Home Temi In città

Galatone – Tutti promossi i 19 studenti della classe V E dell’Istituto industriale “Medi”, indirizzo elettrotecnico. I ragazzi erano assurti agli onori della cronaca per  i risultati pessimi registrati (in 17 su 19 appunto) alla terza prova d’esame del quinto anno. “Una strage” avevano commentato alcuni, temendo peraltro che con voti come 2, 3, 4 su 30 come voto massimo agli orali sarebbe stato difficilissimo se non arduo pensare ad un recupero, anche se nelle precedenti due prove i voti erano oscillati tra il 10 e il 15. Invece gli studenti sono riusciti ad invertire i più pessimistici pronostici che li riguardavano con uno scatto di orgoglio ed un rush alla Mennea. Risultato finale della V E? Tutti promossi e diplomati.

Gallipoli. Sulla linea Lecce-Gallipoli l’ultima sorpresa in ordine di tempo sono i treni tagliati “a giorni alterni”: non ce ne sono, dice la Sud Est per cui ecco gli autobus per i tragitti di metà mattinata; nel pomeriggio dovrebbe essere tutto come previsto lungo la linea in assoluto più frequentata dagli utenti in questa stagione. “Non ci sono treni a sufficienza – dicono ancora gli addetti – tra guasti e carenze croniche. Ma almeno ci sono gli autobus”, dicono per tentare di giustificare responsabilità non loro.

La conseguenza è che gli orari di partenza ed arrivo saltano uno dopo l’altro: una cosa è percorrere binari altro attraversare centri abitati per raggiungere le stazioni là dove si trovano ubicate. “La lettura quotidiana dei giornali provoca sconcerto e rabbia e un profondo senso di smarrimento per chi ha sempre visto la Puglia come una regione innovativa e all’avanguardia. E ancora più sconcerto e rabbia si prova – scrive in una nota il capogruppo alla Regione di Articolo 1, Ernesto Abaterusso – quando, di fronte a un servizio di trasporto pubblico al collasso, sulle cui disfunzioni da anni gli utenti inveiscono quasi sempre inascoltati, si leggono dichiarazioni come quelle rilasciate dall’assessore Loredana Capone che convoca un incontro strategico (!) per il 2 di agosto, a estate ormai inoltrata e con problemi più che esplosi”.

Al governo nazionale indirizza i suo appello il senatore Dario Stefàno: “Il diritto alla mobilità è garantito costituzionalmente: non deve essere un privilegio per pochi, o peggio ancora, un miraggio per chi, ad esempio, risiede o vuole raggiungere il basso Salento. È necessario che il Ministro Delrio si attivi in iniziative necessarie a garantire collegamenti e trasporti da Lecce verso Gallipoli e Otranto”. L’interrogazione del parlamentare, presidente de “La Puglia in Più” e ricolta al Ministro delle infrastrutture e trasporti, così prosegue: “Lo scorso anno, in ragione di numerose proteste, le Ferrovie del Sud Est, dopo ben 19 anni, avevano provveduto a ripristinare i collegamenti ferroviari della domenica sulla tratta Lecce-Otranto e su quella Lecce-Gallipoli nel periodo estivo. Rappresentava una risposta, seppur nella forma del minimo sindacale. Oggi, con cadenza ormai quasi giornaliera, i social network, e conseguentemente i quotidiani locali e nazionali, sono tornati a riferire di vere e proprie odissee vissute dai turisti che, una volta sbarcati all’aeroporto di Brindisi, si trovano costretti a viaggiare o stipati in carrozze vetuste, prive di aria condizionata, o addirittura, la domenica, a percorrere il tratto verso le località del Basso Salento esclusivamente con mezzi su gomma, senza alcuna comodità, e al limite dei livelli di sicurezza. A fronte di un turismo in crescita – conclude Stefàno – Ferrovie Sud Est continua a fornire un servizio non solo inadeguato e largamente al di sotto degli standard ma, addirittura, in casi come quello qui denunciato, nei fatti inesistente. Occorre che il governo si attivi per cercare, davvero e finalmente, una soluzione immediata e credibile”.

Niente San Siro per il ritardo dell’aereo e scatta il risarcimento del danno. A ricompensare due gallipolini partiti da Brindisi destinazione Bergamo lo scorso 16 settembre è stato nei giorni scorsi il Giudice di Pace di Gallipoli, avvocato Tobia Nassisi, condannando la compagnia aerea irlandese Ryanair ltd. Quel giorno, i due tifosi avevano programmato il volo per poter assistere alla partita di calcio tra Inter e Juventus del 18 settembre, ma il ritardo nella partenza dell’aereo da Brindisi di ben 4 ore e 35 minuti ha poi, di fatto, impedito loro di poter acquistare i biglietti della gara presso la sede della Banca popolare di Milano. Assodato che quello della partita fosse il motivo esclusivo del viaggio e che la banca chiudeva i propri sportelli alle 16,55 di quel venerdì, il Giudice di pace ha imposto alla compagnia aerea irlandese di risarcire ad ognuno dei due tifosi un importo pari a 400 euro oltre al pagamento delle spese legali sostenute dai ricorrenti, difesi dall’avvocato Stefano Gallotta. A nulla è valso il tentativo di conciliazione esperito prima del giudizio così come l’eccezione della Ryanair che la competenza fosse dei tribunali irlandesi. Il Giudice di pace ha fatto valere, invece, la documentazione inviata dalla stessa società che ha riconosciuto di essere stata costretta (“non si sa da cosa” dice la sentenza) a ritardare il volo in questione. Resta ora da verificare se il colosso dei trasporti “low-cost” impugnerà la sentenza o deciderà di pagare.

LIDO MARINI. In fiamme una friggitoria a Lido Marini. La notte scorsa un incendio ha distrutto la “Pescheria friggitoria da Claudio”, di proprietà di Claudio Tamborrini. Il locale sorge su via Kennedy, parallela della strada principale della marina. L’incendio è scoppiato intorno alle 2 e ha distrutto la parte anteriore del locale e tutto ciò che conteneva: tavoli, sedie, espositori. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Ugento, che hanno spento l’incendio e messo in sicurezza la struttura. È stato necessario evacuare due abitazioni: una al primo piano dello stabile che ospita la friggitoria, l’altra nell’edificio accanto. Fortunatamente non c’è stata nessuna conseguenza per gli occupanti, che sono stati comunque visitati dagli operatori del 118. Il luogo dell’incendio è stato raggiunto dai carabinieri della stazione di Ugento e della Compagnia di Casarano, che insieme ai vigili del fuoco hanno avviato tutti gli accertamenti necessari a stabilire le cause del rogo. Si presume che le fiamme abbiano avuto origine dolosa. Solo pochi giorni fa, sempre a Lido Marini, qualcuno aveva incendiato la vecchia Fiat Panda che i proprietari del locale utilizzavano per pubblicizzare l’attività.

Edoardo Winspeare

TRICASE. Il Salento torna alla Mostra del cinema di Venezia con “ La vita in comune”, il nuovo film di Edoardo Winspeare, il regista originario di Depressa di Tricase. Non è la prima volta, del resto, che Winspeare partecipa con successo a concorsi e rassegne di alto livello, dal Sundace film festival di Robert Redford al Festival internazionale di Berlino. Diplomatosi all’Università della televisione di Monaco di Baviera e dopo brevi esperienze come assistente al montaggio, il regista realizza i suoi primi cortometraggi e documentari incentrati sulle tradizioni del Salento, protagoniste anche nel suo primo lungometraggio del 1996 “Pizzicata” che si fa notare sia in Italia e all’estero, come Berlino, Cannes e San Francisco. Con la sua seconda opera, “Sangue vivo”, arriva il successo di pubblico; vincitore del premio “Nuevos Directores” al Festival di San Sebastian e primo film italiano ammesso al Sundace film festival di Robert Redford. Nel 2003 esce “Il miracolo” che otterrà due premi alla Mostra del cinema di Venezia, seguito da “Galantuomini” del 2008. L’ultimo lavoro di Winspeare è “In grazia di Dio” che parteciperà al Festival internazionale di Berlino nella sezione “Panorama”. “La vita in comune”, scritto dal regista con Alessandro Valenti di Lecce, porta avanti il tema, già presente “In grazia di Dio”, della vita semplice e del suo elogio; il sindaco del comune immaginario di Disperata si sente inadeguato per il ruolo che deve ricoprire; un aiuto alla sua depressione arriverà dall’amore per la poesia e da un incontro inaspettato. Il film concorrerà nella sezione “Orizzonti” del festival che in questa edizione presenta una forte affluenza di artisti italiani tra cui Paolo Virzì, i Manetti Bors, Andrea Pallaoro e Sebastiano Riso e molti altri. Non mancheranno le star internazionali, tra cui George Clooney, Matt Damon, Julianne Moore, Jennifer Lawrence, Javier Bardem e Penelope Cruz, Judi Dench. E, ancora, Sienna Miller, Jim Carrey, Kirsten Dunst.

 

CASARANOImportanti novità per la nuova stagione sportiva del Casarano Calcio. Ieri sul prato del “Capozza” ha preso il via la preparazione della squadra maggiore, agli ordini di mister Sportillo e dei suoi collaboratori, in vista del prossimo campionato di Eccellenza. Nello staff tecnico c’è la conferma del preparatore atletico Christian Manco e di Davide Caputo massofisioterapista. Gradito ritorno, invece, per l’ex portiere Danilo Bassi che torna dopo due stagioni e sarà il preparatore dei guardiani che difenderanno la porta delle “Serpi”. Questo pomeriggio, invece, lo stadio di via Matino ha ospitato il raduno dei ragazzi nati dal 1998 al 2001 nel corso di uno stage selettivo alla presenza di mister Sportillo e di mister Andrea De Marco dell’Asd Gioventù sport Casarano. Tra le due società è stata, infatti, avviata un’importante collaborazione nell’ambito del settore giovanile. Le “Serpi” parteciperanno al campionato Juniores con la propria formazione, secondo regolamento, con i ragazzi che saranno guidati da mister De Marco, tecnico preparato che ha già avuto dei trascorsi, molto recenti, con il Casarano Calcio, con ottimi risultati. Mister e calciatori svolgeranno il proprio lavoro settimanale presso la struttura sportiva New Building, con una collaborazione che porterà mister Sportillo a visionare periodicamente i ragazzi delle categorie minori, della società del presidente Alberto Vizzino. Il tecnico si è detto entusiasta di questo progetto e, insieme a mister De Marco, seguirà i progressi dei giovani calciatori. La Ssd Casarano calcio, inoltre, dopo aver confermato la collaborazione con la New Green Sport s.r.l.s., ringrazia il direttore tecnico Graziano Torsello “per aver ridotto il corrispettivo mensile pattuito per la gestione e la manutenzione del manto erboso dello stadio soddisfacendo, così, le esigenze di budget della società”.

OTRANTOSoccorso in mare con recupero di un naufrago nelle acque antistanti Otranto. Nello specifico si è trattato, però, di un’esercitazione (spettacolare) dell’Aeronautica militare messa in atto con l’utilizzo di un elicottero HH-139° dell’84° Centro Combat “Search and rescue” di Gioia del Colle. Lo scenario prescelto è stato quello del distaccamento straordinario dell’Aeronautica militare dei laghi Alimini. L’elicottero ha soccorso i piloti del 61° stormo che simulavano di trovarsi in una situazione di emergenza a seguito di una eiezione da un aereo in avaria. Gli aerosoccorritori si sono lanciati in mare direttamente dell’elicottero per agganciare e recuperare e naugìfraghi. L’attività svolta è stata effettuata sotto l’attenta supervisione del personale dell’ufficio “sicurezza volo” del 61° Stormo e rientra nel normale ciclo di esercitazioni programmate in favore dei frequentatori dei corsi della scuola colo di Galatina. Senz’altro uno spettacolo particolare per quanti affollavano i lidi anche se il colonnello pilota Luigi Casali, comandante di stormo, precisa: «L’esercitazione costituisce uno strumento per preparare gli allievi a gestire le situazioni di emergenza, compresa quella di doversi lanciare da un aereo non più controllabile, cadendo in mare aperto e dovendo sopravvivere, anche per qualche giorno, in un ambiente ostile e con il limitato materiale a disposizione. Inoltre questo tipo di attività rappresenta un momento di verifica per il personale del soccorso che può testare le proprie capacità e l’efficienza dei propri mezzi». La funzione “Search and Rescue” dell’Aeronautica militare, anche se finalizzata a soccorrere gli equipaggi dei velivoli, opera molto spesso in favore della collettività.

Paola Mita

NARDÒCon un decreto firmato questa mattina, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha nominato come suo vice il consigliere provinciale Paola Mita, già consigliere comunale a Nardò dove è stata eletta nelle fila di “Forza Nardò”). «Un incarico che mi inorgoglisce veramente tanto e che mi sprona a fare sempre meglio e sempre di più», afferma l’interessata. Soddisfazione viene espressa anche dal sindaco della città neretina, Pippi Mellone, che parla di “nomina attesa e meritata”. «Con la Provincia la nostra Amministrazione ha un buon dialogo e io personalmente ho un ottimo rapporto con il presidente Gabellone, ma la nomina di Paola non potrà che migliorare tutto questo a beneficio degli interessi e delle esigenze della nostra città. La vicepresidenza neretina a Palazzo dei Celestini – afferma Mellone – aggiunge un altro significativo tassello al mosaico di una nuova era politica nel Salento, in cui Nardò è decisamente protagonista».

GALLIPOLI. All’alba di questa mattina sono scattati gli arresti per il 41enne gallipolino Bernardo Gatto. Nella sua abitazione, i carabinieri dell’Aliquota operativa della Compagnia di Gallipoli hanno rinvenuto 330 grammi di marijuana già suddivisa in 5 confezioni e pronta per essere smerciata. Ad insospettire i militari sono stati i continui movimenti e le frequentazioni i sospette degli ultimi giorni da parte dell’uomo, tra l’altro già noto alle forze dell’ordine. Nei suoi confronti sono è stata disposta la misura degli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche di Gallipoli dal 27 luglio al 2 agosto 2017

Cinema Teatri Riuniti Gallipoli

Sala 1 

Prima di domani”

Orari Spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30

Il film sarà sospeso Venedì 28 e riprenderà Sabato 29

Sala 2

Spiderman Homecoming

Orari Spettacoli: 19.00 – 21.30

Sala 3

The War – Il pianeta delle scimmie”

Orari Spettacoli: 19.00 – 21.30

Teatro Schipa

USS Indianapolis

Orari Spettacolo: 18.30 – 20.30 – 22.30

 

Prezzi: Intero €. 7,00 Ridotto € 5,00 + € 1.00 per 3 d
Dal lun al ven 1° spettacolo € 5.00 + € 1.00 per 3 d escluso festivi e anteprime
Mercoledi € 5.00 + € 1.00 per 3 D escluso festivi e anteprime

Gallipoli – “Chi sa qualcosa, parli. Anche in forma anonima, in privato, ma parli. Quello che è accaduto è di una gravità assurda e chi ha compiuto questo gesto dev’essere punito”: di questo tenore uno degli appelli lanciati all’indomani del ritrovamento alla periferia della città, di quattro cani morti per sospetto avvelenamento (questo citato è di Mariano Fernando Polimeno. Il luogo del ritrovamento ieri mattina è nei pressi della strada vicinale San Giovanni vicino alla ferrovia. La foto con le quattro carcasse apparsa per prima sulla pagina Facebook “Dolci tradizioni gallipoline” di Dante Scorrano (che aveva ricevuto la foto da un segnalatore anonimo) ha fatto il giro del web, con migliaia di proteste da parte di cittadini presi da rabbia, pietà e desiderio di “giustizia”. I quattro cani avevano anche un nome dato loro dagli abitanti del rione: la mamma si chiamava Luna, poi c’erano Stella, Lupo e Billy, di pochi mesi; amavamo giocare per strada e la gente gli voleva bene, quasi ogni giorno qualcuno dava loro fa mangiare. Erano “cani di vicinato”, di nessuno ma adottati dalle persone residenti in quel luogo. Una di queste volontarie, Gabriella Oltremonte, racconta che aveva scoperto l’esistenza di questi cuccioli da gennaio e da allora si era occupata di loro insieme ad altre ragazze, appena finito di lavorare. “Pure Ieri mattina sarei dovuta andare a portare loro da mangiare come al solito – racconta Gabriella –  solo che per motivi di lavoro ho pensato di andare nel pomeriggio; quando all’improvviso, ho ricevuto la chiamata di mia cugina che mi ha avvisato che i cani erano stati tutti trovati morti vicino alla ferrovia. Ho provato un dolore fortissimo”. Le due femmine erano state da pochi mesi anche sterilizzate. Insomma, erano accuditi da tanta parte del rione. Non da tutti, evidentemente.

“Sono stati trovati uno accanto all’altro, morti, nei pressi della rotaie, ma l’ipotesi che siano stati investiti dal treno è altamente improbabile – dice un’altra volontaria- perché nessuno di loro aveva feriti visibili. Probabilmente qualcuno li ha uccisi e li ha messi lì per farlo sembrare un incidente. Il veleno è l’ipotesi a cui pensiamo tutti. Abbiamo anche una qualche idea su chi possa essere stato, anche se per il momento stiamo facendo denuncia contro ignoti”. Il fatto che siano stati uccisi e poi spostati lì è anche l’ipotesi dei poliziotti; sul corpo di un cucciolo si farà l’autopsia poi sarà smaltito come gli altri tramite l’inceneritore. Denunce anche di altri cittadini e associazioni, tra cui quella di Pierre Luigi Trovatello, responsabile Movimento animalista della provincia di Lecce. Adesso intanto si dovrà trovare una sistemazione all’unico cucciolo rimasto, il più timido, il più riservato, quello che non si faceva avvicinare: forse si è salvato proprio per questo. Per informazioni o proposte si può chiamare al 327 122 6158 o contattare direttamente la pagina Facebook “Gallipoli… una perla adagiata sullo Jonio”.

CASARANO. È stata rinviata, “per sopravvenuta indisponibilità del Sindaco” la conferenza stampa di presentazione della Giunta comunale di Casarano prevista per questa mattina. Al di là della giustificazione ufficiale, restano i problemi legati alla composizione del nuovo Esecutivo cittadino. Se certi di farne parte restano gli assessori uscenti Ottavio De Nuzzo e Laura Parrotta (in assoluto i due più suffragati ed entrambi della lista civica “Gianni Stefàno Sindaco”), gli equilibri appaiono più delicati altrove. Gli altri tre posti a disposizione vanno, infatti, “spalmati” tra le altre quattro liste che hanno sostenuto la candidatura del rieletto Sindaco, tenendo pure conto della necessaria presenza di un’altra donna in Giunta. Con l’ingresso più che probabile di Daniele Gatto (438 voti in “Direzione Italia”), per gli ultimi due posti in ballo ci sarebbero tre liste alla porta, ovvero i “Popolari per Casarano” con il vicesindaco uscente Adamo Fracasso, “i Verdi” con Aldo Torsello e “Fratelli d’Italia” con Gianluca Musca nel ruolo di primi eletti. Di troppo non ne è soltanto uno, visto che Stefàno è alla ricerca di una donna che salvi gli equilibri dettati dalla legge sulla “parità di genere”. Allora ecco spuntare il nome di Francesca Pirri Romano (Verdi) o addirittura di un’esterna utile alla quadratura del cerchio. Per il ruolo di presidente del Consiglio (da eleggere in Aula) resta, invece, il nomi di Alberto Vizzino (Direzione Italia) contrapposto a quello di Gianluca Musca.

TRICASE. Sarà inaugurata sabato 29 luglio alle 19 la struttura di servizio rurale “Semi urbani” a Tricase, in via Catalano. Si tratta di un nuovo centro per la promozione e la vendita di prodotti artigianali e agricoli tipici della zona ma anche sede per incontri culturali mirati allo sviluppo territoriale e info point turistico. La struttura, realizzata dal Gruppo di azione locale (Gal) “Capo di S. Maria di Leuca”, è stata finanziata dal programma di Sviluppo rurale Puglia 2007-2013 mentre le spese per la sistemazione degli spazi esterni sono state a carico del Comune di Tricase. La gestione del centro è stata affidata, dal Gal alla rete di agriturismi “Gramigna”. Dopo l’apertura del mercato il programma di sabato prevede i saluti istituzionali di Carlo Chiuri, sindaco di Tricase, e di Rinaldo Rizzo, presidente del “Capo S. Maria di Leuca”; si proseguirà con gli interventi di Fabiana Renzo, azienda agrituristica “Sante Le Muse” di Salve, Francesco De Giorgi, azienda agrituristica “Terra di Leuca” di Ruggiano di Salve e capofila della “Gramigna”, Giosuè Olla Atzeni, direttore del Gal, Michele Turco, associazione Meditinere di Tricase, Luigi Maglie, azienda agrituristica “Fica Torta” di Tricase e Federica Sparascio, azienda agrituristica “Gli Ulivi” di Tricase.

TORRE PALI, MARINA DI SALVE. Il presidio di Sindaco e amministratori comunali evita l’invasione delle dune da parte di automobilisti scorretti. C’è voluta la mobilitazione del primo cittadino Vincenzo Passaseo, del gruppo consiliare di maggioranza e di alcuni cittadini per porre fine (almeno per ora) alla consuetudine da parte di alcuni bagnanti di parcheggiare l’auto proprio sulle dune a pochi metri dal mare di Torre Pali. Dando esecuzione ad una ordinanza sindacale, nei giorni scorsi i vigili urbani avevano comminato diverse multe agli automobilisti che, infischiandosene dei divieti, avevano continuato a parcheggiare abusivamente e addirittura avevano preso di mira i vigili con minacce di ogni genere. Proprio per manifestare solidarietà ai vigili minacciati e per ripristinare la legalità Passaseo e gli altri partecipanti hanno deciso di presidiare la zona garantendo così il rispetto della legalità e la tutela della natura.  “Ma cosa costa parcheggiare la propria auto al di qua del canale, superare il ponticello ed andare a piedi al mare?”, si chiede senza trovare risposte il Sindaco (l’aerofotogrammetria mostra esattamente la situazione dei luoghi). L’area al di qua del canale è con parcheggio gratuito peraltro. Invece no. I soliti incivili e vandali ambientali si ostinano a voler lasciare la propria auto quasi in riva al mare. E i divieti? Giorni fa sono stati persino abbattuti, fisicamente. Da oggi in avanti comunque la zona in questione sarà protetta da una barriera automatica che consentirà l’accesso solo ai mezzi impegnati a garantire il pronto soccorso ed a fornire i chioschi dislocati sul lungomare. Per gli automobilisti indisciplinati nessuna indulgenza.

Paolo Ruffini

GALLIPOLI. Estate non solo per la rigenerazione e il ristoro del corpo, ma anche per lo spirito: è quanto propone l’Ufficio per la pastorale del turismo, direttore don Antonio Bottazzo, della diocesi di Nardò-Gallipoli a vacanzieri e non. Il prossimo appuntamento prevede  “una serata culturale di riflessione sui temi che hanno finora caratterizzato il pontificato di Papa Francesco: un Papa argentino che è arrivato dalla ‘fine del mondo’, come lui stesso aveva detto affacciandosi per la prima volta in Piazza San Pietro”, come si legge nel comunicato della diocesi. “Un pontificato caratterizzato dai richiami espliciti a riportare le periferie del mondo al centro delle attenzioni della Chiesa. Papa Francesco è il Papa della gente: per tutti la misericordia del Padre e l’abbraccio ai più dimenticati”. Protagonista della serata il direttore di Tv 2000 Paolo Ruffini che sarà intervistato dal giornalista televisivo Marcello Favale: a Porto Cesareo (piazzale parrocchia Beata vergine Maria del Perpetuo soccorso) lunedì 31 alle 19,30 e a Gallipoli in piazza Falcone-Borsellino martedì 1 agosto, sempre alle 19,30. Non mancheranno gli intermezzi musicali a cura dell’orchestra di fiati “Santa Cecilia – Città di Gallipoli”.

GALLIPOLI. “La ballata del vecchio marinaio” per sostenere “Nere”, il terzo cortometraggio del regista gallipolino Salvatore Negro (foto) basata su di una storia vera accaduta durante la seconda guerra mondiale nel centro storico; donne le vittime impotenti davanti ad un potere indiscusso. Lo spettacolo andrà in scena il 2 agosto al Castello di Gallipoli. Tra le vedute settecentesche di Philip Hackerti e della sua mostra “I porti del Re” infatti, risuonerà nelle sale il grande racconto di mare di Coleridge dal titolo appunto “La ballata del vecchio marinaio” nell’adattamento di Danny H Cortese di Gallipoli, con la performance di Ilaria Mancino ed il sound design di Fabio Iaci.
Una storia di mare quasi risalente allo stesso periodo dei quadri della mostra, che raffigurano porti pugliesi ai tempi delle due Sicilie. Il giovane Coleridge, infatti, aveva dato alle stampe la prima edizione della Ballata nel 1798, esattamente dieci anni dopo del viaggio in Puglia di Jacob Philipp Hackert per ordine del re Ferdinando IV di Borbone. La vicenda del vecchio marinaio esprime il dialogo tra uomo e l’assoluto e nella sua lettura e Danny H. Cortese racconterà il dramma dell’uomo che, sfidando la natura e alterandone le leggi che la regolano, soccombe alla sua forza. In scena una sola performer, Ilaria Mancino; di Fabio Iaci e Ilaria Mancino, il commento sonoro.

Pieno appoggio quindi dell’associazione “Sounday” al progetto filmico. “Riteniamo che il lavoro di Salvatore Negro – afferma Ilaria Mancino (foto) – meriti di essere completato e vogliamo aiutarlo a trovare i fondi necessari a questa produzione. “Nere” è la dolorosa storia di una donna che per tutta la vita ha dovuto convivere con il ricordo di uno stupro subito da bambina assieme alla madre. Pensiamo sia importante darle voce”. La messa in scena è realizzata con Agata Alemanno che ha realizzato i costumi e con Luciano Alemanno della compagnia “Filarmonica Città di Gallipoli” che curerà le luci. Lo spettacolo andrà in scena al Castello di Gallipoli il 2 agosto alle ore 21 (info  349 2116942 – 0833 262775). Il costo del biglietto è di 15 euro e comprende oltre allo spettacolo, la visita della mostra “I porti del Re” e del Castello di Gallipoli. Il cortometraggio “Nere”, lo ricordiamo, è liberamente tratto da una lettera pubblicata nell’agosto del 2015 dal direttore Fernando D’Aprile su Piazzasalento, partner ufficiale del progetto, dal titolo “Quel Ferragosto del ’42 che non dimenticherò mai. Per giustizia, non deve scomparire con me”, scritta da una signora ormai ottantenne che racconta un episodio drammatico di violenza avvenuto quando aveva 8 anni. Il corto è ambientato ai nostri giorni, dove, come afferma il regista, Salvatore Negro, “ancora l’infanzia viene negata a molti bambini perché abusati”, è girato a Gallipoli, con una elaborazione tra passato e presente anche per quanto riguarda le musiche curate da Mimì Petrucelli con protagoniste Paola Tricarico, Carmenada Macchitella ed Holly Arcarese. Il progetto fa parte di una campagna Crowdfunding e per sostenerlo si può accedere al sito https://it.ulule.com/nere/ o ci può collegare alla pagina facebook “Nere” o sul sito www.piazzasalento.it.

GALLIPOLI. Diversi appuntamenti di musica, arte e teatro accompagnano queste serate dell’estate gallipolina. Questa sera mercoledì 26 luglio alle ore 21, il gruppo “Cantiere Teatro” porterà in scena presso l’oratorio “Anspi” di San Lazzaro, la commedia brillante in due atti “ Lu mortu risuscitatu”, con Ornella Perrone, Eugenio Chetta, Luciana Della Rocca, Luigina Scorrano, Anna Rita Maffei, Anna Rita Bello, Anna Ortis, Tony Murra, Luigi Fiorini, Luigi Murra e Luciana Murra con la regia di Francesca Benvenga. Domani giovedì 27 luglio a partire dalle ore 20.30 presso il Museo Diocesano invece, all’interno della IV edizione del Festival “Terra tra due mari” dell’Associazione “IL Musicante” con presidente Enrico Tricarico, si terrà un “Recital di chitarra” del Maestro gallipolino Danilo Legari, che si esibirà sulle musiche di Bach, Castelnuovo-Tedesco, Tarrega, Ponce e Abériz
Venerdì 28 luglio alle ore 20.30 poi, presso il Chiostro di San Domenico, continuano gli appuntamenti nell’ambito della rassegna “Sipari di pietra” di Roberto Perrone con “La passione del Malladrone” di Eugenio Rollo presentato dall’Associazione culturale “Grifondoro” e tratto dal libro “I racconti del Malladrone” di Serena Gatto ed Eugenio Rollo. Si tratta di un monologo ispirato alla statua del Malladrone (il cattivo ladrone della Crocefissione) di Gallipoli. Il testo ha la struttura di un’affabulazione, secondo lo schema del Mistero Buffo di Dario Fo. L’attore racconta in una parte introduttiva la storia della statua del Malladrone, situandola nel contesto storico evangelico e del periodo di realizzazione dell’opera; quindi recita un testo teatrale che nella finzione è la trascrizione di una rappresentazione dell’epoca, con un linguaggio in parte in lingua e in parte in vernacolo. La figura del Malladrone è rivisitata, anche sulla base dei vangeli apocrifi, e il protagonista viene raccontato come una sorta di rivoluzionario arrabbiato, la cui ferocia era essenzialmente rivolta verso i tre poteri che sfruttano il popolo: il potere economico, politico e religioso. Parallelamente alla passione di Cristo assistiamo quindi alla passione del Malladrone fino alla crocefissione in cui il confronto tra il Bene e il Male trova il suo culmine. Interprete Daniele Baccadamo.
Sempre venerdì 28 luglio a partire dalle 20 e 30 presso il “Trappito Stracca” di Alezio, la compagnia teatrale onlus “Talianxa” di Luigi Della Rocca presenterà “Liolà” in occasione dei 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, una serata di solidarietà dove tutto il ricavato verrà devoluto a favore di un progetto oncologico del “Gruppo Accoglienza Bambini Bielorussia”. “Talianxa” prenderà anche parte sabato 29 luglio alla terza edizione di “Poesis sotto le stelle”, Concorso di poesia a tema libero che si terrà a partire dalle 21 presso il Parco di Don Tonino Bello ad Alezio organizzato dalla delegazione Lilt e Fidas di Alezio, dove verranno portati in scena gli sketch di Massimo Troisi “ Annunciazione!” e “L’Arca di Noè”. Domenica 30 luglio infine, in Piazza Tellini a Gallipoli a partire dalle ore 21, ci sarà la serata di Pizzica a cura del gruppo “Le Ardiche”, organizzata dal Comune insieme alla Pro Loco.

by -
0 180

UGENTO. Mare cristallino e paradisiache coste sabbiose sono il fiore all’occhiello del Salento, ma spesso la realtà è ben diversa. Nasce così la segnalazione di un lettore, preoccupato dal desolante paesaggio trovato a Torre Mozza, marina di Ugento. Se non bastassero le alghe presenti in questi giorni sulla costa a preoccupare i bagnanti, ad arrecare grandi difficoltà ci pensano anche le barriere architettoniche. Stradine sconnesse, buche, dislivelli, passerelle pericolose e malmesse e carrozzine che inceppano. Succede così che la passerella che dovrebbe permettere ad anziani e portatori di handicap di accedere liberamente alla spiaggia si interrompa bruscamente, rendendo la passeggiata vicino al mare un pericoloso percorso ad ostacoli.

ALEZIO. Poesia, storia e solidarietà sotto le stelle chiudono il luglio aletino. Con un tris di eventi culturali il calendario estivo promosso dall’Amministrazione comunale si prepara ad accogliere un mese impegnativo e di festa per la comunità aletina, in vista delle celebrazioni in onore della Madonna della Lizza, festeggiata dal 14 al 16 agosto. Il 29 luglio la Delegazione aletina della Lilt propone “Poiesis sotto le stelle”, il concorso di poesia giunto ormai alle sua terza edizione che racchiude musica, versi, sapori e teatro sempre sul filo della solidarietà. L’evento, che vedrà la partecipazione della Vintage band e della Compagnia teatrale Talianxa, avrà inizio alle 21 presso il parco Don Tonino Bello. Rievocazione storica, fede, emozioni e cultura per l’immancabile appuntamento con la Serata Murattiana promossa dalla Pro loco. Il corteo storico partirà il 30 luglio da piazza Vittorio Emanuele II e si conclude con l’arrivo sulla scalinata di Villa dell’Assunta. Luglio si conclude con “Una sera alla Lizza”, evento realizzato dall’amministrazione comunale che si terrà dalle ore 21,30 nei pressi del Santuario. La serata è un racconto a più voci del più importante monumento aletino con i suoi affreschi e i suoi tesori.

foto di Gianluca Filograna

RACALE. È tutto pronto per la serata conclusiva della sesta edizione dell’Ecocampus estivo “SalviAmo la Terra”, organizzato dall’Associazione degli Artisti di Melissano e patrocinato dal Comune di Racale, con la partecipazione dell’Istituto comprensivo. Venerdì 28 luglio, in piazza San Sebastiano a Racale, si terrà la festa finale con tutti i bambini che hanno partecipato alle attività ludiche, promosse in collaborazione con il Doposcuola Valeria Marra, la ludoteca Happy Day di Racale, Legambiente, l’Istituto  superiore “Vespucci” di Gallipoli, il Ctg di Melissano, Pallavolo Azzurra Alessano, l’oratorio “Anspi – Gesù Redentore” di Melissano, l’associazione “Musica e…” di Taviano, il Centro danza Sylphide di Melissano, la Misericordia di Racale e Silvia Scarcella, cake-designer. Ogni settimana è stata dedicata ad un elemento naturale (aria, acqua, terra, fuoco) con l’obiettivo di sensibilizzare i bambini al rispetto e alla tutela dell’ambiente attraverso il gioco, lo sport, le attività manuali e ricreative. Nella serata finale, che avrà inizio attorno alle ore 20, si esibirà la compagnia di artisti da strada “I girovaghi”. Sono previste tante altre sorprese.

Marcello Nucciarelli

GALLIPOLI. “La pista portoghese” dello scrittore forlivese Marcello Nucciarelli (edito da Alcheringa) è il romanzo giallo  che viene presentato questa sera, mercoledì 26 luglio, alle ore 19,30 a Gallipoli presso la Casa degli artisti di via Lepanto a Gallipoli. A fare gli “onori di casa”, alla presenza dell’autore, saranno il pittore e scultore Giorgio De Cesareo e la professoressa Cristina Maritati. Con Nucciarelli dialogherà la scrittrice e sceneggiatrice Ilaria Ferramosca. “La pista portoghese” prosegue la serie di inchieste della poliziotta olandese Gretjie De Witt, prima ispettrice e poi commissaria presso il dipartimento di polizia di Amsterdam.  Nucciarelli, scrittore dal 2009 e poi editor letterario e valutatore di manoscritti, è appassionato di cultura dei Paesi Bassi ed ha vissuto tra Olanda e Italia. Ha  gestito per alcuni anni la libreria “La Moderna” di Rimini per poi divenirne direttore e successivamente responsabile di tutte le librerie del gruppo “Librincontro”. Dal 2012, infine, è critico letterario per “Writer’s dream”, la più vasta community online per scrittori esordienti.

 

Una serra incendiata

Non bastano i fuochi in città che punteggiano certe notti con auto incendiate, segnali inquietanti di cosa cova sotto qualche mucchio di cenere, ma in questo periodo anche roghi in campagna, secondo un calendario che vede le serre “spogliarsi” di teli e teloni di plastica da smaltire. Appunto, appiccando fuoco. Dalle campagne di Nardò-Copertino a quelle di Taviano, Racale, Alliste, Melissano e Ugento, passando per la zona industriale di Casarano ed i campi circostanti, montano le proteste e preoccupati interrogativi: “Soprattutto a tarda serata non si respira per la puzza”, è il coro che si registra da quei paesi. I sospetti maggiori cadono sulle plastiche impiegate in agricoltura. Ma c’è chi azzarda anche altro: “Temo che, nell’occasione, qualcuno approfitti per smaltire anche altri rifiuti…”.
Si moltiplicano perciò appelli e chiamate alle forze dell’ordine ed  agli amministratori locali, affinchè si intensifichino controlli e sopralluoghi. Ad Alliste l’associazione “Band di Babbio Nayale”, notoriamente impegnata a fianco dei piccoli di Oncologia pediatrica del “Vito Fazzi” di Lecce, è andata più in là: esposto denuncia inviato alla Procura della Repubblica di Lecce con oltre trecento firme. “Da oltre due mesi – vi si legge  nella missiva a firma del presidente Giorgio Adamo – nel territorio di Alliste e dei paesi vicini (compresa la zona delle marine) la popolazione avverte esalazioni continue e ripetute, acri e nauseabonde probabilmente originate da fuochi con materiali plastici o simili, concentrate in prevalenza nelle ore notturne”. Per contrastare questi “pericoli per la salute pubblica” Adamo offre la collaborazione dell’associazione, che è presente in numerosi centri della zona.

CASARANO. Giunta comunale pronta a Casarano. Il sindaco (riconfermato) Gianni Stefàno la annuncerà giovedì 27 luglio, alle ore 12,30, presso Palazzo di Città. Dopo alcune settimane di lavoro per ottenere la giusta “quadratura” del cerchio, forte del consenso ottenuto sia al primo turno (46%) sia al ballottaggio (60,59%).Nei giorni scorsi, intanto, è arrivata la conferma ufficiale dei consiglieri eletti a cura dell’apposita commissione elettorale. Nessuna sorpresa nei nomi con la maggioranza composta da Ottavio De Nuzzo, Laura Parrotta, Rosi Scarangella e Giovanni Ferrari (lista Gianni Stefàno sindaco),Daniele Gatto, Alberto Vizzino e Giulia De Lentinis (Direzione Italia), Adamo Fracasso (Popolari per Casarano), Aldo Torsello (Verdi ecologisti) e Gianluca Musca (Fratelli d’Italia) e dallo stesso Stefàno, e la minoranza composta da Mauro Memmi (sfidante al ballottaggio), Attilio De Marco (Partito democratico), Umberto Totaro (Orgoglio Casarano), Luigi Bartolomeo (Unione di centro), Emanuele Legittimo (liste civiche) ed Enrico Giuranno (5 Stelle).

La composizione dell’Assise consiliare dovrà necessariamente mutare in seguito alla nomina della Giunta. Da parte di Stefàno c’è la spinta a confermare il più possibile la squadra uscente anche se occorre tener presente le necessità imposte dai nuovi equilibri in maggioranza, dai risultati individuali e dalle quote rosa, con la presenza di due donne in Giunta. Certi di entrare a far parte del nuovo Esecutivo dovrebbero essere gli assessori uscenti Ottavio De Nuzzo e Laura Parrotta (nell’ordine, i due più suffragati in assoluto), e in questo caso in Aula dovrebbero sedere Fabiola Casarano e Alessandro Antonaci. Con un posto in Giunta per Daniele Gatto (438 voti con “Direzione Italia”) in Consiglio troverebbe posto pure Giampiero Marrella mentre più incertezza resta per gli ultimi due posti con in ballo i nomi di Musca (primo dei non eletti è Giacomo Bellomo), Aldo Torsello (figlio dell’assessore uscente Marcello) e dell’assessore uscente Matilde Macchitella (attualmente fuori dal Consiglio). Per la presidenza del Consiglio il nome più papabile appare quello di Alberto Vizzino, a nche se non sono escluse sorprese. Dalla proclamazione degli eletti decorrono i dieci giorni entro i quali il sindaco dovrà convocare la nuova assemblea cittadina che dovrà, poi, riunirsi entro i successivi dieci.

 

NEVIANOSi avvicina il periodo più atteso dell’anno per i nevianesi: la festa della Madonna della Neve. Anche quest’anno, il Comitato è già al lavoro da settimane per preparare al meglio la tre giorni in programma dal 4 al 6 agosto. Ad aprire idealmente i festeggiamenti ci pensa, però, la Sagra dei sapori locali organizzata dalle varie associazioni del paese domenica 29 luglio in oratorio. Anche quest’anno, inoltre, l’associazione “Ecomuseo del Paesaggio delle Serre di Neviano”, al fine di far rivivere l’antica tradizione delle luminarie artigianali ed artistiche organizzano l’ottava edizione del concorso “Addobba e illumina nella tradizione la tua Neviano”. I lavori saranno valutati da una giuria qualificata il prossimo 3 agosto e premiati la sera del 6 in piazza Concordia. Ai primi tre classificati sarà consegnata una coppa (informazioni al numero 333/5359193). La festa vera e propria prevede la tradizionale processione di venerdì 4 agosto, accompagnata dal concerto bandistico Città di Squinzano, che dopo la processione eseguirà in piazza Concordia un concerto blues. Il 5, giorno della festa, i concerti bandistici che si alterneranno sulla cassa armonica e per le vie del paese saranno la stessa Città di Squinzano e Città di Rutigliano. Domenica 6, infine, alle 21.30 in piazza Concordia ci sarà lo spettacolo del comico Piero Ciakky e a seguire la musica travolgente dei dj del Bar Italia.

 

Luigi Cuppone al Pisa

NEVIANO. Nuova meta per il promettente attaccante nevianese Luigi Cuppone. Dalla prossima stagione, l’attaccante classe ’97, proveniente dalla Primavera del Vicenza, sarà a titolo definitivo un calciatore del Pisa, compagine militante nel campionato di Lega Pro. Dopo importanti esperienze nei settori giovanili del Lecce, del Carpi e del Lugano, e un’avventura in Serie D con la Triestina, ora per Cuppone la nuova avventura in nerazzurro (il contratto è firmato sino al 2020) sotto la guida di mister Carmine Gautieri, con la prospettiva di ritornare presto in Serie B.

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...