Home Temi Eventi
Eventi, concerti, mostre, esposizioni dai Comuni della rete di Piazzasalento

Taurisano – Promuovere l’attività fisica per uno stile di vita più sano: con quest’obiettivo l’assessorato alle Politiche sociali guidato da Fabrizio Preite (in foto) organizza un corso di ginnastica dolce per adulti e anziani: le lezioni partiranno nel mese di ottobre e proseguiranno fino a maggio 2019. Sede del corso sarà il centro sociale polivalente per anziani in via Aspromonte.

Il corso ha un costo mensile di 10 euro. Possono presentare richiesta di iscrizione i cittadini residenti a Taurisano che abbiano compiuto i 60 anni. Il modulo d’iscrizione può essere ritirato presso l’Ufficio Servizi alla Persona del Comune o scaricato online dal sito, e va poi restituito al medesimo ufficio, corredato di certificato medico di idoneità per lo svolgimento di attività sportiva non agonistica. Le lezioni del corso di ginnastica dolce si svolgeranno nei pomeriggi di lunedì e giovedì, dalle ore 16 alle 17.

 

Gallipoli – Si svolgerà a Gallipoli quest’anno l’assemblea territoriale di Gallipoli, Galatina, Lecce e Maglie di Cittadinanzattiva: il segretario per la Puglia, Matteo Valentino ha convocato la riunione dei responsabili e degli aderenti dei Tribunali dei diritti del malato – Cittadinanzattiva per procedere alla “Ri-costituzione dell’Assemblea territoriale di Lecce”. (nella foto la referente di Gallipoli, Agata Coppola). L’appuntamento per i convocati è per mercoledì 17 ottobre, domani, alle ore 16 nella sala convegni (2° piano Torre A) dell’ospedale Sacro Cuore.

La riunione di questa associazione di volontariato si aprirà con un’analisi dell’azione di Cittadinanzattiva sul territorio di competenza; quindi si passerà all’elezione del coordinatore dell’Assemblea territoriale ed alla nomina dei responsabili di Rete ( Tdm, Consumatori, Giustizia, Scuola e Europa). Infine verrà eletto il segretario amministrativo. L’Assemblea sarà presieduta dal segretario regionale Valentino e da altri componenti della segreteria regionale pugliese.

Durante l’incontro si comunicheranno anche le attività e le iniziative svolte e da svolgere da ogni singolo Tdm.

Cittadinanzattiva in particolare è una associazione nazionale che si occupa di sanità, con il Tribunale per i diritti del malato, ed il Coordinamento nazionale delle Associazioni dei malati cronici; di politiche dei consumatori, con i Procuratori dei cittadini; di giustizia, con Giustizia per i diritti; di scuola, con la Scuola di cittadinanza attiva; di cittadinanza europea, con Active citizenship network; di attivismo civico in Italia e nel mondo.

by -
0 190

Tricase – Donazione di midollo osseo, cellule staminali e nuove prospettive nel campo dei trapianti: di tutto questo si parlerà martedì 16 ottobre nella tavola rotonda in programma alle 18,30 a Palazzo Gallone (in Sala del trono).

L’evento rientra nella campagna “Match it now!”, organizzata dal Centro Nazionale Trapianti per informare e sensibilizzare sulla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche. Obiettivi, questi, che martedì 16 si cercherà di perseguire mettendo a confronto le diverse posizioni sull’argomento e partendo da un approccio multidisciplinare. Inoltre, durante l’incontro si ripercorrerà la storia dei 500 trapianti effettuati presso l’unità di Ematologia e Trapianti dell’ospedale “Panico” di Tricase, diretta dal prof. Vincenzo Pavone (in foto).

Tanti gli studiosi che prenderanno parte alla tavola rotonda: Margherita Bramato, direttore generale dell’ospedale “Panico”; Luciano Abbruzzese, direttore del Simt (Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale) dello stesso nosocomio; Silvio S. Colonna, direttore di “Salento Medico”; Nicola Di Renzo, direttore dell’unità di Ematologia al “Vito Fazzi” di Lecce; Angelo Ostuni, direttore della struttura regionale di coordinamento della Medicina trasfusionale della Puglia; Domenico Pastore, direttore dell’unità di Ematologia all’ospedale “A. Perrino” di Brindisi; Vincenzo Pavone; Cristina Petrelli dell’Ail (Associazione italiana Leucemie, Linfomi, Mieloma) Salento; Maria Stea, presidente regionale di Admo (Associazione Donatori Midollo osseo) Puglia. Modera il giornalista del “Corriere della sera” Antonio Larocca. Chiude la serata il concerto della Salento Brass “Comunità Creativa”, con la direzione artistica di Martino Pezzolla e la voce di Alessia Leo.

Capo di Leuca – È quella del Gibò la migliore “location” italiana per gli Awards 2018 di Food and Travel Italia. La splendida terrazza sull’Adriatico ha sbaragliato la concorrenza della Terrazza Martini di Milano e de La Capannina di Forte dei Marmi, gli altri due  finalisti. Si tratta dell’ennesimo prestigioso riconoscimento per il locale a picco sull’insenatura  del Ciolo (a pochi chilometri da Leuca) creato dall’imprenditore Gigi Costa (di Casarano), premiato insieme all’amministratrice Marta Costa.

La premiazione è avvenuta il 12 ottobre scorso nel lussuoso scenario del Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula (Cagliari). “Food and Travel Italia” rappresenta l’edizione italiana del primo magazine a livello internazionale che si occupa di enogastronomia e turismo di alto profilo (la stessa cerimonia ha premiato anche Martinucci come “pasticceria dell’anno”). A scegliere i finalisti sono stati i voti pervenuti dai lettori sul sito web della rivista internazionale pubblicata in 14 Paesi. Nel corso della premiazione, il Gibò è stato considerato “un luogo da sogno assolutamente unici, sospeso in una dimensione che va oltre i confini dello spazio e del tempo”. Il locale ideato da Gigi Costa  ha prevalso non solo per “l’assoluta bellezza ed unicità della location” ma anche per “la capacità di presidiare alti standard di eccellenza nei servizi offerti e per le forti politiche di internazionalizzazione orientate alla promozione del brand wordwide”.

La storia Quella che in origine fu scelta (siamo nel 1967) quale dimora privata della baronessa Serafini Sauli (originaria di Morciano di Leuca) venne rilevata nel 1988 da Gigi Costa riuscendo a trasformarla valorizzandone l’identità del luogo insieme all’architetto Ippazio Fersini (di Gagliano del Capo) finendo per diventare oggetto del saggio  “L’architettura di Pietra” di Alfonzo Acocella pubblicato nel 2005. Già nel 2015 il Gibò era stato insignito del riconoscimento quale migliore discoteca d’Italia dal Mics (“Montecarlo international Clubbing show) e lo scorso anno dell’“Awards Estate 2017 sempre da parte di “Food and Travel”.

Gallipoli – “Ci oi cu faci nu bonu Natale, te santa Teresa hai cuminciare”: recita così un vecchio adagio che si perde nella notte dei tempi, per ricordare ai gallipolini che la lunga vigilia del Natale inizia il 15 ottobre, giorno in cui si venera Santa Teresa. Fra i riti per festeggiare la ricorrenza, c’è il bagno d’autunno sulla spiaggia della Purità: una tradizione che si è rinnovata anche nella giornata di oggi, fra sapori ed entusiasmo.

Nel giorno di santa Teresa, fin dal ‘700 i pescatori suonavano per le suore del monastero di clausura una nenia melodiosa e struggente, che sarebbe poi diventata la pastorale gallipolina: le suore, per disobbligarsi, offrivano delle frittelle ricoperte di zucchero (antesignane delle più variamente farcite “pittule”). Ed è così che si è arrivati ai giorni nostri facendo salve le tradizioni, che vogliono appunto la lunga vigilia del Natale aprirsi con il suono della pastorale gallipolina, e a tavola con le prime pittule (farcite per lo più a base di pesce), oltre a una porzione di baccalà con le patate, il tutto annaffiato da buon vino.

Ma le tradizioni, si sa, per mantenersi vive vanno di tanto in tanto aggiornate. Così, da qualche anno a questa parte – condizioni meteo permettendo – lo storico gruppo capeggiato da Vincenzo Vincenti saluta il lungo periodo che conduce al Natale con un un bagno rigenerante nel mare della “Purità”. Prima di gustare le pittule calde, ovviamente con il sottofondo della pastorale gallipolina.

 

Nardò – Una lezione, gratuita e aperta a tutti, per apprendere le “manovre di disostruzione pediatrica”, ossia i corretti comportamenti da mettere in atto per liberare un bambino o un lattante da un corpo estraneo che ostacola le vie aeree. L’iniziativa è del centro diurno riabilitativo “Armonia” e avrà luogo presso la sede di via Avetrana martedì 16 ottobre, alle 16,30. L’incontro-lezione è stato organizzato dalla cooperativa sociale “Polis”, in collaborazione con il centro di formazione “Su.E.Sa”.

Il centro “Armonia”, diretto da Graziana Pellegrino, dopo lavori di ristrutturazione e recupero effettuati negli anni scorsi ha aperto i battenti a gennaio di quest’anno in quello che era un ex mattatoio. Può ospitare fino a massimo trenta persone ed è a servizio dei Comuni dell’Ambito di Zona 3, di cui Nardò è capofila (gli altri Comuni dell’Ambito sono Copertino, Galatone, Leverano, Porto Cesareo e Seclì). Si tratta di una struttura socio-assistenziale a ciclo diurno finalizzata al mantenimento e al recupero dei livelli di autonomia della persona, e al sostegno della famiglia, con particolare attenzione verso soggetti diversamente abili, tra i 6 e i 64 anni.

Per informazioni sul corso di disostruzione pediatrica e sulle attività organizzate all’interno della struttura, è possibile contattare i numeri 368.3582565 – 0833.572583.

Gemini (Ugento) – “Il gioco delle carte” portato in scena da Andrea Sirianni (in foto) chiude il festival di musica, teatro e danza “I Dioscuri”, che ha animato l’estate della frazione di Ugento: l’appuntamento è per domenica 14 ottobre a Palazzo Ricordi (ore 20, ingresso libero).

Quello che Sirianni proporrà è una sfida poetica basata sull’improvvisazione e l’interazione con il pubblico: un mazzo da 25 carte, ciascuna con il nome di un famoso poeta (da D’Annunzio a Leopardi, da Cecco Angiolieri a García Lorca), verrà mescolato e sottoposto agli spettatori, che dovranno scegliere una carta; a quel punto, Sirianni interpreterà il poeta indicato sulla carta scelta dal pubblico e ne reciterà a memoria una poesia. Il tutto accompagnato da musiche ad hoc.

Organizzato dal Comune di Ugento con la direzione artistica del coreografo Fredy Franzutti (che guida la compagnia “Balletto del Sud”, con la quale lo stesso Sirianni collabora stabilmente), il festival “I Dioscuri” è partito il 29 giugno con un cartellone di 18 eventi.

 

 

by -
0 237

Melpignano – Le strade del Salento sono pronte a riempirsi di moto d’epoca e campioni per il “Motoraid dei Menhir”, che partirà nella mattinata di domenica 14 ottobre da Melpignano. Da qui, percorrendo un tracciato di 120 chilometri, i bolidi in gara attraverseranno anche i Comuni di Maglie, Scorrano, Supersano, Ruffano, Specchia, Poggiardo, Muro Leccese, Bagnolo, Cursi, Morciano e Marittima di Diso, prima di tornare a Melpignano per tagliare il traguardo.

Organizzato dal Motor Club Melpinio di Melpignano, il trofeo – giunto alla sesta edizione – deve il suo nome ai numerosi monoliti presenti nell’area della Grecìa salentina, molti dei quali visibili durante il tragitto della gara. Inoltre, quest’anno il “Motoraid dei Menhir” è anche finale del campionato italiano Motoraid della Federmoto Italia. Oltre 60 equipaggi provenienti da tutta la penisola sono attesi nella città della taranta, per sfrecciare a bordo di motociclette d’epoca. Arrivano dagli anni ’60 agli anni ’80 i bolidi pronti a gareggiare, ma gli organizzatori non escludono la presenza di mezzi prodotti addirittura fra il 1930 e il 1940.

Il tracciato di gara convivrà con il normale traffico aperto al pubblico, con l’ausilio delle staffette motociclistiche dell’organizzazione. La partenza è prevista per le ore 8,30, mentre la bandiera a scacchi della conclusione sventolerà intorno alle 13. I centauri partiranno con cadenza di un mezzo al minuto e sosterranno due prove speciali durante la gara. Otto, invece, i controlli orari previsti dai commissari di gara per stilare la classifica finale ed eleggere il campione italiano. Nel corso dell’evento sarà anche assegnato il “Trofeo delle Regioni”, volto a premiare la partecipazione di equipaggi regionali agli eventi di mototurismo durante questa stagione.
Per info e iscrizioni alla gara contattare il numero 389.9960079.

 

(Mattia Corciulo)

Ugento – Tre ore, dalle 18 alle 21 alla chiesa di Santa Filomena, per affrontare il rapporto fra design e natura: l’appuntamento è inserito nel progetto Landxcape, che è partito il 22 settembre e attraverserà tutta la Puglia fino al 18 ottobre.

Gli interventi – Dialogano sul tema: Massimo Lecci (in foto), Sindaco di Ugento e presidente del Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento; Mario Bisson, docente di Environmental design al Politecnico di Milano; Maria Piccarreta, soprintendente ai Beni architettonici e paesaggistici per le province di Lecce, Brindisi e Taranto; Rocco De Matteis, presidente dell’Ordine degli architetti della Provincia di Lecce; Ettore Bambi, consulente del Teatro Pubblico Pugliese e responsabile del progetto merchandising del Polo biblio-museale di Puglia; Daniela Specolizzi, assessore all’agricoltura del Comune di Ugento; Crispino Lanza, responsabile dei settori design e architettura del Distretto Puglia creativa, e tutor della residenza artistica BJCEM (Biennale dei giovani creativi d’Europa e del Mediterraneo); Emanuela Aprile, di Confartigianato Lecce. Coordina Luigi De Luca, referente dei Poli biblio-museali regionali di Brindisi, Lecce e Foggia.

Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento

Recuperare l’identità del territorio salentino – I dialoghi sul paesaggio, complessivamente sette, rappresentano una delle “azioni” che caratterizzano il progetto Landxcape insieme a spettacoli e residenze artistiche. Tenuti nei sei parchi regionali del Salento (quello di Ugento è l’ultimo), i dialoghi hanno coinvolto operatori del territorio, associazioni di categoria, enti culturali e di promozione sociale, rappresentando un momento di confronto e riflessione. In un periodo in cui il paesaggio salentino rischia di perdere la sua identità legata prevalentemente all’ulivo, il progetto Landxcape si propone di restituire, attraverso l’arte e la poetica narrativa dei luoghi, il senso della trasformazione (volontaria e involontaria) del paesaggio, puntando su un approccio multidisciplinare.

L’arte nei parchi – Oltre a dialoghi e spettacoli, cuore del progetto saranno soprattutto le residenze artistiche, che fino al 18 ottobre ospiteranno 57 artisti provenienti da 22 paesi del Mediterraneo. Sarà loro compito produrre opere d’arte nel corso dei laboratori creativi tenuti all’interno dei parchi salentini: Parco Dune Costiere – Ostuni; Parco Torre Guaceto – Brindisi; Parco Otranto/Leuca; Parco Litorale di Ugento; Parco Porto SelvaggioGallipoli; Parco Litorale Tarantino – Manduria. Alla base dei laboratori la ricerca di nuove forme espressive, oltre allo scambio di esperienze legate a design, video/foto, narrazione, arte relazionale e paesaggio, performance e arti visive. I risultati raggiunti saranno presentati presso il museo Castromediano di Lecce.

Landxcape è un progetto sostenuto dalla Regione Puglia – Assessorato alle Industrie Culturali e Turistiche, attraverso i Poli biblio-museali di Lecce e Brindisi, e realizzato da Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con BJCEM.

Taviano – La “Città dei Fiori” abbraccia i nonni dedicando loro la terza “Festa d’autunno”, che si svolgerà domenica 14 ottobre presso il teatro all’aperto di proprietà del Comune, in zona Gallari.

Laboratori, antichi mestieri e giochi di una volta – Organizzato dall’amministrazione comunale diretta dal Sindaco Giuseppe Tanisi (in foto), con la collaborazione delle associazioni che operano sul territorio, l’evento prevede una giornata di divertimento per ragazzi e nonni, con laboratori, spettacoli, saltimbanchi e giochi di una volta. Si inizia alle 9,30 con i laboratori “Alla scoperta delle tradizioni”, che vedranno i nonni insegnare antichi mestieri quali l’arte del grano (con la preparazione delle pucce), del latte (per imparare come si fanno i dolci), del creare (per costruire uno spaventapasseri) e l’arte di ottenere il miele dalle api. Si prosegue, in tarda mattinata, con il classico “Giochi senza frontiere”, che metterà a confronto nonni e ragazzi su vari argomenti. Dopo la merenda delle 15,30, si riprende con “I passatempi di un tempo”: i nonni insegneranno come costruire piccoli telai con materiale di riciclo, come tessere passamaneria e, infine, come realizzare alcuni giochi da tavolo medievali e imparare a giocarci. Alle 17 sarà poi il momento del cake design, per scoprire come decorare una torta in tema autunnale. Chiude la serata lo spettacolo “Giullare a corte”.

Gallipoli – Un concerto di musica sacra si terrà sabato 13 ottobre alle 20 presso la Chiesa di San Gerardo Maiella, nell’ambito dei festeggiamenti in onore del santo. Dopo la celebrazione eucaristica presieduta da don Francesco Tarantino, si esibirà infatti l’orchestra di fiati “Santa Cecilia – Città di Gallipoli” (diretta dal maestro Alessandro Manzolelli), con la partecipazione del soprano Antonella Alemanno.

La festa in onore di San Gerardo Maiella proseguirà fino al 16 ottobre. Tra gli appuntamenti in programma, nella mattinata di domenica 14, al termine della messa, lo stesso complesso bandistico di Santa Cecilia suonerà sul sagrato della chiesa e per le vie della parrocchia. Sempre domenica, durante la messa delle ore 19 ci sarà la benedizione delle mamme in attesa (in occasione della Giornata della battesimale e della vita); mentre alle 20,15, nel salone parrocchiale si terrà la commedia in dialetto “Lu cane ‘namuratu”, portata in scena dal gruppo teatrale di San Gerardo. Lunedì 15, subito dopo la messa delle ore 19, ci sarà invece la commemorazione del transito di San Gerardo, seguita dalla degustazione di pittule e altri cibi tradizionali. La festa di San Gerardo si concluderà martedì 16 ottobre, con le messe delle ore 8,30 e 19: al termine della funzione serale, la processione si snoderà per le vie della parrocchia e vedrà la partecipazione dei ragazzi del catechismo e delle associazioni parrocchiali.

Matino – La scuola di Matino è stata premiata dall’Unesco per il concorso “Futuro Presente”. L’importante riconoscimento, promosso da UnescoEdu, è stato assegnato, lo scorso 28 settembre, ai ragazzi della secondaria di primo grado “Dante Aligjieri” dell’Istituto comprensivo diretto da Giovanna Marchio. Quest’anno il tema “Patrimoni del futuro” ha visto premiato l’istituto con l’opera dal titolo “Un tuffo nel passato…il cuore e la pietra” rappresentato da quattro suggestivi scorsi del paesaggio matinese realizzati con la tecnica dell’acquerello dagli alunni delle classi terze coordinati dalla professoressa di arte Luigia Marsano. L’iniziativa organizzata da UnescoGiovani in associazione con il Ministero dell’istruzione si estende a livello nazionale proponendo ogni anno, questa è la seconda edizione, temi creativi, educativi e coinvolgenti in grado di stimolare la partecipazione attiva dei ragazzi. Le opere sono state esposte e premiate al Museo archeologico di Napoli in mostra insieme alle altre 47 produzioni provenienti da tutta Italia. Per la Puglia, oltre a Matino, premiato anche l’Istituto tecnico economico Statale “Olivetti” di Lecce.

Gallipoli – Una grande gara di solidarietà è prevista domenica 14 ottobre per il primo Trofeo Fidas: l’appuntamento è dalle 8,15 alle 11,30 presso il Centro trasfusionale, al sesto piano della Torre B dell’ospedale Sacro Cuore.

L’evento è organizzato dalla Fidas sezione di Gallipoli (presieduta da Marilù Bembi, in foto), in collaborazione con i club del Gallipoli, della Juve, dell’Inter e del Milan. “Abbiamo invitato tutti i club sportivi a reclutare quanti più donatori possibile – afferma la Bembi. Il club che porterà più soci o simpatizzanti vincerà, e fra i suoi donatori verrà sorteggiato un abbonamento per seguire le partite della stessa squadra”.

Ma le iniziative Fidas non finiscono qui: “Oltre a organizzare incontri pubblici con medici e professionisti del settore, stiamo cercando di formare un gruppo di giovani da portare il prossimo anno a un meeting firmato Fidas che si terrà a marzo – continua la presidente Bembi – per fare formazione e aiutare a capire cosa c’è realmente dietro una sacca di sangue e a cosa serve. Abbiamo inoltre avviato la collaborazione con gli istituti superiori cittadini: il Vespucci e il liceo Quinto Ennio hanno già dato la disponibilità”. Nelle giornate del 22, 23 e 24 ottobre, infatti, un’autoemoteca proveniente da Lecce arriverà al Vespucci e sosterà presso l’atrio della scuola, a disposizione di chi volesse donare il sangue.

Sensibilizzare scuole e famiglie. “Stiamo cercando di recuperare – conclude la Bembi – perché la carenza estiva di sangue si è fatta sentire in tutta Italia e ha colpito anche Gallipoli. Noi, inoltre, abbiamo avuto il problema del trasferimento del centro trasfusionale, e questo è stato un ulteriore disagio per i donatori. Comunque ora ci stiamo risollevando, a settembre abbiamo avuto 42 donazioni con una media di 2 nuovi soci per donazione. Infine, stiamo affiancando i ragazzi in un progetto nazionale rivolto alle scuole elementari e medie, che prevede selezioni provinciali e nazionali, con premi finali agli istituti vincitori. Questo per cercare di coinvolgere tutte le scuole della città e per sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie alla cultura del dono”.

 

by -
0 1044

Ugento – Come ci si deve comportare in caso di alluvioni? E cosa sono le allerte meteo? A queste e a molte altre domande risponderanno i volontari della Protezione civile di Ugento, Gemini e Marine (presieduta da Tiziano Esposito, in foto), che domenica 14 ottobre saranno in piazza Pompeo Colonna dalle ore 9. L’evento è inserito nell’ambito della campagna nazionale “Io non rischio”, che mira a informare sulle buone pratiche di protezione civile e sulla gestione del rischio ambientale.

Un pericolo cui tutto il territorio italiano è esposto: interessate, infatti, non sono solo le zone con torrenti e fiumi a rischio esondazione, perché le precipitazioni intense possono provocare danni ovunque. Informarsi preventivamente su quali sono le zone critiche del proprio Comune e qual è il piano di protezione civile predisposto in caso di emergenze può dunque salvare la vita.

Anche i Comuni di Diso e Melendugno aderiscono alla campagna “Io non rischio”: l’appuntamento è nelle piazze, sempre  per la mattinata di domenica 14 ottobre.

 

 

Collepasso – C’è anche un pò di Sannicola nel film giallo che verrà proiettato (serata unica) sabato 13 ottobre alle 21 a Collepasso al cinema Ariston. Si tratta di “Mcbetter” per la regia di Mattia De Pascali (di Supersano). Segretario di edizione del film è Jonathan Imperiale di Sannicola così come il piccolo attore Oscar Stajano (che vive a Lecce) e che recita accanto ad Andrea Cananiello, Serena Toma, Nick Manzi, Donatella Reverchon, Iole Romano e Gabriella Luperto. L’opera si ispira al Macbet di Shakespeare, ma è ambientata ai giorni nostri nella borghesia imprenditoriale salentina. Motivo del contendere la gestione di una catena di ristoranti. Intrighi e colpi di scena vedranno contrapposti i membri della famiglia a contendersi potere e denaro in pieno stile shakespeariano. «E’ un’occasione unica – commenta Imperiale – per vedere in una sala cinematografica un opera prima che sta avendo successo nei festival indipendenti in tutta Europa e ha ricevuto apprezzamenti ultimamente anche dalla stampa americana». A breve il film uscirà in dvd e bluray con contenuti speciali. In sala sarà presente il regista e tutto il cast.

Serra di Supersano – L’arte contemporanea e il paesaggio rurale in simbiosi e da godere nella XIV Giornata del Contemporaneo, sabato 13 ottobre nel Parco dei Paduli, tra Supersano, Nociglia, San Cassiano, Sanarica, Giuggianello, Scorrano. L’Amaci, l’associazione dei Musei d’arte contemporanea, dal 2005 dedica una giornata all’arte contemporanea. I Musei che aderiscono all’associazione promuovono eventi, mostre, conferenze laboratori per fare conoscere apprezzare la ricchezza dell’arte contemporanea. Il Lua, Laboratorio urbano aperto, e l’associazione Abitare i Paduli per  l’occasione lanciano due iniziative gratuite.

Ore 10, si pedala nel parco tra le opere d’arte  L’appuntamento è per le 10 presso Centro servizi Parco Paduli, via della Vittoria n.151, a San Cassiano. Tutti in bici nel Parco tra le installazioni artistiche tra le quali  le sculture di Cyop& Kaf, omaggio a Vittorio Bodini, e l’edicola realizzata da Fabrizio Bellomo dedicata a  San Rocco nell’ambito del progetto “La Terra Matta”. Il percorso continuerà nell’Uliveto pubblico per ammirare i Nidi d’artista nati dal progetto “Nidificare i Paduli” e la scultura Niodemo dell’artista Dem. La partecipazione è gratuita, ma occorre prenotarsi (tel. 3775341053 o mail servizi@parcopaduli.it. Per chi non possiede una bici, c’è la possibilità di prenotarne una.  (nella foto di Francesco Buccarelli)

Pomeriggio al Museo  Nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, visita gratuita al Miab, Museo iconografico dell’arte  bizantina, in via Monticelli, sempre a San Cassiano, per visitare la mostra  “Solidi. Il bizantinismo ai tempi del mediaevo – 10 sculture di Cyop&Kaf” (i due artisti napoletani che con i loro graffiti hanno messo in rilievo la bellezza dei quartieri spagnoli di Napoli e del centro storico di Taranto tracciando percorsi di inedita bellezza). La mostra “indaga, con il linguaggio dell’arte contemporanea, l’essenza dell’uomo del ‘mediaevo’ e il suo vivere nella società accelerata del ventunesimo secolo”.  L’installazione artistica cerca di indagare sul filo che lega l’uomo del  Medioevo a quello del Mediaevo.

Il Miab, nato da un’idea del Comune di San Cassiano in collaborazione con il Laboratorio Urbano e Abitare i Paduli, è un museo in divenire e insieme archivio fotografico che cataloga, documenta e rende consultabile il patrimonio iconografico delle numerose chiese, rupestri e non, presenti nel territorio dei Comuni del Parco dei Paduli e del Sac, Sistema ambientale e culturale delle Serre salentine.  Info: 377 5341053.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gallipoli – Si concluderà con un capolavoro della musica sacra il calendario degli eventi estivi “Hello from Gallipoli”, stilato dal Comune insieme a enti e associazioni locali: l’ultimo appuntamento è per sabato 13 ottobre alle ore 19,30 presso la Cattedrale di Sant’Agata con la “Petite Messe Solennelle” di Gioacchino Rossini per soli, coro, due pianoforti e harmonium. L’ingresso è libero.

“La petite Messe Solennelle” è una delle principali opere di Rossini, insieme allo “Stabat Mater”. Fu composta nel 1863 ed eseguita per la prima volta in forma privata presso la cappella di famiglia della contessa Louise Pillet-Will, dedicataria della composizione che fu accolta con entusiasmo dal pubblico. In una prima stesura l’opera fu scritta per soli, coro, due pianoforti e un harmonium, poi fu orchestrata dallo stesso Rossini nel 1867.

Il Sindaco Minerva: “Gallipoli in un circuito culturale e musicale di qualità” – Il concerto è inserito anche nella programmazione del Tito Schipa Music Festival 2018 ed è organizzato dal Comune, dal Miur- Afam, dal Conservatorio di musica “Tito Schipa” di Lecce e dalla Regione Puglia. “Qualche mese fa abbiamo avuto l’onore di entrare a far parte di questa prestigiosa rete – afferma il Sindaco Stefano Minerva (in foto) – e di inserire la nostra città in un circuito culturale e musicale di qualità, che interessa l’intero territorio ionico-salentino-pugliese. Gallipoli con la sua ‘Petite Messe Solennelle’ propone un evento importante in un luogo sacro molto amato dai gallipolini e dai visitatori. Chiudiamo quindi il nostro calendario con un appuntamento di cui siamo particolarmente orgogliosi”.

 

Taviano – “Livatino, il giudice ragazzino verso la beatificazione” è il tema della serata di sabato 13 ottobre presso la sede dell’associazione Bachelet a Taviano. Dalle 19.30 sono previsti gli interventi di don Antonio Coluccia, da anni impegno nella lotta alla mafia, di Alfredo Mantovano, giudice di Cassazione e vicepresidente del centro studi Livatino, di maria Francesca mariano, giudice della Corte d’Assise di lecce e del presidente della stessa Corte Roberto Tanisi. Don Antonio Coluccia, prete “sotto scorta” originario di Specchia, è il fondatore dell’Opera Don Giustino che ha sede nella periferia di Roma su di un bene confiscato alla Banda della Magliana. A cura della compagnia Témenos, nel corso della serata (organizzata dalle associazioni Bachelet, La Piazza e Terrebruciate) ci sarà l’anteprima, sotto forma di reading teatrale, dello spettacolo che Maria Francesca Mariano ha dedicato al magistrato Livatino assassinato dalla mafia il 21 settembre 1990 e oggi considerato “Servo di Dio” dalla Chiesa cattolica.

Alessano – Musica e preghiere ad Alessano per ricordare don Tonino Bello. Tanti gli ospiti della serata, sabato 13 ottobre dalle 19.30, radunati nel cimitero comunale, sulla tomba del vescovo scomparso il 20 aprile del 1993. “Musiche di pace ’18” propone il cantautore di Acquarica del Capo Franco Simone, Antonio Amato (dall’Ensemble della Notte della Taranta”, Francesca Profico (di Gagliano del Capo, già apprezzata a The voice of Italy) la canta ed il “Coro di Alessano per don Tonino”, balzato agli onori della cronaca anche per aver cantato in occasione della recente visita di Papa Francesco ad Alessano in occasione del 25° della sua morte. Tra gli ospiti anche il musicista, autore e interprete Alberto Costantini (già consulente musicale per Mediaset) che nel corso della serata eseguirà tre brani, dei quali uno adattato e musicato da un testo di don Tonino. Nel corso della serata, organizzata dall’Amministrazione comunale insieme alla Fondazione Don Tonino Bello di Alessano e dalla Pro Loco, saranno letti e recitati alcuni scritti del vescovo che della pace aveva fatto il proprio emblema, basti pensare che a pochi mesi dalla sua morte, già gravemente malato, capeggiò nel dicembre 1992 la “marcia della pace” di Sarajevo, città all’epoca in stato d’assedio. Le letture son tratte dal suo libro “Con Cristo sulle strade del mondo” (edizioni Paoline).

I saluti La serata si aprità con i saluti del sindaco di Alessano Francesca Torsello, del parroco della chiesa matrice don Gigi Ciardo, di padre Francesco Monticchio della chiesa conventuale francescana di Alessano, del presidente della Fondazione “Don Tonino Bello” Giancarlo Piccinni e del nipote del presule scomparso Stefano Bello.

 

Casarano – “La costanza delle maree” fa tappa a Casarano: sabato 13, alle 19:30, il Sedile comunale presso la Torre dell’Orologio, in piazza San Giovanni Elemosiniere, accoglierà la presentazione della nuova raccolta poetica dello scrittore e poeta di Alliste Vito Adamo. Sarà un appuntamento ricco di ospiti, introdotto dal giornalista Antonio Memmi, con la presenza dell’editore Luciano Pagano e della pedagogista Roberta Scanderebech. Alla voce di Adamo e della giovane poetessa esordiente Silvia Gennaro (di Casarano), cui è riservata una sezione della silloge, sarà affidata la lettura dei componimenti, accompagnati dal sottofondo musicale di Vito Aluisi.

L’autore «La nuova raccolta ospita riflessioni sul tempo e sul paesaggio. Il passare del tempo è l’alternarsi delle stagioni, riflesse nel lavoro dell’uomo e nei ritmi della natura. La costanza è vissuta come attesa paziente di ciò che cresce e diminuisce. La sperimentazione quotidiana del paesaggio diviene filo conduttore», spiega Adamo. L’autore ha ricevuto numerosi riconoscimenti in tutta Italia per le sue poesie alcune delle quali sono state pubblicate su importanti antologie.

La giovane Silvia Gennaro Nella seconda sezione de “La costanza delle maree” sono ospitate le poesie della giovane autrice di Casarano, Silvia Gennaro, allieva del Liceo classico “Rita Levi Montalcini” dove, grazie al laboratorio teatrale, ha preso parte al Festival dei giovani di Siracusa con la tragedia greca “le Trachinie”. Nel 2017 ha preso parte allo spettacolo “L’Orestea” nel chiostro comunale di Casarano e alla rappresentazione teatrale “Calipso” con il gruppo teatrale Astragali. A Seclì si è affermata nella rassegna “Versi e musica” e nel 2017 ha preso parte alla rassegna di incontri letterari “Il Cortile dei Libri parlanti” ad Alliste. È presente con una sua poesia nell’antologia “Emergenza terremoto centro Italia”, una raccolta il cui ricavato è stato devoluto alle zone colpite dal terremoto.

Gallipoli – Santa Maria di Leuca Giunge alla sua 25^ edizione il “Meeting dei due mari”, ovvero il raduno internazionale di auto storiche organizzato dal Salento Club Auto Storiche di Lecce e da Caroli Hotels. Da venerdì 12 a domenica 14 ottobre l’evento vedrà la partecipazione di circa 40 vetture provenienti da ogni parte d’Italia. Il programma prevede per venerdì il ritrovo a Gallipoli presso l’Ecoresort Le Sirenè Caroli Hotels. Sabato è prevista, invece, una suggestiva passeggiata e sfilata di auto storiche su un percorso che attraverserà Maglie, Otranto e Santa Maria di Leuca. Domenica, infine, si ripartirà da Gallipoli fino a Torre Vado, marina di Morciano di Leuca, e ritorno. «Oltre che cinque lustri del Meeting dei Due Mari – sottolinea Franco D’Agostino, presidente del Salento Club Auto Storiche – questa edizione celebra anche i quarant’anni di collaborazione con Caroli Hotels, che ringrazio, nella realizzazione delle varie manifestazione. La prima è stata nel settembre del 1978».

Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche di Gallipoli e Nardò da giovedì 11 a mercoledì 17 ottobre 2018

GALLIPOLI – TEATRO ITALIA
Da Gio 11 a Mer 17 ottobre

Sala 1
“A star is born”
Orario spettacoli: 17.30 – 20 – 22.30

Sala 2
“Johnny Enghish colpisce ancora”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30

Sala 3
“Venom”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30

 

GALLIPOLI – TEATRO SCHIPA
Da Gio 11 a Mer 17 ottobre
“The Predator”
Orario spettacoli: 18.30 – 20.30 – 22.30

 

Prezzi: intero €. 7,00  ridotto € 5,00 + € 1.00 per 3d
Dal lun al ven 1° spettacolo € 5,00 + €. 1,00 per 3d, escluso festivi e anteprime
Mercoledì € 5,00 + €. 1,00 per 3d, escluso festivi e anteprime

 

NARDO’ – MULTISALA PIANETA CINEMA
*(lunedì chiusura per riposo settimanale)

Da Gio 11 a Mer 17 ottobre
Sala 1 “A star is born” – orario spettacoli: 16 (* solo domenica) – 18.35 – 21.10
Sala 2 “The predator” – orario spettacoli: 16.05 (* solo domenica) – 18.10 – 20.15 – 22.20
Sala 3 “Johnny English colpisce ancora” – orario spettacoli: 16.45 (* solo domenica) – 18.35 – 20.25 – 22.15
Sala 4 “Smallfoot” – orario spettacoli: 16.35 (* solo domenica) – 18.30
Sala 4 “Un nemico che ti vuole bene” –  orario spettacoli: 20.30 – 22.30
Sala 5 “Venom” – orario spettacoli: 16 (* solo domenica)  18.10 – 20.20 – 22.30

 

Prezzi
Martedì (tariffa unica) € 5,00
Mercoledì € 5,00 intero € 4,00 ridotto
Altri giorni, prefestivi, festivi e prime € 7,00 intero  € 5,00 ridotto

 

Galatone – “Quel Millenovecento69” torna a casa: il romanzo di Giuseppe Resta (uscito a settembre per “I libri di Icaro”) è, infatti, pronto per la presentazione nella città di origine dello scrittore. L’appuntamento è fissato per sabato 13 ottobre, a partire dalle 18.30, nella sala conferenze del Palazzo Marchesale. L’architetto (classe 1957) racconterà la sua seconda opera di carattere letterario (dopo il successo di “Scirocchi Barocchi” del 2012) insieme alla giornalista e critica letteraria Giovanna Ciracì, con l’iniziativa arricchita dal reading dell’attore Salvatore Della Villa. «Sarà una serata light,  le messe cantate non ci piacciono». È l’associazione “A Levante” ad organizzare l’incontro.
Dopo le produzioni sulla storia locale e le guide turistiche ed enogastronomiche partorite guardando al suo territorio, Resta si testa dunque (per la seconda volta con un romanzo, ma quotidianamente attraverso i blog e i piccoli racconti) come narratore.

Il romanzo “Quel Millenovecento69” racconta un’Italia a fine anni ’60 vista dagli occhi del ragazzino meridionale Luigi, alle prese con la sua crescita fisica e non solo, ma immerso in un Paese che attraversa – nel fatidico ’69, “spartiacque di un mondo che sta cambiando” – un mutamento economico-sociale che va di pari passo con la formazione del ragazzo protagonista del romanzo.«“Lu Luigi percorre i suoi turbamenti adolescenziali, erotici e sessuali – anticipano da Icaro Libri, che ha presentato per la prima volta il romanzo nella sua sede leccese il 23 settembre scorso –  mentre la società si va staccando, anche a sud del Sud, dal piccolo mondo antico maschilista, governato dai patriarcati pubblici, non meno che da silenti matriarcati domestici, per convergere verso il consumismo e la cultura di massa».

Casarano – “La Spagna durante la Guerra civile” è il tema dell’incontro-dibattito promosso dal Comitato di Casarano della Società Dante Alighieri e dalla scuola paritaria per l’infanzia San Giovanni Elemosiniere. Venerdì 12 ottobre, alle ore 18 presso Palazzo De Lorenzi in piazza Garibaldi, sul tema si confronteranno il professor Salvatore Coppola (foto), che tratterà gli aspetti legati al ruolo della chiesa cattolica, e l’avvocato Juan Carlos Gentile che si soffermerà, invece, sull’intervento italiano. L’incontro, moderato dal giornalista Antonio Memmi, prevede gli intermezzi musicali curati dagli studenti del liceo “Giannelli” di Casarano.

 

Alezio – Una riflessione a più voci su rischi e vantaggi dell’utilizzo della tecnologia, tra prospettive di ricerca e prevenzione del disagio legato ad un uso non consapevole del mezzo. Si terrà giovedì 11 ottobre alle ore 17 presso la sala consiliare del comune di Alezio l’evento “Psiche e tecnologia: opportunità e disagi”, nell’ambito del mese del benessere psicologico in Puglia promosso dall’albo regionale di categoria. Esperti di differente estrazione disciplinare si contronteranno e rifletteranno sui cambiamenti sociali e relazionali che la tecnologia ha apportato nella vita di tutti i giorni.
Dopo i saluti del sindaco Andrea Barone e dell’assessore alle Politiche sociali Roy De Santis, si passerà alle relazioni degli esperti. Il convegno, realizzato con il patrocinio del Comune di Alezio, sarà moderato dal direttore di Piazzasalento Fernando D’Aprile e si aprirà con un focus sui rischi legati all’utilizzo della tecnologia, in particolar modo da parte dei più piccoli, e del ruolo e della responsabilità dell’adulto di riferimento. Se ne parlerà con la psicologa e promotrice del convegno Francesca Paglialonga (foto) e Andrea Feltri, esperto e docente in criminologia clinica e in scienze criminalistiche, direttore scientifico dell'”Accademia delle scienze psico-criminologiche e criminalistiche” di Padova, e del Centro studi e formazione psico-criminologia di Roma. La seconda parte del convegno farà luce su opportunità e utilizzi “virtuosi”, con la relazione degli ingegneri informatici e ricercatori Marco Leo e Andrea Caroppo dal titolo: “La tecnologia per superare i propri limiti”.

Voce al Direttore

by -
L'ecotassa, per quelle comunità che non avessero raggiunto le soglie minime indicate nella raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in casa, era fissata a partire...