Home Temi Curiosità

GALLIPOLI. Buon compleanno a nonna Vata. Ha raggiunto il ragguardevole traguardo dei 102 anni la signora Addolorata Carichino, nata il 27 marzo del 1915 a Gallipoli. La signora Vata, sposata fin da giovanissima con Salvatore Esposito, ha vissuto una vita condizionata dalla due guerre. «Una donna di incredibile forza e tenacia – la descrive uno dei nipoti, Massimo Esposito – che è sempre stata pronta a lottare per il bene e l’amore della sua famiglia. Durante la prima guerra mondiale, ha avuto il dolore di vedere tornare suo padre ferito; nella seconda, racconta di essere stata una di quelle mogli a consegnare le fedi d’oro al regime fascista avendo in cambio quelle di ferro, con i ringraziamenti di Mussolini». La signora Addolorata ha lavorato tutta la vita in un negozio di alimentari in via Specolizzi, di cui era proprietaria insieme al marito.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

GALLIPOLI. Mistero sull’inquietante macchia color rosso-arancio che questa mattina ha fatto la sua comparsa in alcuni tratti del mare a Gallipoli. Ad essere interessata è la zona antistante il lungomare Galilei (zona Giudecca), non lontano dal centro storico. La macchia risulta perfettamente visibile soprattutto per la bella giornata primaverile, con il sole pieno ed il mare praticamente piatto. Come segnalato da alcuni lettori di Piazzasalento,  pare che le macchie anomale, visibili anche a Santa Caterina (frazione di Nardò), siano secondo gli studiosi un tipo di alghe.

FARMACIA PROVENZANOGALLIPOLI. Dopo oltre due secoli di vita, aveva lasciato di stucco la definitiva chiusura dell’”Antica Farmacia Provenzano” di via Antonietta de Pace, nel centro storico. Rilevata in un primo momento dal dr. Serino, la farmacia si era poi definitivamente spostata per motivi di spazio, sempre sulla stessa via. Ora l’inaspettata riapertura, non più come farmacia però, ma come spezieria: del resto era nata proprio come spezieria (nel 1814) ad opera di Luigi Garzya. La gestione è ora affidata a dott. Massimo Sindaco, titolare della “Dermasin” di Collepasso. Alle pozioni di una volta per la cura dei malanni, si sono sostituiti i più moderni balsami e le creme per l’abbellimento del corpo. “E’ sempre meglio così, che altro: del resto non potevamo permettere che pure questo “pezzo di storia cittàdina” si trasformasse nell’ennesimo locale per ristorazione” si lascia sfuggire Agata Provenzano (erede e attuale proprietaria del palazzo)

Edoardo Rimo melissanoMELISSANO. Il nuovo Consiglio dei Ragazzi capeggiato nel sindaco Edoardo Rimo è stato presentato ufficialmente alla comunità il 10 febbraio. Gremitissima la sala consiliare nella quale si è svolta la proclamazione, introdotta dalla consigliera Valeria Marra. Insieme a Edoardo, 10 anni, alunno della V B della prima- ria e candidato della lista “Rim… bocchiamoci le maniche”, è stata proclamata vice sindaca (candidata della lista sconfitta “Costruiamo il nostro futuro”) Martina Sarcinella. Sono stati nominati assessori Francesco Cortese, Anna Chiara Spennato, Lorenzo Greco e Vito Nassisi e consiglieri Luigi Galati, Giorgio Placì, Manuel Olivieri e Francesco Caporale. Il progetto è stato curato dalla prof.ssa Maria Sannino col supporto della maestra Rosalba De Matteis.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

neviano caniNEVIANO. Risale a pochi giorni fa il ritrovamento di quattro cagnolini di cinque mesi, tutti della stessa cucciolata, abbandonati nelle campagne di Neviano: è stata l’associazione locale “Diamo insieme voce agli animali” a soccorrere i quattro meticci. Con le forze dell’ordine sulle tracce del responsabile (si tratterebbe di un 60enne di Aradeo), dopo la primissima accoglienza, ora i quattro cuccioli sono nel ricovero della onlus di Casarano “Obiettivo recupero animali e ambienteˮ. Intanto il sindaco Silvana Cafaro ha emanato un’ordinanza per affrontare il fenomeno del randagismo, “notevolmente incrementato sul territorio comunale”. Ecco, dunque, il divieto assoluto di prendere in custodia cani vaganti senza prima averne segnalato la presenza alla Polizia municipale e alle autorità, per individuarne l’eventuale proprietario e la presenza del microchip; e naturalmente l’obbligo per chiunque se ne faccia carico di provvedere alle operazioni mediche precauzionali. Nell’ordinanza si rilancia anche la figura del “cane collettivo”, preso in “custodia” da un gruppo di residenti.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

faroGALLIPOLI. Il faro dell’isola Sant’Andrea arriva come dono da parte della Pro loco di Foglianise alla Pro loco di Gallipoli. Domenica 5 febbraio infatti, una nutrita rappresentanza di amministratori e soci della Pro loco campana (Foglianise è in provincia di Benevento) insieme ad alcuni alunni della Scuola media con i genitori, un consigliere dell’Amministrazione comunale e alcuni maestri dell’intreccio del fogliame del grano, con cui hanno riprodotto il faro, sono arrivati in città nella mattinata tutti a Gallipoli nella mattinata di domenica per regalarlo alla omologa associazione gallipolina. Foglianise è nota per la realizzazione di manufatti che riproducono i più bei monumenti delle diverse regioni d’Italia realizzati con l’arte dell’intreccio del fogliame del grano, tipica di quel luogo. I manufatti vengono montati su carri e fatti sfilare il 16 agosto durante i festeggiamenti in onore di San Rocco. «E’ stato un piacevole ed interessante incontro – dice la presidente della Pro loco, Lucia Fiammata – dove le due realtà, Gallipoli e Foglianise, cosi diverse per collocazione geografica, cultura e tradizioni, si sono viste accomunate dai principi fondanti delle Pro loco d’Italia riscontrabili nella finalità di conoscere, valorizzare e diffondere le bellezze e le tradizioni del proprio territorio in vista di uno sviluppo sociale e lavorativo».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Matteo Maritati, accanto a Gordon Ramsay, cuoco d'alta cucina e manager di una catena di ristoranti sparsi nel mondo

Matteo Maritati, accanto a Gordon Ramsay, cuoco
d’alta cucina e manager di una catena di ristoranti sparsi nel mondo

ALEZIO. “Non escludo il ritorno”, direbbe qualcuno. Ad ascoltare bene le parole di Matteo Maritati, “sous chefˮ presso Heddon Street Kitchen, a due passi da Piccadilly Circus, sembrerebbe che quella del giovane aletino partito a 23 anni con in tasca un sogno e tanta determinazione sia una strada già segnata, alla continua ricerca della “vetta”. Eppure il pensiero fisso è sempre alla sua terra, la sua famiglia e i suoi amici, e quella “voglia di poter realizzare qualcosa anche qui”. Ad attenderlo nel suo “regno”, la cucina del mentore di molti chef in giro per il mondo, Gordon Ramsay, in Regent’s Street nel cuore del West End londinese, ci sono “circa 240 coperti prenotati, ma aumenteranno con l’approssimarsi del weekend”. Una realtà troppo stretta, poi il viaggio a Londra al seguito di amici pronti per un concerto dei Muse, fino ai colloqui, curriculum alla mano, assieme all’amico Manuel Casalino. «Avevo voglia di mostrare e far capire quanto valevo, così quando mi è stato chiesto se fossi pronto per i grandi numeri ho risposto che ero lì proprio per quello», afferma Maritati (di recente ospite nella sua Alezio della rassegna dei Giovedì culturali a El Barrio Verde). La prima prova è arrivata con “Shambles”, un ristorantino italiano nel South West di Londra, ma dopo appena sette mesi “eravamo vicini all’apice, sotto l’head chef e proprietario. Eravamo già pronti per una nuova “challenge”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

scout assemblea regionale Masci_due (1)GALATONE. A Galatone, con fazzolettone azzurro al collo e nel segno dell’unica “Promessa”, quella scout, per discutere attorno al futuro del movimento, alle iniziative da intraprendere e alla bellezza di “fare strada” nel creato e nella società. Il 29 novembre scorso, presso il centro congressi “Massimo Vitaliano” di via Cairoli, sono stati circa centocinquanta gli scout del Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani giunti in città da tutta la Puglia ed accolti dalla Comunità Masci di Galatone in occasione dell’assemblea regionale. Oltre al segretario regionale del movimento, Lorenzo Franco, era presente anche il segretario nazionale, Luigi Cioffi.

Aldo Reho (sopra) con Mario Troisi ha curato la lunga procedura di riconoscimento dell'Ue

Aldo Reho

GALLIPOLI. Una delizia da street-food. Il panino all’orata ideato della “Reho Mare” è stato protagonista nello stand di “Campagna Amica” di Coldiretti Lecce alla Fòcara di Novoli lo scorso 16 gennaio, dopo che già aveva deliziato i “pizzicati” del concertone finale della Notte della taranta 2016. La ricetta è un sugo cotto a mo’ di ragout. Il pesce è quello allevato dall’azienda di Gallipoli al largo di Torre Suda di Racale, laddove da un decennio, oltre alle orate, si producono anche spigole e ombrine. Nel caso particolare, è stato uno dei condimenti principali delle “pucce della Fòcara”, preparate dallo chef Walter Cretì con la farina di grano Senatore Cappelli e Tritordeum. «Il nostro intento è offrire un prodotto semplice ed accessibile a tutti, basato sul gusto mediterraneo – afferma Aldo Reho (foto), uno dei cinque fratelli titolari dell’impresa – che coniughi l’alta qualità dei nostri prodotti ittici con una spesa al dettaglio ragionevole. All’inizio è stata una specie di “sfizio” – continua – ma gli apprezzamenti che abbiamo ricevuto da subito ci hanno convinto a continuare».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

sindaco baby patuPATÙ. Il 26 gennaio scorso è stato eletto il nuovo consiglio comunale dei ragazzi del Comune di Patù. Il baby sindaco è Sebastiano De Nuccio (classe 2° C, Scuola media inferiore); i consiglieri sono: Fracesco Rosafio, Gianni Rosafio, Siria Cordella, Chiara Abaterusso, Linda Brigante, Marco Corchia, Gabriella Maggio, Ernesto Abaterusso, Luigi Petracca e Vito Colaci. Tra le priorità del nuovo sindaco dei ragazzi vi è una particolare attenzione all’ambiente, alla legalità, allo sport, al disagio giovanile e alla socializzazione dei giovani. Tra i punti più importanti del suo programma: richiedere un finanziamento all’Amministrazione comunale per la realizzazione di una copertura del cortile scolastico in caso di pioggia, rendere confortevole e accogliente l’edificio scolastico con l’aggiunta di panchine, fioriere e alberi e, inoltre, sistemare il giardino botanico di Palazzo Romano e piantumare nuovi alberi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

set film renata fonteNARDÒ. Con una ordinanza comunale pubblicata oggi sul sito del Comune s’informa che, a partire proprio da oggi e fino all’1 febbraio, buona parte del centro storico e via Rubichi saranno chiusi al traffico con divieto di sosta per esigenze di riprese cinematografiche per il film su Renata Fonte. Sulla nota ci sono anche gli orari in cui la circolazione sarà vietata, Coinvolte ovviamente piazza Salandra, via XX Settembre, Petraroli, èiazzetta Calvario, piazza S. Domenico, piazza Cesare Battisti, corso Galliano, le vie Palermo, Sa, Giovani, Zuccaro, Amendola, Sambiasi, De Pandi, Genova, Palermo, Firenze.

Due dei sette cuccioli da adottare ritrovati dai volontari nei pressi del Supermac sannicolaSANNICOLA. Sette cuccioli da salvare trovati nei giorni scorsi a Sannicola nei pressi del Supermac. I cuccioli hanno circa tre mesi e sono di taglia media. Trovati e soccorsi dai volontari di Sannicola sono stati affidati provvisoriamente alla sezione di Lecce della “Federazione italiana benessere animale”. «Ci sono stati portati in pessime condizioni – commenta Desirè Martines, volontaria dell’associazione presieduta da Andrea Caricato – ma ora stanno bene grazie all’intervento del veterinario Stefano Guido e sono tutti in buona salute, vaccinati e microcippati». Per procedere all’adozione o avere maggiori informazioni si possono chiamare i numeri 329/7175727 e 329/0144407. I volontari sono a piena disposizione delle famiglie adottanti e chiedono aiuto per diffondere la notizia. «È veramente terribile dover periodicamente trovare cuccioli abbandonati, quando basterebbe far sterilizzare i cani padronali per ridurre drasticamente il numero delle nascite indesiderate. La maggior parte dei cuccioli che troviamo e diamo in affidamento – commentano i volontari di Sannicola – non sono, infatti, figli di randagi, ma di cani “di casa” non sterilizzati. È davvero necessario un cambio di mentalità, considerando che oltre alla crudeltà di cui sono vittime gli animali, si deve tener conto della non remota possibilità che i cani vaganti provochino incidenti stradali anche gravi».

veglione in piazza carnevale nevianoNEVIANO. Sono da giorni in corso d’opera i preparativi per l’edizione numero undici del Carnevale di Neviano. Ad organizzarlo è anche quest’anno il gruppo “Amici de Castieddhru”, che da sempre, superando anche i periodi di particolare ristrettezza economica degli ultimi anni, è riuscito a trovare il modo per non lasciare il paese senza la tradizionale e colorata festa invernale. I dettagli del programma sono ancora in via di definizione. È certo, comunque, che al posto della tradizionale sfilata si ripeterà anche quest’anno l’esperienza del grande veglione in piazza (foto).

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Un controllo dei carabinieri con l'etilometro: lo sforamento della soglia deve essere confermato da due test consecutivi

Un controllo dei carabinieri con l’etilometro: lo sforamento della soglia deve essere confermato da due test consecutivi

ARADEO. Viene fermato alla guida di un autoveicolo in evidente (secondo i carabinieri) stato di ebbrezza alcolica ma a salvarlo è l’“umidità”. Protagonista della singolare vicenda, la scorsa estate, un giovane aradeino fermato per un controllo in un paese della provincia di Novara. I primi sospetti dei militari, subito confermati dai risultati del doppio controllo con l’alcoltest, sono però stati smentiti davanti al Tribunale di Verbania al quale il 32enne di Aradeo si è poi rivolto per vedersi annullare il verbale elevato nei suoi confronti e le non irrilevanti sanzioni accessorie, aggravate dalle ultime, più severe, disposizioni in materia.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

vespa club alezioALEZIO. I cuori a due ruote tornano a correre più veloci che mai. Una sala gremita e tanti amici a dare il via, lo scorso 22 gennaio, alla campagna tesseramento del “Vespa club Alezio”. Ad attendere i vespisti aletini, come sempre, due veterani delle scorrazzate in giro per il mondo Stefano Medvedich e Davide Leopizzi (rispettivamente di Gallipoli e Parabita), assieme al presidente del Comitato regionale Puglia della Federazione motociclistica italiana Mino Costabile.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Luca De Simone e Gabriele IndennitateNARDÒ. “Farmacia di turno”: nella quotidianità potrebbe capitare di aver bisogno urgentemente di un’informazione simile, soprattutto in un centro con molte attività che operano nel settore. A Nardò a risolvere il problema c’hanno pensato Luca De Simone e Gabriele Indennitate (foto), due giovanissimi studenti (classe ’94 e ’89) che partendo da un’esperienza personale hanno creato prima un sito web e poi un’app gratuita dal nome “Farmacia di Turno Nardò”. «Ci è capitato di dover cercare quale fosse la farmacia di turno e non è stato proprio facile – dicono i due – allora abbiamo pensato di mettere in piedi un servizio che possa essere davvero utile, in cui ogni giorno automaticamente sono fornite informazioni sulla turnazione, sugli indirizzi e sui recapiti d’emergenza di tutte, magari per accelerare tante tempistiche. Tutti i farmacisti sono stati molto disponibili e entusiasti dell’iniziativa»,

antonio cantoroACQUARICA. Credeva di aver trovato un tesoretto, ma dall’impiegato postale si è sentito dire che “quel buono fruttifero è impagabile perché ormai andato in prescrizione”. Ancora non si rassegna Antonio Cantoro e promette di utilizzare qualunque mezzo per recuperare il gruzzoletto che avrebbe perduto. Nel Salento l’abitudine di sottoscrivere un buono postale fruttifero per ogni bambino nato è antichissima e consolidata, considerato che questi titoli, fino a qualche tempo fa, vedevano raddoppiare il valore iniziale dopo appena sette anni, registrando un tasso di interesse estremamente vantaggioso. Operando nel solco della tradizione i due padrini del Cantoro il 17 luglio 1958 sottoscrissero un buono fruttifero di 10mila lire presso l’ufficio postale di Acquarica. Una somma che al momento della sottoscrizione del buono rappresentava l’equivalente della paga di dieci giornate lavorative di un bracciante, come a dire l’equivalente di 500 euro.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

laboratorio di pasta presiccePRESICCE. Le mani in pasta e larghi sorrisi stampati sul volto. Alla fine, anche la soddisfazione di mangiare, e con gusto, ciò che si è preparato da soli. Imparare a fare la pasta non è stato mai tanto piacevole. Chili di farina, acqua e olio di gomito: il risultato, a vedere il numero dei partecipanti ai primi due appuntamenti dei laboratori delle tradizioni popolari organizzati dalla Pro loco, è stato oltre le aspettative. «Siamo soddisfatti della riuscita delle due serate durante le quali si è imparato a preparare le pittule e poi le orecchiette e cavatelli – affermano dall’associazione -. Ci ha fatto molto piacere vedere l’aula didattica di palazzo Ducale così pieno, in fondo i laboratori sono stati organizzati prima di tutto per creare dei momenti di aggregazione per i soci e non, e poi per mantenere vive e tramandare le nostre tradizioni, come appunto la pasta fatta in casa». Le maestre che si sono proposte fanno parte della Pro loco, tra i discenti, tante giovani e anche tanti uomini.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

personale biblioteca galatoneGALATONE. C’è anche Sofia, tre anni ancora da compiere, tra i frequentatori abituali della biblioteca comunale. «Insieme ai suoi genitori sceglie i libri da farsi leggere ed è ormai in grado di distinguere i testi già scelti dagli altri», fanno sapere dallo staff della biblioteca (foto). È lei a detenere il primato di frequentatrice più piccola della struttura sita a pochi passi da palazzo Pignatelli. «La maggior parte dei libri che sceglie sono adatti alla sua età, quelli presenti nella categoria “ragazzi”, e sono quasi tutti del progetto “In Vitro” promosso dal Centro per il libro e la lettura che intende aumentare il numero di lettori abituali partendo dal futuro, rivolgendosi ai bambini per trasformare i piccoli di oggi nei lettori di domani», continuano gli operatori.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

palazzo ferrari parabitaIl “Caffè in redazione” venerdì 24 sarà ospitato a Parabita. Dopo l’inaugurazione del tour di incontri ravvicinati a Melissano l’altro venerdì (sul giornale in uscita il resoconto con aneddoti e storie), dopodomani ci troviamo alla sede del “Laboratorio” di Aldo D’Antico a Palazzo Ferrari. Appuntamento dalle 16 in poi con chi voglia parlare da vicino del giornale, dell’informazione, dei rischi e delle bufale, dei problemi e delle soluzioni. E di qualsiasi altra cosa si voglia. Proprio come in un caffè.

PARABITAFesta per i 60enni ed i 50enni di Parabita. A distanza di pochi giorni, durante il recente periodo festivo, sono stati dapprima i parabitani classe 1956 e poi i nati nel 1966 a ritrovarsi per celebrare collettivamente gli importanti traguardi. Prima di ritrovarsi per il pranzo (i primi) o per la cena (i secondi), sempre presso il ristorante “Il Sorriso” di Casarano, i due gruppi hanno preso parte alle rispettive messe celebrate presso la basilica della Coltura. Poi divertimento, risate,  scambi d’auguri e brindisi con le foto di rito. A fine serata ogni festeggiato è stato poi omaggiato con una pergamena –ricordo.

CASARANOSono stati gli alunni dell’Istituto comprensivo Polo tre di Casarano ad inaugurare il nuovo anno di visite al Consiglio regionale pugliese. Martedì 17 gennaio una rappresentanza della scuola diretta da Rita Augusta Primiceri è stata guidata nei luoghi più rappresentativi del Palazzo Consiliare, a partire dall’Aula del Consiglio per continuare nella Biblioteca multimediale del Consiglio “Teca del Mediterraneo”. Agli alunni è toccato anche intonare l’inno nazionale che ha preceduto l’avvio dei lavori della seduta del Consiglio particolarmente significativo anche perché tra i punti all’ordine del giorno vi era anche l’elezione dei garanti regionali dei diritti del minore e delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale. «Scopo della visita è stato quello di avvicinare i nostri studenti ad una maggiore conoscenza delle Istituzioni, per aiutarli a formarsi come Cittadini consapevoli e favorire la loro partecipazione alla vita democratica», affermano i docenti.

NARDÒ. Sarà Cristiana Capotondi ad interpretare Renata Fonte in un film Mediaset che uscirà in tv a primavera e che sarà girato in questi giorni in città. Il nome dell’attrice romana è stato ufficializzato in queste ore (all’inizio altri nomi si erano diffusi su chi avrebbe interpretato il ruolo della politica repubblicana neretina assassinata nel 1984: Giulia Michelini, Isabella Ragonese). La pellicola arriva a quasi trent’anni esatti da “La posta in gioco”, film per il cinema sulla vita della Fonte uscito nel 1988. All’epoca ad interpretare Renata Fonte era l’attrice napoletana Lina Sastri.

comune di racaleRACALE. A volte la cura di se stesse passa da gesti nobili, come quello compiuto nei giorni scorsi da Rosangela Rizzo, titolare di un salone d’acconciature. Servizio gratuito di taglio e messa in piega “per le donne che, in questo periodo di gravi carenze economiche, hanno dovuto per necessità lasciare in disparte la cura di se stesse o delle proprie figlie”, è quanto offerto nella lettera indirizzata all’assessorato ai Servizi sociali, diffusa sui social network dal sindaco Donato Metallo. Un gesto semplice e spontaneo che ha suscitato in paese grande ammirazione. Ora toccherà ai servizi sociali del Comune a segnalare i nomi delle persone che potranno avere accesso al servizio. “Una fase che sarà gestita nella massima discrezione”, specifica l’assistente sociale Antonella Troisi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Lidia CupponeNEVIANO. Grande successo per la giovane e talentuosa cantante nevianese Lidia Cuppone (foto), che lo scorso 4 gennaio si è esibita su La5 nella finale del programma “Tra sogno e realtà”. Dopo una selezione lunga mesi, la sedicenne salentina è risultata tra le finaliste del talent televisivo dedicato ai giovani artisti (tra i primi 18 su oltre 7.000 partecipanti). Nella finale si è esibita interpretando il brano “One and only” di Adele, con il quale è riuscita a commuovere la giuria composta da Simona Borioni, Josè Perez e Silvia Salemi, e soprattutto il giudice ospite Bill Goodson, noto coreografo statunitense.
Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Voce al Direttore

by -
Sono trascorsi quattro anni da quando si sono avuti i primi sentori che qualcosa non andava per il verso giusto: gli ulivi erano malati,...