Home Temi Musica
Musica, concerti, band giovanili e sperimentazioni musicali dai Comuni della rete di Piazzasalento

Lucia Ianniello

Lucia Ianniello

LEUCA. Che relazione c’è fra il Thelonious Monk Institute of Jazz di Washington DC e Castrignano del Capo-Leuca? Nessuna, apparentemente. A meno che il prestigioso istituto americano non decida di censire fra gli eventi relativi all’International Jazz Day UNESCO del 30 aprile prossimo una rassegna organizzata per fine mese nei dintorni di Finibus Terrae. Si tratta di un interessante programma di spettacoli e mostre dal titolo “Parlami di jazz”, messo a punto dall’associazione culturale non profit Lampus, patrocinato dal comune di Castrignano, con l’intento di offrire ai cittadini del Capo di Leuca ed ai turisti presenti nel periodo primaverile alcune occasioni d’incontro che favoriscano la crescita culturale e lo svago di qualità. «La nostra associazione ritiene preziosa l’opportunità che Leuca, per la sua felice posizione al centro del Mediterraneo, sia annoverata tra le città che celebreranno l’evento UNESCO», ha dichiarato il presidente Paolo Insalata. Il programma prenderà il via domenica 23 aprile alle ore 21 nel suggestivo piano terra della Torre di Salignano con un incontro/concerto dal titolo “A different point of wiew – Le donne che scrivono il jazz”. A condurre la serata sarà Lucia Ianniello, trombettista e compositrice, oltre che giornalista. Insieme a lei vi saranno Paolo  Tombolesi al piano e Riccardo Di Fiandra al basso. Sabato 29 aprile, a partire dalle ore 15, presso le Scuderie dell’incantevole Villa Meridiana di Leuca vi sarà l’apertura della mostra “Occhi sul jazz”, che vedrà protagoniste le coloratissime pennellate del pittore e musicista Antonio D’Aversa e l’intenso bianco e nero degli scatti del fotografo Romano Nunziato. A seguire, alle ore 21, nei giardini della medesima villa vi sarà il concerto/spettacolo con proiezioni “Musica a fumetti” del Fulvio Palese trio. Il saxofonista salentino sarà affiancato da Andrea Rossetti al piano, Giulio Rocca alla batteria e Franco Manni voce recitante. Domenica 30 aprile, dalle ore 15, negli stessi giardini, riapertura della mostra pittorica con interventi musicali in dialogo col pubblico di Antonio D’Aversa all’armonica cromatica e Ambrogio De Nicola alla chitarra. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Info: 347 516 9946.

GALLIPOLI. Peninsula: l’estate riparte. Iniziato il conto alla rovescia per “Peninsula Music and Art Festival”, la rassegna di musica e di arte promossa dal “Samsara” ed organizzata dalla “David Production”, in collaborazione con “Parco Gondar” ed Associazione commercianti e imprenditori che si terrà a Gallipoli nel weekend di Pasqua e Pasquetta: tre giorni di eventi suddivisi in tre fasce orarie: l’”All Day”, dalle 8 alle 20, con beach party, visite culturali ed happy hours distribuiti nell’arco delle 12 ore; il “Vespertine”, dalle 19 a mezzanotte con dj set, concerti, aperitivi, degustazioni e performance artistiche; e il “Nocturne”, da mezzanotte alle 4 del mattino con party, dj performance e art performance. Questo il programma finale: sabato 15 aprile ci saranno Luca Guerrieri, DaniloSeclì (foto) e Anfisa Letyago al “Premiere”; Max Baccano, Andrea Maggino, Marco Santoro e Veronica Laurin al “Samsara”; Savi Vincenti e Gabri Gallo al “Blu Cafè”, Andrea Maggino al “Tychè” e Gabriele Poso al “Kumi”. Domenica 16, gli ospiti saranno Albert Marzinotto al “Rio Bo”; Marco Giorgino, Osvaldo Dell’Anna e Dj Osso al “Samsara”; Eiffel 65, Provenzano dj e Dino Brown in piazza “Tellini”; dj Charlie, dj Spike, Luca Bad e Andrè the Gaws in piazza “Giovanni XIII”; Gabri Gallo al “Blu Cafè”, Savi Vincenti e AJ al “Tychè”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Michele Cortese, in con- certo al Cinema Oriente il 29 e 30 dicembre
GALLIPOLI. Un tour in Cile della durata di un mese: questo il prossimo appuntamento per Michele Cortese, il cantautore gallipolino che a partire dal 27 aprile prenderà parte allo spettacolo teatrale “A night at Broadway”, in omaggio a cinque dei più famosi musical della storia di Broadway. «Il 27 febbraio di due anni fa ero sul palco della Quinta Vergara a Viña Del Mar e vincevo il Festival più importante d’America Latina – racconta l’artista – e da allora ho visitato il Cile in lungo e largo, ho suonato nel deserto fiorito e nell’ultima città più a sud del mondo. Presto vi sarò di ritorno per un’altra splendida esperienza musicale a teatro».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Un momento della Pasquetta 2016 targata Parco Gondar, vera prova generale del festival dedicato al cibo di strada, con truck nazionali e internazionali

Il parco Gondar

GALLIPOLI. Ci sarà un mare di musica e di arte a Gallipoli per Pasqua e Pasquetta. Dal 15 al 17 aprile ritorna la seconda edizione di “Peninsula Music and Art Festival”, la rassegna che comprenderà anche quest’anno spettacoli itineranti, Beach Parties, locations suggestive, grandi nomi della musica italiana ed internazionale e prestigiosi Dj ed ospiti. L’evento, nato tra l’altro per offrire una piccola anticipazione della prossima stagione estiva, è promosso dal “Samsara”, che ha affidato l’organizzazione dell’evento alla “David Production” e sarà in collaborazione con l’Associazione commercianti e imprenditori”, presidente Matteo Spada, e “Parco Gondar” di Ferruccio Errico e Christian Scorrano. «Sono fiducioso e credo che questa edizione sarà anche migliore della precedente – afferma David Cicchella, proprietario del Samsara insieme a Rocco Greco – anche tenendo presente il periodo in cui si terrà e le giornate che saranno più calde, prevedo un maggior afflusso di partecipanti». Il cartellone degli eventi di Peninsula si articolerà in tre giorni e sarà suddiviso in tre fasce orarie.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Cristicchi_PhNARDÒ. S’intitola “Il secondo figlio di Dio” lo spettacolo teatrale con protagonista il cantautore Simone Cristicchi che, sabato 18 marzo, andrà in scena al teatro comunale di Nardò. Quinto appuntamento della stagione di prosa 2016/2017, organizzata dal Comune di Nardò in collaborazione con il teatro pubblico pugliese e TerramMare, è una produzione CTB Centro teatrale bresciano/Promo music che racconta la storia incredibile ma vera di David Lazzaretti. Nel luglio del 1978 l’uomo si proclama come reincarnazione di Gesù Cristo e inizierà la sua avventura utopica di creazione di una società che unisce fede e comunità. Tra canzoni indedite e narrazione, Cristicchi ricostruisce la storia di David Lazzaretti, in uno spettacolo scritto da Manfredi Rutelli e Cristicchi stesso, per la regia di Antonio Calenda.

ragazzi barrio verdeALEZIO. È un concentrato di arte e cultura la programmazione proposta per il mese di marzo da “El Barrio Verde”. L’oasi aletina dai mille volti, dopo aver lanciato la scommessa dei “giovedì letterari” (con l’eccezione di lusso di Erri De Luca), ora rilancia con una rassegna jazz e la sua prima collettiva di arte contemporanea. Si tratta, nel primo caso, dello “Springtime Jazz Festival”, progetto itinerante che porterà fino al 2 aprile più di 120 artisti a esibirsi per oltre 80 concerti in giro per l’Italia. A inaugurare le tappe aletine, sabato 11, sarà il “tropicalismo” mediterraneo degli Os Argonautas, band barese che vanta collaborazioni non solo a livello nazionale. Il 16 c’è il live del Giuseppe Magagnino Trio, il 23 “Celtic Lab”, il 30 “Guru & Harada Duo” ed il primo aprile “P.C. Funk Connection”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

CASARANO. Liceo musicale “Giannelli” di Casarano protagonista nella seconda edizione del concorso internazionale musicale “Villa La Meridiana” di Santa Maria di Leuca. L’evento, organizzato da Caroli Hotels, si è avvalso quest’anno della collaborazione dell’Istituto d’istruzione superiore diretto da Cosimo Preite (foto) unitamente al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, diretto dal maestro Giuseppe Spedicati. Sulla pedana, dopo accurate selezioni, 30 musicisti provenienti da Lituania, Russia, Bielorussia e Cina, nonché da molte regioni italiane. Presenti anche molte Scuole medie locali ad indirizzo musicale (Smim) da Cutrofiano, Calimera e Gagliano del Capo. Ai vincitori assoluti sono state assegnate borse di studio offerte dal gruppo Caroli Hotels. Tra i giovani e le scuole ad indirizzo musicale il primo premio è andato alla pianista Monica Rochira del “Poerio” di Foggia mentre il quartetto sax del “Giannelli”, composto da Rocco Leone, Andrea De Pascalis, Alessandra D’Inca e Francesco La Viola (foto) si è classificato al secondo posto e la cantante Sofia Cocciolo, della media “Ascanio Grandi” di Lecce al terzo.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Da sinistra Luigi Bruno e Robindro Nicolik

Da sinistra Luigi Bruno e Robindro Nicolik

SECLÌ.Proseguono sino al 25 febbraio, al Ducale, gli eventi legati alla mostra fotografica curata dai fotografi Atraz & Emilia e del professor Giorgio Giaffreda in occasione del Giorno della Memoria per ricordare la Shoah, le leggi razziali e le persecuzioni degli Ebrei. Nell’occasione è stato proiettato l’indimenticabile capolavoro “La vita è bella” di Roberto Benigni. La mostra sarà via via accompagnata da convegni a tema, proiezioni di video e visite guidate di scuole, gruppi ed associazioni. Già invitate a partecipare molte istituzioni scolastiche del territorio. L’iniziativa è dell’Amministrazione comunale e dell’assessorato alla cultura in collaborazione con Ill Sunrecords e Collettivo SBAM. Sabato 25 febbraio, dopo l’intervento del professor Daniele De Luca, docente di Storia delle relazioni internazionali presso l’Università del Salento, ci sarà il concerto finale di Luigi Bruno & Mediterranean Psychedelic Session e del clarinettista serbo-spagnolo Robindro Nicolik (specializzato in musica Klezmer), che per l’occasione, oltre a presentare i brani del loro ultimo lavoro discografico “ASSUD”, regaleranno uno spettacolo di contaminazione musicale. Bruno (di Galatone) è chitarrista, cantante, compositore, leader dei Muffx, organizzatore di eventi e fondatore della IllSunRecords.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

GALLIPOLI. Un pezzo di Salento alla 67esima edizione del Festival di Sanremo. La terza ed ultima edizione targata Carlo Conti (nelle vesti sia di conduttore che di direttore artistico) insieme a Maria De Filippi, vede una grande partecipazione di addetti ai lavori provenienti dal tacco d’Italia: cantanti, autori, giornalisti, fotografi e musicisti. Un’edizione fortunata, questa del 2017, che vede ascolti record con canzoni in gara molto interessanti tra cui quelle di Fiorella Mannoia, Ermal Meta, Samuel, Elodie, Paola Turci e Sergio Sylvestre. Ritornando ai salentini in questi giorni nella città ligure, fra i big ci sono due cantanti che del Salento hanno fatto la loro terra d’adozione: Sergio Sylvestre ed Elodie (foto). Provenienti dal talent di Canale 5 “Amici di Maria De Filippi”, lo scorso anno sono arrivati rispettivamente primo e secondo in classifica. Se Sergio, originario di Los Angeles, è stato un vocalist del Samsara di Gallipoli, la romana Elodie si è trasferita a nel capoluogo salentino dopo essersene innamorata. Anche la fascia autorale occupa un posto importante: Emma Marrone, infatti, ha firmato la canzone di Elodie, sua “allieva” lo scorso anno nel talent Amici. Nicco e Carlo Verrienti (foto), fratelli e autori di Casarano hanno firmato, invece, il branco di Chiara Galiazzo(foto) intitolato “Nessun posto è casa mia”. Se Flavio&Frank Sabato di Matino sono impegnati in alcuni set fotografici ai cantanti in gara per delle riviste, da alcuni anni invece sono confermati nell’orchestra il percussionista Alessandro Monteduro e il batterista Maurizio Dei Lazzaretti. Tra i vocal coach di Francesco Guasti figura il salentino Tony Frassanito. Non poteva mancare come ogni anno lo Speaker di Rtl e Radio Salentuosi Fernando Proce che trasmetterà per Radio Zeta dalla postazione accanto al Teatro Ariston.

SIMU SALENTINI. Voci, note e volti salentini (anche d’adozione) che si intrecciano per la 67esima edizione del Festival della canzone italiana. Sono quelli di Sergio Sylvestre, Elodie Di Patrizi, Emma, Alessandro Monteduro, Nicco e Carlo Verrienti. Dai beach party del Samsara al palco dell’Ariston di Sanremo il passo è stato breve per Sergio Sylvestre ed Elodie Di Patrizi. Entrambi reduci dai recenti successi nel talent “Amici”, hanno stretti legami con le spiagge gallipoline. Lui, 25enne nato a Los Angeles, è stato per anni il vocalist del Samsara Beach, dove spesso si è esibito proprio accanto a Elodie, talento di 26 anni nata a Roma ma da anni residente a Lecce. «Ho conosciuto la Puglia online, navigando su molte pagine. Si parlava bene della regione e quando ho visto le foto di Gallipoli e Otranto mi è piaciuta un sacco. E allora mi sono detto: perché non andarci?», fa sapere “Big boy” Sergio, dall’alto dei suoi due metri e dieci, convinto poi proprio dai suoi amici del Samsara a provare l’avventura (rilevatasi vincente) al talent di Maria De Filippi. “Con te” è il titolo del brano con il quale è in gara, ovviamente tra i “big” al festival della canzone italiana in programma dal 7 all’11 febbraio. A Sanremo si incrocerà con l’amica Elodie, la quale presenta “Tutta colpa mia”, brano scritto dall’aradeina Emma Marrone che, a sua volta, ha già prodotto il suo primo, fortunatissimo, album dal titolo “Un’altra vita”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Simona MoscoSANNICOLA. C’è tempo fino al 10 febbraio per iscriversi alla nuova edizione del “Festival delle meraviglie” organizzato dall’associazione Metoxè presieduta da Simona Mosco (foto). La manifestazione canora, giunta alla sua quarta edizione, consiste in una serata di musica e divertimento in cui dilettanti (e meno dilettanti) mettono in scena le proprie canzoni preferite imitando anche il look del cantante prescelto. Le passate edizioni sono state vinte da Luigi Albanese nel 2014, Melissa Donno nel 2015 e Massimiliano Sances nel 2016. Dal 2014 al 2016, il premio simpatia è andato a Lucia Tricarico, Sandrino Tanasi e Armando Pusterla, il miglior look a Giovanni Saccomanno, Enzo Bove e Melissa Donno.

CASARANO. Ha le firme di Nicco e Carlo Verrienti il nuovo brano sanremese di Chiara. I due autori e produttori di Casarano, impegnati tra il Salento e Roma con il loro laboratorio creativo “Albicokka studio”, hanno scritto la canzone “Nessun posto è casa mia” che la quale la “nuova” Chiara Galiazzo, salita alla ribalta nel 2012 vincendo la sesta edizione del talent “X Factor”, porterà sul palco dell’Ariston per il Festival della canzone italiana, in programma dal prossimo 7 febbraio. Il brano scritto dai Verrienti è prodotto da Mauro Pagani che ha affiancato Chiara in studio per la produzione dell’intero nuovo album che sarà pubblicato da Sony Music il 24 febbraio. Per il suo ritorno a Sanremo, Chiara si affida ad un brano molto raffinato nella sua semplicità, quasi sussurrato ed estremamente emozionante, che rappresenta un’importante prova d’interpretazione. Per Nicco e Carlo Verrienti si tratta dell’ennesima perla della loro collana di interpreti che comprende, tra gli altri, Emma, Alessandra Amoroso, Annalisa, Francesco Renga, Dear Jack, Giusy Ferreri accanto ad Antonello Venditti. Tra i loro progetti musicali anche brani in dialetto salentino come il tormentone della scorsa estate “Cchiappa lu Zinzale” prodotto per il Collettivo Salentino.

NARDÒ. “Il primo della famiglia che ha studiato”, si potrebbe dire di Claudio Tuma citando “L’avvelenata” di Guccini. Infatti, «mesciu Gigi Tuma, mio papà – dice – faceva il sarto e suonava solo per diletto la chitarra ed il mandolino». Anche se il chitarrista originario di Galatone, trapiantato da molti anni a Parma, ci tiene a precisare che la sua formazione iniziale è avvenuta sul campo, da autodidatta. Claudio è da considerarsi dunque il vero capostipite di una stirpe di musicisti che oggi è collocabile a grandi linee a Nardò. Parliamo di quattro nipoti. Marco Tuma, polistrumentista attivo nella scena pugliese, molto noto per essere un virtuoso dell’armonica cromatica; Pierluigi Tuma pianista classico che vive e insegna a Bologna; Alberto Tuma, chitarrista jazz che ancora studia presso il Conservatorio di Lecce. E per finire Giorgio Tuma, batterista, chitarrista e compositore che ha all’attivo quattro album compreso l’ultimo “This Life Denied Me Your Love” per la Elefant Records, ha appena concluso un tour europeo ed è in partenza per una serie di concerti in Giappone. Poco tempo fa è stato ospite di “Radio2 social club”, la trasmissione condotta da Luca Barbarossa, con Laetitia Sadier con la quale ha fatto dei concerti.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

Smash MellowSALVE. Si chiama “Smash Mallow” la prima band nata e cresciuta musicalmente nelle Officine musicali, la prestigiosa scuola di musica di cui Danilo Tasco, batterista dei Negramaro, è co-fondatore e direttore artistico. La formazione, che ha più la dimensione di un’orchestra che di una band, è composta da 11 ragazzi, tutti studenti tra i 14 e i 19 anni, che frequentano la “Music & Dance Academy” di Officine Musicali, è nata proprio da un progetto voluto e diretto proprio dal batterista dei Negramaro. “Smash Mallow” ha avuto il suo battesimo con un concerto tenuto durante le festività natalizie, riscuotendo un grande consenso di pubblico e di critica. Questi i nomi dei giovani talentuosi musicisti: Gabriele Tasco (batteria, 17 anni), Edoardo Tasco (chitarra, 15 anni), Andrea Cirfeta (chitarra, 17 anni), Gianni Sergi (chitarra, 18 anni), Francesco Lusha (chitarra, 16 anni), Gemma Russo (basso, 18 anni), Gabriele Maggiore (basso, 16 anni), Giulia Duca (pianoforte/ tastiere), Gioele Levantaci (voce, 19 anni), Alessia Agosto (voce, 19 anni), Francesca Deciano (voce, 14 anni). Ma non per tutti i ragazzi della band il concerto natalizio ha rappresentato l’esordio. Alcuni di loro si son già fatti notare sulla scena musicale locale, grazie alle partecipazioni da protagonisti a concerti ed eventi, altri hanno già calcato palcoscenici diversi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

ALEZIO. Sabato 24 dicembre El Barrio Verde propone un pomeriggio interamente dedicato alla musica, 6 ore di musica no-stop all’interno della nuova sala eventi dedicata all’arte, alla musica ed alla cultura. Alle 15.00 apriranno le ricercate sonorità di Max Nocco, collezionista instancabile di vinili, da sempre attivo nell’underground salentino soprattutto per la sua militanza, come batterista, in gruppi della scena hardcore/metal già a partire dalla seconda metà degli anni ’80. Seguono le selezioni Rnb & Hip-Hop di Mylious Johnson, tra i più noti batteristi della scena pop rock contemporanea, ha all’attivo collaborazioni con Pink, Giorgia, Mariah Carey, Jovanotti, Gianna Nannini, Afterhours, Emma. Chiudono le note indie electro di Populous, musicista e producer nato e cresciuto tra 90s e 00s nel Salento. La “Viglia al Barrio” diventerà l’appuntamento fisso delle vacanze natalizie, 6 ore di musica no-stop all’interno della nuova sala eventi dedicata all’arte, alla musica ed alla cultura. Domenica 25, alle 22, la musica si unisce all’arte. La tela diventa uno spartito musicale con il pianoforte che dipinge di Francesco Maria Mancarella. La performance è accompagnata dal Beatbox di BigByps e il clarinetto di Lorenzo Mancarella. Francesco propone attraverso il pianoforte che dipinge, il concetto di “Now i see”, un progetto audiovisivo, una sorta di comunanza tra le arti il cui pensiero musicale dell’artista può essere messo in stretta relazione con il mondo visivo. “Un pianoforte vero, modificato, senza barriere artistiche che suona, dipinge.” – Commenta Francesco Mancarella – ” Penso che sia davvero una macchina straordinaria capace di cogliere i “colori” delle mie dita, capace di dipingere il tocco seguendo la pressione delle mie mani, cambiando i vari tratti di colore in base al mio modo di suonare. è inutile dire che ogni volta che suono le mie melodie che poi rivedo su tela, mi emoziono anche perché penso che ora tutti possono vedere le mie emozioni e che solo pochi potranno goderne nelle loro case acquistando il dipinto”. Un percorso sensoriale tra musica ambient, jazz e pop. Musica e pittura dialogano e si incontrano in un processo sinestetico unico nel suo genere. Lunedì 26 dicembre saranno presenti gli Havana Quartet. Il loro spettacolo è una riscoperta dei grandi pezzi del cantautorato italiano da De Gregori a Lucio Dalla, da Capossela a De André, fino a Daniele Silvestri, Paolo Conte e Sergio Caputo. Il progetto nasce nel 2010 da Davide Sergi e Daniele Vitali ed ha l’intento di dare una nuova anima a 40 anni di musica italiana attraverso voce, piano e chitarra con l’aggiunta di sax e clarinetto. “Siamo davvero felici di riavere gli Havana Quartet a El Barrio Verde” – commentano gli organizzatori – “Abbiamo già avuto modo di conoscerli in occasione della programmazione estiva e garantiscono un intrattenimento adatto a tutte le età.” Durante il loro spettacolo compiono un viaggio nella storia del cantautorato italiano, aggiungendo un pizzico di ironia.

conferenza_unoGALLIPOLI. Gallipoli si fa pizzicare dalla Taranta e per il primo gennaio si regala una festa che unisce tradizione e innovazione, vecchio e nuovo. Un grande evento, nato dal dialogo tra l’Amministrazione, la Fondazione La Notte della Taranta e il Parco Gondar, che segna l’inizio dell’anno ma soprattutto di una futura collaborazione. Protagonisti della manifestazione saranno l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta e il suo ospite RAIZ, i DJ’s del Parco Gondar e i maestri cartapestai di Gallipoli. La serata partirà alle 19 con lo scoppio di un grande pupo di cartapesta realizzato per l’occasione, in continuità con quelli del 31, per valorizzare una tradizione gallipolina che ancora oggi è poco conosciuta e come simbolo del ponte creato tra Fondazione della Taranta e Parco Gondar che unendo due delle realtà più conosciute del territorio permetterà di promuovere Gallipoli e il Salento in tutta Europa. In apertura del concerto, alle ore 20, sarà proposto il primo “pezzo” Taranta remix mixato da KALIBANDULU, gruppo formato dai dj del Gondar: Dj Moiz, King T & Don Leo, cultori del juggling in Italia e in Europa; il brano dal titolo “La Cardhillera” sarà presentato in tutto il tour nazionale “Party” del Parco Gondar. . Il progetto che prende il via a Gallipoli e che apre il ventennale de La Notte della Taranta, verrà riproposto successivamente coinvolgendo i grandi DJ’s del panorama internazionale che sono già stati ospitati e torneranno protagonisti nella prossima stagione estiva del Parco Gondar. A seguire esibizione dell’Ensamble popolare con un omaggio a Gallipoli di Antonio Castrignanò che eseguirà “Aria Caddripulina”. L’Orchestra sarà diretta da Daniele Durante. Sul palco anche le ballerine di pizzica Anna Donadei, Laura Boccadamo, Moira Cappilli e Stella Temperanza.

ALLISTE. Se il Natale è di per sé la festa che per eccellenza risveglia lo spirito, esalta la speranza, diffonde la luce profonda dei cuori, è pur vero che ad alimentare la sua aura di magia è l’attivismo della cittadinanza nella programmazione di iniziative che possano coinvolgere e armonizzare il pubblico. Anche Alliste e Felline vivranno numerosi appuntamenti di gioia collettiva, grazie in particolare alle associazioni che quotidianamente vivono e danno vita al paese. La Caritas parrocchiale allestirà, presso la Sala “San Francesco”, due serate di “Tombolata della solidarietà”, il 17 e il 28 dicembre. La masseria didattica “Adamo” ha dato vita al “Natale Ipogeo”, il 18 in piazza Immacolata, a Felline. La Biblioteca Comunale, il Servizio Civile e l’assessorato alla cultura, predisporranno i “Laboratori natalizi” nel Castello Baronale, il 23 alle ore 15. Il 24 toccherà a “La Band di Babbo Natale” e alla sua tradizionale “Sfilata della Solidarietà”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

CASARANO. Ricco il cartellone di eventi natalizi in città. Il 23 dicembre, alle 19.30, nella sala convegni dell’ente Santa Cecilia, in via Spagna, si terrà lo spettacolo “Natale in musicaˮ con il concerto degli allievi e dei maestri della scuola di musica Santa Cecilia. Torna anche quest’anno l’evento di beneficenza targato Fans club Nomadi di Casarano dal titolo “Basta un niente per sorridereˮ, giunto alla sua 14a edizione. La tradizionale casetta di Babbo Natale, allestita in piazza san Giovanni, sarà aperta dal 24 al 26 dicembre, dalle ore 17 alle 22. Durante le serate, Babbo Natale regalerà un giocattolo ad ogni bambino perché, come dicono gli organizzatori, “un bambino che gioca sarà un uomo feliceˮ. Sino al 6 gennaio, nella casetta sarà possibile visitare, dalle 17 alle 20, una mostra fotografica sulla vita dell’associazione. Nel solco della solidarietà anche le iniziative siglate Compagnia musicante pastorale. Gli zampognari casaranesi, Emanuele Ungherese e Johnny Ferrari, oltre a visitare numerosissimi ammalati a domicilio, il 24 saranno nell’ospedale “Panicoˮ di Tricase e a “Casa Betaniaˮ di Alezio.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

CeskoALEZIO. Saranno le rivisitazioni musicali di Cesko (foto) & The Bananaswing a dare il via venerdì 23 dicembre alla nuova stagione di El Barrio Verde, il cuore pulsante di parco don Tonino Bello, pronto a regalare una maratona musicale no-stop per le prossime vacanze natalizie. La ricca programmazione continua sabato 24 con la “Vigilia al Barrioˮ: a partire dalle 15 si alterneranno nella nuova sala eventi interna le selezioni di Max Nocco, Mylious Johnson e Populous. Il calendario prosegue il giorno di Natale con Arca del Blues, il 26 con Havana Quartet, il 27 con CH4 Quartet, mercoledì 28 The Voodoo Club, il 30 PLK & Oktopus. Il 2017 si apre con Shangyal, Kerkim il 4 gennaio, Claudia Casciaro e RafQ giovedì 5, Insoulito dell’Epifania e DN3 il 7.

L’Ensemble della Notte della Taranta potrebbe essere in città l’1 gennaio

L’Ensemble della Notte della Taranta potrebbe essere in città l’1 gennaio

GALLIPOLI. Poche ore alle conferma ufficiale: l’Orchestra della Notte della Taranta sarà a Gallipoli l’1 gennaio con tutto il suo fascino ed il forte richiamo. Reduce dai concerti a Catania (il 31 dicembre), l’Orchestra salentina – il cui arrivo era stato anticipato da Piazzasalento nel numero uscito l’8 dicembre – si esibirà nell’ambito delle iniziative di richiamo organizzate dall’Amministrazione comunale.

Guido Maria FerilliSIMU SALENTINI. Se Domenico Modugno è stato definito “Mister volare”, allora l’appellativo per Guido Maria Ferilli (al centro nella foto) dovrebbe essere “Mister un amore così grande”. Il brano scritto dal musicista originario di Presicce, infatti, come egli stesso sottolinea, “contende a ‘Nel blu dipinto di blu’ il primato di canzone italiana più popolare al mondo”. Due successi planetari di due pugliesi: roba di cui essere fieri. «Il brano mi venne richiesto da Detto Mariano. Mi aveva già fatto scrivere “Hei, hei hei” per Claudia Mori», racconta Ferilli. «Mi spiazzò, ma dall’alto della sua esperienza aveva capito che era nelle mie corde scrivere un pezzo del genere». L’espressione “Un amore così grande” nacque «insieme alla melodia, ancor prima di chiedere ad Antonella Maggio di scrivere il testo» afferma compiaciuto. La vicenda del brano è materia da manuale di storia della musica. Inciso e portato al successo da Mario Del Monaco nel ’76, venne cantato “fuori gara” da Claudio Villa al Festival di Sanremo del 1984 e successivamente ripreso da Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli, Il Volo, fino alla recente versione dei Negramaro divenuta inno ufficiale della nazionale di calcio ai mondiali del Brasile. Al netto delle versioni di artisti stranieri.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

SALVE. Con una esibizione al Piper Club di Roma, storico locale della capitale a partire dagli anni sessanta, Edoardo Tasco è stato proclamato Miglior Chitarrista Tour Music Fest 2016. Una giuria di esperti, presieduta da Mogol, ha conferito al chitarrista di Salve, 14 anni, il prestigioso titolo che sicuramente rappresenterà il passaporto per una carriera musicale luminosa. «Edoardo respira musica da sempre – dice Massimiliano Tasco, padre di Edoardo e fondatore delle Officine Musicali di Salve – e sin da piccolo gironzolava nelle Officine Musicali ed è lì che è nato il suo interesse per la musica». Il giovane chitarrista, che si è formato sotto la guida del maestro Ambrogio De Nicola, ha dovuto superare una serie di prove prima di aggiudicarsi il prestigioso riconosci- mento. Dalla prima tappa di Lecce (selezione provinciale) fino alle semifinali al Jaibreak di Roma è stato un susseguirsi di prove selettive, fino alla vittoria finale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

MATINO. Quest’anno i bambini si vestiranno da grandi e porteranno in scena la rappresentazione più importante del Natale: sarà il “Presepe vivente dei bambini” promosso dalla scuola dell’infanzia “S.Giovanni Bosco” anche teatro dell’evento. Sabato 17 dicembre, dalle ore 17, banchi e cattedre lasceranno il posto alla suggestiva scenografia e all’entrata dei piccoli personaggi del presepe. Un progetto che per la prima volta coinvolge i bambini in prima persona e che s’inserisce all’interno del programma educativo scolastico con una doppia finalità educativa: trasmettere lo spirito del dono e della condivisione insieme valorizzare la memoria storica e le proprie tradizioni. A coordinare l’iniziativa le insegnanti supportate dalla dirigente Giovanna Marchio, con la collaborazione dei genitori e il patrocinio dell’Amministrazione comunale attraverso l’assessore alla Pubblica istruzione, Fabrizio Coluccia, a suggello di una forte sinergia tra scuola, famiglie e Comune. Il palinsesto natalizio dell’Istituto comprensivo di Matino proseguirà con il concerto “InCanto di Natale” (foto d’archivio) in programma per mercoledì 21 dicembre alle ore 20 presso la chiesa del Sacro Cuore (foto).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

misteri del sonno la visiva alla scuola BasilicataALLISTE. “Resto in casa”, ma non prima di una toccata e fuga in Argentina. Profetico e di buon auspicio il singolo di lancio dell’ultimo disco dei Misteri del Sonno, band composta dall’allistino Carlo Adamo (voce e chitarra) Dario Ancona (chitarra), Carlo Cazzato (basso) e Ilario Surano (alla batteria, di Ugento), che a novembre ha portato la sua musica Oltreoceano con un minitour. Un’esperienza da ricordare quella promossa dall’etichetta “La Rivolta Records”, con la collaborazione di Laboratori Musicali e CoolClub, e realizzata grazie al bando “Puglia Sounds Export” finalizzato alla promozione degli artisti pugliesi nel mondo. «Il nostro “mecenate” è stato Giuseppe Lioi – ricorda Adamo – architetto salentino che a Rosario dirige la scuola di design Cepec (dove abbiamo tenuto anche uno showcase), oltre a far parte di un gruppo che suona il rock italiano. Ci ha scoperti online e trovato alcune date, così abbiamo presentato il nostro progetto».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

bike-cafe-colonia-StajanoGALLIPOLI. Musica, escursioni e il primo mercato interamente dedicato alla bicicletta, tutto organizzato dal Salento Bike Cafè per questo weekend. Si comincerà domani sera con gli Alfonsina Swing e le loro sonorità jazz e swing tipiche della miglior tradizione americana. Il gruppo nasce dall’incontro Marco Papadia (chitarra) e Sofia Romano (voce), ai quali si uniranno Alessandra dell’Anna (tromba) e Matteo Maria Maglio (contrabbasso), e danno vita a un inedito progetto musicale caratterizzato da improvvisazione, ritmo e toni soffusi. Il concerto è questo sabato alle 21.30, con  apericena e vino rosso alle 20. Doppio appuntamento per domenica 4 dicembre. Tornano le escursioni di “Tuttifiori”, partenza alle ore 9 dal Salento Bike Cafè. Direzione il Parco naturale regionale litorale di Punta Pizzo e isola di Sant’Andrea. Una volta arrivati a destinazione,  due i percorsi possibili a seconda del mezzo scelto: Trekking (alla scoperta delle orchidee del Parco) oppure Mountain Bike (sulle serre tra Gallipoli, Taviano e Racale). Rientro intorno alle 13.Dopo pranzo chi vorrà potrà fermarsi a fare “non Solo Stretching” – attività motoria alternativa – con il maestro Francesco Baffa. Partecipazione e affitto bici gratuiti (fino a esaurimento scorte). Per i meno sportivi, lo stesso giorno sarà allestito Bike4all, un mercatino interamente dedicato alla bicicletta e a manufatti artigianali. Si potranno trovare biciclette usate, pezzi di ricambio, capi d’abbigliamento. Tutti possono partecipare per vendere o scambiare qualcosa. Il Mercatino è aperto dalle 9 alle 16 all’interno del Salento Bike Cafè. Per tutti i partecipanti possibilità di colazione e pranzo (12€) presso il Salento Bike Cafè con prelibatezze biologiche e locali. Per info  Giulia 392 11 44 073  Mattia 340 586 82 42 (Mattia)

Voce al Direttore

by -
Sono trascorsi quattro anni da quando si sono avuti i primi sentori che qualcosa non andava per il verso giusto: gli ulivi erano malati,...