Home Temi Musica
Musica, concerti, band giovanili e sperimentazioni musicali dai Comuni della rete di Piazzasalento

Aradeo – Ricco come non mai il cartellone di eventi estivi allestito dall’Amministrazione comunale di Aradeo che prende il via giovedì 21 giugno con la “Festa Europea della musica” a cura degli “Amici della musica”, alle 20.30 al teatro Modugno. Il sindaco Luigi Arcuti e l’assessore alla Cultura Georgia Tramacere hanno coinvolto tante associazioni del paese per valorizzarne l’immagine e promuovere il suo sviluppo culturale e turistico. Tutti di livello gli appuntamenti proposti: musica, teatro (curato da Koreja),danza, sport, cinema,  scacchi in piazza e moltro altro. Tornano la sagra “te lu pummitoru schiattarisciatu”, la “sagra taraddota” e la “sagra dell’uva” così come  ritorna la “Festa dei nuovi 18enni”, ai quali verrà consegnata copia della Costituzione italiana. Non mancherà l’ormai imperdibile serata culturale “Serata di versi – Notte della Cultura”, con la presenza di vari scrittori e le incursioni musicali del cantautore Ciccio Zabini.

A luglio la “Notte de lu Zimba” e pure il Carnevale  La presentazione dell’intero programma, curata da Michele Bovino, si è tenuta martedì 19 giugno nell’accogliente spazio antistante il Kirghisia Bistrot. Tante le novità di quest’anno: dal concerto musicale dei Jant-Africa music&dance from West Africa per la “Giornata dell’integrazione”, con la presenza di Cecilia Strada, alla “Notte de lu Zimba” del 18 luglio, in occasione del decimo anniversario della scomparsa del notissimo artista aradeino. A lui verrà anche intitolato l’Anfiteatro comunale. Attesissima poi “La notte bianca del Carnevale Aradeino” nella quale torneranno in mostra i grandi carri della sfilata carnevalesca in una notte che si preannuncia ricca di sorprese e di  eventi collaterali.

Luxuria e De Andrè Altra importante novità la “Festa dell’emigrante” a cura di Arataion.it e la “Festa del nostro migliore amico a 4 zampe” in collaborazione con l’associazione animalista “Mondo Nuovo” randagi e ambiente. A fine agosto Vladimir Luxuria nella “Ballata degli esclusi, incontrando Faber”, un recital ispirato al repertorio di Fabrizio De Andrè.

Nardò – “Va’ al diavolo!”: rock band emergenti pronte a sfidarsi per conquistare la partecipazione alla settima edizione della “Sagra del Diavolo – Festa di arte, musica e altre eresie” in programma a Galatone dal 18 al 20 agosto. Insolito e suggestivo teatro della sfida sarà la Cantina Sociale di Nardò di via De Gasperi (foto). Qui giovedì 21 giugno (ore 21, ingresso libero), si alterneranno sul palco sette gruppi musicali, tre dei quali potranno poi aprire la nota “sagra” agostana del rock nata nel 2012 da un’idea del chitarrista e cantante di Galatone Luigi Bruno (foto). A organizzare l’evento è l’associazione galatonese “Collettivo Sbam” in collaborazione con il pub neretino “Donegal Public House” e l’assessorato al Turismo del Comune di Nardò guidato da Giulia Puglia. Il giudizio finale sarà affidato sia al pubblico presente al concerto che a una giuria di qualità. Quest’ultima assegnerà anche un premio della critica che permetterà di registrare gratuitamente un singolo al “Giallo Studio” di Alezio. Le sette band che si esibiranno “in cantina”: Planimo, The Clips, Daltonic Blue, MaYha, Camden, Bravata e Federica Palma. Per informazioni: sagradeldiavolo@gmail.com oppure associazionecollettivosbam@gmail.com.

Quella del 21 giugno non è la prima collaborazione tra il “Collettivo Sbam” e la Cantina Sociale di Nardò. In occasione dell’ultima Festa del Crocifisso del maggio scorso a Galatone infatti, il “Collettivo Sbam” nella sua sede di piazza Costadura ha aperto il tesseramento 2018 offrendo ai suoi ospiti i vini della cantina neretina e domenica primo luglio la stessa cantina di Nardò ospiterà dalle 18 un’altra iniziativa dello “Sbam”: la mostra artistica collettiva “Il cielo non c’è – Bastiano Jey”.

Gallipoli – Disponibile in radio e in tutti gli stores digitali, “Libero”, il primo singolo del cantautore SorVè, nome d’arte di Elvezio Reho. Una storia musicale partita a 14 anni in Svizzera, ad Aarau. “Già allora con la mia band divoravo il palco – spiega Reho – e la musica era la mia guida tra tante scorribande”. Dopo Roma, il trasferimento nella Città bella: “A un certo punto il richiamo del mare si è fatto sempre più forte, ed è così che ho deciso di stabilirmi in pianta stabile a Gallipoli. È qui che ho fondato la Banda D’Elvezio, ed è qui che è iniziata la mia collaborazione con quei grandi musicisti e amici che mi hanno permesso di sperimentare nuovi e diversi generi musicali”. Tra loro Aldo Natali, che ha prodotto il primo disco del musicista salentino d’importazione, curandone anche gli arrangiamenti. E Mimì Petrucelli, il quale si è occupato dei testi dei brani, musicati da Reho. Il disco, in uscita dopo l’estate, è una raccolta di singoli che spaziano dal blues al jazz, dal pop al funk fino a toccare anche il rock. Il singolo è invece accompagnato da un videoclip targato Springo Studio (regista Federico Mudoni di Alezio).

 

Galatone – Sono oltre 50 gli appuntamenti dell’edizione 2018 dell’Estate Galatea. Il cartellone proposto dall’Amministrazione comunale coinvolge numerose realtà locali con sei saggi di danza e numerose feste patronali. Tra le novità collegate alle tante serate in programma una riguarda la viabilità visto che, dal 15 giugno, il centro storico resta chiuso – almeno in parte – tutte le sere: fino al 15 settembre, a partire dalle 19, piazza Costadura e piazza Santissimo Crocifisso saranno interdette al traffico, mentre durante il week-end l’area off limits alle auto sarà estesa su altre strade del borgo antico, a partire da via san Sebastiano e piazza San Demetrio. L’accesso resta garantito ai residenti, come garantito dal Comune, anche se non manca chi si lamenta per le difficoltà. «Mi sento in dovere di ringraziare calorosamente tutte le associazioni – ha commentato il sindaco Flavio Filoni (sua la delega alla Cultura) e tutte le persone che hanno collaborato con passione e dedizione per la creazione di questa rassegna di eventi».

Torna il Salento book festival Dopo gli ospiti del Salento book festival, che dopo aver portato in città Francesco Giorgino, Dario Franceschini, Roberto Napoletano e  Francesco Sole tornerà con Serena Dandini, il 23 giugno al Marchesale, il duo tugliese Mino De Santis-Fabrizio Saccomanno (1 luglio), Fabio Calenda e Peppe Vessicchio (6 luglio), la compagnia teatrale Poieofolà e le scrittrici Rossana Gabrieli e Ada Fiore (7 luglio). Tanto spazio al teatro: il 22 giugno la compagnia “Salvatore Della Villa” porterà al Comunale di via Diaz l’opera “Je me fous du passè”, e sempre al Comunale il 24 luglio “Ognuno ha l’infinito che si merita”, mentre il 2 luglio al Marchesale sono gli studenti del “Medi” a inscenare lo spettacolo “Il vestito nuovo dell’imperatore”. Il 22 agosto la “Compagnia Diversamente Stabile” porta la commedia “La cena dei cretini”, mentre è a cura della cooperativa sociale “29 novembre” l’opera “Macramè” del 29 agosto.  Torna anche quest’anno la rassegna in vernacolo “Vox Populi” (30 luglio – 5 agosto) curata dalla compagnia di Santu Luca, con serata finale il 20 agosto.

Gli eventi in cartellone Numerosi sono gli altri appuntamenti “riconfermati”: tre giorni (18-19-20 agosto) per la “Sagra del Diavolo” del Collettivo “Sbam”, quest’anno alla “Seta Rossa”; giunge invece alla tredicesima edizione il festival del cortometraggio “Gabriele Inguscio”, in programma il 13 e il 14 luglio. Tornano anche “Galatone in Giallo zafferano” di Itaca onlus (12 luglio), la Sagra del Carnevale (11-12-13 agosto) e l’Expo canina (26 agosto) curata da Open Your Mind, oltre a “Galatonesi nel mondo” del 29 luglio (di AssoMigranti), e a “Tempo di Musica” di “A Levante” e “Piccolo Principe” (il 25 luglio), che invece il 9 dello stesso mese saranno impegnate ne “I luoghi della poesia di Ercole Ugo D’Andrea”. Altrettante sono le novità che per la prima volta approdano sull’agenda dei galatei: la prima stracittadina “Memorial Mario Nachira” del 15 luglio, a cura di “Dojo Bushi”, l’ensemble “Tito Schipa” il 6 agosto, l’”Alba degli angeli” – al sorgere del sole del 10 agosto – alla Reggia, e l’esibizione dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta del 31 agosto.

Da “GiroSapori” a La Corrida in parrocchia Il 21 e il 22 luglio nel centro storico c’è “GiroSapori” della Cooperativa di Comunità (che l’8 e il 28 luglio presenta invece “Jazz in Rosa” al Palazzo Marchesale), mentre sono in tutto quattro le iniziative in programma al Villaggio Santa Rita: “Cena a Tavola” il 4 agosto, curato da Gust’Arte, il concerto di Alessandra Ciaulo il 7, la Corrida del 14 e la commedia “All’ottavo creò la socra 2” del 16 . Ci sono anche la “Corrida” itinerante promossa dalla parrocchia Santi Medici e le mostre curate dal fotoclub “L’Occhio”, oltre alle iniziative promosse nel rione Fulcignano dall’omonimo Comitato di Quartiere (il 18 luglio la proiezione di “Gitanistan”, il 16 settembre il “Biliardino a Fulcignano”). Il 19 luglio l’Anpi festeggia i settant’anni dalla Costituzione nel giardino del Marchesale, mentre il 13 agosto il centro studi Arpa presenta il libro “Musica e tradizione orale nel Salento. La registrazione di Lomax e Carpitella del 54” in piazza Costadura. In campo con i rispettivi tornei di burraco (27 luglio e 7 agosto) anche Milan Club (che il 9 agosto propone il calciobalilla umano) e Inter Club.

Parabita – È uscito oggi in radio e sui digital stores “Tutto sa di noi”, il nuovo singolo di Niro, alias Gervasio Provenzano, un brano estivo, allegro e ritmato che punta a diventare il nuovo tormentone dell’estate 2018. Il brano, con musica e testo dello stesso Niro, racconta di un amore capace di resistere al tempo e alle difficoltà. «È un’ode all’amore. A parlare – commenta Provenzano –  è un uomo che crede fortemente nel suo sentimento e spera in una magia che possa tornare ad essere vissuta». Frizzante e scanzonato anche il video, girato sulle strade e sulle spiagge di Gallipoli, con il cantante attorniato da ballerine e belle donne. Il brano è prodotto dalla casa discografica Redland Music di Lelio D’Aprile & Matteo Tateo. Lo scorso anno il 25enne di Parabita si è distinto anche come semifinalista di “Area Sanremo 2017”, mentre l’esordio musicale risale al 2015 con la pubblicazione del suo primo singolo “Mondo Zero”, seguito nel 2016 con “È questa la realtà”.

Gallipoli – Proseguono gli appuntamenti della quinta edizione del festival musicale “Terra tra due mari” a Gallipoli, promosso dalla Pro loco e dal Comune insieme all’associazione “Il Musicante”, che anche quest’anno richiama le tradizioni locali, promuove il territorio la sua cultura. Domenica 17 giugno, in occasione dei solenni festeggiamenti in onore di San Luigi Gonzaga, nella Basilica concattedrale “Sant’Agata” di Gallipoli alle ore 20 si terrà il concerto “O quam suavis” del coro Parsifal, coro di interesse nazionale diretto dal maestro Andrea Crastolla, che eseguirà musiche di Giovanni e Andrea Gabrieli, Claudio Monteverdi, Franz Liszt, e Benjamin Britten. Eseguiranno inoltre letteratura musicale contemporanea di Mauro Zuccante ed Enrico Tricarico.

Domenica 24 giugno invece l’appuntamento sarà in piazza Aldo Moro alle ore 21 con l’evento “La caminante”, dedicato al tango. Si terrà infatti un concerto di tango con la cantante Ana Paula Esteban, direttamente da Buenos Aires, accompagnata da Vincenzo De Nitto alla fisarmonica. Durante il concerto si svolgeranno poi le performance danzate dei ballerini di tango Angela Quaquarella e Mauro Rossi, Stefania Filograna e Giuseppe Marsina. Dopo il concerto la piazza sarà la pista della “milonga” musicalizzata da Tiziana Corti; saranno esposte inoltre delle tele dedicate al tango dell’artista Michela Bidetti.

L’altro appuntamento sarà poi per sabato 14 luglio sempre in piazza Aldo Moro, prestigioso e di notevole grado musicale: protagonista sarà l’orchestra di fiati jonico salentina diretta dal Maestro Ten. Colonnello Leonardo Laserra Ingrosso, direttore della banda musicale della Guardia di Finanza. Per l’occasione del 150esimo anno rossiniano, saranno eseguite musiche di Gioachino Rossini, e poi di Leonard Bernstein, Pëtr Il’ič Čajkovskij ed Enrico Tricarico. L’ingresso al concerto sarà alle ore 21.00, inizio concerto alle 21.30. Info presso la Pro loco di Gallipoli o al 0833 264283 – 334 6784942. Il festival “Terra tra due mari” continuerà per tutta l’estate con altri sette appuntamenti musicali fino al 5 ottobre.

 

Gallipoli – Grande e sentita la partecipazione di domenica sera in piazza Tellini per l’evento #ParcoGondarCommunity, nato a sostegno dell’omonimo e famoso contenitore musicale, artistico e culturale che quest’anno resterà chiuso per le note vicende giudiziarie in corso. L’iniziativa, nata per volontà di artisti e associazioni varie, è stata presentata dalla signora” Vata” (Alberto Greco) e la “Ttina” (Luana Greco), che hanno lanciato anche una divertente sfida al pubblico durante la serata per cercare i loro degni “sosia”. Oltre trenta gli artisti protagonisti della manifestazione, tra cui Io te e Puccia, Papachango, La Municipàl, Bundamove, Crifiu, Mistura Louca, Cesare dell’Anna, Luigi Bruno, Jean Michel Byron & Ivan Margari + Broken Building, Kalinka, Antonio Mastria e Caffeina Band, Resina Sonora, Gigni Five, Cafè Chinasky, Natural Mystic e Alessandro Solidoro; e poi ancora la musica di Bar Italia e i djset di Kalibandulu, Tetrixx, Luca Tarantino, Washing Rock Machine, Kooloometoo Sound Boy, Heart on Fire, Run It Sound, Andrea Fsk, Kaikko, Davide Giannelli e Maurice G. Presenti anche i banchetti delle associazioni sostenitrici tra cui Legambiente, Fidas, Avis, Arcobaleno su Tanzania, La Band di Babbo Natale, con spettacoli teatrali a cura dei Ragazzi di Via Malinconico e Improvvisart, giocolieri, artisti di strada, aree dedicate all’animazione dei bambini, flashmob e manifestazioni sportive con la musica delle due bande cittadine, “Filarmonica” e “Santa Cecilia”.

“L’evento si è svolto nel migliore dei modi – afferma Matteo Spada, presidente dell’Associazione commercianti e imprenditori che ha lanciato l’idea – con anche molti bambini e famiglie provenienti dai paesi vicini. Tra i vari contributi sul palco, c’è stato quello della “Band di Babbo Natale”, che ha dichiarato di aver raccolto oltre 10mila euro grazie ai ragazzi del Parco Gondar, da destinare all’ospedale di Lecce ed al reparto di Oncologia pediatrica. Siamo riusciti anche a ritagliarci qualche minuto per parlare della questione molto particolare del call center di Gallipoli che è stato appena chiuso. Insomma, una grande kermesse dove tutti gli artisti, a titolo gratuito, hanno voluto esibirsi per ringraziare il Parco Gondar e testimoniare cosa ha rappresentato per loro in tutti questi anni”.

“Io non posso dimenticare le varie volte in cui il Parco Gondar ci ha ospitato – afferma Francesco Ripa, presidente dei donatori di sangue Avis di Gallipoli – ed un momento particolare fu quando, durante un’edizione di Salento Sport Convention, avvisarono il pubblico che, anche chi non stava prendendo parte alle gare, poteva fare una donazione di sangue; così ci raggiunsero i genitori, parenti e amici degli atleti. Questa fu un’iniziativa che mi emozionò ed io oggi mi sento in dovere di ricambiare quello che il Parco Gondar ha fatto per noi; perché c’è imprenditoria, ci sono giovani che lavorano e che lo fanno con altruismo e solidarietà e che promuovono il nostro territorio”.

Tutti gli artisti hanno lanciato dal palco il messaggio che il Parco Gondar è una realtà che non deve chiudere, superando le attuali difficoltà. C’è anche chi è venuto dalle Canarie per dimostrare la sua solidarietà, come Tiziano “Paparina”: “E’ il minimo, dopo tutto quello che il Parco Gondar ha fatto per me e per la gente. Mi sentivo in dovere di essere presente a questa manifestazione; è come restituire una parte di quello che la grande famiglia del Gondar ha dato in questi 10 anni; ed è bello rivivere, anche se solo per una sera, quell’atmosfera di sorrisi e di festa e di altro ancora”.  “Io sono qui – dice Jerry “Rifle” Bramato – perché il Parco Gondar è ormai una istituzione; i Resina Sonora sono stati accolti tante volte e per noi è sempre stato un posto che ha fatto la differenza in un mare di differenziata; quindi Parco Gondar sempre e per sempre”. Aggiunge Antonio Mastria, dei Caffeina Band: “Il Gondar è una grande realtà, che ha dato la possibilità di esprimerci in qualsiasi modo a livello musicale, artistico ed anche culturale. Si è stati bene insieme e l’auspicio è che si continui ancora su quella strada”. “Chiunque fa musica nel Salento ha avuto a che fare con il Parco Gondar – ha concluso Andrea Pasca dei Crifiu – quindi, tener chiusa una struttura del genere è un po’ come tener chiuso una parte dello spirito, una parte dell’anima musicale del Salento, e noi crediamo che non sia una cosa da poco. Speriamo che tutto si sistemi per il meglio e che il Parco Gondar continui a vivere”.

 

Nardò – Giovane musicista neretino tra i venti selezionati italiani per un mese di residenza artistica a Vienna. Si tratta del pianista William Greco (foto), classe 1987, scelto dall’Associazione italiana musicisti di Jazz per prender parte a un’importante iniziativa che mira alla crescita dei nuovi talenti dello Stivale. L’annuncio dei vincitori risale allo scorso marzo (durante un incontro alla presenza dell’allora Ministro per i Beni culturali Dario Franceschini e del musicista Paolo Fresu) ma la partenza per l’Austria è prevista in questi giorni.

Dal 14 giugno al 15 luglio infatti Greco e i suoi colleghi saranno ospiti dell’Istituto italiano di cultura di Vienna. Qui il talento neretino, oltre a lavorare su una sua composizione originale, vivrà gli ambienti musicali viennesi sotto la guida del direttore d’orchestra Georg Gräwe. Fino ad arrivare alle esibizioni dal vivo: il 21 giugno Greco suonerà in un recital nell’Auditorium dell’Istituto di cultura nell’ambito del Festival “EunicMusikfest in Wien” e il 25 giugno alle 15.30 si esibirà al pianoforte nella Casa di detenzione femminile di Schwarzau. Inoltre sarà protagonista dell’Hauskonzert “Schubert e jazz”, concerto in un’abitazione privata viennese incentrato sul grande compositore austriaco.

Nonostante la giovane età, Greco ha già un ricco curriculum artistico e si è esibito in teatri e jazz-club italiani ed esteri con Paolo Fresu, Raffaele Casarano, Giuliano Sangiorgi, Marco Bardoscia, Peppe Servillo, Fiorella Mannoia, Roberto Vecchioni, Franco Simone, Gaetano Partipilo, Luca Aquino, Attilio Zanchi e altri. L’ultimo successo è di poche settimane fa. Nel Beneventano ha conquistato il Primo Premio assoluto al Premio Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” nel concorso internazionale di esecuzione musicale “Città di Airola”. Già artista residente all’Istituto Italiano di Cultura a Parigi nel 2016, Greco è allo stesso tempo un concertista classico e un compositore e improvvisatore jazz, sempre in bilico fra queste due anime. Discografia: nell’ottobre 2015 esce “Corale”, suo primo album solista che spazia dalla musica classica al jazz. Ad ottobre 2017 invece viene pubblicato “Lumina”, dieci brani prodotti dall’etichetta discografica TǔK Music di Paolo Fresu.

 

 

 


Questo messaggio e’ stato analizzato con Libra ESVA ed e’ risultato non infetto.
Clicca qui per segnalarlo come spam.
Clicca qui per metterlo in blacklist

Gallipoli – Miss Mondo Italia 2018 giunge al capolinea. E’ infatti iniziato il conto alla rovescia per conoscere la più bella di quest’anno, che rappresenterà poi l’Italia alla finale internazionale di Miss World, in programma l’8 dicembre in Cina sull’isola di Hainan. La finalissima, che si tiene oggi, domenica 10 giugno alle ore 21 al Teatro Italia, sarà ad ingresso gratuito su decisione del direttore nazionale, Antonio Marzano, e le porte del Teatro si apriranno già alle 19.
Conduttore dell’evento sarà Stefano De Martino, reduce insieme ad Alessia Marcuzzi dall’ultima edizione dell’Isola dei famosi. Tra gli ospiti annunciati, ci sarà l’attore Fabio Fulco, la showgirl Cecilia Capriotti, il giornalista Alessandro Cecchi Paone, l’inviato di Striscia La Notizia Luca Abete, il pianista e cantante Matthew Lee, la boy band The Bootle’s da “Tu Si Que Vales”, il cabarettista ed attore romano Antonio Giuliani ed infine Valeria Altobelli, Miss Mondo Italia 2004 ed oggi show girl e concorrente di “Tale e Quale Show”. Ci saranno anche Miss Mondo Italia 2017, Conny Notarstefano; Maddalena Triggiani, la stilista che vestirà le miss per la finale di domenica e la neo eletta Miss Mondo Italia in Cina, oltre ai massimi i responsabili delle aziende partner, tra cui i responsabili della Vitality’s e Pablo, direttore artistico di Gil Cagne e Fulvio Cerutti, giornalista e uno dei responsabili del portale LaStampa.it e LaStampa.it.tv.

Sono state intanto assegnate ufficialmente tutte le fasce speciali collegate alla kermesse (oltre a quelle di Miss del Web by Agricola, Talent, Sport, Beach e Model, già “indossate” nei giorni scorsi). La fascia di “Miss Vitality’s” è andata alla 18enne Aylin Nica, dell’Emilia Romagna; “Miss Gil Cagné” è invece Wei Wei Lin, miss veneta ma dalle origini orientali. Ad aggiudicarsi la fascia di “Miss Social Urbanart”, collegato al contest on line su facebook, è stata poi la siciliana Jessica Ienna. La fascia di “Miss Caroli Hotels” è stata invece vinta dalla 17enne toscana Alice Quattrini; la fascia di “Miss LaStampa.it” è andata infine alla 23enne umbra, Alessandra Tassi, mentre il “Dress Award”, premio per miglior abito indossato dalle miss finaliste, è andato infine a Erika Lamberti, campana di 17 anni che ha indossato nella cena di Gala un abito dello stilista Gianni Cirillo. (nella foto Miss Villa Meridiana di Leuca)
La finale di domenica si potrà seguire in diretta streaming sul canale Facebook di Miss Mondo Italia a partire dalle 21.

Chiesanuova (Sannicola) – Appuntamento a Chiesanuova, il 12 e 13 giugno, per i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova, “santo amato perchè dalla parte dei poveri e degli ultimi”, come  afferma il parroco don Gino Ruperto. Martedì 12, alle ore 20.30, per le vie del paese si snoderà la processione accompagnata dalla Banda municipale di Matino. Alla sua conclusione, circa alle 21.30 ci sarà lo spettacolo degli Schiattacore, il gruppo musicale sannicolese nato nel 2002 e composto da Marco , Ylenia e Francesco Giaffreda, Bruno Scorrano, Antonio Marulli , Gabriele Pastore e dalle ballerine Gloria Guido, Francesca Giaffreda, Maricò Sarcinella. Il giorno dopo durante la messa delle 10, presieduta da don Oronzino Stefanelli, docente di “sacra scrittura” e  vicario della parrocchia Sant’Agata di Gallipoli, saranno benedetti e distribuiti i tradizionali “pani di sant’Antonio”. In serata alle 21.30 avrà luogo lo spettacolo comico di cabaret con “I MalfAttori”, ovvero  Sabina Blasi, Giampaolo Viva, Sergio Orlanduccio e Roberto Rovito,  e gli “Scemifreddi” trio comico di San Cesario composto da Anthony Fracasso, Cristiano Nobile e Tonio Rollo.

 

Morciano di Leuca – Si chiama “Evento d’Estate” la manifestazione prevista per domani, domenica 10 giugno, contro ogni tipo di dipendenza. Ad organizzare questa forma alternativa di sensibilizzazione nei confronti del multiforme problema, sono il Comune di Morciano di Leuca, l’associazione Li Diavulicchi e l’Ambito sociale territoriale di Gagliano del Capo. Sport, musica, giochi di squadra, animazioni allieteranno la giornata. Una caccia al tesoro farà da sottofondo alle attività, che inizieranno alle 9 presso la villa comunale di Morciano di Leuca, per proseguire a partire dalle ore 17 presso i campetti del paese.
““Evento d’estate” – afferma il presidente dell’associazione Li Diavulicchi, Vito Abaterusso (foto) – non è alla sua prima edizione, ma è la prima volta che viene dedicato a questo tema, sulla scia di un progetto comunale finanziato dall’Ambito sociale di Gagliano del Capo. Abbiamo scelto la formula della festa per stimolare i ragazzi al gioco genuino, al piacere della riscoperta dello “stare insieme” e per dare un’occasione in più per fare comunità tra i giovanissimi. Uno spirito che con l’avvento delle nuove tecnologie si è perso e in questo è facile intravvedere una concausa, all’interno di altri fattori scatenanti, del manifestarsi di atteggiamenti e comportamenti “devianti”. La festa è rivolta a ragazzi da 10 a 18 anni. Abbiamo organizzato la giornata in due fasi e questo ha previsto uno spostamento del centro delle attività che si concluderanno presso i campetti che saranno la sede di un divertimento puro: animazione con la presenza di clown, gonfiabili e tanto altro per bambini e ragazzi. Tutte le attività, compresa quella di degustazione, sono sostenute dalle forze volontarie dei soci dell’associazione Li Diavulicchi”. La partecipazione ai giochi è gratuita e l’iscrizione scade oggi, 9 giugno.

La premiazione dei vincitori avverrà alla presenza del Sindaco Luca Durante e dell’assessore Lorenzo Ricchiuti. Al termine la band “Leggera Follia” allieterà la chiusura con la sua musica. “A chi vorrà condividere con noi il nostro entusiasmo – conclude Abaterusso – offriamo il nostro tempo, l’organizzazione, panini e bibite per rifocillarci e per ricordarci che la vita più semplice è sempre e solo un donarsi”. Per info 340 5438639.

Gallipoli – Anche da chiuso (momentaneamente), il Parco Gondar fa discutere ed anche litigare sostenitori ed avversari. Mentre si prepara il “Parco Gondar Community” di domenica con l’elenco degli artisti che si allunga, entra in campo con una voce piuttosto severe Marcello Seclì, presidente di Italia Nostra, sezione  Sud Salento. Seclì non se la prende solo con l’iniziativa, nata per mettere insieme con spirito solidaristico, quanti vogliono manifestare il proprio sostegno alla principale struttura d’intrattenimento del Sud Italia, quanto con un’associazione ambientalista che si sarebbe inserita “scandalosamente”  tra i promotori della  manifestazione pubblica. Il sodalizio non viene citato ma l’unico con quelle caratteristiche che ha aderito è Legambiente, circolo locale, quindi non si scappa.

“La Sezione Sud Salento di Italia Nostra, impegnata da sempre nella difesa dei beni ambientali, paesaggistici e culturali del territorio salentino ed anche di Gallipoli – scrive in una nota diffusa questo pomeriggio – sente il dovere di prendere la più totale distanza da tale iniziative che avrà il solo effetto di distrarre i cittadini dalla primaria esigenza di tutelare le aree naturali (ancorché protette) mettendo in cattiva luce l’operato della Procura della Repubblica e delle Forze dell’ordine che, spesso, sono costrette ad intervenire per reprimere comportamenti illeciti che arrecano danno alle risorse primarie

Marcello Seclì

del territorio”. “Italia Nostra” sottolinea che, a parere del firmatario della presa di posizione “trattasi di una struttura di 30.000 mq in cui si svolgono le più svariate attività ludico-ricreative (discoteca, concerti, spettacoli, pizzeria, sport, giochi, pub) che la Procura della Repubblica di Lecce ha posto sotto sequestro in ragione che su una parte di tali aree  (classificate Siti di interesse comunitario e Zone di protezione speciale, in parte anche demaniali) sono state realizzate abusivamente alcune infrastrutture”. “In una città drammaticamente esposta ad una serie di problematiche di carattere ambientale, spesso correlate ad un modello di economia turistica assolutamente insostenibile – attacca ancora Seclì – risulta ancora più scandaloso rilevare la partecipazione in detta manifestazione di un’associazione che si qualifica ambientalista e che , invece di denunciare abusi e comportamenti illeciti, non ha avuto il ritengo nel mettersi alla testa di una iniziativa che certamente non risponde agli obiettivi che l’associazione dovrebbe perseguire”.

Interpellato per una eventuale replica, Maurizio Manna, esponente locale e dirigente regionale di Legambiente, rimanda alle motivazioni già espresse su piazzasalento circa l’adesione all’iniziativa pro Gondar: “Legambiente non si è mai tirata indietro nel denunciare le irregolarità verificatesi sul territorio – aveva dichiarato Manna – ma in questo caso non posso non sottolineare la valenza sociale ed economica della struttura: moltissime iniziative sociali hanno avuto luogo nel Parco Gondar: non dimentichiamo ad esempio quella in occasione del referendum contro lo trivelle ad aprile 2016, una delle iniziative più significative a livello regionale, ma anche altre manifestazioni di carattere sportivo come la Salento sport convention o dedicate agli studenti come la giornata dell’Arte”. Per Manna il Parco Gondar “significa avere un luogo dove comunicare buoni e sani principi, tematiche di carattere globale non solo locale; e questo lo si fa anche attraverso la scelta degli artisti, con tematiche importanti con cui si diffondono i principi dell’inclusione, della globalizzazione, della fratellanza e della giustizia sociale”.

Acquarica del Capo – “Grano in festa 2018”, uno degli eventi più importanti dell’estate salentina che si svolge nella magica atmosfera della Masseria fortificata di Celsorizzo ad Acquarica del Capo,si prepara mentre trapelano le prime anticipazioni di quella che sarà un’altra grande festa. Questa edizione avrà come novità la super ospite Giusy Ferreri che si esibirà nella serata del 29 luglio. La cantante porterà dal vivo il suo repertorio formato da una serie invidiabile di successi: da “Non ti scordar mai di me”, “La Scala”, “Il Mare Immenso”, “Ti porto a cena con me” fino alle più recenti “Roma-Bangcok” e “Volevo te”. Giusy Ferreri torna in tour a distanza di oltre un anno dal suo ultimo concerto; nonostante la pausa dovuta alla maternità, il suo successo non si è mai arrestato neppure nei mesi di inattività: il singolo “Partiti adesso” è stato infatti il brano italiano più ascoltato del 2017 dalle radio durante la scorsa estate, confermando Giusy Ferreri tra le principali hit-maker italiane.Inoltre, Il suo ultimo album in studio “Girotondo” (Sony Music), uscito a Marzo 2017 contiene, oltre a “Partiti adesso” , il brano “Fa talmente male” presentato a Sanremo 2017.

La manifestazione promossa dal comitato “Grano in festa” con il patrocino del Comune, nelle precedenti edizioni ha raggiunto e superato i 100mila visitatori, turisti che ogni anno sono pronti a tuffarsi nelle tradizioni salentine attraverso la musica e i prodotti tipici della gastronomia. “Stiamo lavorando da tempo e manca poco per ultimare i dettagli delle tre serate, precisamente 27-28-29 luglio – dice il presidente del comitato, Sergio Ponzo – a breve sarà pronto il programma completo con tutte le novità e i dettagli di questa edizione”. Sono molti a chiedersi se potrebbe esserci anche il cantante di Presicce Matteo Cazzato, reduce dal talent show “Amici 17” di Maria De Filippi in cui la cantante Giusy Ferreri, ha più volte dichiarato fin dalle prime puntate della trasmissione di credere nelle potenzialità del giovane considerandolo uno dei migliori talenti. Per saperne di più bisognerà attendere i prossimi giorni.

Gallipoli – Una settimana in consolle per regalare la giusta colonna sonora ai tramonti gallipolini ormai famosi in tutto il mondo. E’ l’idea nata da Caroli Hotels per celebrare la cultura dell’aperitivo sulla spiaggia e arricchire la vacanza dei suoi ospiti presso l’Ecoresort Le Sirenè. Il progetto “TRS Rosso di Sera Dj Contest”, realizzato in collaborazione con le principali academy di deejaying italiane, selezionerà i migliori corsisti dj emergenti che saranno ospiti della struttura e vinceranno un soggiorno di una settimana per due persone nei Caroli Hotels di Gallipoli, dove potranno esibirsi in consolle della Terrazza Rosso di Sera negli happening fino al tramonto per una settimana. Terrazza Rosso di Sera apre quindi lo stage ai giovani talenti per dare forma alla sua line-up estiva, tra drink e tramonti mozzafiato.

Per partecipare al concorso i candidati dovranno essere presentati dal responsabile della scuola per dj presso la quale hanno frequentato almeno un corso nell’anno 2018, inviando entro il 20 giugno a social@carolihotels.it il link Youtube di una clip di 5 minuti ed una scaletta di 30 brani. Dal 30 giugno al 7 luglio si aprirà la votazione da parte della giuria formata da produttori musicali, musicisti, affermati DJ e dirigenti dei Caroli Hotels; in base a tecnica di mixaggio, creatività presenza scenica, saranno sei i dj scelti per  esibirsi per una settimana in consolle dalle 18,30 al tramonto alla Terrazza Rosso di Sera e vincitori del “TRS Dj Contest” di un soggiorno per una settimana per due persone ospiti in camera matrimoniale con trattamento di pensione completa presso l’Ecoresort Le Sirenè di Caroli Hotels a Gallipoli. I sei dj, durante la settimana di esibizioni e per tutto il periodo del “TRS Dj Contest” collezioneranno voti sul sito www.carolihotels.it. Il 1 settembre 2018 il più votato on-line sul sito e sui canali Facebook carolihotels vedrà la pubblicazione del proprio album a cura di Caroli Hotels.

 

 

 

 

 

Galatina – Giunto alla terza edizione, il Doctor Jazz Salentum Festival diventa itinerante.  Nato a Muro Leccese nel 2016 in memoria di Antonio Culiersi, farmacista appassionato di jazz – fra i fondatori di Umbria Jazz e animatore del mitico Pub Underground di Maglie – dopo il grande successo ottenuto nelle precedenti edizioni, quest’anno l’evento prevede diversi appuntamenti in territorio salentino.

Archiviata la tappa a Calimera dello scorso 21 aprile, l’8 giugno alle ore 21:30 nel chiostro dell’ex Convento delle Clarisse, in piazza Carlo Galluccio a Galatina sarà di scena Fulvio Palese (di Racale) con in suo “special trio” (Pietro Vincenti al piano e Francesco Pennetta alla batteria). La band, che a giugno sarà ospite del Jazzit Fest che si terrà ad Montegrosso/Andria, presenterà il nuovo cd del saxofonista salentino intitolato “Alétheia”, pubblicato lo scorso novembre per la prestigiosa etichetta AlfaMusic. Loro ospite in alcuni brani sarà il jazz vocalist Simone Orlando, enfant prodige di appena 17 anni.

La serata sarà aperta da un simposio sul tema “La fenomenologia del jazz come volontà di liberazione e come sfida della contemporaneità”, con la presenza e le relazioni del prof. Antonio Quarta, docente universitario di Storia della Filosofia contemporanea e del prof. Maurizio Nocera, antropologo, saggista, critico letterario e segretario provinciale Anpi di Lecce. Introdurrà il dottor Salvatore Coluccia, Presidente del Club Unesco di Galatina. L’evento è organizzato da Daria Vernaleone, in collaborazione con il Comune di Galatina e con il Club per l’Unesco del luogo, con la direzione artistica di Elisabetta Guido e Romualdo Rossetti.

Aradeo – “Gran concerto” per la Festa della Repubblica promosso ad Aradeo dall’associazione “Amici della musica” in collaborazione con l’Amministrazione comunale sabato 2 giugno alle ore 20,30 al teatro comunale “Modugno”. L’appuntamento, giunto alla 18^ edizione, è quest’anno con la Youth Orchestra di Aradeo diretta dal M° Luigi Varallo e con il coro polifonico Amici della musica ed il coro voci bianche “Laeti cantores” diretti dal M° Danilo Cacciatore. Novità assoluta di questa edizione è la presentazione della “Youth orchestra” di Aradeo che, come già fatto per la banda, nell’esecuzione di brani classici ma originali, mette insieme musicisti professionisti e giovani studenti.

«Proponiamo un programma che vuole essere una finestra aperta sull’innovazione musicale artistica e divulgativa. L’intento – sottolinea il presidente dell’associazione Enzo Aluisi – è quello di dimostrare, soprattutto ai più giovani, che la musica classica ha modernità e forza di linguaggio pari a quelle di un concerto rock. Nella Youth Orchestra c’è l’incontro di artisti innovativi capaci di far integrare Verdi o Puccini con l’elettronica, il repertorio classico con la modernità». L’intenzione dell’associazione “Amici della musica” è proprio di puntare su questi obiettivi di innovazione e coinvolgimento. A tale scopo il gruppo è al lavoro per la realizzazione (a novembre) di un Festival in collaborazione con istituzioni scolastiche, scuole di danza, radio, compagnie teatrali e della Biblioteca comunale.

Galatone – Terzo appuntamento di “Brio concerts” ricordando Vittorio Bodini, sabato 2 giugno al Teatro Comunale di Galatone nell’ambito della stagione “Teatri dell’Agire” diretta da Salvatore Della Villa. In scena dalle 20,30 l’orchestra “Nuova Musica”, un progetto del Dipartimento di archi e corde del Conservatorio Tito Schipa di Lecce, con “Incantesimo – Concerto per Vittorio Bodini”. Il “Progetto Bodini” richiama una serie di lavori dedicati al recupero e alla promozione del poeta contemporaneo più importante del Salento, così come quelli già realizzati e dedicati a Don Tonino Bello e a Salvatore Toma. Poeta e traduttore, Bodini è stato uno dei maggiori interpreti e traduttori della letteratura spagnola (sua è la versione italiana del Don Chisciotte della Mancia di Cervantes e di alcune opere teatrali di Garcia Lorca). La sua è una poesia dai forti contrasti, che rappresenta una condizione di sofferenza comune a molti artisti, in un sud dove l’aridità domina ogni scena vivente.

Sul palcoscenico di Galatone saliranno Chiara Centonze (soprano), Salvatore Della Villa (voce) e i musicisti, diretti da Flavio Caputo, Annalisa Monteduro, Domenico Rizzo, Paola Musio, Miriana Calvani (violini I), Paola Caloro, Elisabetta Rausa, Alessia Carichino (violini II), Fernando Toma, Andrea Caputo (viole), Paolo Ferulli, Rosa Andriulli, Luca Basile (violoncelli), Giulia Fiorito (flauto), Maichael Palazzo (clarinetto), Fulvio Panico (marimba), Alessandra Targa (arpa). Le musiche sono composte dai docenti Vito Cataldi, Giuseppe Gigante e Daniela Monteduro e dal compositore e musicista Gianluigi Antonaci per un organico di violini I e violini II, viola, violoncello, contrabbasso, flauto, clarinetto e arpa composto da docenti e allievi diplomandi del Conservatorio ‘Tito Schipa’ di Lecce (Ingresso libero – info e prenotazioni 327.9860420).

Nardò – Giovani talenti in scena domenica 3 giugno alle 21 presso la villa comunale in piazza Cesare Battisti, con l’evento “Acuti Music in concerto”. Promotore dell’evento ad ingresso gratuito è Tommaso Zuccaro, ideatore e direttore, assieme ad Alessandro Zuccaro, del laboratorio musicale “Acuti Music”. A farne parte sono diversi ragazzi e adulti “che con dedizione e impegno – afferma Tommaso Zuccaro – hanno già dato le prime soddisfazioni ed hanno dimostrato i frutti del lavoro svolto, conquistando già dei premi importanti”. Lo scorso anno l’Acuti Music ha portato i suoi ragazzi a Foggia per partecipare al concorso nazionale musicale “Umberto Giordano” per le scuole musicali, ottenendo un primo ed un secondo posto tra centinaia di partecipanti, alla presenza del maestro Beppe Vessicchio. “Inoltre – prosegue Zuccaro – alcuni sono stati coristi per Franco Simone (artista di Acquarica del Capo) e Rita Cammarano, soprano che canta al teatro dell’Opera di Roma. Una produzione di Franco Simone con gli arrangiamenti del maestro Alex Zuccaro. Poi i ragazzi hanno fatto i coristi per un trio vocale e tanti ex talenti vincitori di trasmissioni come “Io canto” e “Ti lascio una canzone”.

Del laboratorio fanno parte Anita Marinaci, Edoardo Presicce, Leo Gaballo, Alessandra Russo, Benedetta Zuccaro, Luana Stefanizzi, Stefania Bove, Anna Piera Toma e Andrea Zuccaro “che ballerà in coppia con Maria Grazia De Trane – commenta Zuccaro – per rendere ancor più spettacolare la serata”. “Tengo in modo particolare a presentare ogni singolo ragazzo facente parte del laboratorio musicale, e che si esibirà domenica. Sarà una serata di musica in cui ci sarà grande spazio per le esibizioni dei ragazzi.  Inoltre, con il periodo estivo ormai alle porte – conclude Zuccaro – per far conoscere ed apprezzare ancora di più la nostra amata terra, presenterò alcuni brani di “Canto la mia terra”. Ringrazio l’Amministrazione comunale di Nardò per il patrocinio, e l’assessore dott.sa Giulia Puglia e coloro che gestiscono la meravigliosa location della villa comunale”.

A.T.

by -
0 1457

Alezio – Con l’estate arrivano, puntuali come sempre, il terrore per la fatidica prova costume e la corsa a modellare il proprio corpo in palestra. A smascherarne i frequentatori assidui in ansia da prestazione ci pensano i Toromeccanica con il nuovo singolo “La palestra” (edito da Rusty Records): tra Zumba, crossfit e spinning non è difficile capire quale sia il vero motivo che spinge le persone ad andare “alla palestra”. Il brano sembra avere i numeri per diventare un tormentone estivo. Scritto da Gianpiero Della Torre e Matteo Tornesello (nella band assieme a Giorgio Maruccia), il singolo strizza l’occhio al reggaeton tanto da poter essere utilizzato, non a caso, come colonna sonora per una lezione di Zumba, con tanto di video tutorial della coreografia del balletto: chi voglia ballare il brano può anche imparare i passi del balletto realizzato da Paride Caricato e visibile nel video.

Ma il singolo nasce anche sotto una buona stella: scelti da Rosario Fiorello per il suo programma “Il Rosario della sera” con la canzone del 2011 “L’amore ai tempi della crisi”, i Tori ritornano su Radio Deejay. Anche il nuovo brano “La palestra” dal prossimo 4 giugno sarà in rotazione dagli studi di via Massena, a Milano.

Il video che accompagna il nuovo singolo, uscito a pochi mesi da “Felice e contento”, è girato da Federico Mudoni di Springo Creative Studio e prodotto da Francesco Musacco e dai Toromeccanica. La clip è stata registrata presso la Victory Dance di Parabita.

Melpignano – Sprint al ritmo della taranta per la 51^ edizione del Rally del Salento in programma venerdì 1 e sabato 2 giugno. Sabato sera, infatti, dopo la cerimonia d’arrivo nel piazzale dell’ex convento degli Agostiniani, Melpignano ospiterà il Concerto dell’orchestra popolare della Notte della Taranta a suggellare la collaborazione tra i due importanti eventi. Ma il paese della Grecìa salentina sarà pure teatro della nuova prova spettacolo d’apertura denominata “La Taranta”, in programma nella serata di venerdì 1 giugno, sempre nei pressi dell’ex convento. La manifestazione, organizzata dall’Automobile Club di Lecce con il supporto di Acisport, Automobile Club d’Italia e Scuderia piloti salentini, è valida quale seconda prova del Campionato italiano Wrc, nonché con lo stesso tracciato, come appuntamento d’apertura della Coppa Italia quarta zona  e come terzo atto del Campionato regionale a coefficiente 1,5.

Rally moderno, storico e raduno Tre le manifestazioni concomitanti: oltre alla gara tradizionale riservata alle auto moderne ci sarà anche il primo rally storico del Salento, con auto che hanno fatto la storia di rally nazionali e internazionali, e la seconda edizione del raduno storico del Salento, manifestazione non competitiva, per vetture di particolare interesse storico e collezionistico. I concorrenti iscritti al rally storico condivideranno con il rally “maggiore” le prime sette prove speciali (non effettueranno l’ultima tornata di prove del sabato). Mentre i partecipanti al raduno affronteranno un percorso che prevede un itinerario diverso con transiti e soste nei comuni di Sternatia e Soleto con all’arrivo, l’abbinamento delle vetture, alle modelle vestite in abiti d’epoca dello stilista Pino Cordella per l’attribuzione del Premio Eleganza.

Gli eventi in programma Melpignano sarà completamente coinvolta dall’evento ospitando il quartier generale, le verifiche sportive e tecniche  presso l’ex convento degli Agostiniani, la pedana di partenza in piazza San Giorgio, la cerimonia d’arrivo nel piazzale antistante l’ex convento (luogo deputato ad ospitare anche il Villaggio rally), i riordinamenti a Palazzo Castriota e il Parco assistenza presso la Zona industriale. Dopo la prova spettacolo d’apertura, la sezione  cronometrata del percorso sarà poi completata nella giornata di sabato con la triplice ripetizione delle prove, già affrontate lo scorso anno, di Martignano, Santa Cesarea e Specchia. Nuovo tracciato anche per il test collettivo pre-gara, lo ”shakedown”, che si svolgerà  tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio di venerdì 1 giugno lungo le arterie rurali di Contrada Padulaci a Soleto.

Casarano la fa da padrone Grandi i numeri della manifestazione Sono ben 115 le vetture ai nastri di partenza, di cui 83 nel rally moderno, 7 in quello storico e 25 nel raduno. Casarano è il comune con il maggior numero di partecipanti: sono ben 17, tra Fernando Primiceri, Mauro Santantonio, Massimo De Rosa, Giuseppe Albano, Fernando Sorano, Geremia Parrotto, Guglielmo De Nuzzo, Emanuele Martina, Danilo Memmi, Rodolfo Lucrezio, Luigi Mastrogiovanni, Michele Serafini, Emanuele Guida, Matteo Carra, Antonio Faiulo, Gabriele Sorrone, Daniele Ferilli). Seguono Lecce con 11, Ruffano con 5 (il favorito Francesco Rizzello, Pasquale Fiorito, Antonio Passaseo, Luca Falcone, Donato Parrotto), Tricase 4 (Antonio Forte, Fernando Monteduro, Gianluca Stefanelli, Antonio Russo), Corsano (Gianluca Lecci, Mauro Longo e Davide Romano), Maglie (Giorgia Ascalone, Vincenzo Forte, Giovanni De Giuseppe) e Scorrano (Santo Siciliano, Francesco Giangreco, Rocco Armando Leone) 3, Lizzanello, Spongano (Luca Leone, Salvatore Casarano) e Salve 2 (i fratelli Luca e Nicola Negro). Tra i paesi con un solo rappresentante troviamo Acquarica del Capo (Maurizio Iacobelli), Alessano (Davide Rizzo), Ugento (Gabriele Ciullo), Morciano di Leuca (Gianmarco Manco), Specchia (Riccardo Indino) e Parabita (Paolo Garzia), Sanarica (Lorenzo Filoni).

 

Matino – Ragazzi in concerto il 30 e il 31 maggio a Matino. Le 13 scuole secondarie di primo grado, appartenenti alla rete Smim (Scuole medie ad indirizzo musicale), sono attese stasera in piazza San Giorgio e giovedì 31 presso il santuario di Leuca (dalle 20.30). Presenti, a Matino, le autorità locali, la dirigente scolastica Giovanna Marchio e il maestro Giuseppe Spedicati, direttore del Conservatorio “Tito Schipa”.

La rete Smim Della rete Smim fanno parte l’Istituto Comprensivo di Matino (scuola capofila) e i Comprensivi di Alessano/Specchia, di Corsano/Tiggiano, di Poggiardo/Spongano, il “Calvino” di Alliste, il Polo 2 di Casarano, il “De Blasi” di Gagliano del Capo, il Polo 1 di Galatone,  il ”Pascoli” di Tricase e il Comprensivo “Tricase – via Apulia” insieme al Liceo musicale “Giannelli” di Casarano. Rilevante anche la collaborazione con il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. L’evento, alla sua seconda edizione, mette in evidenza l’abilità di un’orchestra giovane (diretta dal maestro Sergio Carluccio) che conta circa 100 elementi tra i più talentuosi delle sezioni musicali degli Istituti in rete con all’attivo diverse esibizioni tra le quali i concerti, lo scorso anno, presso il Teatro Romano di Lecce e in piazza Don Tonino Bello a Tricase. Due anni fa i giovani musicisti hanno mosso i primi passi proprio presso la Sala teatro “Eriberto Scarlino” della scuola secondaria di Matino. La Rete è nata allo scopo di creare un’Orchestra giovanile provinciale per dare ai talenti salentini l’occasione di potenziare ed esprimere le personali attitudini. Saranno presenti le autorità locali, la dirigente dell’Istituto matinese

 

 

Corigliano d’Otranto – Dal 1 al 3 giugno al Castello Volante di Corigliano d’Otranto si svolgerà il Festival dell’Inutile, organizzato dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Dina Manti (foto accanto), in collaborazione con CoreACore e con il sostegno della Regione Puglia. Ispirato dal volume “L’utilità dell’inutile” del filosofo Nuccio Ordine (Università della Calabria, studioso di Giordano Bruno), torna per la terza volta (dopo la prima edizione nel 2014 e la seconda lo scorso anno) con tre serate di incontri incentrati su quei saperi che vengono considerati “inutili”, filosofia, arte, letteratura, perché non producono profitti materiali. Sono i saperi, però, che nutrono lo spirito, senza i quali quest’ultimo sarebbe destinato a inaridirsi,  e che danno valore a termini ormai desueti come “gratuità”. Il Festival ospiterà un gruppo di giornalisti e blogger che seguiranno le serate e avranno la possibilità di conoscere le bellezze del Salento.

Prima giornata, venerdì 1 giugno Dalle 20.30 è subito Festival. Dopo il saluto di  Dina Manti (sindaca di Corigliano d’Otranto) e Loredana Capone (assessora all’Industria culturale e turistica della Regione Puglia), sarà la volta dell’ “Elogio dell’inutile”, introduzione al Festival con Alessandra Beccarisi (presidente del Corso di laurea in Filosofia dell’UniSalento), Giuseppe Semeraro (attore, regista, poeta), lo scrittore Antonio Moresco e Maurizio Michelangelo Netto di Repubblica Nomade. Subito dopo Corrado Del Bò (docente di Filosofia del Diritto dell’Università di Milano) presenterà “La partita perfetta. Filosofia del calcio”, dialogando con il giornalista sportivo Raffaele Pappadà. In chiusura “Meno mondo possibile”, concerto di presentazione del nuovo progetto discografico del trombettista e compositore Giorgio Distante affiancato da Valerio Daniele (chitarre) e Dario Congedo (batteria).
Seconda serata, la Costituzione ai diciottenni  Alle 20.30 alla presenza della giornalista Amalia De Simone (videoreporter d’inchiesta del Corriere.it e collaboratrice di Rai e Reuters), e dell’ex magistrato e senatore Alberto Maritati, sarà consegnata la Costituzione ai millennials.  Contemporaneamente, per i più piccoli, l’associazione Fermenti Lattici proporrà l’allestimento delle tavole realizzate dall’illustratore romano Simone Tonucci per “Giovanna e i suoi re” di Lia Levi;  a seguire il blogger e scrittore Massimo Mantellini parlerà, con Marco Montanaro, del suo recente volume “Bassa Risoluzione”. Concluderà la serata la presentazione/concerto “Bob Dylan: un “inutile” Nobel” con il direttore di BlogFoolk Salvatore Esposito, la critica musicale Laura Rizzo e i brani del cantautore statunitense riletti dalla chitarra di Marcello Zappatore e dalla voce di Giuseppe Santagada.

Terza serata: la nostra lingua è inutile? Il Festival si concluderà domenica 3 giugno con inizio alle 20.30  con la presentazione del romanzo “Castigo di Dio” dello scrittore barese Marcello Introna intervistato dall’insegnante Marcella Rizzo. Alle 21.30 “L’italiano è una lingua inutile?” incontro con Rosario Coluccia, ordinario di Linguistica italiana e Accademico della Crusca. Finale con la satira di Adelmo Monachese, tra i fondatori del collettivo Lercio.it.
Durante il Festival, nelle sale del Castello, sarà allestito anche un Mercatino dell’inutile con artigianato artistico, libri, dischi, creazioni di riciclo creativo.

 

Ruffano – “Pizzica scherma” come insegnamento nella scuola elementare di Torrepaduli, frazione di Ruffano. Il particolare percorso formativo si è reso possibile grazie  alla collaborazione tra l’Istituto comprensivo, il Comune di Ruffano, la Fondazione La Notte della Taranta e il Comitato Festa San Rocco. Il progetto comune avviato nel 2017 è stato finanziato con 46mila euro, fondi Pon (Programma operativo nazionale) della Ue. Potranno studiare la tradizionale danza gli scolari delle classi terza, quarta e quinta delle scuole primarie di Ruffano.

“Il progetto, che si chiama “Piccola Ronda” – si legge in una nota del Comune di Ruffano – è cominciato lo scorso anno in via sperimentale riscuotendo un notevole successo tra le famiglie di Ruffano e Torrepaduli; quest’anno, grazie ai finanziamenti europei, è stato riproposto in maniera più organica”. “Riteniamo che il percorso da seguire sia quello intrapreso con questo Pon – conferma il sindaco di Ruffano, Antonio Cavallo – la tradizione che noi custodiamo è la chiave di volta per il futuro”. “Trasferire i codici della danza scherma significa anche e soprattutto condivisione e  inclusione – spiega il Presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Massimo Manera – e anche quest’anno le bambine e i i bambini che partecipano a Piccola Ronda saranno protagonisti il 15 agosto a Torrepaduli nella Notte delle Spade  e il 25 agosto sul palco del Concertone di  Melpignano”.

La lezione, della durata di tre ore,  si tiene ogni mercoledì nell’edificio della scuola primaria “don Vito Lecci” di Torrepaduli. Qui i ragazzi continuano ad apprendere i codici millenari di questa danza, non solo il rituale ma anche l’aspetto antropologico che la caratterizza. Il corso, infatti, è suddiviso in una parte pratica ed una teorica durante la quale i ragazzi studiano il significato dei movimenti e il contesto storico con l’ausilio di testi e video.

 

Nardò – Il coro polifonico “Schola cantorum San Gregorio Armeno” della cattedrale di Nardò si è aggiudicato il primo premio alla prima edizione del Concerto per l’Incoronata per soli cori tenutosi  il 27 maggio scorso nel Seminario vescovile di Nardò. Organizzato dal neretino Carlo Leone e dal parroco di S. Francesco d’Assisi, don Camillo De Lazzari (foto, di Casarano), il concerto prende il nome dalla chiesa dell’Incoronata che si trova all’ingresso di Nardò ed è stata riaperta al culto nel 2016 dopo essere rimasta per 60 anni in stato di abbandono: “Questa, come le prossime iniziative, è tesa a raccogliere fondi per il recupero strutturale dell’edificio e pei lavori di manutenzione straordinaria – dice don Camillo – ma dobbiamo anche sforzarci a recuperare la memoria e le tradizioni in quella chiesa, tenuto conto che “l’Incoronata” è anche la Compatrona di Nardò. Ecco perché – conclude il parroco – il prossimo appuntamento sarà un concorso letterario sulla storia dell’Incoronata”.

Tornando al concorso del 27 scorso, oltre al coro di Nardò, composto da 25 elementi diretti dal maestro Anna Laterza con la partecipazione dell’organista Cesare Mundo,hanno partecipato anche il Coro femminile “Cecilia Bernardini” presso il Conservatorio musicale di Lecce, il coro “Iubilate Deo” di Casarano e “Luna Nuova” di Alliste.  Pur non formato da cantanti professionisti, il coro di Nardò si è più volte contraddistinto per qualità e bravura soprattutto nelle celebrazioni diocesane e parrocchiali. I coristi neretini hanno portato a casa anche una somma in denaro di 300 euro, una targa ricordo offerta dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mellone, e un attestato di partecipazione.

Nardò – Giochi, animazione, palloncini, musica, zucchero filato e colori. Alle 17.30 nell’area mercatale della “zona 167” prenderà il via la prima edizione di “Colora i tuoi sogni”, laboratorio per bambini organizzato dall’associazione “In viaggio con Momì” di Milena Mosella e Monica Bastone. All’evento, patrocinato dal Comune, è prevista la partecipazione di un centinaio di bambini, che saranno immortalati dagli scatti di Chiara Ligorio. All’organizzazione hanno contribuito il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo, il presidente della Consulta dello Sport Tony De Paola e il giornalista Lorenzo Falangone.

Durante la manifestazione sarà possibile acquistare il libro “L’amore è” a cura dell’Avocad Nardò del presidente Giovanni De Razza, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza. «Per noi la spensieratezza di ogni bambino è al primo posto – dichiara Milena Mosella, presidente di “In viaggio con Momì” – e ci rendiamo conto che i bambini della nuova generazione sono sempre più attratti da tablet e consolle. Siccome a volte manca l’entusiasmo di colorare con le mani o immergersi nella natura, abbiamo anche organizzato per giugno un campo scuola presso la masseria “Brusca” di Giovanni Zuccaro, che ringrazio. Per quanto ci riguarda, nessuna ricerca di lucro o notorietà bensì il desiderio di creare momenti di socializzazione concreta e anche di solidarietà, vedi la presenza oggi dell’Avocad o, in passato, le collaborazioni con le onlus Ant di Luciana Fracella e “Portatori sani di sorrisi” di Pierangelo Muci (in foto tra Mosella, a destra, e Bastone, a sinistra). Un altro aspetto che intendiamo sottolineare – prosegue Mosella – è che gli eventi ludici per i bambini sono ancora troppo pochi, anche se il nostro paese offre tanti spazi». Particolarmente significativa, poiché l’argomento è purtroppo molto attuale a Nardò negli ultimi tempi, sarà la presenza oggi pomeriggio del comitato “No alla violenza”.

«Con il nostro ruolo di associazione ludico-culturale – spiega infatti l’associazione – operiamo prevalentemente con bambini e adolescenti, perciò questo pomeriggio abbiamo voluto con noi il neo comitato “No alla violenza”, di cui condividiamo le finalità, che ci vedrà fattivi collaboratori contro ogni forma di bullismo!”. Infine, l’elenco dei ringraziamenti: «Grazie di cuore – conclude Mosella – al consigliere comunale Antonio Tondo, al Presidente della consulta dello sport Tony De Paola, al giornalista Lorenzo Falangone e a Chiara Ligorio per la professionalità e il sostegno; agli amici degli esercizi commerciali che ci sponsorizzano e a chi dà gambe e cuore per la nostra associazione».

 

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...