia di Cinzia TH Torrini e in altre fictions televisive. Prima della proiezione del film verrà presentato l’ultimo videoclip dei Toromeccanica dal titolo “I reggiseni non contengono cervelli”.

Commenta la notizia!