Home Temi Sport
Notizie di sport dai Comuni della rete di Piazzasalento

Diso

Applausi e grandi emozioni al termine della prima edizione del “Memorial Heidi Bortone” che si è svolto ieri sera al PalaVentura di Lecce. L’evento sportivo organizzato dalla Lupiae Team Salento (squadra che milita nel campionato di Serie B di basket in carrozzina), ha visto protagonisti sul parquet del palazzetto dello sport i gialloblu e le formazioni dei Boys Taranto e del Reggio Calabria Bic. Le squadre si sono misurate sotto canestro per onorare la memoria della moglie di Rocco Bortone di Diso, allenatore e fondatore della Lupiae Team Salento che ha perso la consorte tre anni fa a causa di una malattia incurabile. A margine dello spettacolare triangolare sono stati i padroni di casa ad alzare il trofeo, in virtù della vittoria decisiva ottenuta in finale contro il Reggio Calabria Bic con il punteggio di 53-40. Tra le file gialloblu si sono distinte le prestazioni del capitano Quintino De Nuccio di Castrignano del Capo e di Fabio De Giorgi di Morciano di Leuca. Il miglior realizzatore è stato invece il compagno di squadra Wilber Montano, autore di ben 35 punti messi a referto e premiato a fine gara. “Grazie di vero cuore a tutti, nessuno escluso. Era da tempo – ha dichiarato al termine della manifestazione un emozionatissimo Rocco Bortone – che sognavo di dedicare alla mia Heidi un torneo e direi che, con l’aiuto di tanti amici, ci sono riuscito”.

Gallipoli – In attesa del Mondiale di calcio, sia pure senza l’Italia, ci si può interessare al “Salento Mundial” che si disputerà dal 10 al 12 dicembre. Si tratta della seconda edizione della coppa riservata alle comunità dei migranti residenti in Italia, in programma a Gallipoli e organizzato da Caroli Hotels e dall’Asd Capo di Leuca, in collaborazione con i numerosi partner che permettono lo svolgimento della manifestazione. Gli obiettivi sono quelli di creare uno spazio di incontro innovativo nel Salento che valorizzi e promuova la cultura dello sport inteso come veicolo di promozione sociale e culturale; promuovere la cultura identitaria delle Comunità e, allo stesso tempo, l’interazione e l’integrazione tra le stesse; costruire un luogo privilegiato di dibattito interculturale, di confronto e informazione su tematiche relative all’inclusione sociale, alla cittadinanza e alla lotta a ogni forma di discriminazione. Sono già sette le nazioni coinvolte con le squadre di calcio provenienti da Centri di Prima accoglienza, comunità spontanee e Sprar: Ghana, Senegal, Mali, Gambia, Pakistan, Iraq e Somalia. A far incontrare le diverse comunità tra di loro e, naturalmente, con la comunità locale, ci penserà l’evento gastronomico Salento Mundial Food Festival di lunedì 11 dicembre, con i giocatori protagonisti ai fornelli nelle cucine dei Caroli Hotels, intenti a preparare i cibi tipici della loro terra di provenienza. Per iscriversi al torneo che si svolgerà a Gallipoli su campi di erba sintetica ci si può rivolgere a eventi@carolihotels.it oppure 0833 202536. Il titolo è detenuto dai migranti della comunità di San Pietro vernotico.

Da sinistra: Massimo Esposito, Pierpaolo Ronzino (uno dei fondatori del circolo la Salle) e Luigi Della Rocca (anche lui uno dei fondatori)

Gallipoli – Finita l’estate, ripartono gli appuntamenti del circolo di scacchi “La Salle” di Gallipoli, attiva sul territorio da oltre 25 anni. E stavolta ce n’è davvero per ogni gusto: si parte con un corso gratuito di scacchi aperto a tutti, compresi i principianti, che partirà sabato 18 novembre presso i locali dell’oratorio San Lazzaro alle ore 17. Per chi invece si cimenta già da tempo nell’arte dello scaccomatto, sempre presso l’oratorio San Lazzaro, è previsto per domenica 19 novembre alle ore 17 un torneo di scacchi intitolato ad un grandissimo esponente della storia scacchistica mondiale, “Mikhail Tal” che varrà anche come “Campionato sociale lampo”, una delle versioni più interessanti del gioco degli scacchi in cui ogni giocatore ha a disposizione solo 5 minuti per concludere la partita. Infine, durante il periodo natalizio, appuntamento fisso con il tradizionale torneo semi lampo intitolato a “Bobby Fisher” arrivato ormai alla sua ventesima edizione.  “Il circolo scacchi La Salle Gallipoli, fondato nel 1990 – afferma Massimo Esposito – si è distinto negli anni e per la partecipazione dei suoi soci a numerose manifestazioni nazionali ed internazionali, ma anche per l’organizzazione delle stesse. Ha formato tantissimi ragazzi e vanta diverse collaborazioni con le scuole locali. Ormai è stabilmente impegnato nel campionato italiano a squadre, in cui vanta anche la partecipazione nella serie B, affronterà nel 2018 la serie C con la solita determinazione e spirito sportivo che da sempre lo contraddistingue”.

by -
0 174

SALVE – I copertoni della Fiesta R5 EVO2 del Team Colombi, guidata da Albino Pepe, sono saliti sul secondo gradino del podio del “Circuito dei Campioni”. Il pilota di Salve ha conquistato la seconda posizione assoluta in coppia con Maurizio Iacobelli di Acquarica del Capo, in occasione della 45^ edizione della manifestazione motoristica organizzata dalla scuderia San Marino che si è svolta domenica scorsa a Faetano. Il driver salvese si è misurato con l’ardita concorrenza composta da circa 50 iscritti, nell’ambito di un percorso selettivo e spettacolare che ha regalato scariche di adrenalina agli appassionati del rally. L’accoppiata salentina ha combattuto con i migliori in classifica dimostrando abilità e doti tecniche di altissimo livello. Nonostante l’elevato tasso tecnico del circuito e dei piloti in gara, Pepe è riuscito a vincere due prove speciali delle quattro previste, alla sua seconda apparizione sul sedile della Fiesta R5. La coppia Pepe-Iacobelli è stata preceduta soltanto da Emanuele Zonzini e Livio Ceci a bordo di Subaru N12, che hanno vinto la corsa in terra sammarinese. L’ultima piazza d’onore è stata occupata invece da Fabrizio Colombi su Ford Focus WRC.

TORRE SAN GIOVANNI (UGENTO) – Le particolari condizioni meteo di domenica 12 novembre hanno impedito la disputa, a Torre San Giovanni di Ugento, della terza e ultima regata della prima manche del Campionato invernale Derive. Vani sono risultati gli sforzi organizzativi della Lega Navale Italiana di Ugento che, a causa della presenza di un’onda frangente all’imboccatura del porto e un vento pressoché assente, è stata costretta a scegliere per il forfait, anche e soprattutto per garantire la sicurezza degli atleti. Invariata, dunque, la classifica al termine della prima manche. I vincitori nella classe Laser sono Andrea Mariano (Circolo nautico L’Approdo) e Federica Grasso (Lega navale Ugento) sesto posto assoluto e prima nella classe Laser femminile.  Secondo si classifica Alberto Carratta (“L’Approdo”), terzo Vincenzo Tamborino Frisari (“Smaré”).

Nella classe Optimist vince Roberto Lezzi (“L’Approdo”) seguito da Sofia Orme (“L’Approdo”), secondo posto assoluto e prima nella classe Optimist femminile.  Terzo posto per Clara Orlando (“Smaré”). Una beffa purtroppo per Emanuele Giannuzzi (“L’Approdo”) che, pur avendo collezionato tre primi posti e un “ocs” (partenza anticipata) non vince la prima manche a causa dell’impossibilità di accedere al meccanismo degli scarti (per il quale occorre un minimo di 5 prove). Giannuzzi resta, comunque, l’atleta da battere nella seconda manche, in classe Optimist. I trentacinque equipaggi partecipanti dovranno attendere domenica 17 dicembre per la premiazione della prima manche, per gli auguri di Natale e soprattutto per tornare in acqua, ancora a Torre San Giovanni, per la prima delle tre regate della seconda manche.

by -
0 536

Nardò – È neretina la migliore squadra maschile italiana di distensione su panca. Sabato 11 novembre la Powerlifting Salento è salita sul gradino più alto del podio nei Campionati italiani assoluti di Roma. Agli ordini del tecnico Michele Ginefra e di mister Cosimo Orlando, cinque neretini si sono distinti nella manifestazione organizzata dalla Federazione italiana Pesistica. Nella categoria 56 kg, oro per Michele Perrone (che ha stabilito anche il record italiano con la miglior prova di 122 kg) e bronzo per Mattia Capone; nella 62 kg secondo e quinto posto rispettivamente per Luigi Orlando e Alessandro Perrone; nella 77 kg argento per Andrea Piccione. Alle finalissime di Roma hanno partecipato le migliori otto associazioni d’Italia per ogni categoria e la Powerlifting Salento ha dovuto superare le selezioni di Martignano e Gravina di Puglia prima di presentarsi al grande appuntamento. Ma il team di Cosimo Orlando non si è accontentato di partecipare e nella “vacanza romana” ha inciso il nome di Nardò sul trofeo più ambito.

Nardò – È l’allenatore del momento. I social lo acclamano da giorni. Real Madrid? Barcellona? Chelsea? No: Ternana. Sandro Pochesci, romano, 54enne, da quest’anno allena gli umbri in serie B dopo una gavetta nei campionati minori. Sabato 11 novembre alla vigilia del match contro il Novara l’allenatore ha detto la sua sulla Nazionale di calcio sconfitta dalla Svezia e sull’incerta qualificazione degli azzurri ai prossimi mondiali. Col suo marcato accento romanesco, ormai popolarissimo in rete, il mister non le ha mandate a dire: «Oltre che ad avere perso contro una squadra di profughi, ci siamo fatti pure menare. Ma che siamo diventati tutti pariolini?». E ancora: «La Svezia vale una squadra di Lega Pro e noi ci abbiamo perso!». E la sintetica: «Ci menano e piagnemo!». I suoi pittoreschi attacchi hanno fatto rapidamente il giro del web. L’interessato rischia adesso il deferimento, anche se nel frattempo si è scusato per i toni accesi.

A Nardò c’è chi non ha affatto dimenticato la sua arte oratoria. Domenica 20 dicembre 2015: allo stadio “Giovanni Paolo II” si gioca Nardò-Fondi (serie D, girone H). Il risultato finale sarà di uno a uno. Sulla panchina dei laziali siede proprio lui, mister Pochesci. A fine gara il vulcanico allenatore romano affronta i giornalisti neretini in sala stampa: difende l’arbitro che ha espulso un giocatore del Nardò (precisando di averne elogiati alcuni in passato finiti poi in serie A); invita i neretini a non trovare alibi per il pareggio interno e dice “Bravo!” a un cronista che sceglie di non parlare di arbitri. Alessandro Capoti, responsabile del sito www.nardogranata.com, ricorda bene quel dopogara di due anni fa e un battibecco con l’allenatore romano oggi divenuto idolo della rete: «Pochesci non è uno stupido, è un allenatore temprato nelle categorie dilettantistiche. Ama provocare e polemizzare a viso aperto anche se a Nardò in conferenza stampa fu subito pungolato dal sottoscritto. Dispiace vederlo attaccare la Nazionale in quel modo sguaiato. A Nardò fu molto più educato. A tratti simpatico».

 

NOCIGLIA – Ha ripreso la sua marcia il “Freebike Tour del Salento”, la serie di escursioni promosse per promuovere la passione della bici, il territorio e soprattutto per sostenere l’attività della Lega italiana tumori (Lilt). Il 19 novembre la prossima tappa a Matino, cui seguirà Casarano (il 3 dicembre) e Monteroni (il 10) prima delle uscite programmate nel 2018 (Copertino, Leverano, Sannicola, Brindisi e Campi Salentina). Intanto si sono già svolte le tappe di Uggiano la Chiesa (il 29 ottobre) e di Nociglia (il 5 novembre). In quest’ultima uscita i ciclisti che hanno preso parte a “Pedalando, “padulando” da Nociglia a Specchia”, promossa dall’Asd Cicloclub Nociglia con il social group Mtb Matino, sono stati circa 150. L’escursione, favorita dal bel tempo, è partita da piazza Aldo Moro a Nociglia ed ha attraversato i territori di San Cassiano, Supersano, Surano, Montesano, Miggiano e Specchia. La comitiva ha pedalato in lungo e in largo nel Parco dei Paduli visitando la chiesetta di Sant’Eufemia ed ha scattato la consueta foto di gruppo presso la chiesa di Santa Caterina annessa al convento dei Francescani Neri. Poi, dopo la visita al frantoio ipogeo “Scupola” di Specchia, il rientro al Palazzo Baronale di Nociglia per il buffet finale.

TAVIANO. “Sport insieme” è il percorso di prevenzione sanitaria rivolto agli ultrasessantenni da parte dell’assessorato allo Sport e alle Politiche sociali del Comune di Taviano, guidato da Serena Stefanelli. Il progetto è gratuito ed a carico dei partecipanti è prevista solo la quota assicurativa. L’inizio dei corsi è per lunedì 13 novembre anche se le iscrizioni rimarranno aperte fino al 30 novembre. Il lunedì e il mercoledì, dalle 9 alle 10, l’appuntamento è presso il palazzetto dello sport “William Ingrosso” con i corsi di Ginnastica dolce a cura della dottoressa Federica Marinosci, mentre il sabato c’è la passeggiata al Parco Ricchiello. Informazioni sul progetto e sulle iscrizioni sono disponibili presso l’ufficio Servizi sociali del Comune e sul sito istituzionale dell’Ente.

Nardò – Il Nardò calcio scende in campo per la beneficenza. I tifosi granata, in occasione del prossimo match interno col Gragnano, potranno contribuire all’acquisto di un pulmino per permettere ai ragazzi autistici di raggiungere il centro specializzato di Matino. L’iniziativa parte dall’associazione “Ancora” (una costola del movimento “Libra”), come spiega il presidente Katia Re: «I genitori si alternavano per accompagnare i ragazzi, ma ciò non è più possibile. Uno di loro ha dovuto addirittura lasciare il lavoro pur di svolgere tale compito. Con i salvadanai solidali ci auguriamo di poter acquistare il mezzo di trasporto dopo le festività natalizie».

«L’associazione “Ancora” – aggiunge il vicesindaco, Oronzo Capoti – si prodiga con sensibilità nel tessuto sociale cittadino. Ringrazio l’Ac Nardò, dal presidente Maurizio Fanuli in giù, per la disponibilità dimostrata. Il mio invito, quello dell’Amministrazione comunale, è quello di sensibilizzare i tifosi granata, che già in passato hanno dimostrato il loro cuore grande. E mi rivolgo anche alle realtà imprenditoriali locali, un contributo sarebbe quanto mai apprezzato». In passato, l’associazione “Ancora” – nata un anno e mezzo or sono – si era distinta per l’acquisto di cibo per animali randagi e di giocattoli per i bambini malati di cancro dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce; assistenza anziani prossimo obiettivo. L’auspicio immediato, invece, è quello di “festeggiare” tutti assieme dinanzi al pulmino.

Nardò – Giorni importanti in casa Frata Nardò. Non solo per la prima squadra, impegnata nel campionato di Serie B, ma anche per il florido settore giovanile. Il punto della situazione di coach Michele Battistini, responsabile del settore giovanile granata, partendo dall’Under 18 (settimana prossima l’esordio stagionale con Mens Sana Mesagne): «Crediamo tantissimo in questa categoria – afferma l’allenatore neretino doc – in quanto alcuni ragazzi possono ambire ai grandi palcoscenici. Abbiamo cercato di rendere questa squadra quanto più competitiva possibile, rimpinguando il roster con gli innesti di due stranieri: Luka Cepic e Pavle Mijatovic». Under 15 e 14 sono invece dirette da Fabrizio Durante: «L’under 15 è un gruppo nuovo – analizza Battistini – tecnicamente valido; l’under 14 in estate ha perso elementi importanti, ma il roster è composto da molti ragazzi che nella scorsa annata vinsero il campionato under 13». E proprio quest’ultima compagine è diretta dallo stesso Battistini in collaborazione con l’istruttrice Fabiana Liquori: «Un gruppo nuovo e numeroso – nota – puntiamo tanto sulla prestazione e sulla coltivazione delle qualità tecniche, i risultati passano in secondo piano. E abbiamo deciso di ingaggiare un preparatore atletico, Francesco Inguscio, perché crediamo fortemente sia fondamentale – conclude Battistini – curare al meglio la condizione e la struttura fisica dei ragazzi, dai più grandi ai più piccini».

by -
0 134

Volley under 14

CASARANO. Impegno “certificato” per il settore giovanile dell’Asd Casarano Volley. La Federazione italiana pallavolo ha, infatti, riconosciuto i risultati conseguiti nella stagione sportiva 2016-17 assegnando al sodalizio la prestigiosa certificazione “livello argento”, attribuita in tutta Italia ad appena un centinaio di altre società ed in regione solo a Monopoli, Barletta, Taranto, Manfredonia e Showboys Galatina. «Si tratta del coronamento di in percorso di crescita e di lavoro che la società sta portando avanti in maniera certosina da un triennio a questa parte e che ora ha ottenuto il riconoscimento ufficiale da parte della federazione. Tale prestigiosa certificazione – affermano dalla società – non è certamente un punto di arrivo per l’Asd Casarano volley ma uno sprone da cui ripartire, con rinnovato entusiasmo, per puntare sempre più in alto». Soddisfazione viene espressa anche dal sindaco Gianni Stefàno che, a nome dell’Amministrazione comunale, si congratula con l’associazione per un riconoscimento così importante che contribuisce a dare lustro all’attività sportiva della nostra città”.

COLLEPASSO. Si svolge domenica 12 novembre a Collepasso, con partenza da piazza Dante alle ore 9.30, la 32ª “Salento Half Marathon-Mezza Maratona Nazionale di km. 21,097, decimo Trofeo per Società Memorial “Vito Polimero”, tradizionale gara podistica nazionale organizzata dall’Asd Saracenatletica di Collepasso, in collaborazione con il Comitato provinciale Fidal. La cittadina verrà invasa, come ogni anno, da atleti provenienti da ogni parte d’Italia e il traffico subirà notevoli limitazioni sul percorso urbano ed extraurbano, che toccherà, oltre il Comune di Collepasso, anche parte del territorio di Cutrofiano. L’edizione 2016, cui parteciparono quasi mille atleti, venne vinta dal gambiano Njie Nfamara, con il tempo di 1h10’40”, e, staccato di un solo secondo, dall’italiano Gianmarco Buttazzo, vincitore di altre quattro edizioni della Salento Half Marathon. Il giorno precedente, sabato 11 novembre, pomeriggio dedicato alle categorie giovanili; si svolge, infatti, la 4ª edizione di “Ragazzi si corre”, organizzata da Saracenatletica e Fidal, valida come seconda prova del Campionato provinciale di corsa su strada riservata alle categorie Giovanili, Esordienti, Ragazzi, Cadetti, Allievi. Start alle ore 16 da piazza Dante: iniziano gli Esordienti C mt 500, seguono Esordienti B e A mt 500, Ragazzi/e mt 1000, Cadetti/e mt 1500, allievi/e mt 2000.

TORRE SAN GIOVANNI (UGENTO) – La scia delle barche a vela taglierà a fette le acque di Torre San Giovanni, in occasione della terza regata del Campionato invernale “Derive”. La competizione velica si svolge domenica 12 novembre nell’ambito di una gara nella quale sono attesi 35 equipaggi. Le imbarcazioni si impegneranno in un percorso a triangolo olimpico tra boe, che sarà orientato in base alle condizioni del vento. La manifestazione, organizzata dal Circolo Vela Smarè di Santa Maria di Leuca, in collaborazione con la Lega Navale Italiana sezione di Torre San Giovanni di Ugento e “L’Approdo” di Porto Cesareo, avrà inizio alle 10.30 con la prima prova delle classi Laser e Optimist. Al termine della prima e della seconda prova si terrà la ricca cerimonia di premiazione che assegnerà la Coppa d’Autunno. Dopo le due regate svoltesi al Circolo l’Approdo di Porto Cesareo, il terzo appuntamento nella marina di Ugento chiude il primo capitolo del campionato in attesa dei prossimi impegni fissati per dicembre. «Ci auguriamo di dare vita ad una bella giornata di sport e siamo pronti ad ospitare tanti equipaggi. Continuiamo – spiega il casaranese Donato Manco, direttore sportivo della Lega Navale Italiana di Torre San Giovanni – a promuovere la vela nelle scuole per avvicinare le nuove generazioni agli sport acquatici con l’obiettivo di combattere le devianze giovanili».

Nardò – Stefano Russo riparte dalla Serie B. Il 28enne portiere neretino ha siglato un accordo triennale con la Salernitana, attualmente al sesto posto in cadetteria, a soli tre punti dal primato. Per lui si tratta di un ritorno allo stadio “Arechi”, avendo già militato tra le file dei campani nel 2014/15 ma in Serie C, categoria nella quale ha vestito anche le maglie di Ascoli, Juve Stabia e, nella passata stagione, Vibonese (37 presenze all’attivo). Russo ritrova la seconda serie nazionale dopo sei anni: l’ultima volta nel 2011/12 quando, con un’altra campana, la Nocerina, scese in campo sei volte. Mossi i primi passi nel Brindisi, il portiere neretino indosserà la maglia granata numero 33; attualmente le gerarchie del tecnico Alberto Bollini prevedono il serbo Radunovic coi gradi da titolare e il lituano Adamonis come suo vice; a Russo spetterà il ruolo di terzo portiere con l’ambizione di ritrovare presto il sapore del campo. Indicazioni in tal senso arriveranno già nel prossimo match: domenica 12 novembre, alle ore 15, la Salernitana sarà ospite del Cesena. Per Russo comincia un “nuovo inizio”.

Nardò – Le luci della ribalta sono tutte per lui: Alessandro Potì, guardia di Galatina, si sta rivelando l’arma in più della Frata Nardò in questo inizio di stagione in Serie B. Sono 31 i punti a bersaglio nell’ultimo turno con Amatori Pescara, 22 a Porto Sant’Elpidio e ben 33 nel successo dei granata con We’re Ortona. «La squadra mi mette in condizione di far bene – afferma Potì – e io spero di continuare così. C’è da migliorare: a volte mi prendo delle responsabilità quando potrei gestire meglio talune situazioni, ma non mi tiro mai indietro». Trascinatore vero: prima del singolo viene la squadra, che nelle ultime due trasferte non ha assaggiato il sapore della vittoria, “ma abbiamo dimostrato di tener testa a compagini blasonate”. «Nell’ultimo turno di Pescara – aggiunge Potì – nonostante qualche fischio arbitrale a sfavore, con un pizzico di attenzione in più avremmo potuto portare i due punti a casa». Dopo sette turni la classifica del girone C è molto corta, eccezion fatta per la capolista San Severo che ha già fatto il vuoto: «È sicuramente la principale indiziata per il salto di categoria – dichiara la guardia del Toro – per il resto non vedo corazzate. Noi potremo inserirci tra le prime otto, vogliamo recitare la nostra parte». Prossimo turno interno domenica alle ore 18: al “Velodromo degli Ulivi” di Monteroni la Frata Nardò ospiterà Campli, due punti sopra in graduatoria. Mentre procedono i lavori al “Pala Pasca”: il club del patron Durante spera di inaugurare il parquet entro la fine di novembre.

UGENTO. Plebiscito della Casarano Rally Team sul podio del Salento Challenge Race. Al volante della sua Radical Sr4, Massimiliano Pezzuto di Lecce si è aggiudicata la quarta edizione della competizione motoristica, mentre i fratelli Daniele e Marco Timo di Taviano sono giunti rispettivamente al secondo e al terzo posto assoluto a bordo di Osella Pa21 Jrc e Radical Sr4. La gara organizzata dalla dall’Asd Motorsport Scorrano, in collaborazione con Mpm Ford Store – Pezzuto Automotive e l’Automobil Club di Lecce, si è svolta nella due giorni il 4 e 5 novembre sul circuito della Pista Salentina di Ugento con la partecipazione di oltre 50 equipaggi che hanno dato spettacolo per tutto il week end. Degne di nota anche le prestazioni di Marco De Marco su Peugeot 207 S2000, Ivan Pisacane su Clio R3, Alessio De Santis su Peugeot 106 s16 Gr.A, Mauro Santantonio su Peugeot 106 Kit e Paolo Garzia su Citroen Saxo Vts. Al termine dell’evento sportivo si è detto soddisfatto Santino Siciliano, presidente della Motorsport Scorrano: “Siamo entusiasti della buona riuscita della manifestazione, che ha chiuso la stagione dei Challenge in Puglia. L’evento ha registrato vetture di alto livello ed in piloti hanno dato il massimo nella propria prova. Siamo contenti anche per il grande afflusso di spettatori alla Pista Salentina. Infatti, oltre alla gara sportiva, hanno gradito le diverse iniziative collaterali all’evento”.

ARADEO – Due ricorsi vinti (in pochi giorni) e l’Aradeo lascia l’ultimo posto in classifica nel campionato d’Eccellenza. Dopo aver ottenuto la ripetizione della gara contro il Vieste per un “errore tecnico” dell’arbitro, l’Asd Aradeo del presidente Luigi Colizzi porta a casa la vittoria “a tavolino” contro l’Otranto. Nella sfida del 22 ottobre, giocata fuori casa dai giallorossi guidati da mister Gianluca Politi e persa 2-0, l’Otranto ha, infatti, schierato il calciatore Drissa Diarra che però, dagli accertamenti fatti, ha avuto la certificazione del suo tesseramento da parte degli organi federali solo il 25 ottobre, ovvero dopo la giornata in cui si è svolta la gara. Dopo aver appurato l’irregolarità, il giudice sportivo ha così accolto il ricorso prodotto dall’Aradeo, assegnandogli la vittoria della partita. Un altro successo per la società ed in particolare per il segretario Marco Durante che ha prodotto i due ricorsi facendo valere le ragioni dell’Aradeo.

«Finalmente c’è un minimo di fortuna anche per l’Aradeo, che meritava già da prima di vincere una partita sul campo e che non è riuscito a farlo soprattutto per una serie di episodi sfortunati. Pur nell’ultima partita persa per 1 a 0 a Corato – afferma l’allenatore Politi – la squadra non ha assolutamente demeritato e la partita, molto equilibrata, è stata decisa da un’azione favorevole ai padroni di casa all’inizio della ripresa, mentre anche lì l’Aradeo ancora una volta non concretizzava quello che era riuscito a creare». Per i giallorossi si tratta di “un’iniezione di fiducia” da sfruttare già da domenica 12 novembre nel difficile incontro con l’Omnia Bitonto, squadra che naviga a metà classifica ma che è stata costruita per vincere il campionato.

 

by -
0 237

Ernesto Chevanton

PARABITA. La maglia n. 19 è pronta negli spogliatoi dell’“Heffort stadium”. Per essere indossata da Ernesto Chevanton già domenica 5 novembre, nella sfida interna della Soccer Dream contro il Taviano per l’esordio dell’avventura in Terza categoria, si resta, tuttavia, in attesa del completamento della pratica di trasferimento da parte della Federazione calcistica dell’Uruguay. Il campione 37enne (ex di Lecce, Monaco, Siviglia e Atalanta) ha, infatti, disputato il suo ultimo campionato professionistico nel Liverpool Montevideo e per poter tornare a giocare con il Parabita è ora necessario il certificato internazionale di trasferimento. La pratica per il tesseramento è stata avviata già da tempo presso la Federazione italiana gioco calcio, e la Soccer Dream si è attivata anche nelle utlime ore per sollecitare la federazione dell’Uruguay “ad una tempestiva definizione della procedura”, come si legge in una nota ufficiale della società gialloverde. L’appuntamento è, in ogni caso, per le ore 18 di domenica 4 novembre sull’erba in sintetico dell’impianto sportivo sito sulla Parabita- Collepasso.

Dario Corsano

MATINO. Il 25enne Dario Corsano è stato il protagonista della prima edizione di “«Coach della Nazionale per un giorno”, iniziativa della Federazione italiana Baseball Softball (Fibs), nata allo scopo di premiare chi si è contraddistinto nell’attività di promozione del baseball.

Dario è figlio di Fabio Corsano, presidente degli Angels Matino, compagine che milita nel campionato di serie C. Per una’intera giornata, Dario ha fatto parte dello staff tecnico degli azzurri, affiancando il manager Gilberto Gerali e gli altri coach della nazionale, in occasione della gara delle European Baseball Series disputata a Godo di Russi, in provincia di Ravenna, lo scorso 21 ottobre.  «È stato un sogno divenuto realtà. Farò tesoro – commenta Corsano – di tutti gli insegnamenti ricevuti. La nazionale per me era una realtà che potevo solo immaginare. Toccarla con mano è tutt’altra cosa. Voglio ringraziare il vicepresidente della Fibs Gigi Mignola per l’opportunità che mi è stata data, i giocatori e lo staff della nazionale per avermi accolto a braccia aperte, la Fibs, la società del Godo Baseball per l’ospitalità e ultimi, ma non per importanza, i miei genitori e la mia fidanzata Paola, per aver condiviso insieme a me questa fantastica esperienza».

by -
0 313

Nardò – Prima multa stagionale (da 480 euro) per la Frata Nardò di basket e la società interviene. Anche perché un simile provvedimento non si era registrato neppure in tutta la passata stagione per il club del patron Carlo Durante. «Abbiamo sempre orgogliosamente sostenuto e  identificato la nostra tifoseria – si legge nel comunicato diffuso dalla società – come una delle più calorose, colorate e corrette d’Italia. E siamo fieramente convinti che rappresenti per noi un lusso e un’arma vincente, come già in tante occasioni passate e come lo sarà ancora in futuro. Tale episodio increscioso, tuttavia, non deve passare inosservato in quanto suddetti comportamenti gravano sulle casse societarie e minano gli enormi sacrifici compiuti dalla proprietà per regalare un sogno sportivo alla città intera». La multa è arrivata a causa di “offese e comportamenti intimidatori da parte dei tifosi locali nei confronti degli arbitri, collettivi e frequenti nonché lancio isolato sporadico di oggetti non contundenti (chewingum) che colpivano il secondo arbitro”, come si legge nella motivazione del Giudice sportivo. Tutto ciò è accaduto durante il match interno dello scorso 28 ottobre tra i granata e We’re Ortona (101-94 il finale in favore degli uomini di coach Olive).

PORTO CESAREO – La seconda regata del Campionato invernale Derive si è conclusa con gli “urrà” di Emanuele Giannuzzi di Maglie e di Andrea Mariano di Leverano. Dopo la tappa inaugurale dello scorso 8 ottobre che vide trionfare Alfonso Basile (Martina Franca), Roberto Lezzi (Lecce) e lo stesso Mariano, domenica 29 ottobre la competizione velica si è svolta per la seconda volta di fila presso l’Approdo nautico di Porto Cesareo con la partecipazione di 34 imbarcazioni. Mariano ha primeggiato per la categoria Laser ottenendo la seconda vittoria consecutiva, nell’ambito della manifestazione organizzata dal Circolo Smarè di Santa Maria di Leuca, in collaborazione con l’Approdo e la Lega Navale Italiana di Torre San Giovanni di Ugento. Il podio è stato completato da Giorgio Galati di Leuca e da Basile, che si sono piazzati rispettivamente al secondo e al terzo posto al termine di due ottime performance. Tra gli equipaggi della categoria Optimist, invece, Giannuzzi ha sbaragliato la concorrenza mettendo in fila Lezzi e Alessandro Marra (di Nardò). In attesa della terza regata in programma il 12 novembre prossimo a Torre San Giovanni di Ugento,  Gabriele Scorrano (di Casarano), presidente di Smarè Scuola Vela,  traccia il bilancio dell’ultima gara: «Il risultato ottenuto in virtù della partecipazione di 34 equipaggi è stato egregio. L’ottima organizzazione da parte del Circolo l’Approdo ha permesso questo grande successo. Le condizioni meteo favorevoli e l’entusiasmo dei ragazzi hanno fatto il resto».

GALATONE – Ancora una partecipazione ai campionati italiani di karate per la Dojo Bushi di Galatone: la scuola di arti marziali diretta dal maestro Vittorio Tarantino il 5 novembre vedrà nuovamente i suoi colori rappresentati alla finale del campionato italiano di categoria, a Ostia Lido, grazie alle giovani Giorgia Giustizieri e Giorgia Felline, che hanno conquistato il pass per la fase nazionale durante i campionati regionali dello scorso 2 ottobre a Corato. In quella circostanza le due atlete (categoria 53 kg) avevano conquistato la medaglia di bronzo battendo le proprie avversarie nella finalina per il podio con un secco 3 a 0, dopo aver fallito l’accesso alla finale: la medaglia regionale è valsa la partecipazione alla fase finale al Centro Olimpico a due passi dalla Capitale, dove tenteranno l’impresa insieme al soddisfatto maestro Tarantino, che nelle passate stagioni ha spesso portato i suoi ragazzi alla competizione italiana più importante.
Ma l’associazione sportiva è partita in quarta anche con le altre attività: sono ricominciate le domeniche di lavoro per il gruppo “camminata sportiva”, che ha fatto di nuovo registrare una cinquantina di iscritti al seguito dell’istruttore Mauro Longo, con la novità dell’adesione al Centro sportivo italiano. L’anno scorso l’avvio del corso aveva fatto diventare la Dojo Bushi l’unico centro italiano qualificato per l’attività. Nuovo e importante tassello, quest’anno, l’apertura del corso di scherma sotto la guida dei maestri leccesi Roberto e Paolo Cazzato. Quest’ultimo, oggi 89enne, fu il paracadutista che si lanciò nei cieli di Galatone in occasione – quasi trent’anni fa – dell’inaugurazione del Centro sportivo polivalente oggi intitolato ad Alberto Colitta.

by -
0 125

MAGLIE – Terza vittoria consecutiva e playoff ormai in vista per il Circolo Tennis Maglie. In trasferta, a Sinalunga, l’affermazione per 4-2 sui padroni di casa e primo posto consolidato nella classifica del campionato di Serie A1 maschile. Dopo i successi ottenuti contro il TC Genova 1893 e il Palermo Due, i magliesi si sono sbarazzati dei senesi in virtù delle affermazioni nei singolari di Portaluri (6-3, 6-7, 7-5 contro Galluppo), Garzelli (6-0, 6-1 su Terrosi) e Crepaldi (7-6, 6-3 su Licciardi. Gli incontri di doppio hanno visto contrapporsi Majchrzak-Licciardi contro Torebko-Crepaldi, questi ultimi superati per 7-6(4,) 6-1, e Portaluri-Garzelli contro Galuppo-La Cognata, superati per 6-3 7-5. Emozionante fino alla fine quest’ultimo doppio che ha visto un secondo set al cardiopalmo con la coppia magliese in difficoltà sull’1-5 ma che alla fine è riuscita a recuperare. Con 9 punti in graduatoria, il CT Maglie guarda tutti dall’alto del proprio girone con tre lunghezze di vantaggio sul TC Genova. «Abbiamo vinto una partita per nulla scontata soprattutto perché il Sinalunga ha schierato il fortissimo giovane polacco Majchrzak, di cui sicuramente sentiremo parlare in futuro. Bravi tutti i ragazzi – commenta il direttore sportivo Antonio Baglivo – che hanno dato l’anima per centrare questa importante vittoria e perché ora si aprono diversi scenari molto interessanti per la nostra squadra». I magliesi torneranno in campo domenica 5 novembre in occasione della sfida casalinga con il TC Genova 1893.

by -
0 136

CASARANO – “Olimpica Salentina” in vetrina, domenica 29 ottobre a Bari, nel tradizionale “Gran galà” di fine stagione del nuoto. Le “eccellenze” delle discipline acquatiche della Federazione Italiana Nuoto  sfileranno, dalle 17, sotto i riflettori del “Nicolaus Hotel”. Un posto di diritto lo hanno meritato gli atleti dell’associazione sportiva di Casarano guidata da Gianni Zippo, presente con Letizia Piscopiello, Erika Gaetani, Elisa Mele e Pasquale Moriz. La “targa speciale” tra  i medagliati va alle 13enni Piscopiello e Gaetani. La prima (di Andrano) è ritenuta già la più forte “ranista” italiana della sua età, con le due vittorie ai Criteria primaverili nei 100 e 200 e l’affermazione di giugno a Malta nella Coppa Comen. Per lei anche bronzo di categoria nei 100 rana ai campionati italiani estivi a Roma e la qualificazione ai campionati invernali(per i 100 e 200 rana). Erika Gaetani (di Parabita) è reduce da tre vittorie ed un secondo posto agli ultimi Criteria, ma sono sue anche le due migliori prestazioni italiane nei 100 e 200 dorso e la finale assoluta ai Primaverili-trials mondiali. Al recente Settecolli ha pure conquistato due successi ai campionati italiani di categoria di Roma ad agosto, qualificandosi (la più piccola tra le atlete) per gli Assoluti nei 100 e 200 dorso. Sul palco barese ci saranno anche la 15enne Elisa Mele, capace della migliore prestazione juniores nei 50 dorso ai campionati primaverili, ed il 13enne Pasquale Moriz di Uggiano la Chiesa, tra i migliori della sua età in ambito nazionale.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...