Home Temi Persone
Personalità, personaggi, persone. Quando la notizia si focalizza sui singoli. Dai Comuni della rete di Piazzasalento

Giuseppe D'Amilo

Giuseppe D’Amilo

TAVIANO. Impegno sociale, solidarietà per chi ha bisogno e altruismo sviscerato: sono questi i cardini su cui poggia l’associazione “Donatori Volontari Sangue Taviano”, nata il 17 ottobre 1971 e, dunque, operante sul territorio da 46 anni. Ne è presidente Giuseppe D’Amilo, 53 anni, sposato, con due figli e, aggiunge lui stesso, “da due mesi nonno di Ludovica”. «Sono nell’associazione da 23 anni – dichiara – durante i quali ho ricoperto tutti i ruoli. Ora, da tre anni, sono il presidente di ben 850 soci attivi, che cioè fanno almeno una donazione di sangue ogni due anni. Produciamo 1000 donazioni all’anno di cui il 70% di sangue e il resto di plasma».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

giorgio caputo giorgio salvatore toma mario romanoMATINO. Tre candidati a Sindaco e 39 aspiranti allo scranno di consigliere comunale. Questi i numeri che fanno sintesi della bagarre scatenatasi nella formazione delle liste in vista delle elezioni amministrative dell’11 giugno. In campo “Matino la tua città democratica” con Giorgio Caputo, “Amiamo Matino” con Giorgio Salvatore (Jonny) Toma e “Lista nuova” con Mario Romano. Tra gli aspetti che caratterizzano questa nuova tornata elettorale, primo fra tutti la scelta di non il sindaco uscente, Tiziano Cataldi, che pur sostiene il suo possibile successore, il 58enne Giorgio Caputo, finora suo assessore al Bilancio.

Su Piazzasalento le liste complete

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Monsignor  Angelo De DonatisCASARANO. Ha fatto, in poche ore, il giro del web, dei maggiori organi di informazione (anche internazionali)  e della città la notizia della nomina di monsignor Angelo De Donatis quale vicario di Papa Francesco per la diocesi di Roma. L’indubbia importanza dell’incarico ricevuto viene rinforzata dal fatto che sia stato lo stesso Bergoglio a scegliere l’alto prelato per un ruolo delicato e di estrema fiducia, dopo averne apprezzato le capacità umane e la preparazione di grande teologo già nel corso degli esercizi spirituali di Quaresima ad Ariccia, nel 2014. Fu poi sempre il Papa argentino a nominarlo vescovo nel settembre del 2015. Tanti i commenti e gli apprezzamenti a Casarano, città natale del presule, dove lo stesso De Donatis è solito fare spesso ritorno per salutare amici e familiari. «Esprimo a nome dell’intera comunità casaranese l’immensa gioia con la quale è stata accolta la notizia della nomina di “don Angelo”», afferma il sindaco Gianni Stefàno nel ricordare come “la notizia può essere annoverata sicuramente tra le più belle e importanti che la Sua città di Casarano abbia mai ricevuto. Lo stupore è grande – continua Stefàno – ma per noi casaranesi, per chi ha la fortuna di conoscere personalmente “don Angelo”, la notizia non è inaspettata». Da parte sua, monsignor De Donatis, nel suo saluto al Vicariato, ha subito  sottolineato che il suo servizio sarà quello di “annunciare la misericordia di Dio con la parola e la vita nonché di custodire e promuovere la comunione ecclesiale”, invocando “il dono di saper ascoltare in profondità sempre”. “Gioia e grandissimo entusiasmo” vengono espressi anche dal vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, Fernando Filograna. “Con questa scelta il Pontefice onora anche la nostra diocesi e la città di casarano che hanno generato alla vita, alla fede e al Ministero ordinato il caro don Angelo. Comprendiamo – continua monsignor Filograna – la responsabilità e la gravosità di un tale impegno, per il bene della chiesa di Roma, a servizio diretto del Santo Padre e, come in passato, ribadiamo l’affetto e la preghiera per questo figlio del Salento, per tanti anni impegnato nella direzione spirituale dei preti romani e dei seminaristi, senza mai trascurare la terra che gli ha dato i natali”. Tutti ora attendono che “don Angelo” torni nel suo Salento, magari per stringersi con lui nella semplicità della preghiera sulla cripta del Crocefisso, sulla collina del Manfio, com’è solito fare nelle sue meditazioni estive.  

CASARANO. Papa Francesco ha scelto monsignor Angelo De Donatis come suo vicario nella diocesi di Roma. La nomina a vescovo ausiliario di Roma del 63enne prelato di Casarano, ora elevato a dignità arcivescovile, è avvenuta questa mattina  ed ha trovato ufficialità nel bollettino ufficiale della sala stampa della Santa Sede. De Donatis succede al cardinale Agostino Vannini. Fu lo stesso Bergoglio ad ordinare vescovo “don Angelo” il 9 novembre del 2015 nella Basilica di San Giovanni in Laterano dopo averlo già scelto come predicatore degli esercizi spirituali per la Quaresima dell’anno precedente. Monsignor  De Donatis, finora vescovo titolare di Mottola e Ausiliare di Roma, è nato il 4 gennaio 1954 a Casarano, città alla quale è profondamente legato da vincoli di parentela e di consolidata amicizia e dove non manca di farvi spesso ritorno (spesso per gli esercizi spirituali estivi presso la cripta del Crocifisso). È stato ordinato sacerdote il 12 aprile 1980 nella chiesa di San Domenico, a Casarano. Dal 28 novembre 1983 è incardinato nella diocesi di Roma, dapprima come collaboratore nella parrocchia di San Saturnino per poi divenire  vicario parrocchiale, addetto alla Segreteria generale del Vicariato, archivista della Segreteria del Collegio Cardinalizio, direttore dell’Ufficio Clero del Vicariato di Roma, direttore spirituale al Pontificio seminario Romano maggiore e, dal 2003, parroco a San Marco evangelista al Campidoglio e assistente per la diocesi di Roma dell’Associazione nazionale familiari del Clero. Nel 1989 è stato ammesso all’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme con il grado di Cavaliere e dal 10 aprile 1990 è Cappellano di Sua Santità. Al termine  degli esercizi spirituali del 2014 nella casa del “Divin Maestro” ad Ariccia, Papa Francesco salutò e ringrazio don Angelo con queste parole: «Vorrei ringraziarla a nome proprio e di tutti noi per il suo aiuto in questi giorni ed il suo accompagnamento e il suo ascolto, lei è stato il seminatore e sa farlo. Le chiedo di continuare a pregare per questo sindacato di credenti, tutti siamo peccatori ma tutti abbiamo la voglia di seguire Gesù più da vicino».

Rino Giuri

Rino Giuri

NARDÒ. Si dimette il coordinatore del Pd, Rino Giuri. Già consigliere e capogruppo del Pci e poi del Pds, Giuri ha ricoperto quella carica dal marzo del 2014. Problemi di salute, la motivazione che questa volta non sembrerebbe però tanto vaga quanto diplomatica. Certo è che le recenti vicende che hanno preceduto e seguito le primarie del partito democratico del 30 aprile devono aver inciso a favore di una decisione cui Giuri pensava da un po’ di tempo, almeno dal dicembre scorso. “Ma quella è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso”, dice il dimissionario, che pensa ai rapporti sempre più tesi e ingestibili con Michele Emiliano e Loredana Capone, presidente e assessore regionali, che lui – anche quando pochi ci credevano – aveva indicato come segreti supporters di Giuseppe Mellone candidato a Sindaco. “Come non mi hanno inteso quando ho segnalato gli spostamenti, a fine aprile delle comunali, quando segnalavo gli spostamenti prima di Fi e della lista di Oronzo Capoti (Fitto) verso Mellone e poi, per il ballottaggio, di tutte le liste fittiane e pro Vaglio verso Mellone”, sottolinea Giuri. Che  non appare amareggiato, semmai fisicamente provato “perché – dice- quando uno sente le responsabilità avverte anche il peso crescente delle stesse davanti ad un coacervo sempre più evidente di interessi e di personaggi che disistimo da tempo e che oggi fanno parte di un comitato d’affari nel senso più spinto del termine”. E adesso? “Non rinnoverò la tessera, dopo la sterzata a destra di Renzi – conclude – ma resto a disposizione di quei giovani che vorranno utilizzare la mia esperienza”.

Alfredo Cacciapaglia

Alfredo Cacciapaglia

PARABITA. Si deciderà il 28 febbraio prossimo la vertenza davanti alla Giustizia amministrativa in merito allo scioglimento del Consiglio comunale di Parabita per infiltrazioni criminali di stampo mafioso. Lo ha deciso il Tribunale amministrativo regionale (Tar) del Lazio, cui si era rivolto l’ex Sindaco Alfredo Cacciapaglia assistito dall’avvocato Pietro Quinto. Il “tutti a casa” per i gravi motivi citati era suonato il 17 febbraio scorso. Nell’udienza del 24 maggio i giudici del Tar Lazio hanno ordinato il deposito, entro 90 giorni, di due importanti documenti citati a lungo nel decreto di scioglimento del ministero dell’Interno: la relazione della Commissione ispettiva del 28 novembre 2016 e il parere del Comitato provinciale ordine e sicurezza datato 21 ottobre dello stesso anno. I giudici vogliono copie senza gli “omissis” apposti nei due documenti per motivi di riservatezza. Questo il commento delL’avvocato di Cacciapaglia: “Trattasi di documenti che nella sostanza sono conosciuti dai ricorrenti e che sono stati ampiamente censurati nel ricorso introduttivo. Dall’esibizione in forma integrale di tali atti non dovrebbero, quindi, emergere novità sostanziali sull’oggetto del contenzioso e sulle contestazioni formulate nei confronti dell’Amministrazione Cacciapaglia”.

Giuseppe Verardi

Giuseppe Verardi

NARDÒ. Barriere architettoniche, viabilità, arredo urbano: sant’Isidoro punta a risolvere i problemi annosi con cui ogni anno in estate fanno i conti residenti, commercianti e turisti. Il parcheggio gratuito per trecento auto individuato su un’area di proprietà comunale è uno dei tasselli che contribuiranno a cambiare il volto della marina neretina: «La zona è adiacente a via Giusti ed intercetterà il flusso veicolare – spiega il consigliere delegato alla pesca e alla valorizzazione delle risorse del mare, Giuseppe Verardi (foto) – prima che questo congestioni la litoranea e il centro abitato».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

IN EVIDENZA. «Bei tempi gli anni ’60 e ’70 quando i frantoi lavoravano giorno e notte, senza discontinuità, da inizio ottobre ad aprile inoltrato»: davanti al deprimente “spettacolo” odierno non si può non rifugiarsi nei periodi molto più faticosi ma anche gratificanti della olivicoltura salentina. Anche qui a Taviano, oggi tristemente con Gallipoli come “il cuore della zona rossa”, da dove sembra essere partita l’infezione che devesta tanta parte del Salento e oltre. A parlare è un anziano e storico frantoiano, con gli occhi lucidi e la voce rotta dall’emozione, Bruno Calzolaro (foto nel suo frantoio), frantoiano 79enne di Taviano che ancora oggi lavora nel frantoio ereditato dal padre Giambattista e messo su nel 1919, dopo il reimpatrio dalla carneficina della prima guerra mondiale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Michele Piccione, Sara Tarantino e Silvia CarichinoNARDÒ. Tre “piccoli” matematici a Milano, direttamente da Nardò e dal liceo scientifico “Galilei” diretto da Emilia Fracella. Lo scorso 13 maggio Michele Piccione e Sara Tarantino (della prima A) e Silvia Carichino (della quinta A, nella foto) hanno fatto capolino alla “Bocconi”, nel capoluogo lombardo, per prendere parte alle finali nazionali dei Giochi Matematici, che in Italia sono organizzati dal centro “Pristem” dell’ateneo privato milanese.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

GALLIPOLI. Breve visita questa mattina del Questore di Lecce, Leopoldo Laricchia, presso la Capitaneria di porto di Gallipoli. Ricordando i propri trascorsi di ufficiale delle capitanerie di porto, Laricchia (livornese, da poche settimane a Lecce) ha passato in rassegna la sede e la sala operativa della Guardia costiera e, a bordo di una motovedetta del Corpo, ha effettuato una ricognizione dei litorali e delle coste gallipolini. «La visita testimonia la sinergia ed i rapporti di stretta collaborazione esistenti tra le forze dell’ordine e i militari presenti su tutto il territorio salentino», si legge nel comunicato della Capitaneria di Gallipoli.

 

Da sinistra, Paolo De Castro e Raffaele Fitto

Da sinistra, Paolo De Castro e Raffaele Fitto

IN EVIDENZA. Un altro passo, forse quello decisivo, per aprire al reimpianto di alberi d’ulivo – resistenti o tolleranti alla Xylella – nelle aree colpite da questa pesta venuta da lontano. Ne hanno dato notizia martedì pomeriggio, 16 maggio, gli europarlamentari Paolo De Castro e Raffaele Fitto (foto). Questa la nota ufficiale: “La Commissione Ue permetterà nelle zone infette della Xylella il reimpianto delle due varietà di olivo, leccino e favolosa, risultate tolleranti al batterio”. I due parlamentari l’estate scorsa avevano presentato una interrogazione su questo decisivo terreno, come dimostrano le aspettative prioritarie di tutti gli operatori. «L’ufficialità – dichiarano De Castro e Fitto – arriverà il 19 giugno ma la decisione presa dal comitato fitosanitario, sostenuta da tutti gli Stati membri ad eccezione solo della Francia, permetterà di creare le condizioni per rilanciare le attività imprenditoriali degli olivicoltori.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

TAVIANO. Una piazza S.Martino gremita come nelle grandi occasioni, la sera del 19, per l’ordinazione di un diacono e di un sacerdote, entrambi di Taviano, e della stessa parrocchia di S.Martino di Tours. Alla presenza del sindaco Giuseppe Tanisi, delle più alte cariche cittadine e di numerosi sacerdoti provenienti dai 19 Comuni della diocesi di Nardò-Gallipoli, il vescovo mons. Fernando Filograna ha ordinato diacono il ventottenne Simone Napoli e sacerdote Luigi Previtero (26 anni). “Gli ordinandi –così si legge nel comunicato stampa della Curia- hanno scelto come luogo per la loro ordinazione, in segno di comunione e gratitudine alla comunità che, insieme alle loro famiglie e ai formatori si sono susseguiti a Nardò e presso il Seminario maggiore a Molfetta e a Roma, li hanno visti crescere e rafforzarsi nella fede e nella vocazione”. Simone Napoli ha frequentato il Seminario regionale a Molfetta e attualmente è collaboratore parrocchiale a Gallipoli presso la cattedrale di S.Agata. Don Luigi Previtero si è formato invece a Roma, presso il Pontificio Seminario Romano ed è stato ordinato diacono il 30 marzo dell’anno scorso. Particolarmente emozionato il vescovo Fernando Filograna che ha dichiarato:” auguro a ciascuno di questi giovani di restare innamorati di Gesù Cristo. Che come innamorati non smettano mai di cercarlo. Lo troveranno ogni giorno visitando le periferie esistenziali, servendo i poveri e gli ultimi”

angelica-pirtoliPARABITA. Un premio nazionale porterà il nome di Angelica Pirtoli. Così la storia della piccola vittima della sacra corona unita, soli due anni e un futuro spezzato dalla crudeltà degli uomini, è pronta a varcare i confini del Salento per farsi monito e spina nel fianco di ogni forma di criminalità organizzata e di chi è ancora convinto che “la mafia non uccide i bambini”. Ad organizzare il premio per la legalità è l’associazione antiracket – antimafia di Brindisi coordinata da Paride Margheriti, a conclusione di un progetto contro le mafie e contro il bullismo che è stato portato nelle scuole di Brindisi e provincia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

RACALE. Sarà sfida tra Donato Metallo e Massimo Basurto per la conquista del seggio da sindaco di Racale e della maggioranza nel nuovo Consiglio comunale che sarà rinnovato l’11 giugno. Metallo, a capo della lista civica “Io amo Racale”, che conta sull’appoggio del Pd, sua area di riferimento, e dell’Udc, ha portato con sé buona parte della sua attuale maggioranza. In lista ci sono gli assessori uscenti Annamaria Errico, Daniele Manni, il vicesindaco Frediano Manni, Antonio Salsetti e i consiglieri Valerio Alfarano, Massimo Minutello, Luigi “Gimmy” Nuzzo (passato in maggioranza a metà legislatura ma eletto con “Alleanza per Racale” con Francesco Cimino candidato sindaco), Giulio Palumbo (eletto consigliere in sostituzione di Lorenzo Ria nella lista “X la città nuova” e poi divenuto indipendente), Daniele Renna e Marianna Tasselli.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Antonio Stea

Antonio Stea

NARDÒ. Finanziamenti per progetti di agricoltura naturale: se ne parlerà venerdì 19 maggio alle 19 presso il parco culturale giovanile “La Saletta” di via Volta. A organizzare l’incontro l’associazione di promozione sociale “Verdesalis”, nata per promuovere agricoltura ecosostenibile nel territorio dell’Arneo e presieduta da Gianni Casaluce. L’incontro, annunciano dall’associazione, vedrà la partecipazione dell’agronomo Antonio Stea (foto), esperto in Sviluppo rurale, che illustrerà le possibilità per le imprese e per i giovani di accedere a bandi e incentivi economici promuovendo progetti di agricoltura naturale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

piazza taurisanoTAURISANO. «Da sindaco e assessore dichiarazioni diametralmente opposte». Il consigliere di minoranza Francesco Damiano risponde all’assessore alle politiche giovanili Fabrizio Preite sulla polemica scoppiata dopo l’avvio dell’iniziativa «Coloriamo la città». Damiano aveva accusato la maggioranza di non aver ottenuto tutti i pareri necessari per la realizzazione dei murales previsti dal progetto. L’assessore, in risposta, aveva parlato di «polemiche sterili, inutili e a tratti offensive». Dopo qualche giorno, poi, il sindaco aveva comunicato a Damiano di aver sospeso la realizzazione di uno dei murales. «Chi ha il dovere di rappresentare l’istituzione comunale – si chiede Damiano – si informa adeguatamente prima di rilasciare dichiarazioni a vanvera? Ci si confronta in giunta sulle questioni per evitare di cadere nell’inopportuna improvvisazione?». L’augurio del consigliere è che «questo ennesimo pasticcio faccia capire alla maggioranza che i tempi del “praticantato” sono ormai abbondantemente scaduti e che la città si trova oggi più che mai in totale stasi». Sulla questione è intervenuto, nell’ultimo consiglio comunale, il primo cittadino: «Nessuna contraddizione», ha assicurato: «Nella delibera non era stato chiesto il parere di tipo urbanistico. Ho risposto ringraziando il consigliere Damiano per aver focalizzato la questione. Mi sono assunto la responsabilità e ho tranquillamente affermato che avremmo provveduto».

Daniele Perulli

Daniele Perulli

ARADEO. Il Consiglio Comunale dello scorso 27 aprile è stato probabilmente l’ultimo con l’attuale sindaco Daniele Perulli. Ed alla fine dei lavori, come poteva essere prevedibile per lui e per il gruppo che guida il paese da vent’anni, a prevalere è stata l’emozione. «Sono entrato giovanissimo ed esco da uomo maturo”, ha dichiarato Perulli nel suo intervento finale di ringraziamento rivolto all’intero Consiglio. È stato per dieci anni vice di Gerardo Filippo e per altri dieci Primo cittadino e quasi certamente non si ricandiderà alle prossime elezioni comunali dell’11 giugno per il rinnovo del Consiglio comunale, come pure si è pensato fino a qualche giorno fa, quando si dava per certo la sua presenza al fianco di Amedeo Giuri.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

enrico tricaricoTAURISANO. Arriva a Taurisano la terza edizione del Concorso musicale internazionale “Giuseppe Tricarico”, dedicato alla figura dell’illustre compositore barocco gallipolino esponente della scuola napoletana che raggiunse la notorietà a Roma, Ferrara e Vienna. Il concorso, organizzato dall’associazione musicale culturale “Il Musicante” di Gallipoli, con presidente il maestro Enrico Tricarico (foto), si svolgerà dal 27 al 31 maggio presso la Sala consiliare della Città.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

RACALE. Entra nel vivo la campagna elettorale per le comunali di domenica 11 giugno. La squadra capitanata dal primo cittadino uscente Donato Metallo (sostenuto da Partito democratico e Udc), candidato sindaco per “Io amo Racale”, è già schierata in campo e attende l’arrivo dei suoi avversari. Massimo Basurto, ex sindaco 2007-2012, sta continuando a lavorare, non senza difficoltà, per la selezione dei candidati che lo accompagneranno nella sfida a Metallo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Da sinistra Saverio Congedo, Oronzo Capoti e Giuseppe Fracella

Da sinistra Saverio Congedo, Oronzo Capoti e Giuseppe Fracella

NARDÒ. Il terremoto politico Mellone- Emiliano, ma non solo quello. I fari mediatici puntati sul Sindaco rischiano di offuscare altri movimenti in atto. Nuovi traslochi o, meglio, nuove “casacche” in maggioranza? L’ultimo ad avvicinarsi alla compagine governativa, come si ricorderà, è stato Mino Natalizio, già assessore comunale in passate giunte di centrosinistra. Ad aprile Mellone ha nominato Natalizio “Coordinatore del Parco di Porto- selvaggio”. Ma qualcosa si muove anche nella destra “classica”. Il consigliere regionale Saverio Congedo, passato di recente dai fittiani di “Direzione Italia” ai “Fratelli d’Italia”, potrebbe portare con sé (ufficialmente o meno) il vicesindaco di Nardò Oronzo Capoti. Eletto nella civica melloniana “Libra” e poi nominato vicesindaco con delega ai Lavori pubblici, Capoti è da sempre vicino a Congedo. A Nardò tra l’altro esiste già, inaugurato ad aprile, un circolo di FdI, del quale fa parte Giuseppe Fracella.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

politica galatoneGALATONE. Trovano conferma i grandi numeri previsti per le elezioni amministrative dell’11 giugno Sette i candidati sindaco di sicuro in lizza, almeno 24 liste a loro supporto sempre in attesa che dallo staff centrale di M5S giunga la risposta alla richiesta di certificazione avanzata dalle due liste con candidati Sebastiano Moretto e Sonia Rizzello. Da ultimo, ha annunciato la propria discesa in campo Sebastiano Zenobini con la civica “Galatone Bene Comune”, ”che raccoglie l’eredità di cinque anni di battaglie sostenute dal circolo politico-culturale 1° Maggio su ambiente, legalità e trasparenza. Occorre recuperare il dialogo con i cittadini attraverso una maggiore trasparenza nell’azione amministrativa, una rendicontazione periodica e un bilancio partecipato», sostiene il 54enne Zenobini.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

L’assemblea dei soci avoltasi al Teatro Italia di Gallipoli

L’assemblea dei soci avoltasi al Teatro Italia di Gallipoli

MATINO. Bilancio approvato con un utile netto di 9,35 milioni di euro e nuove prospettive di mercato per la Banca Popolare Pugliese. Le novità sono state illustrate ai soci dell’istituto bancario presieduto da Vito Primiceri e diretto da Mauro Buscicchio nel corso dell’assemblea dei soci che lo scorso 23 aprile, presso il Teatro Italia di Gallipoli, ha approvato il bilancio stabilendo pure la distribuzione di un dividendo da 7,5 centesimi per azione. La stessa assemblea ha pure confermato Adalberto Alberici, Carmelo Caforio, Cesare Pedone e Vito Antonio Primiceri nella carica di amministratori. I soci hanno poi “preso atto con favore” della decisione di approdare nel mercato secondario. Di alcuni giorni precedenti è stata la deliberazione con la quale il Consiglio di amministrazione ha richiesto l’ammissione di tutti i titoli di propria emissione (ovvero azioni e obbligazioni) alla negoziazione sul sistema multilaterale Hi-Mtf (segmento Order driven). «L’obiettivo che si vuol perseguire – fanno sapere dall’istituto bancario – è quello di consentire, in misura più ampia rispetto all’attuale sistema di negoziazione interno, una maggiore liquidabilità dell’investimento in titoli di propria emissione e ciò, stando alle previsioni, in virtù di un più vasto numero di soggetti partecipanti al mercato».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Andrea Bellisario

Andrea Bellisario

CASARANO. Si intitola “Lasciami per sempre” il nuovo film di Simona Izzo, in programma nelle sale italiane dallo scorso 20 aprile. Nel ricco cast, composto, tra gli altri, da artisti del calibro di Max Gazzè, Myriam Catania, Maurizio Casagrande, Barbora Bobulova e Valentina Cervi, spicca il nome di Andrea Bellisario (foto), giovane attore casaranese alla sua seconda esperienza cinematografica. «È stato un grande piacere e un onore poter far parte di questo progetto. oltre a tutto il cast – ammette Bellisario – voglio ringraziare in modo particolare Simona, non solo perché mi ha dato questa possibilità, ma anche per avermi accolto in casa sua. Insieme a Ricky Tognazzi, mi hanno trattato come un figlio, direi che mi hanno coccolato.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Alessandra Margiotta

Alessandra Margiotta

NARDÒ. La compilation si chiama “Women in black vol.2” e contiene venti brani inediti di altrettante artiste italiane e straniere. Curatrice di questo lavoro, pubblicato a marzo, è la neretina Alessandra Margiotta. Trentanove anni, laureata in pianoforte e musicologia, Margiotta vive a Bologna e collabora con riviste e siti musicali. «Women in Black – racconta – è realizzato con la collaborazione di una giovane etichetta discografica indipendente, Rising Time Production». I brani spaziano dal rhythm and blues al reggae, con stili vocali differenti ma con una vena soul.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Ezio Aceti

Ezio Aceti

CASARANO. “Educare oggi: una speranza possibile” è il tema dell’incontro di quest’oggi, giovedì 4 maggio, in programma alle ore 19 presso la sede dell’Ambito territoriale di Casarano (ex Tribunale. A sviluppare l’importante tematica interverrà il professor Ezio Aceti, psicoteraupeta ed esperto in psicologia dell’età evolutiva autore di numerosi studi su tematiche pedagogiche. Si tratta dell’appuntamento conclusivo (aperto al pubblico) del corso “Genitori in gioco” svoltosi a cura dell’Ambito sociale con la programmazione di una serie di incontri a partire dallo scorso febbraio al fine di sostenere ed educare alle “responsabilità genitoriali”.  «Quello di genitori, è un mestiere difficile che si apprende non solo osservando da figli i propri genitori. Per questo motivo – afferma l’assessore Matilde Macchitella – abbiamo pensato ad un corso gratuito che, grazie all’apporto di professionisti come psicologi, psicoterapeuti, potesse fornire ai genitori buone prassi educative».

 

Voce al Direttore

by -
Probabilmente non arriveranno tutti quelli che hanno cliccato su uno dei siti più famosi in tema di viaggi e vacanze. Ma il dato resta:...