Home Temi Eventi
Eventi, concerti, mostre, esposizioni dai Comuni della rete di Piazzasalento

Antonio D’Aprile

UGENTO. Si avvia a conclusione, con le ultime manifestazioni, il programma degli appuntamenti estivi organizzato dalle associazioni di Ugento, Gemini, Torre San Giovanni e Marine con il coordinamento dell’assessorato comunale allo Spettacolo. Domani, 22 agosto, e giovedì 24 a Lido Marini ci sarà il corso di pizzica sulla spiaggia, organizzato dalla Pro loco della marina. L’appuntamento è alle 18. Il pomeriggio di giovedì si concluderà con il concerto di Valentina Ricchiuto, sempre a cura della Pro loco.

Venerdì 25, in piazza Tirolo (Lido Marini), andrà in scena una commedia di Antonio D’Aprile. Sabato 26, invece, l’associazione “Granelli di sabbia” e la libreria “Antica Roma” di Taviano presenteranno l’incontro culturale con Kristen Wulf (in arte Tina Lupi) e con il suo ultimo romanzo. L’appuntamento, che rientra nella rassegna “Estate d’autore”, è sul lungomare di Torre San Giovanni alle 21.30. Sempre sabato 26, a Lido Marini si esibirà l’artista Giada Capraro in un concerto organizzato dalla pro loco. L’inizio è previsto per le 21. La giornata di domenica 27 sarà dedicata allo sport, con il campionato provinciale Fiv – Regata pluriclasse, derive e altura, quinta edizione della “Regata dei Messapi”. L’iniziativa è organizzata dalla Lega navale italiana di Torre San Giovanni.

GALLIPOLI. Appuntamenti ed eventi per tutti i gusti continuano a susseguirsi a Gallipoli. Questa mattina si è svolta la 17esima edizione della “Gara di nuoto periplo-Gallipoli città vecchia 2000 metri” con percorso dalla Purità al Canneto e ritorno, organizzata come sempre dall’atleta gallipolino Memmo Spada. Ultima giornata poi di “Expo Salento 2017”, presso la Galleria dei due mari all’interno del Castello angioino, dove alle 20,30 l’associazione culturale “Orto dei Tu’ rat” presenta “Parole Sante”. Sempre domenica 20 agosto in piazza Aldo Moro a partire dalle ore 21, si terrà l’ ultimo appuntamento del “Festival Terre tra 2 mari”, organizzato dall’associazione “Il Musicante” del presidente Enrico Tricarico.  Protagonista della serata, l’ensemble “Terra del sole” con uno spettacolo/concerto di modern, lirics & song diretto dal maestro Enrico Tricarico. Durante la serata dell’ensemble “Terra del Sole”, formata dai musicisti più attivi del panorama musicale salentino, Antonio Ancora interpreterà canzoni del cantautorato italiano e internazionale, alternandosi con la soprano Lucia Conte in un repertorio lirico e leggero, coniugando quindi classico e  moderno. Il “TransEuropa Discovery Tour”, il laboratorio itinerante di scrittura alla ricerca di nuovi talenti, si fermerà poi lunedì 21 agosto, alle ore 18,30 in viale della Fenice a Rivabella. Martedì 22 agosto alle 21, l’associazione “Cani sciolti” presenterà un reading di poesia e musica “Ululati all’angolo”, in piazzetta De Amicis nel Centro storico. Come tutti i mercoledì del mese poi, appuntamento con “Vicoli e balconi sotto le stelle”, i percorsi tra le stradine e i luoghi sacri del centro storico con Amart; ci si incontra mercoledì 23 agosto alle ore 20 presso la Biblioteca comunale nel centro storico in via sant’Angelo. Sempre mercoledì altro appuntamento alle ore 22,  note di “Pizzica sotto le stelle” risuoneranno nel centro storico presso la Riviera Nazaro Sauro, a cura di “Kumpagni’ssi”. Presso il Chiostro di San Domenico, dopo la pausa di Ferragosto, continuano gli appuntamenti con “Sipari di pietra”: questa volta è il turno della “Compagnia degli ultimi”, che sempre nella serata di mercoledì 23 a partire dalle 21 presenterà “L’antica corte” con la regia di Mariolina Crespino e Rocco Spennato, con elaborazione testo e messa in scena a cura di “Laboratorio teatrale per la terza età”; una storia di chiacchere, amori e illusioni di vita quotidiana d’altri tempi.  Giovedì 24 agosto, presso la Biblioteca comunale alle 19, la compagnia “Talianxa” presenterà “Lettori animati”; infine, venerdì 25 alle ore 18 sempre presso la Biblioteca comunale, la stessa compagnia presenterà il Libro “Disarmo” di Giuseppe Cariano.

Chiesa parrocchiale di Sant’Antonio a Parabita

PARABITA. Prima edizione, a Parabita, per  “Frisa e sound” in programma lunedì 21 agosto, alle ore 21. A promuovere   la manifestazione nell’area adiacente alla nuova chiesa è il comitato festa rionale di Sant’Antonio, presieduto da Michele Maggio. La  serata si presenta incentrata all’insegna del cibo tradizionale salentino dove non mancherà la degustazione della  frisa e di altre prelibatezze della cucina locale. L’evento si arricchisce della  presenza  di  uno stand del miele a cura dell’azienda “L’alveare” di Luca Leopizzi.  Allieterà la manifestazione la compagnia musicale “Parzialmente stremati” di Parabita. « La manifestazione  nasce con l’intento di  ritrovarci tutti quanti insieme per vivere lo spirito di  una grande famiglia», afferma il parroco don Albino De Marco (di Casarano). Il ricavato dell’evento sarà devoluto  per il completamento dell’arredo sacro da destinare alla nuova chiesa.

 

Rivabella

GALLIPOLI. Il “TransEuropa Discovery Tour”, il laboratorio itinerante di scrittura alla ricerca di nuovi talenti, si fermerà lunedì 21 agosto, alle ore 18:30 in viale della Fenice a Rivabella. L’idea nasce dallo scrittore ed editore Giulio Milani, che sta conducendo dai primi di agosto un “bibliovan” in cento città d’Italia alla scoperte di nuovi talenti e di nuove opere letterarie per ricercare dal basso, in contrasto con le attuali tendenze del mercato, nuovi autori per un ricambio generazionale. Come già accadde nel 1985, quando Pier Vittorio Tondelli ideò un concorso per esordienti under 25 a cui risposero in 600, dando la possibilità di farsi conoscere ad autori come Silvia Ballestra e Gabriele Romagnoli, Enrico Brizzi fino a Fabio Genovesi, oggi la casa editrice “Transeuropa” decide di riprendere la ricerca di nuovi e talentuosi autori con questo laboratorio itinerante e gratuito di lettura, scrittura e valutazione manoscritti. Il camper del “Transeuropa Discovery Tour” ha già fatto tappa nelle Marche, negli Abruzzi, nel Molise, in Puglia; successivamente, continuerà il suo viaggio fino a Cosenza dove parteciperà, alle 21 del 29 agosto, ad un incontro organizzato dal collettivo Nucleo Kubla Khan, mentre a fine agosto riprenderà la strada verso nord passando per Napoli, Roma e Grosseto, per fermarsi quindi a Siena il 3 settembre, ospitato dal Festival delle Autoproduzioni. Per partecipare al progetto basta contattare su Facebook la pagina “Transeuropa Discovery Tour”.

ARADEO. La Sagra Taraddota (da Taraddeu, il nome dialettale del paese), in programma nel centro storico di Aradeo da domenica 20 a martedì 22 agosto, offre anche quest’anno “sapori, profumi, colori, musica, cultura” del Salento. Non manca nulla della tradizionale cucina contadina, con invitanti pitte di patate, punte di cicorie (“cicurata”), polpette, carne alla pignata ed alla brace, fritture di pesce, parmigiane, panzarotti e “coculeddhre”, frutta, spumoni e tutte le prelibatezze tipiche della cucina locale. Specialità anche per vegetariani e vegani. Il tutto nella stupenda cornice del centro storico, a ridosso dell’antica chiesa dell’Annunziata con il magnifico altare barocco del 1570. Da lì, a due passi, piazzetta Grassi, con il palazzo baronale, l’obelisco del 1658 e poi la porta San Nicola con la Torre dell’orologio. Quindi cultura e buon cibo, accompagnato dall’ottimo negroamaro salentino e da frenetiche pizziche, suonate domenica 20 dai “Mustici”, lunedì 21 da “Gli Scianari” e martedì 22 dai “Mascarimiri”. È l’occasione in cui le brave massaie del paese danno il meglio di sé. D’altra parte la “Taraddota” è nata ed è così notevolmente cresciuta (quest’anno è alla 7^ edizione) proprio perché ha voluto mantenere i sapori della tradizione locale, senza mai cedere alla tentazione dei fast food.

Nardò. La spiaggia trasformata in un porto pronto ad accogliere decine, forse centinaia di barche. La metamorfosi del panorama avverrà a Santa Caterina domani 20 agosto alle 17,30. Stiano però tranquilli ambientalisti e bagnanti: si tratta di “Barche di carta”, cioè una vera e propria gara di creatività. L’appuntamento è giunto quest’anno alla quinta edizione e prevede che ogni partecipante (l’iscrizione è gratuita e senza limiti di età) si presenti in spiaggia con una o più barche di carta, ad ognuna delle quali dev’essere assegnato un nome. Unici requisiti richiesti: le barche devono essere costruite con materiali biodegradabili (carta, cartone, colla, nastro di carta) e devono galleggiare per almeno quindici minuti. Per il resto “nessun limite alle dimensioni e spazio alla fantasia”. Queste le parole d’ordine di Maurizio Pergola, ideatore dell’iniziativa che porta avanti dal 2013. «Alla prima edizione – racconta Pergola – parteciparono in dieci; poi 42, poi 45 e l’anno scorso ben 74 concorrenti. Quest’anno non sappiamo ancora quanti saremo, visto che le iscrizioni avvengono poco prima della gara. La barca vincitrice sarà premiata con una targa ma per tutti i partecipanti ci saranno gelati offerti da attività commerciali e gelaterie di Santa Caterina, Santa Maria al Bagno e Nardò, che ringrazio vivamente».

A trionfare nell’edizione 2016 è stato il neretino Giulio Malandugno. Non inganni il tema, a partecipare non sono solo bambini: molti gli adulti che a ogni edizione raccolgono la sfida. Per avere un’idea dell’entusiasmo che “Barche di carta” ha trasmesso a turisti e locali basta visitare l’omonima pagina Facebook dell’iniziativa. Infine Pergola descrive i “rigidi” criteri di selezione della giuria: «Come ogni anno i giurati saranno tre sconosciuti spettatori individuati a caso tra il pubblico».

GALATONE. Per la prima volta, diavolerie per ben due giorni: sarà la Masseria “Tre Pietre”, sulla provinciale Galatone – Santa Maria al Bagno, ad ospitare la sesta edizione della Sagra del Diavolo, ormai consueto appuntamento estivo realizzato dal club “Sbam” e dal duo composto da Giulio Vaglio e dal musicista Luigi Bruno, che hanno ideato e promosso il format in questi anni. Per il secondo anno consecutivo riportato in territorio galateo, l’evento offrirà tanti e abbondanti intrattenimenti, a partire dalle note, con molti nomi di peso: il 20 agosto sul palco spazio ai “Mokadelic”, compositori della colonna sonora della serie “Gomorra”, poi il duo elettronico “Muvic”, il jazz di Marco Rollo e il dj set di Ohm Guru. Il giorno dopo, gli attesi live de “Il pan del diavolo”, “A morte l’amore” e “The Johnnybones”, con le selezioni in vinile di Max Nocco e il dj set di Lorenzo Primiceri.
Ma anche in quest’edizione le attrazioni vanno ben oltre la musica: dal teatro a cura di “ZeroMeccanico” ai live painting, dai reading ai mercatini, con esposizioni fotografiche, sculture, illustrazioni, installazioni, per un totale di oltre sessanta artisti coinvolti. Oltre all’artigianato, spazio pure per i prodotti tipici, senza dimenticare i bambini, con l’area loro dedicata a cura di “Teste di Legno”.

PARABITA. Anche Parabita aderisce alla Giornata mondiale della fotografia 2017. Per l’occasione, nasce “ImpressionArti” la manifestazione organizzata da Caterina Pisanello dello show- room “Cantine Due Palme” di Parabita. Sabato 19 agosto, dalle 19,30, piazzetta Immacolata si trasformerà in un vero e proprio salotto fotografico a cielo aperto. Diversi gli operatori della fotografia,  professionisti e non, che  hanno  confermato la loro presenza all’evento. La manifestazione sarà caratterizzata da un’esposizione di nudi d’arte a cura del fotografo russo Klim Kutsevskyy.   Tra un set e l’altro anche un “live session” di musica elettronica e  non mancherà  l’intrattenimento musicale  a cura dei dj Gene (con una selezione di brani underground) e 17IAM (con un live session di musica “da viaggio”). La novità della serata sarà la messa in scena del monologo “Il Blues della Metropolitana” di Peter Handke che racconta come una fotografia teatrale sul mondo  il  rapporto contraddittorio e doloroso dell’individuo con il cosmo. L’opera sarà interpretata dall’attore  Gianluigi Pizzileo e vedrà la responsabilità artistica e tecnica  del regista Luca Arcano.

TAVIANO. Anche quest’anno l’appuntamento agostano con “Arte & fiori”, a Taviano, non ha deluso quanti hanno trascorso la notte tra vie e piazze profumate di fiori, nel centro storico intorno al palazzo Marchesale. Per tutta la notte turisti, villeggianti e, soprattutto, tanti gruppi di giovani hanno invaso il suggestivo percorso animato con musica, colori e la profumata magia dei fiori. Tutto questo a ricordare l’importanza del fiore a Taviano e nel comprensorio malgrado oggi la floricoltura sia un po’ sottotono.

Quest’anno, in particolare, come lo era stata l’edizione 2016, i fiori hanno aperto al mondo dell’arte e dell’artigianato, così ricco a Taviano e, in genere, in tutto il Salento. Nel palazzo Marchesale è stata apprezzata una interessante collettiva di artisti salentini e una sfilata di abiti floreali. Musica e fiori, dunque, ad animare la notte più profumata dell’anno. I girasoli in piazza del Popolo, i tralci di vite in piazza san Martino, i fiori rossi lungo la caratteristica via Matteotti e poi gabbiani volanti e mazzi di fiori appesi lungo le stradine, sono stati la cornice ideale di una serata speciale. La musica in sottofondo ha coronato il tutto negli angoli più caratteristici con i Papaveri rossi che hanno riproposto De Andrè , il Salento Ballet Teatrarte, il concerto dei The Storm, la Banda municipale diretta da Antonio Mariani e Note Libere live di Daniela Toma.

Foto di Lorenzo Spiri

GALLIPOLI. Weekend di fuoco di fuoco per gli amanti dei locali notturni a Gallipoli. Ci sarà soltanto l’imbarazzo della scelta, visti i nomi di artisti locali ed internazionali che con la loro musica faranno bruciare ancora di più queste notti.  Venerdì 18, “Traumer” all’Amamè; nel pomeriggio invece tornano le feste a bordo nave con “Gallipoli Boat Party”.  “Gay day” questa sera al Picador Village, il terzo appuntamento con il party house che ospiterà questa volta il dj e remixer Davide Paoni. Sempre questa sera, venerdì 18 agosto, saranno i Thegiornalisti, la band rivelazione dell’anno, ad arricchire i calendario degli artisti del decimo anniversario del Postepay Parco Gondar con il loro tour “Completamente Senza Estate”. A seguire, in pineta ci saranno “Tetrixx, Gianni Sabato e Kinza. Al Rio Bo invece, serata Samsara ed M2O.

Domani sabato19 agosto invece, alle Cave ci sarà Ricardo Villalobos per il Festival “Il Grido”, mentre ospite del Picador Village sarà Eva Grimaldi. Ema Stokkolma sarà invece protagonista delle notte al Ten e Federico Scavo al Praja. Al Rio Bo ci saranno invece questa volta “The Cubeguys”. I Boomdabash saranno poi  i protagonisti della nuova edizione di “Made in Salento, lo show tutto salentino del Postepay Parco Gondar, con la musica anche di Salento Calls Italy live show,  KalePolis, Heart On Fire, Kooloometoo e Mightybass.

Domenica 20 agosto infine, Benny Benassi sarà ospite della Praja. Grande festa reggaeton invece al PostePay Parco Gondar: J Alvarez, Willy William e Jay Santos saranno infatti i protagonisti assoluti della “Malafiesta”

Castello Fulcignano

GALATONE. “Galatone da visitare” è l’iniziativa alla riscoperta del territorio proposta dall’associazione “Open your mind” in collaborazione con Terracunta ed il patrocinio del Comune. Due le date previste per le escursioni, “alla scoperta della città del Galateo, tra storia, tradizioni e sapori”, nelle domeniche del 20 agosto e del 10 settembre (informazioni al numero 380/7953637). La proposta per il primo appuntamento (quota di partecipazione 5 euro con la guida, 8 euro anche con aperitivo) prevede (alle 18) una passeggiata tra Casale di Tabelle, canale dell’Asso e gli insediamenti di pietra e Masseria Doganieri con il ricercatore Riccardo Viganò e l’archeologo e guida turistica Stefano Calò. Altra data il 10 settembre tra il centro storico ed il castello di Fulcignano.

 

TORREPADULI. Eugenio Bennato è l’ospite della decima edizione del concertone della Notte di San Rocco in programma questa sera, venerdì 18 agosto, a Torrepaduli (frazione di Ruffano), a conclusione dei festeggiamenti per San Rocco. Insieme all’artista napoletano, fondatore della Nuova compagnia di canto popolare, ci saranno anche Pietra Montecorvino e i Rawuelgue, gruppo di 25 elementi provenienti dal Burkina Faso. “Il Salento nel Mediterraneo” è il progetto musicale diretto da Bennato e curato da Taranta Power per favorire l’integrazione e l’incontro tra i Popoli. In apertura del “concertone” sarà proiettata la “parte pugliese” dello spettacolo sulle musiche tradizionali d’Italia “Sentite buona gente” tenutosi al Lirico di Milano nel 1967. Seguirà lo spettacolo “Giovani reinterpretano la tradizione”, affidato ai “Mandatari”, un gruppo di giovani “ripropositori” della musica di tradizione orale. Tre brevi intermezzi saranno portati in scena dal violinista Vittorio Ciurlia con il fisarmonicista Leonardo Cordella ed il tamburellista Marco Preite con la voce di Cinzia Marinosci e la pizzica ballata da Romolo Crudo con Marilena Martina, Mihaela Coluccia, Eva Croce e Lidia Cuppone. Si proseguirà il progetto “Salento nel Mediterraneo”. Il programma si concluderà con “Progetto Puglia” ovvero l’incontro di canti e tradizioni dall’intera Puglia con l’enssamble di 13 elementi diretto da Mauro Durante. La manifestazione è promossa dall’omonima Fondazione, nata nel 2008 e presieduta da Pasquale Gaetani. Direttore generale della Fondazione, nonché produttore e regista dell’evento è Cesare Vernaleone, direttrice artistica e presentatrice è Rosaria Ricchiuto, direttore artistico Vincenzo Santoro, responsabile del progetto culturale Antonio Santoro. Finalità della Fondazione è quella di “tutelare l’identità culturale di un bacino territoriale, quella del Comune di Ruffano e della frazione di Torrepaduli, dei Comuni confinanti di Acquarica del Capo, Casarano, Miggiano, Montesano Salentino, Specchia, Supersano, Taurisano ed Ugento, e più in generale del Salento inteso come area vasta comprendente le Province di Lecce, Brindisi e Taranto, e dei territori e delle popolazioni che ritrovano nella storia centenaria del culto e della tradizione di San Rocco di Torrepaduli, con particolare riferimento alla danza delle spade”.

Officina Zoè

TAVIANO. Si rinnova l’appuntamento di Taviano per “Officina Zoè”. Questa sera, venerdì 18 agosto, il gruppo di musica popolare fondato da Donatello Pisanello (di Taviano), Lamberto Probo e Cinzia Marzo suonerà in piazza San Martino, alle 21, per una serata dalle note speciali. Sul palco ci saranno, infatti, le danzatrici di Tarantarte ed il gruppo di musica popolare marchigiana “Lu Trainanà”, per quello che si preannuncia un singolare intreccio di musica e tradizioni. “Officina Zoè”, appena ieri si è esibita a Carpignano Salentino, nell’ambito dei concerti itineranti della Notte della Taranta, ed è reduce dall’Inghilterra dove ha partecipato al Womad, il prestigioso festival di World music fondato da Peter Gabriel. Nel concerto di questa sera, oltre ai classici della musica popolare salentina, verranno presentati i brani di “Mamma Sirena”, l’ultimo lavoro in studio di registrazione, ed il live frutto della tournée in India.

PATÙ. Domenica 20 agosto, nella marina di San Gregorio tutto pronto per la tradizionale festa in onore di San Gregorio Magno, protettore della piccola baia.

I festeggiamenti – a cura della Pro loco Patù e della parrocchia San Michele Arcangelo – si articolano in un programma religioso e uno civile. Alle ore 19 si comincia con la messa in via Magellano, seguita (alle 20) dalla processione che porterà la statua del santo per le vie del paese. Uno dei momenti più attesi e suggestivi, come ogni anno, sarà l’arrivo via mare del quadro del santo (atteso per le 20,30), con la fiaccolata subacquea.

Il programma civile dei festeggiamenti prevede invece l’esibizione della banda filarmonica del Capo di Leuca, mentre subito dopo la fiaccolata salirà sul palco il “Gruppo Mediterraneo”, proponendo musica popolare e balli di gruppo. La chiusura della festa è affidata allo spettacolo piro-musicale a cura della ditta “Fireworks Salento”, che illuminerà il cielo a mezzanotte.

GALLIPOLI. Per ogni compleanno che si rispetti c’è una festa e anche un regalo da consegnare. Quello di Mannarino, ieri in concerto a Gallipoli, ha tutta l’aria di essere uno di quei doni presenti sulla propria lista dei desideri. Almeno quella del Parco Gondar, che da ieri ha una sua canzone. Mannarino, circondato da una band di ben undici musicisti e polistrumentisti di livello, ha incantato l’arena del parco musicale salentino con note e suoni provenienti da tutto il mondo, con ritmi che attingevano alla tradizione romanesca, fino al blues e al folk. Poi è arrivato il turno di “Parco Gondar Boa Energia”, una canzone scritta in camerino poche ore prima di salire sul palco e cantata, a tratti a bassa voce, davanti ai migliaia di fan in delirio. “Parco Gondar è una ferita curata con bellezza e fantasia. Parco Gondar è una musica, è la banda mia” recita un verso della canzone, che ben presto ha fatto cantare il pubblico.

foto di Gianluca Filograna

MELISSANO. Per Melissano “Vinimmagine” rappresenta un appuntamento che da oltre vent’anni è storia della sua Unione Agricola. L’edizione 2017 si è caratterizzata per innovazione e originalità nell’organizzazione e nello svolgimento: l’appuntamento del 13 agosto, infatti, è stato preceduto da un convegno sul tema de “Il ruolo dell’Unione Agricola tra agricoltura, enologia e turismo” ed è stato accompagnato in parallelo da un concorso fotografico. L’incontro, svoltosi il 7 agosto, ha radunato i pensieri e le opinioni di tecnici, politici ed accademici: presenti al dibattito l’agronomo Cristian Casili, il professore di  Marketing del territorio Oronzo Trio, il professore e consulente marketing turistico Luca Caputo, l’operatore turistico Luigi Ricchello e l’enologo Fulvio Rosato. Hanno introdotto l’incontro i saluti del sindaco Alessandro Conte, del presidente dell’Unione Agricola di Melissano Giuseppe Placì, del presidente del collegio sindacale UAM Luigi Francesco Panico e dell’assessore comunale alle attività produttive e al turismo Silvia Fasano. Moderatore, il consigliere comunale Michele Parata.

L’inedito concorso di fotografia si rivolge ad amatori e appassionati, sul tema della vendemmia, del lavoro sui campi e sulle prime fasi di lavorazione delle uve. La partecipazione (gratuita) al concorso può essere effettuata entro il 4 settembre all’indirizzo posta@unioneagricola.it , allegando il modulo d’iscrizione presente sulla pagina facebook dell’UAM. La premiazione avverrà il 16 settembre presso i locali dell’Unione Agricola. Qui, domenica 13, ha avuto luogo la manifestazione vera e propria di Vinimmagine con la consueta degustazione dei vini e dei piatti tipici della tradizione salentina, circondata dalla musica popolare degli “Alla Bua”. Nel corso della serata è stata allestita anche una lotteria, i cui biglietti vincenti sono: n° 598 (1° premio), n° 421 (2° premio), n° 220 (3° premio).

TAURISANO. È un’estate ricca di importanti eventi per l’associazione artistico-musicale “OdA – Officina degli Artisti” che, oltre ai già consolidati corsi di canto e di strumento, propone diversi incontri di formazione e informazione con personaggi affermati nel mondo della musica. Il 20 luglio scorso, presso la sede associativa di Corso Vanini, il celebre maestro d’orchestra Peppe Vessicchio, dopo l’introduzione di Antonio Sanfrancesco e i saluti del direttore artistico OdA Marco Puzzello, ha presentato il suo libro dal titolo “La musica fa crescere i pomodori” ai soci di OdA, in un dialogo musicale, creativo e culturale stimolante per lo studio della musica e della ricerca. Il direttore Puzzello ha ringraziato il maestro Vessicchio “per aver percepito e sentito la nostra energia in un angolo del mondo apparentemente lontano dalle grandi città”. L’8 agosto poi, direttamente dal Taiwan, la cantante Wen Hui Tsai ha tenuto una masterclass rivolta a cantanti e musicisti di ogni livello, durante la quale si è parlato di sincronizzazione, improvvisazione e divertimento.

GALATONE. Risate e vernacolo in piazza a Galatone per la quarto edizione della rassegna teatrale “Vox Populi”, iniziativa inserita nel calendario dell’estate galatea e promossa dall’ormai storica “Compagnia ti santu Luca” in collaborazione con la Pro loco.
Anche in quest’edizione, spazio a una serie di compagnie e gruppi teatrali provenienti da tutta la provincia che ogni serata, fino a domenica 20 agosto, si daranno battaglia a colpi di recitazione e risate, in vista del premio finale dedicato al poeta galateo Giuseppe Susanna, cui la manifestazione è dedicata anche questa volta.

Mercoledì 16 agosto ad aprire le danze ci ha pensato la compagnia “Mozzicasanti” di Arnesano, che ha portato in scena davanti al pubblico del Marchesale “Saverio Pennellessa”, commedia di Luigi Pascali. Stasera (giovedì 17) sarà il turno degli attori della “Lu curtigghiu” di Lecce, con “Milioni e crisantemi” di William Fiorentino. Venerdì 18 spazio alla “Alitzai” di Alezio con l’esilarante “Mamma mia pe lu pilu… cci paccìa” di Claudio Napoli, mentre “Il teatro delle giaccure stritte” di Salice Salentino salirà in scena sabato 19 con “La Grazia” di Mimino Perrone. Domenica 20 da Squinzano arriva la “Ghefiura” con “Tutti pazzi per il teatro” di Alessandro Garofalo. Serata finale e premiazione mercoledì 23 agosto.

TAVIANO. È un omaggio alla terra e alle sue storie quella che Taviano propone con la rassegna “Arti & fiori”. Stasera l’intero centro storico si veste di festa per la manifestazione organizzata dall’associazione “Salentflor” dei fioristi tavianesi con gli operatori del mercato floricolo di Taviano, Leverano e dei comuni vicini e la scuola di arte floreale con i fioristi di tutta la Puglia guidati da Emilio Lorusso.

I fiori accompagneranno un ideale percorso fino alla chiesa di Santa Lucia che insieme a quella dell’Immacolata e di San Martino saranno aperte per tutta la serata. All’interno del Palazzo Marchesale è stata, inoltre, allestita una collettiva di artisti salentini.

Tante le esibizioni previste lungo l’intero percorso, dalla banda municipale “Città di Taviano” allo spettacolo di “nuove bianche”, dalla sfilata di abiti floreali al Salento Ballet Teatrarte sino al live “Note Libere” di Daniela Toma, The Storm in concerto Papaveri Rossi in concerto (con il repertorio di Fabrizio de Andrè). In via Immacolata spazio ad un’ideale “galleria d’arte floreale” con pannelli di legno con gioielli di fiori incastonati. Intorno alla statua del patrono, in piazza San Martino, tralci e tronchi di vite si aggrovigliano salendo verso l’alto ad esprimere la devozione da parte di tutti i tavianesi. Altri allestimenti in via Matteotti, abbellita da un arco all’ingresso, da sei composizioni floreali lungo il percorso e da gabbiani in volo verso piazza del Popolo e il Municipio Al centro della piazza un pannello per i selfie permetterà di conservare un ricordo della manifestazione. «Con “Arti & fiori” – afferma il sindaco Giuseppe Tanisi – si intende rappresentare un importante comparto produttivo della nostra comunità e contestualmente la “preziosità” del mercato floricolo della città di Taviano con tutti i suoi operatori».

by -
0 304

ALEZIO. Palloni, barche, stelle e anche un semaforo: la devozione non manca di certo, ma è la creatività a regalare delle sorprendenti chicche tutte da ammirare. Ora la fantasia degli aletini sarà premiata grazie alla sesta edizione del concorso “Luci d’autore” nell’ambito della Serata Alixias di lunedì 21 agosto in piazza Vittorio Emanuele II, promossa dalla Pro loco Alezio. Il premio, realizzato in collaborazione con il Gruppo famiglie, Centro studi Medeur e con il patrocinio del Comune di Alezio, passa in rassegna i lampioncini votivi che nei giorni di festa hanno illuminato le strade del paese in onore della Madonna dell’Assunta. La serata, condotta dal giornalista Rai Antonio Gnoni, prevede la partecipazione della conduttrice televisiva Maria Teresa Ruta, gli interventi dello storico Aldo D’antico. Incursioni nel teatro con gli attori Alessandra Merico ed Enzo Casertano, e nella musica con Jean Michel Byron il Paese dei balocchi.

La tradizione delle lampade votive avrebbe origine verso la fine dell’800. La fantasia popolare, nella scelta delle forme realizzate, ha prediletto la stella, sinonimo mariano, e la barca. Quest’ultima forma rievocherebbe i fatti del 1723, come testimoniano i documenti dell’archivio della Confraternita, anno in cui arrivò su un bastimento nel porto di Gallipoli la statua della Madonna della Lizza.

by -
0 163

ALEZIO. Può essere visitata sino a domenica 20 agosto la mostra di Luigi Quida presso il museo Messapico di via Kennedy ad Alezio.“La visualizzazione del silenzio” è il titolo della personale, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune aletino, inaugurata lo scorso 12 agosto.Il maestro Quida, pittore “post-impressionista” è presente in prestigiosi cataloghi d’arte contemporanea. Molto apprezzate le sue opere che immergono il visitatore in una dimensione onirica e nostalgica.

NEVIANO. Grande successo, anche quest’anno, per il concorso “Addobba e illumina nella tradizione la tua Neviano”, giunto all’ottava edizione e promosso dall’associazione “Ecomuseo del Paesaggio delle Serre di Neviano” in occasione dei tradizionali festeggiamenti in onore della Madonna della Neve. La commissione di valutazione, composta dall’architetto Giovanna Calò, il docente di Storia dell’arte Franco Mazzotta e l’archeologa Maria Federica Stifani, ha esaminato le composizioni in concorso sulla base di vari criteri: artistico (il manufatto doveva presentare originalità e creatività), tradizione (l’addobbo doveva rappresentare soggetti legati alla figura della Madonna) e artigianalità (il manufatto doveva essere stato realizzato mediante l’utilizzo di tecniche tradizionali, con l’impiego di materiali poveri, quali carta velina, canne, spago, ecc.). Sulla base di ciò, il primo premio è andato alla composizione di Maria Luisa Buia, sito in via Papa Giovanni, il secondo posto a Emanuele Maruccia, per la realizzazione posta in via Manzoni, ed il terzo a Michele De Giorgi, per il manufatto in vico Piazza.

SALVE. Passeggiare nello spazio e nel tempo, attraversando i centri storici e riascoltando voci e storie di un Salento dimenticato: sabato 19 agosto i borghi di Salve e della frazione di Ruggiano saranno il teatro a cielo aperto di un percorso teatralizzato a cura dell’associazione Sherazade. La passeggiata – guidata da Marco Cavalera dell’associazione Archès – durerà due ore, con partenza alle 21 da Salve, in piazza Concordia.

Realizzato in collaborazione con la compagnia teatrale Alibi e l’associazione culturale Errarte-Itinerari d’arte, l’evento rientra nel più ampio progetto del Parco Narrativo di Fine Terra, nato da un’idea dello scrittore Matteo Greco. L’obiettivo del Parco è favorire la conoscenza del territorio del Capo di Leuca attraverso il racconto delle storie di chi lo ha abitato e ne ha segnato l’immaginario: fra storia vera e leggenda, si dà voce a emigranti e guerrieri, damigelle e comandanti di navi romane, santi e sirene.

La passeggiata di sabato 19 agosto sarà anche un viaggio nel tempo, dal 1700 al secolo scorso. Camminando fra i vicoli, si scenderà in un frantoio ipogeo per poi arrivare a un santuario in campagna. Durante il percorso teatralizzato i visitatori saranno guidati da un pellegrino, incontreranno un bracciante calato in una cisterna, un ragazzo degli anni Quaranta alle prese con la serenata per la sua bella, e un parroco tentato dal demonio, fino a ritrovarsi a tu per tu con una santa. Info e prenotazioni al numero 320.8695021.

 

TORRE SAN GIOVANNI. Sesta edizione della festa del pesce su corso Annibale a Torre San Giovanni. La manifestazione è organizzata nella marina di Ugento nelle serate di giovedì 17 e venerdì 18 agosto. Ad organizzare la due giorni è la Pro loco Ugento e marine con il patrocinio del Comune di Ugento in collaborazione con la pescheria Maggio. Quest’anno il ricavato della manifestazione sarà utilizzato per l’acquisto di equipaggiamenti antincendio da donare alla protezione civile.

LIDO CONCHIGLIE. Intreccio tra musica salentina e brasiliana per “Ulìa”, la serata in programma giovedì 17 agosto al Salento bike cafè di Lido Cochiglie. Il progetto richiama l’espressione dialettale che sta per “vorrei”, ma anche “oliva” ed è diretto da Anna Cinzia Villani, tra le più note cantanti di  pizzica, sempre presente alla Notte della Taranta. Ad accompagnarla Alessandro Lorusso  (chitarra), Max Però  (organetto diatonico),  Francesco de Donatis (tamburo a cornice e percussioni) e Mestre Canhao (maestro percussionista e capoeirista di Rio de Janeiro). «L’incontro tra questi due stili è nato quasi per caso. Il nostro chitarrista Alessandro Lorusso – afferma la Villani – frequentava le lezioni di Capoeira di  Mestre Canhao. I due si sono confrontati sui ritmi e scambiati gli strumenti  iniziando ognuno ad approfondire la conoscenza del mondi musicale dell’altro».

L’appuntamento è per le ore 21,30 con ingresso gratuito (apericena a partire dalle 19. Informazioni e prenotazioni ai numeri 346/ 0862717 –  392/1144073).

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...