Salto triplo: Francesca Lanciano punta al podio tricolore

Specchia – La concentrazione, la lunga rincorsa, tre balzi e l’atterraggio sulla sabbia. Francesca Lanciano si allena e suda tutto l’anno per condensare in pochi secondi la prestazione figlia di un lavoro intriso di sacrifici, rinunce e tanta passione. L’astro nascente del salto triplo sta preparando la nuova stagione agonistica per confermarsi ad alti livelli e buttarsi alle spalle un periodo vessato dagli infortuni. Nel 2014 la frattura allo scafoide destro, l’anno successivo la rottura a quello sinistro e nel 2016 la frattura all’astragalo. Una serie di guai fisici che hanno condizionato le performance del talento cristallino classe ’94. Eppure, l’atleta di Specchia è riuscita a contrastare le avversità con la medaglia d’argento ottenuta ai campionati italiani Outdoor 2016. Con il personale di 13.59 fatto registrare nel 2012, la specchiese traccia il futuro immediato mantenendo i piedi per terra: “L’anno scorso è stato un anno di cambiamenti – spiega la Lanciano -. Ho cambiato preparatore e mi alleno tra Roma e Brindisi sotto la guida di Andrea Matarazzo e di Mino Taurisano. Mi trovo molto bene e sono pronta ad iniziare nel migliore dei modi il 2018 con il test gara che si svolgerà nel mese di gennaio ad Ancona. Sarà uno step fondamentale che mi condurrà alla preparazione verso i campionati italiani di febbraio. L’obiettivo è quello di risalire sul podio tricolore, ma non mi pongo limiti. Intendo andare per gradi e testarmi giorno per giorno per poi puntare a traguardi importanti in vista delle gare outdoor. La stagione è lunga e mi auguro di non infortunarmi un’altra volta. Voglio essere al top per misurarmi con le migliori tripliste del panorama nazionale”.

Commenta la notizia!