Home Temi Scuola
Notizie dal mondo dell'istruzione e della scuola dai Comuni della rete di Piazzasalento

Il Polo Due di via Amalfi a Casarano

Il Polo Due di via Amalfi a Casarano

CASARANO. Esami completati ormai per tutti ed è già tempo di pensare alla riapertura delle scuole. L’argomento intristirà gli alunni, in queste settimane quanto mai alle prese con bagni al mare e vacanze, ma i vari Istituti comprensivi hanno già stabilito le date per la ripresa delle attività didattiche. Se la Regione Puglia ha indicato il 15 settembre per il ritorno tra i banchi, grazie all’autonomia scolastica, i Consigli d’istituto hanno apportato piccoli adattamenti per meglio conciliare i giorni di lezione tra vacanze e ponti. A Casarano sia il Polo 1 di via Ruffano che il Polo 3 di piazza San Domenico hanno scelto di anticipare la campanella a martedì 12 settembre, fermo restando il 12 giugno 2018 quale termine delle lezioni (il 30 giugno per la scuola dell’infanzia).  Solo il Polo 2 di via Messina partirà, invece, giovedì 14 settembre e, a differenza degli altri due Istituti comprensivi, non prevede come festivi il 23 e il 24 aprile 2018 in funzione del ponte di mercoledì 25 aprile. Altre feste, oltre a quelle “comandate”, saranno il 30 e 31 ottobre in vista di mercoledì Primo novembre, il 9 dicembre (l’8 è l’Immacolata), dal 23 al 7 gennaio per le vacanze di Natale, il 12 e 13 febbraio per carnevale, dal 29 marzo al 3 aprile per le vacanze pasquali, il 9 aprile per la Madonna della Campana, il 30 aprile (per il Primo maggio) ed al 21 maggio (festa del Santo patrono).

istituto via manieriNARDÒ. Sono tre le scuole cittadine candidate dall’Amministrazione comunale ad ottenere i finanziamenti regionali a disposizione per interventi radicali di efficientamento energetico, ossia riduzione dei consumi anche tramite la ristrutturazione degli immobili, revisionando gli impianti, con l’ausilio di telecontrollo, di monitoraggio dei bisogni energetici e con l’installazione di impianti per la produzione di energia. Si tratta degli istituti di via Manieri, sede della G. B. Tafuri”; del plesso di via Crispi intitolato a don Milani; dell’istituto “Lombardo Radice” di via Pilanuova. Per produrre i necessari progetti e partecipare ai bandi Por 2014-2020 “Energia sostenibile e qualità della vita” sono stati stanziati 30mila euro  oltre iva e cassa previdenza (totale 38.064 euro). Agli uffici comunali il compito di affidare gli incarichi ai tecnici competenti in materia.

CASARANO. Premio “Laboratorio Pignatelli”: le alunne di Nardò e Casarano sul podio. La 26ª edizione della borsa di studio organizzata dal laboratorio d’analisi che prende il nome dal suo fondatore, Pasquale Pignatelli, ha visto ancora una volta la partecipazione di numerosi studenti della provincia. Il bando – aperto ai frequentanti il quarto anno degli istituti superiori leccesi – ha proposto la redazione di un testo sulle connessioni tra patologie tumorali e alimentazione. Questa la traccia su cui hanno puntato Nicola ed Emma Pignatelli, i figli del medico che nel 1946 fondò lo studio, scomparso nel ’95: “La patologia tumorale in Puglia. Analisi dei fattori di rischio (predisposizione genetica, cause ambientali, alimentari…) e incidenza delle varie patologie. Il valore di una corretta alimentazione e di un corretto stile di vita a supporto della prevenzione e delle terapie.” Se il primo gradino del podio è toccato agli studenti del “Palmieri” di Lecce, un ottimo risultato hanno portato a casa anche la seconda classificata Federica Tarantino (della quarta A del Liceo Classico “Galileo Galilei” di Nardò), e la coppia Valeria Manfreda – Maria Rita Perdicchia (quarta B del Liceo “Giulio Cesare Vanini” di Casarano, indirizzo scientifico tradizionale), classificatasi terza: a tutti i premiati una borsa di studio da 250 euro.

 

Gli studenti del Polo 1 in una foto ricordo all'Expo di Milano

Gli studenti del Polo 1 in una foto ricordo all’Expo di Milano

NARDÒ. C’è anche il Polo 1 diretto da Maria Giuditta Leaci nel progetto contro le ludopatie che l’1 luglio avrà la sua manifestazione conclusiva nel centro “Le sorgenti” della comunità Emmanuela sulla Lecce-Novoli. Si tratta della serata conclusiva del concorso di idee “A noi piace giocare insieme” del Servizio sperimentale della Regione per il trattamento del gioco d’azzardo patologico. Oltre al Polo 1 di Nardò, vi hanno partecipato altre 12 scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia ubicate a Lecce, Galatina, Salice, Melendugno, Poggiardo, Maglie e Tricase.  Inizio della cerimonia con l’inaugurazione della mostra con gli elaborati degli studenti e quindi la premiazione alle ore 17.

Medi a nuovoGALATONE. Diciassette studenti su 19 non hanno superato – ma neanche sfiorato, per la verità – la sufficienza nella terza prova d’esame. E’ accaduto all’Industriale “Medi”, l’istituto superiore retto da Davide Cammarota, dove quasi un’intera classe – la V E dell’indirizzo Elettrotecnico – ha visto assegnati punteggi di valutazione prossimi allo zero, con molti 2, 3 e 4. I ragazzi non avrebbero praticamente risposto a nessuna delle quattro domande della terza prova (dopo aver preso 10/15 alla seconda) su materie quali inglese, matematica, sistemi, tecnologia e progettazione. “Una strage”, ha commentato più d’uno alla vista dei risultati pubblicati ieri. Per i 17 si può parlare praticamente già di bocciatura; chi ha preso 3 o 4, anche se prendesse il massimo alla prova orale del 4 luglio (cioè 30), ugualmente resterebbe molto lontano dal 60 che è il minimo per il diploma. “Eppure avevano fatto due simulazioni di esame”, dice un docente abbastanza sorpreso, anche se poi aggiunge che “la classe era piuttosto fragile, lo si sapeva…”. Ora toccherà agli organi scolastici riuscire a trovare il modo di recuperare il recuperabile proprio per non far pensare più che “al Medi c’è stata una strage”.

Medi a nuovoGALATONE. Nessun candidato della quinta E dell’Industriale “Medi” è già escluso dalla possibilità di raggiungere il punteggio sufficiente a diplomarsi, vale a dire il 60. Lo affermano i commissari d’esame a seguito della notizia secondo cui 17 studenti su 19 della classe citata hanno preso voti bassissimi alla terza prova (dal 2 al 4; si tenga presente che la sufficienza è 10). Il presidente della commissione, prof. Paolo Malinconico, cita l’ordinanza ministeriale n. 257 di quest’anno, che all’articolo 30 specifica che “il voto finale complessivo in centesimi è il risultato della somma dei punti attribuiti dalla commissione d’esame alle prove scritte e al colloquio e dei punti relativi al credito scolastico acquisito da ciascun candidato”. Vi è insomma per tutti i ragazzi interessati dalla prova andata male, ancora l’opportunità di rimediare con una buona prova orale. Insomma la partita è ancora aperta, anche grazie ai punti accumulati durante l’anno scolastico con i crediti.

Salva

Salva

studenti vespuci in siciliaGALLIPOLI. Dodici equipaggi a contendersi il titolo di campione d’Italia tra gli Istituti nautici. A Messina si è svolto nelle scorse settimane il IV Trofeo Velico dei Nautici d’Italia organizzato dall’istituto Caio Duilio messinese con la Lega navale, a cui ha preso parte anche l’istituto Vespucci di Gallipoli, diretto da Paola Apollonio. Per l’istituto gallipolino importantissimo risultato con il prestigioso terzo posto conquistato da Giorgio Galati. I giovani velisti si sono sfidati in una competizione di tre giorni, pianificata suddividendo gli studenti in due batterie da sei studenti di cui si sono classificati i primi tre per ogni batteria. Nella finale hanno percorso per tre volte il tragitto designato e da qui sono usciti il vincitore ed il podio. Un riconoscimento che va ad arricchire ulteriormente il ricco medagliere della scuola. Grande soddisfazione da parte di dirigente ed insegnanti per questa nuova avventura. Il nome e il prestigio del Nautico locale continuerà nelle prossime settimane a girare l’Italia. Dal 30 giugno all’8 luglio è previsto a Porto San Rocco, Muggia il campionato velico mondiale classe orc Trieste 2017. L’imbarcazione Verve Camer dell’armatore Giuseppe Greco e tesserata al club velico dell’Istituto nautico gallipolino sarà in gara portando in equipaggio anche Federica Rima direttore sportivo della scuola. Il Campionato è la massima espressione della vela d’altura, poiché permette, attraverso le regole di stazza Orc International, di mettere a confronto imbarcazioni comprese tra gli 8 e i 16 metri di lunghezza, diverse per forma e caratteristiche, creando una classifica unica grazie ad un sistema di compensi.

Dalila AloisiNARDÒ. Un altro trofeo dalle parti del “Galileo Galilei”: lo porta a casa Dalila Aloisi (terza A dell’indirizzo scientifico), recensendo il libro “Il vaccino non è un’opinione”, di Roberto Burioni. Ad organizzare la “competizione”, cui hanno partecipato alunni provenienti da 13 istituti tra le province di Lecce, Taranto e Brindisi, la sezione locale dell’istituto nazionale di fisica nucleare.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

MATINO. Studenti protagonisti nella quarta edizione del Premio di giornalismo “Aldo Bello”. Nel corso della serata conclusiva del 10 giugno al Marchesale, la giuria presieduta da Marcello Favale ha premiato oltre 20 studenti provenienti da vari istituti della provincia. Ad aggiudicarsi il primo premio è stato Matteo Lisi della classe 4a AL del liceo scientifico “G.C. Vanini” di Casarano; secondo posto per Anna Ronga della 4a B liceo classico di Casarano e terzo posto pari merito per Maria Vittoria Montedoro della 4a AL del “Vanini” e per Gabriele Musio della 3a C dello scientifico “Stampacchia” di Tricase.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Schermata 06-2457927 alle 19.30.30GALLIPOLI. «Ora siamo pronti a fare il nostro giornale», avevano detto alla fine della mattinata nella redazione di “Piazzasalento” accompagnati dalle docenti Anna Serafino, Laura De Marco e Lucia Liaci. Sono stati di parola i ragazzi delle classi seconde dei corsi A e C. eccoli i loro giornali a chiusura dell’anno scolastico. Così come li avevano accennati nella loro esplorazione in diretta. Il particolare che li rende originali è che uno racconta la vita di un giorno dell’anno Zero, l’altro il mondo in un giorno del 2047, cioè fra trent’anni.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

NARDÒ. Festa di fine anno alla scuola dell’Infanzia “Gianni Rodari” del Polo 1 di Nardò. La festa, partita con l’Inno d’Italia, il girotondo “Le armonie della felicità” ed il progetto “Corro-salto-imparo”, si è conclusa con il “diploma di laurea” consegnato ai piccoli di cinque anni che hanno salutato il loro primo ciclo scolastico. La festa è continuata con le coreografie legate all’estate. Nel corso della serata, svoltasi nell’atrio della scuola, è stato ricordato anche il progetto “legalità” che ha avuto come momento cruciale la “Mostra dei cento passi” organizzata dalla rete del “Veliero parlante”. Grande l’emozione nei piccoli protagonisti così come (se non di più) tra genitori ed insegnanti, soprattutto al momento della consegna del “diploma di laurea” da parte della dirigente scolastica Maria Gabriella Caggese.

 

MELISSANO. Si è chiuso il 6 giugno in sala consiliare il progetto “Strada amica” promosso dalla primaria “Don Quintino Sicuro” dell’Istituto comprensivo con il supporto del Comune di Melissano e della Polizia Municipale, incentrato sull’educazione stradale e dedicato ai bambini delle seconde classi A, B e C. Nel progetto, un ruolo fondamentale è stato svolto dal Comandante della Polizia Municipale Giovanni Schirinzi che ha tenuto delle lezioni di educazione stradale della durata di dieci ore per ogni classe, teoriche, pratiche, in aula e in strada, con osservazione diretta e con la simulazione di percorsi per valutare il grado d’apprendimento delle regole da parte degli alunni. “Strada amica”, coordinato dall’insegnante referente, maestra Franca Corvaglia, si poneva il raggiungimento dei seguenti obiettivi: presa coscienza della strada come spazio; conoscenza della segnaletica stradale, delle norme generali e dei comportamenti del pedone; uso adeguato del marciapiede; apprendimento delle principali regola di sicurezza stradale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 124

Alessandro Bruno, Gabriele Mariello, Roberto Leone (1)GALLIPOLI. Successo oltreoceano per Alessandro Bruno, Gabriele Mariello e Roberto Leone, i tre studenti del liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli che hanno vinto la medaglia d’oro alle “Genius Olympiad” ad Oswego, nello stato di New York, con il loro innovativo progetto “A passo… di lumaca!”. Il progetto mira a realizzare un “edible coating” (ovvero un rivestimento commestibile), sfruttando la bava di lumaca e trasformandola in un conservante per alimenti. Dalla scuola i complimenti a loro tre e alla loro guida, la professoressa Rossana Congedo .

MATINO. Exploit delle classi quinte del plesso “Gentile” dell’Istituto comprensivo di Matino, diretto da Giovanna Marchio, che lo scorso 8 giugno hanno mandato in scena la rappresentazione teatrale “47 morto…che canta”, liberamente ispirata al celebre film di Totò. Come palcoscenico, per l’occasione, il marciapiede adiacente al teatro comunale “Peschiulli”, stracolmo di gente malgrado il gran caldo. Accanto all’apprezzato impegno dei piccoli attori, coadiuvati dalle insegnati e dai genitori, anche le musiche originali di Giacomo Sances.

 

GALLIPOLI. Enorme successo per i ragazzi e i bambini delle Scuole dell’infanzia, primaria e secondaria dell’Istituto comprensivo Polo 3 di Gallipoli: accompagnati dalla dirigente scolastica Martinella Biondo e dalle rispettive insegnanti, la sera di sabato 10 (finanziato coi fondi strutturali europei) si sono esibiti in “Quasimodo il gobbo di Notre Dame. Per nulla intimoriti dalla presenza di alcune migliaia di spettatori, tra familiari e curiosi che affollavano la piazza, hanno calcato la scena da attori consumati, riscutendo continui applausi.

NARDÒ. Un “Moccia”, sessant’anni e non sentirli affatto. L’anniversario della nascita dell’istituto neretino oggi diretto da Maria Rosaria Però, porta con sé ricordi, progetti futuri e testimonianze di una crescita che è ancora piena e costante. Hanno avuto modo di festeggiare a teatro, il 18 maggio scorso, alunni e docenti dell’istituto: «Sono venuti a trovarci gli ex dirigenti della scuola, oltre alle istituzioni e ai presidi degli altri licei del territorio. C’era anche la moglie del preside Donato Ingrosso, che oggi purtroppo non c’è più, e che ha diretto l’istituto dal ‘95 al 2010 lasciando un’impor- tante impronta», dice la vicepreside del “Moccia”, la professoressa Simonetta Rescio, che da più di vent’anni presta servizio nel Professionale neretino.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

GALLIPOLI. I ragazzi della Media “Santa Chiara” e delle Elementari di via Milano e piazza Carducci, scuole componenti il Polo 2, hanno dato vita questa mattina ad una intensa iniziativa dedicata all’educazione alla legalità. Sotto la guida del dirigente Antonio Maglio e dei docenti, la scuola ha dato vita al momento finale di un progetto curato dalla compagnia teatrale gallipolina “Zeromeccanico”. Con una colonna sonora che ha spaziato da “The Whall” ai “Cento passi”, attraverso “Il cielo è sempre più blù” e l’immancabile “Occidentalis Karma”, i ragazzi hanno presentato con delle pettorine alcuni degli articoli della Costituzione, una rivendicazione colorata dei loro diritti ed hanno ricordato i giornalisti vittime della mafia fino alla politica Renata Fonte, la salentina che si era strenuamente opposta a saccheggi del territorio nella sua Nardò.

GALLIPOLI. La situazione pesante si tocca con mano, parlando con operatori sociali, istituzionali e non. Quel 35% di rischio abbandono scolastico che “Piazzasalento” ha pubblicato sul numero scorso (la zona di Casarano è al 18%, quella di Nardò all’8,7) ci sta tutto. E resiste, nonostante gli sforzi e i tentativi reiterati che non mancano. Non è sorpresa del dato l’assessore Silvia Coronese, da un anno su questo problrma e – cosa non scontata – non ancora rassegnata. «No, rassegnata no. Stiamo mettendo insieme progetti con l’Ambito sociale, le scuole, associazioni anche di altri paesi – risponde – ma della battaglia per una situazione almeno fino al diploma manca un pezzo importante: le famiglie».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Michele Piccione, Sara Tarantino e Silvia CarichinoNARDÒ. Tre “piccoli” matematici a Milano, direttamente da Nardò e dal liceo scientifico “Galilei” diretto da Emilia Fracella. Lo scorso 13 maggio Michele Piccione e Sara Tarantino (della prima A) e Silvia Carichino (della quinta A, nella foto) hanno fatto capolino alla “Bocconi”, nel capoluogo lombardo, per prendere parte alle finali nazionali dei Giochi Matematici, che in Italia sono organizzati dal centro “Pristem” dell’ateneo privato milanese.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Le due dirigenti scambio nardo indiaNARDÒ. Frontiere abbattute, culture che si intersecano: è avvenuto a Nardò il primo incontro “dal vivo” tra gli studenti dell’indirizzo scientifico “Galileo Galilei” e la “Him Academy High School”, scuola di Hamirpur, città nel nord della penisola indiana. Negli scorsi giorni l’istituto diretto da Emilia Fracella ha ospitato tra le sue aule la dirigente Naina, arrivata in città con un suo studente. Da dicembre ad oggi, nell’ambito del progetto “Far or near? A cultural journey linking India and Italy” lo scambio interculturale si era consumato solo in videoconferenza, fino alla visita di questa settimana: per gli ospiti – che hanno portato in dono delle produzioni peculiari indiane, soprattutto legate ai tessuti – una cerimonia d’accoglienza che ha visto dirigente e alunno esibirsi in una danza tipica e in una dimostrazione di yoga, cui studenti e docenti neretini hanno risposto con la pizzica.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

by -
0 935
Il dirigente scolastico Salvatore Negro e la professoressa Mara Isernia

Il dirigente scolastico Salvatore Negro e la professoressa Mara Isernia

CASARANO. Ai “Professionali” arrivano già “mezzi dispersi”, con percorsi formativi irregolari, con gravi processi di disistima in corso e da situazioni sociali, economiche e culturali difficili. Al di là dei numeri secchi, delle statistiche e delle graduatorie, dirigenti e docenti di questi istituti provano a partire da questi dati di fatto. Non tutti però, bisogna dire, con lo stesso grintoso impegno: «In casi al limite mi dicono “chiama i servizi sociali”, ma è la cosa più ovvia e scontata. Servono però? Certo, insieme ad altre professionalità e sensibilità:è questo che stiamo cercando di fare in questi anni»: il dirigente dell’Istituto “Bottazzi”, Salvatore Negro, insieme alla professoressa Mara Isernia, sono pienamente presi da precedenti e nuovi progetti che partono da un passaggio fondamentale: far recuperare al ragazzo un po’ di autostima, di capacità di proiettarsi nel futuro pensando di potercela fare.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Foto di gruppo tra studenti e dipendenti comunali

Foto di gruppo tra studenti e dipendenti comunali

GALATONE. Un’alternanza scuola-lavoro che funziona: è un esempio virtuoso quello appena portato a termine all’“Enrico Medi” di Galatone. L’istituto diretto da Davide Cammarota ha mandato negli scorsi mesi i propri ragazzi ad affiancare i dipendenti comunali: coordinati dall’esperto informatico Pierpaolo Paolicelli, gli studenti che sono stati coinvolti nel progetto “open class” hanno lavorato alla digitalizzazione di una grossa fetta dei dati e della documentazione nelle mani del Municipio. “La scuola risorsa del territorio”: questo lo slogan utilizzato dai docenti responsabili del progetto, che insieme all’Amministrazione hanno presentato i risultati martedì scorso al Palazzo Marchesale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

ARADEO. Anche quest’anno l’Istituto comprensivo di Aradeo, diretto da Carmela Cezza, conquista prestigiosi premi a livello nazionale, che sicuramente gratificano studenti e docenti per l’impegno profuso nel corso dell’anno scolastico. A breve, inoltre, gli alunni dell’Istituto saranno impegnati a Milano nelle gare nazionali dei giochi matematici organizzate dall’Università Bocconi. Nella sede di Cesena dell’Università degli Studi di Bologna, lo scorso 6 maggio, Cecilia Legittimo, Sara Bruno, Francesco Russo (secondo nella gara individuale) e Pierantonio Russo hanno vinto la gara a squadre delle Olimpiadi di Problem solving, promosse dalla direzione generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del Sistema nazionale di istruzione del Ministero.Gli alunni della scuola primaria Alessio De Pascalis, Giulia Conte, Lorenzo Giancane e Luigi Stifani hanno conquistato la sesta posizione.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

NARDÒ. Ormai quasi completamente in porto il progetto “Buona vita 2.0”, anche quest’anno promosso dal Terzo Polo diretto da Tommasa Michela Presta, con il coinvolgimento di tutte le scuole neretine, oltre che di diversi enti e organizzazioni attivi a Nardò e nel territorio circostante. Gli alunni dei tre Comprensivi e anche gli studenti dei tre istituti superiori della città hanno partecipato alle attività e agli incontri pensati per discutere temi a loro vicini, dal bullismo all’abuso di alcol e droghe. Quest’ultimo tema è stato quello che ha aperto le attività dell’edizione di quest’anno, con la scrittrice Giorgia Benusiglio che ha raccontato il suo dramma personale, con la sua vita cambiata dopo una pasticca dieci anni fa.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Vincenzo Zara, rettore dell’Università del Salento

Vincenzo Zara, rettore dell’Università del Salento

IN EVIDENZA. L’Italia un Paese di laureati? Non proprio, forse di aspiranti laureati che si fermano per strada ritenendo il percorso troppo lungo e poco remunerativo. Il titolo di “dott.” che viene elargito a piene mani diventa spesso un omaggio a un’aspirazione generalizzata. Un recente report statistico diffuso dall’agenzia europea Eurostat vede l’Italia al penultimo posto (l’ultima è la Romania) per numero di laureati tra i Paesi aderenti all’Unione europea. La percentuale, infatti, è ferma al 26,2%.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...