Home Temi Calcio
Notizie dai campionati di calcio delle squadre dei Comuni della rete di Piazzasalento

NEVIANO – Premessa mantenuta per la Polisportiva Neviano: la società (Real Neviano l’anno scorso) presieduta da Luciano Marzo ha conquistato un posto tra le “grandi” del calcio minore e dopo le prime tre giornate del campionato di Terza categoria (girone Maglie) è in testa solitaria a punteggio pieno. La squadra allenata da Pasquale Greco, ex allenatore della Juniores regionale dello scorso anno, ha inanellato tre vittorie consecutive, l’ultima per 5-1 contro il Melissano. «La nostra forza è un gruppo compatto, complice ed unito, siamo come una grande famiglia», afferma il vicepresidente Antonio Mastore. Così come nella passata stagione, il segreto della società è nell’unità di intenti che lega la società allo staff tecnico e ai calciatori, ben al di là del momento agonistico. Frequenti sono, infatti, i momenti di convivialità anche al di fuori del campo di calcio. Quanto agli obiettivi, Mastore conclude: «Non ci poniamo limiti o traguardi specifici, ma nell’immediato in tutti noi c’è sicuramente la voglia di vincere questo campionato e di salire in Seconda categoria».

Nardò – Il gruppo “Neretini”, sportivi organizzati, esprime il proprio disappunto circa lo stop agli alcolici prima, durante e dopo gli eventi sportivi allo stadio “Giovanni Paolo II” imposto da un’ordinanza del Sindaco Giuseppe Mellone. Alla base di tale divieto le direttive provenienti dal Ministero dell’Interno e riguardanti la sicurezza e la salvaguardia dei cittadini durante le manifestazioni pubbliche. «Non ricordiamo episodi di violenza – rammenta il gruppo di tifosi – scaturiti da tifosi che hanno partecipato ai match casalinghi in stato di ebrezza». Lo stop decorre dalle due ore antecedenti all’evento sino ad un’ora dopo ed è esteso agli operatori commerciali ubicati nel raggio di 500 metri dallo stadio. «Il danno maggiore provocato – fanno sapere i “Neretini – è arrecato agli esercizi coinvolti e noi siamo vicini alle rimostranze degli esercenti. Noi saremo sempre goliardici e colorati, e siamo fermamente convinti che la repressione sia il modo più sbagliato per risolvere quelle questioni che per qualcuno sono problemi insormontabili».

foto Walter Macorano

TAURISANO – Pomeriggio di sport macchiato da episodi poco edificanti quello di domenica 12 novembre a Scorrano. In occasione della partita tra i locali e il Taurisano, per il campionato di Prima categoria, tre tifosi ospiti sono stati bloccati ed identificati dai carabinieri per il lancio o il possesso di fumogeni. Oltre ad essere stati denunciati, ai tre verrà proposta la misura interdittiva del Daspo che li terrà lontani dai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive. Il 32enne E.C., disoccupato nato a Casarano e residente a Ugento, è ritenuto responsabile dell’esplosione di un petardo nelle immediate vicinanze dell’impianto di gioco. Il 24enne A. D. V., disoccupato nato a Gagliano del Capo e residente a Taurisano, nel corso delle operazioni di “filtraggio” all’ingresso del campo sportivo, aveva con se un grosso petardo confezionato artigianalmente (lungo 10,5 centimetri per tre di diametro) mentre il 45enne F. D.S., nato in Svizzera e residente a Taurisano (pensionato), è stato sorpreso dai carabinieri mentre dall’esterno della tribuna ospiti lanciava all’interno del campo due fumogeni, poi recuperati e sequestrati. Per la cronaca (sportiva) la gara è stata vinta dallo Scorrano che ha costretto la capolista Taurisano alla prima sconfitta stagionale.

Nardò – Il Nardò calcio scende in campo per la beneficenza. I tifosi granata, in occasione del prossimo match interno col Gragnano, potranno contribuire all’acquisto di un pulmino per permettere ai ragazzi autistici di raggiungere il centro specializzato di Matino. L’iniziativa parte dall’associazione “Ancora” (una costola del movimento “Libra”), come spiega il presidente Katia Re: «I genitori si alternavano per accompagnare i ragazzi, ma ciò non è più possibile. Uno di loro ha dovuto addirittura lasciare il lavoro pur di svolgere tale compito. Con i salvadanai solidali ci auguriamo di poter acquistare il mezzo di trasporto dopo le festività natalizie».

«L’associazione “Ancora” – aggiunge il vicesindaco, Oronzo Capoti – si prodiga con sensibilità nel tessuto sociale cittadino. Ringrazio l’Ac Nardò, dal presidente Maurizio Fanuli in giù, per la disponibilità dimostrata. Il mio invito, quello dell’Amministrazione comunale, è quello di sensibilizzare i tifosi granata, che già in passato hanno dimostrato il loro cuore grande. E mi rivolgo anche alle realtà imprenditoriali locali, un contributo sarebbe quanto mai apprezzato». In passato, l’associazione “Ancora” – nata un anno e mezzo or sono – si era distinta per l’acquisto di cibo per animali randagi e di giocattoli per i bambini malati di cancro dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce; assistenza anziani prossimo obiettivo. L’auspicio immediato, invece, è quello di “festeggiare” tutti assieme dinanzi al pulmino.

ARADEO – Due ricorsi vinti (in pochi giorni) e l’Aradeo lascia l’ultimo posto in classifica nel campionato d’Eccellenza. Dopo aver ottenuto la ripetizione della gara contro il Vieste per un “errore tecnico” dell’arbitro, l’Asd Aradeo del presidente Luigi Colizzi porta a casa la vittoria “a tavolino” contro l’Otranto. Nella sfida del 22 ottobre, giocata fuori casa dai giallorossi guidati da mister Gianluca Politi e persa 2-0, l’Otranto ha, infatti, schierato il calciatore Drissa Diarra che però, dagli accertamenti fatti, ha avuto la certificazione del suo tesseramento da parte degli organi federali solo il 25 ottobre, ovvero dopo la giornata in cui si è svolta la gara. Dopo aver appurato l’irregolarità, il giudice sportivo ha così accolto il ricorso prodotto dall’Aradeo, assegnandogli la vittoria della partita. Un altro successo per la società ed in particolare per il segretario Marco Durante che ha prodotto i due ricorsi facendo valere le ragioni dell’Aradeo.

«Finalmente c’è un minimo di fortuna anche per l’Aradeo, che meritava già da prima di vincere una partita sul campo e che non è riuscito a farlo soprattutto per una serie di episodi sfortunati. Pur nell’ultima partita persa per 1 a 0 a Corato – afferma l’allenatore Politi – la squadra non ha assolutamente demeritato e la partita, molto equilibrata, è stata decisa da un’azione favorevole ai padroni di casa all’inizio della ripresa, mentre anche lì l’Aradeo ancora una volta non concretizzava quello che era riuscito a creare». Per i giallorossi si tratta di “un’iniezione di fiducia” da sfruttare già da domenica 12 novembre nel difficile incontro con l’Omnia Bitonto, squadra che naviga a metà classifica ma che è stata costruita per vincere il campionato.

 

Gallipoli – Continuità e crescita, questi gli obiettivi da realizzare con i nuovi dirigenti eletti nell’ambito del Milan Club Gallipoli. Il consiglio direttivo del sodalizio (fresco del triangolare con i club rossoneri di Galatone e Nardò) è composto da dieci persone, cinque riconfermate e cinque neoelette. Andrea Natali è stato confermato come presidente, completano l’organigramma Antonio Cataldi (vice presidente), Giovanni Greco (segretario), Giuseppe Ripa (tesoriere), Luigi Alemanno (addetto stampa), Gabriele Potenza, Michele Caggiula, Benito Piteo, Cosimo Caiffa e Tommaso Provenzano (consiglieri, tutti con deleghe specifiche). “Al di là dei ruoli, comunque, l’obiettivo del Milan Club Gallipoli è sempre lo stesso: continuare il proprio percorso di crescita, nelle attività e nel coinvolgimento dei più giovani, diventare un riferimento importante nel mondo del tifo rossonero non solo a livello cittadino ma anche, se non soprattutto, provinciale e regionale. Senza mettere in secondo piano l’impegno nel sociale, anche in collaborazione con gli altri club sportivi della città, con cui sono già state realizzate lodevoli iniziative e se ne stanno pianificando di nuove”, si legge in una nota del club. I nuovi responsabili si sono messi subito al lavoro per organizzare “un grosso evento che dovrebbe vedere la luce in primavera, una manifestazione che possa avere una cassa di risonanza di assoluto livello, anche su scala nazionale”. Bocche cucite e massimo riserbo, tuttavia, sui dettagli. “Uniti solo per Passione: questo è stato e resterà sempre il nostro motto – sottolinea il rieletto presidente Natali –  con l’augurio che un numero crescente di cuori rossoneri decida di avvicinarsi alla nostra grande famiglia”.

CASARANO – Alla passione non si comanda, men che mai a quella calcistica, e per un tifoso del Casarano scatta il deferimento all’autorità giudiziaria. Il 56enne S.P., già sottoposto alla misura del Daspo per due anni a partire dal 15 settembre, domenica scorsa è stato individuato dai carabinieri negli spogliatoi dello stadio “Capozza” tre quarti d’ora prima dell’inizio della partita con il Barletta. L’uomo(un commerciante), tra l’altro è pure “socio consigliere” della squadra di calcio e, probabilmente, riteneva di poter presiedere alle operazioni pre-partita in tale veste pur essendogli interdetta la possibilità di accedere ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive addirittura nelle due ore antecedenti l’inizio delle gare. Il deferimento in stato di libertà gli è stato notificato dai carabinieri nella mattinata di lunedì 6 novembre.

Nardò – Un unico abbraccio in mezzo al campo è la fotografia più significativa: i Milan Club di Gallipoli eGalatone festeggiano i quarantacinque anni di attività del Milan Club di Nardò, tra i più longevi sul panorama regionale e nazionale.

Sabato 4 novembre, presso il centro sportivo Europa Soccer Academy, la prima edizione del Triangolare Rossonero tra musica, grigliata di carne e sorrisi. Per la cronaca, proprio il club di via Cairoli si è aggiudicato il trofeo più ambito, imponendosi per 2-0 sul club di Gallipoli (al secondo posto) del presidente Andrea Natali e 4-0 sul Galatone (terzo), guidato da Antonio Ramundo. Dopo la cerimonia conclusiva la torta celebrativa per una serata tra amici rossoneri scrupolosamente messa in piedi dal responsabile organizzativo, Gregory Papadia. Il Milan Club Nardò del presidente Alessandro Rizzello ha vissuto un 2017 di forte rinnovamento col passaggio di consegne tra vecchia e nuova gestione: all’orizzonte si profilano nuovi eventi durante il periodo natalizio e un 2018 all’insegna di una presenza sempre più costante e crescente sul tessuto cittadino.

by -
0 260

SAN CASSIANO – Il pallone torna a rotolare a San Cassiano dopo otto anni di assenza. Domenica 5 novembre la squadra presieduta da Jacopo Pede scenderà sul campo del Real Neviano per il debutto stagionale in Terza categoria nel girone unico della Delegazione di Maglie. Allenato da Tommaso De Giorgi, l‘Asd San Cassiano onlus ha le idee chiare sulle basi del progetto gettate in estate: “Siamo un gruppo di amici che amano il calcio ed abbiamo deciso di fondare questa società come veicolo sociale. Gli scopi sociali – commenta il presidente Pede – avranno la precedenza anche sui risultati sportivi e siamo entusiasti di immergerci in questa nuova avventura. Il nostro progetto punta all’integrazione ed avremo in rosa anche atleti di colore, che vivono e lavorano nei centri limitrofi. Abbiamo creato un grande gruppo fatto da uomini veri che dal primo giorno di allenamento stanno mettendo cuore, gambe e polmoni. Lo stadio comunale di San Cassiano sarà la nostra casa sia per gli allenamenti che per la gare interne”. Il resto dello staff tecnico è formato dal preparatore atletico Fabio De Iaco e da Luca Nuzzachi (capitano) nel doppio ruolo del preparatore dei portieri e dell’estremo difensore.

by -
0 674

ARADEO – La partita Aradeo-Vieste va ripetuta per “errore tecnico” commesso dal direttore di gioco. È quanto deciso dalla Corte di appello territoriale in merito alla gara disputala lo scorso 15 ottobre per la sesta giornata del campionato di Eccellenza. In pratica, con l’Aradeo già in vantaggio per 1 a 0, al 20° del secondo tempo l’arbitro Montonaro (della sezione di Taranto) dopo aver concesso un rigore ai locali (realizzato da Mattia Negro) lo ha poi annullato per aver visto un giocatore dell’Aradeo entrare nell’area di rigore prima che il calcio venisse battuto. Però,  come ha rilevato il segretario dell’Aradeo Marco Durante (ex presidente del Soleto calcio) che ha scritto il ricorso, ai sensi del regolamento se un rigore viene segnato e c’è un’infrazione, lo stesso  rigore va ripetuto. L’arbitro, invece, dopo aver annullato ha decretato una punizione a favore del Vieste incappando in un clamoroso “errore tecnico” che ha portato il Giudice sportivo a far ripetere la gara, evidentemente “falsata” anche perché, dopo quanto accaduto, due giocatori dell’Aradeo (Stefano De Razza e Diego De Giorgi) sono pure stati espulsi  per proteste ed il Vieste, in netta superiorità numerica, ha avuto via facile per il pareggio. Malgrado la prima vittoria nel campionato sia sfuggita in questo modo per l’Aradeo di Mister Politi non è venuta meno la voglia di riscatto anche perché la classifica, al momento, non rispecchia né le prestazioni della squadra, né la voglia di fare della società e dell’intero staff tecnico. Come sottolinea il direttore sportivo Marcello De Paolis: «Sia in casa che in trasferta le prestazioni hanno fatto vedere una squadra viva. Purtroppo per sfortuna e soprattutto per non aver concretizzato le situazioni create, ci ritroviamo con soli due punti in classifica. Dopo la trasferta di Corato del 5 novembre, prossima gara interna sarà quella del 12 novembre contro l’Omnia Bitonto.

by -
0 360

Specchia – Quella della Gioventù calcio Specchia è una storia semplice. La società fondata nel ‘95 cresciuta a pane e pallone, si appresta a scrivere l’ennesima pagina di una favola vissuta da tutta la comunità. Domenica prossima la squadra allenata da Ernesto De Rinaldis farà visita alla Castiglionese, in occasione della prima giornata del campionato di Terza Categoria della Delegazione di Maglie della Figc. Nonostante le difficoltà legate alle spese e alla crisi generale del campionato di Terza (da 32 a 19 team negli ultimi sei anni), la passione per il calcio continua e rendere vivi e nitidi i colori sociali dello Specchia da 23 anni con l’ausilio dei cittadini. “Il nostro sponsor principale è la gente  – commenta mister De Rinaldis -. Molti partecipano ai nostri impegni calcistici con un contributo in una sorta di raccolta cittadina. Grazie ai nostri cittadini riusciamo ad ovviare ai costi di un campionato federale. Ci sentiamo orgogliosi di rappresentare i nostri tifosi dando il massimo in campo. Quest’anno ci alleneremo e ospiteremo le gare casalinghe sul campo di Miggiano per il secondo anno consecutivo”. La famiglia De Rinaldis dei fratelli Ernesto (mister e giocatore), Angelo (fondatore) e Rocco (presidente) si spende anche nel sociale con il logo cucito sulla maglia dell’ospedale “Gaslini” di Genova. “Ogni anno distribuiamo 300 uova di Pasqua del nosocomio genovese destinando l’intero ricavato in beneficenza”, conclude Ernesto De Rinaldis. La a rosa è composta da Giuseppe Rizzo (Montesano), Daniel Santoro (Ruffano), Carmine Cannabona (Miggiano), Enrico Rizzo (Tricase), Alberto Solda (Miggiano), Rosario De Rinaldis (Specchia), Donato Verardo (Montesano), Graziano Orsini (Squinzano), Michele Galati (Miggiano), Matteo Casto (Ruffano), Giandonato Tarantino (Montesano), Davide Cicileo (Ruffano), Simone Zezza (Miggiano), Gaetano Ingletti (Tricase), Cristian Preite (Ruffano).

by -
0 352

01MAGLIE – Domenica 5 novembre si scenderà in campo per la prima giornata del campionato di Terza categoria, ma si è dovuta attendere l’ultima settimana di ottobre per l’ufficialità della composizione dei due gironi unici di Maglie e Lecce. Un aspetto che la dice lunga sulle difficoltà incontrate dalla Figc Puglia nel mettere insieme i nuovi pezzi di una competizione che, ormai ogni stagione, vede quasi compromessa la sua stessa esistenza.  La delegazione magliese sarà rappresentata da 11 squadre, mentre quella leccese si presenterà ai nastri di partenza con soli 8 team. I dati decrescenti saltano agli occhi. Se nella stagione 2011-12 si partiva con due gironi e un totale di 32 squadre (21 per Lecce e 11 per Maglie), a distanza di sei anni i numeri si sono quasi dimezzati sino all’accorpamento al girone leccese persino di due squadre brindisine (New Banana Ceglie e San Giorgio Calcio 2017). Di certo le spese di iscrizione e di gestione per un’intera stagione rappresentano, ormai, un dato poco trascurabile. La penuria di sponsor e le carenze degli impianti locali completerebbero il quadro, ma non è tutto. Negli ultimi anni i costi contenuti dei campionati amatoriali continuano a far viaggiare la passione pallonara su un altro binario. Inoltre, la crisi dell’ultimo palcoscenico della Figc affonda le sue radici nella regola relativa ai ripescaggi. Ogni anno le squadre di Terza categoria possono fare domanda di ripescaggio in Seconda, e quest’ultima, può attingere dalla Terza per rimpinguare il proprio campionato di volti nuovi celando le lacune del calcio minore.

Il girone unico di Lecce è composto da Goleador Melendugno, New Banana Club Ceglie, Pro Patria, San Giorgio Calcio 2017, Soccer Green Surbo, Sportinsieme, Tre Colli, Vernole Calcio 2017. Queste, invece, le gare della prima giornata del girone di Maglie: Armando Picchi Specchia – Melissano, Castiglionese – Gioventù Calcio Specchia, Nuova Andrano – Salento Calcio, Real Neviano – San Cassiano onlus, Soccer Dream Parabita – Taviano Calcio (riposa il Noha calcio).

GALLIPOLI – Torna mercoledì 1 novembre il “Trofeo Caroli hotels under 13”, l’appuntamento internazionale di calcio giovanile riservato ai giocatori nati nel 2005. Anche quest’anno le sfide vengono anticipate da una cerimonia di benvenuto, alle ore 18 nella Sala Convegni dell’“Ecoresort Le Sirenè” di Gallipoli. Il torneo inizia giovedì 2 novembre e si conclude domenica 5 novembre coinvolgendo i campi di Castrignano del Capo (Cittadella dello sport “Giovanni Paolo II”), Gallipoli (stadio “Antonio Bianco” e Centro sportivo Montefiore) e Parabita (“Heffort camp village”). Quattro i gironi in gara, formati da quattro squadre ciascuno (si qualificano ai quarti le prime due di ogni girone). Genoa, Nick Bari, Tor Tre Teste Roma e  Blue Devils Napoli sono nel girone A; Hellas Verona, Lecce, Gigi Molino Avellino e Montefiore Gallipoli nel B; Lugano, Pescara, Nuova Taras Taranto e Soccer Dream 2000 nel C; Sassuolo, Crotone, Ragazzi Sprint  Crispiano e Capo di Leuca nel D. Le semifinali e la finale si disputeranno sabato 4 novembre a partire dalle 15 al “Bianco” di Gallipoli.

Il torneo, organizzato da “Asd Capo di Leuca” e da “Caroli Hotels”, punta a diventare un appuntamento di assoluto rilievo così come avviene per il più noto Trofeo Caroli Hotels Under 14, quest’anno in programma dall’8 al 13 febbraio 2018, per i Giovanissimi fascia B, giunto alla quindicesima edizione. In preparazione anche il 6° Trofeo Caroli Hotels Under 12 (Categoria Pulcini) dal 29 marzo al 2 aprile 2018, il 3° Under 17 (Categoria Allievi) dal 26 al 30 dicembre 2017 e il 1° “Trofeo Caroli Hotels Femminile Under 13” dal 7 al 10 dicembre 2017.

Nardò – Ancora pochi giorni e poi il Milan club Nardò potrà spegnere le sue prime 45 candeline. Un traguardo prestigioso per uno dei punti di riferimento più longevi – sul panorama pugliese e nazionale – dei cuori rossoneri.

Per onorare nel migliore dei modi l’attesa ricorrenza, il club del presidente Alessandro Rizzello ha previsto per sabato 4 novembre, a partire dalle ore 19.30 presso il centro sportivo Europa soccer Academy (strada Comunale Copertino n°11, Nardò), la prima edizione del “Triangolare rossonero”, un torneo di calcio all’insegna dell’amicizia e della passione per il rossonero con i Milan Club di Gallipoli e Galatone, guidati rispettivamente dai presidenti Andrea Natali e Antonio Ramundo. Conclusa l’amichevole contesa col pallone, dopo la premiazione grigliata di carne e tanta buona musica. Per l’occasione il club neretino di via Cairoli allestirà un banchetto per permettere agli interessati di sottoscrivere il tesseramento al Milan Club. «Sono onorato – afferma Rizzello – di rivestire la carica di presidente di uno storico club e di esserlo nell’anno del 45° anniversario. È stato un anno solare di forte rinnovamento per il Milan Club Nardò e ci auguriamo di aver gettato le basi per un futuro caratterizzato da intraprendenza e forte presenza sul tessuto territoriale neretino e non solo. Lunga vita – conclude – al Milan Club della nostra città». Per info 389/1227702 e 393/4369819.

by -
0 1042

ARADEO – Per la prima volta nella storia locale del Calcio a 5, l’Asd Aradeo del presidente Mauro Cardinale disputa il campionato di C2.  L’esordio di sabato 28 ottobre sul difficile campo del Taranto potrà già dire molto sulle ambizioni dei bianco-verdi di mister Alessandro Leopizzi.  Nel girone C molte altre città di grandi tradizione e prestigio in questa specialità quali Lecce, Fasano, Martina, Mesagne, Noci, Carovigno, San Pietro Vernotico. Capitan Enrico Zizzari, uno dei “senatori” della squadra ed autore del primo gol stagionale nella gara di andata dei sedicesimi di Coppa Puglia del 14 ottobre, ha le idee chiare in merito: «Conosciamo le difficoltà di questo campionato ma siamo convinti di avere una buona rosa che si farà rispettare anche quest’anno, dopo i successi ottenuti nella passata stagione. Siamo una squadra nuova con numerosi innesti e tutti abbiamo la voglia di metterci in gioco e dimostrare di poter fare bene contro chiunque, anche in una categoria superiore». Tutte le partite casalinghe saranno disputate il sabato pomeriggio presso il Palazzetto dello Sport. Esordio in casa sabato 4 novembre, nella seconda giornata di campionato contro il Martina Futsal Academy. Al momento la squadra si gode gli ottimi risultati conseguiti nelle due gare contro il Lecce in Coppa Puglia, che hanno permesso di ottenere il pass per gli ottavi. Nel match di andata l’Aradeo ha vinto per 4 a 2 (reti di Zizzari, Masciullo, Ciullo e Tundo) rimontando l’iniziale doppio svantaggio. Nella gara di ritorno, ulteriore successo per 3 a 2, con reti di Pantaleo, M. Riso e Tundo.

by -
0 183

LECCE – Comportamenti violenti sempre meno tollerati in occasione delle manifestazioni sportive. Dal Questore di Lecce arrivano, infatti, sei provvedimenti “Daspo” contro altrettanti giovani “facinorosi”.  Cinque di questi, già noti alle forze dell’ordine, sono stati individuati dalla Digos perché in occasione della partita di calcio Lecce – Sambenedettese dello scorso 24 maggio hanno varcato il cancello di separazione tra curva nord e distinti nord-est (settore, quest’ultimo chiuso al pubblico) dello stadio “Via del mare”, minacciando anche gli stewards addetti alla sicurezza. Ai giovani leccesi, denunciati in stato di libertà, è stato inibito l’accesso a tutti gli stadi ed ai campi sportivi italiani per la durata di cinque anni (tre soltanto per uno di essi).

Sempre al fine di contrastare il fenomeno della violenza in occasione delle manifestazioni sportive, il Questore ha voluto “innalzare il livello di sicurezza e di legalità” puntando l’indice anche nei confronti degli altri sport. Ad un tifoso della provincia che stava assistendo all’incontro di pallacanestro tra Monteroni e Taranto del 20 marzo è stato, infatti, inibito l’accesso a tutti gli impianti sportivi italiani per la durata di cinque anni per aver “intonato cori offensivi contro la squadra locale”.

Tutti i provvedimenti comportano anche l’obbligo di comparizione presso la Questura di Lecce, nel primo caso, e presso il comando Stazione dei carabinieri, nel secondo, in occasione, rispettivamente, degli incontri dell’Unione sportiva Lecce e della Nuova Pallacanestro Monteroni.

by -
0 200

ARADEO – Nuova emozionante avventura per il giovane calciatore galatonese Edoardo Tundo, che da qualche settimana si è accasato nell’Atletico Aradeo, squadra militante nel campionato di Eccellenza pugliese. Il centrocampista 22enne, cresciuto nelle giovanili del Lecce, dopo aver calcato i campi di Matera in Serie D, Melfi e Lamezia in Serie C, passa alla Virtus Francavilla, vincendo il campionato di Serie D e disputando nuovamente la terza serie nazionale. Ottimo supporto, dunque, per i giallorossi del tecnico Gianluca Politi, che potranno contare su un calciatore giovane, determinato e di sicura esperienza. Tundo è stato tra i protagonisti in campo dell’ultima sfortunata trasferta dell’Atletico sul campo dell’Otranto per la settima giornata di campionato. Prossima sfida dell’Aradeo quella del 29 ottobre in casa contro il Casarano.

by -
0 388

GALATONE – Real Galatone a punteggio pieno nel girone C del campionato regionale di Seconda categoria di calcio. La squadra del neo presidente Leo Martiriggiano, dopo il riposo del primo turno (il girone ha 13 squadre) ha vinto 5-2 a Zollino e battuto 3-2 il Bagnolo. Quest’ultima gara, la prima in casa, si è disputata domenica 22 ottobre al rinnovato stadio comunale “Gigi Rizzo”, inagibile fino a poche settimane fa.

«Con qualche sacrificio lo abbiamo reso utilizzabile – comunica il segretario della società giallorossa Giuseppe Stapane – e abbiamo potuto disputare pure la gara di Coppa Italia dello scorso 12 ottobre. Per il prossimo gennaio si prevede un bando di gara per la ristrutturazione e l’erbetta sintetica che dovrebbe essere appaltato non appena finisce il campionato». Riguardo invece gli obiettivi stagionali della compagine galatonese, ad illustrarli è il tecnico Maurizio De Pace, che afferma: «La società quest’anno sta pensando seriamente di puntare almeno ai playoff. Sarà un campionato difficile, perché diverse società del girone hanno le nostre stesse ambizioni, ma la squadra è stata costruita per farcela, sicuramente saprà farsi valere». Prossima sfida quella di domenica 29 ottobre, alle ore 14.30 sul campo del Marittima.

by -
0 3587

Taurisano – Il percorso di crescita di Francesco Ancora, classe 2003, attaccante della formazione Under 15 della Fiorentina sta proseguendo speditamente. Cinque gol in cinque partite ad avvio di campionato gli portano in premio la convocazione nella Nazionale Under 15 di categoria. Un traguardo naturale per il talento di Taurisano, cercato e voluto dalla Fiorentina, dal cui settore giovanili sono emersi i vari Bernardeschi, Chiesa, già affermatisi ad alti livelli. Francesco conferma di avere un innato fiuto del gol; dal punto di vista tecnico è il tipico attaccante che quando si tratta di spingere la palla in rete si dimostra capace di sorprendere e beffare ogni tipo di difensore avversario. Nella Fiorentina, agli ordini di mister Giovanni Vitali, pur essendo arrivato a Firenze da poco, si è già ritagliato uno spazio importante e soprattutto convince sempre di più. La convocazione in azzurro è la sorpresa più bella che potesse capitare ad un ragazzino che appena qualche mese fa giocava nei campi di provincia. Il Ct della Nazionale italiana Antonio Rocca ha diramato la lista dei convocati, col nome di Francesco Ancora, per uno stage da tenersi giovedì 19 ottobre presso il Centro ttecnico federale di Coverciano. A casa Ancora a Taurisano c’è tanta emozione e soddisfazione, il tutto vissuto comunque con elegante discrezione, a conferma di un ambiente familiare positivo: “Siamo contenti – dice papà Antonio – per Francesco c’è un’opportunità che è un sogno; ci godiamo tutti quanti questo momento e ovviamente facciamo il tifo per lui”.

ES

by -
0 170

CASARANO – Gare di ritorno per i quarti di finale della Coppa Italia di Eccellenza. Giovedì 19 ottobre, alle 15.30, il Casarano sarà sul sintetico del “L. Basurto” di Racale per affrontare il Novoli dopo la vittoria per 1-0 dell’andata. La gara non si può disputare al “Capozza” per il rifacimento del manto erboso. Al proposito, la società rosso azzurra “ringrazia” il sindaco di racale, Donato Metallo, e i dirigenti delle due società di calcio racaline “per la disponibilità e la gentile concessione dell’impianto”. Le altre sfide in programma vedono il Gallipoli tentare l’impresa dopo lo 0-3 rimediato a Fasano nella replica della sfida contro i brindisini appena sconfitti in campionato al “Bianco” per 4-0. Completano il quadro Vigor Trani – Bitonto (2-1 all’andata) e Corato – Molfetta (2-0).

Nardò – Quarantacinque anni di storia e non sentirli. Il Milan Club Nardò si appresta a festeggiare un prestigioso anniversario nel segno del rinnova- mento ma con principi che affondano le proprie radici nel passato. Il prossimo 4 novembre, assieme ai Milan Club di Gallipoli e Galatone – guidati rispettivamente  dai presidenti Andrea Natali, neo eletto, e Antonio Ramundo – presso il centro sportivo “Europa Soccer Academy” si terrà la prima edizione del “Triangolare Rossonero”. Dopo la premiazione, grigliata di carne, taglio della torta e tanta buona musica.

Per l’occasione il club neretino del presidente Alessandro Rizzello allestirà un banchetto per permettere agli interessati di sottoscrivere il tesseramento al club di via Cairoli. Grazie ad un nutrito gruppo di giovani, supportati dall’esperienza dei soci storici, il Milan Club Nardò ha saputo lasciarsi alle spalle le fisiologiche difficoltà di gestione, dopo tanti anni di attività, riaffermandosi come un punto di riferimento nel tessuto sociale cittadino. I festeggiamenti in onore del 45° anniversario rappresentano solo il primo appuntamento di una scaletta ricca di eventi.

ARADEO. Esordio stagionale sabato 14 ottobre per la squadra dell’Aradeo calcio a 5 per i sedicesimi d’andata di Coppa Puglia contro il Lecce (sfida di ritorno il 21). La formazione che affronterà la nuova avventura nel Campionato federale di Serie C2 – girone C, dopo i successi della passata stagione, è stata presentata domenica scorsa al Palazzetto dello Sport cittadino. Insieme al Lecce, si tratta dell’unica formazione provinciale in questa categoria. Tutte le altre provengono dalle zone di Brindisi, Taranto e Bari e sono società di grande tradizione del futsal pugliese. Il gruppo, ampiamente rinnovato e rinforzato con ben 10 nuovi innesti, sarà guidato da Alessandro Leopizzi. Rimane nella formazione il bomber Gianluigi Tundo che nella passata stagione realizzò ben 40 gol in 13 partite.  Tutte le partite casalinghe si giocheranno il sabato pomeriggio nel Palazzetto dello Sport.

«La squadra saprà sicuramente ben figurare in questa prima partecipazione nel campionato di Serie C, perché il ds Inguscio ha fatto un ottimo lavoro. Siamo la matricola del torneo, ma ci faremo rispettare», afferma il presidente Mauro Cardinale. Sulla stessa lunghezza d’onda Marcello Minerba, dirigente e fondatore della società nel 2015: «Il futsal sta diventando una realtà ad Aradeo e questa è una delle soddisfazioni maggiori. L’anno scorso il palazzetto era sempre pieno ed anche quest’anno il pubblico potrà darci una grossa mano a superare le difficoltà che il salto di categoria comporta».

by -
0 342

Specchia – La drammatica storia e la tragica fine di Noemi Durini non cessa di suscitare tristezza e reazioni. Dopo gli striscioni a lei dedicati tra gli altri sul campo del Nardò calcio e nello stadio di Lecce, dopo le dediche a lei riservate dai partecipanti al Rally dei cinque Comuni, il corteo in suo nome a Lecce ed altre testimonianze, ecco un’altra iniziativa tutta al femminile

L’Asd Salento Women Soccer, squadra impegnata nel campionato nazionale di serie B rende noto che domenica 8 ottobre, in occasione della gara del campionato di serie B di calcio femminile tra la formazione giallorossa e la Roma XIV, ricorderà “la giovane salentina Noemi Durini, la sedicenne scomparsa tragicamente nello scorso mese di settembre per mano del suo fidanzato”. Le due squadre entreranno perciò in campo esponendo uno striscione con un messaggio: “Stop Femminicidio – Ciao Noemi” e un cuore giallorosso nel mezzo. Prima del fischio d’inizio, il direttore di gara farà osservare un minuto di silenzio in memoria della giovane uccisa. La gara tra Salento Women Soccer e Roma XIV si giocherà domenica 8 ottobre, a partire dalle ore 13.30 sul sintetico del Comunale di Sogliano Cavour.

Gallipoli – Comincia con un trofeo in bacheca la nuova stagione agonistica della squadra di calcio degli Avvocati di Lecce. Sabato scorso i giallorossi capitanati da Francesco Dell’Anna (Lecce) hanno conquistato la Supercoppa italiana di categoria superando per 3-2 i colleghi dell’Ordine di Torre Annunziata sul manto erboso dello Stadio “Italia” di Sorrento. Tra i protagonisti della vittoria, che ha fatto il paio con lo scudetto vinto a luglio scorso, figura il nome di Enrico D’Ospina (foto) di Neviano. Il terzino sinistro ha fornito un’ottima prestazione contribuendo al trionfo in terra campana. “E’ stata una partita a senso unico  – spiega il nevianese -. Fino all’80’ eravamo sul 3-0 e abbiamo dominato la gara portando a casa la coppa. Milito in questa squadra da oltre cinque anni e mi sono tolte tante soddisfazione. Oltre alla supercoppa, dal 2013 ad oggi abbiamo vinto tre scudetti e adesso ci prepareremo al meglio per affrontare la Champions delle Professioni in programma a novembre. Il segreto dei nostri successi è l’amicizia che ci lega fuori dal tribunale. Prima di essere una squadra di calcio siamo una grande famiglia”.  La manifestazione sportiva organizzata dall’associazione “Io Gioco Legale”, è stata preceduta da un convegno sul diritto sportivo dal titolo “Il prezzo della Libertà”.

CASARANO – Torna a giocare tra le mura amiche del “Capozza” il Casarano di mister Sportillo. Domenica 1 ottobre sarà sfida contro il Novoli per provare a rimanere nella scia delle prime del campionato d’Eccellenza (fischio d’inizio alle 15:30 con la direzione di gara affidata a Gianluca Natilla di Molfetta). Dopo un inizio di stagione al di sotto delle aspettative, i tre punti conquistati domenica scorsa a Vieste hanno ridato  fiducia all’ambiente rosso-azzurro e per la prossima sfida casalinga la speranza della società è che siano in tanti a sostenere la squadra. Prima del match di domenica scorsa, vinto per 3-0 in trasferta, il Casarano avevano racimolato solo un punto in due gare, frutto di un pareggio e di una sconfitta. Da subito, però, mister Pietro Sportillo aveva invitato tifosi e sportivi alla prudenza, allo scopo di evitare inutili pressioni sulla squadra.

«Abbiamo una squadra molto competitiva – spiega il tecnico rossoazzurro – ma se qualcuno pensa che il Casarano possa vincere sempre e con facilità, allora o io non capisco nulla di calcio, cosa molto probabile, o qualcuno vuole destabilizzare l’ambiente. Sono tutte ottime squadre, ben messe in campo e allenate da persone molto preparate. Per di più, i nostri ragazzi riescono ad esprimersi al meglio solo se sono sereni. Vorrei che tutto l’ambiente ci sostenesse specialmente nei momenti difficili, perché quello che stiamo affrontando è un campionato molto equilibrato e farà meglio chi avrà la serenità di esprimersi al massimo». Dello stesso avviso la società del presidente Fernando Totaro, che invita i tifosi a stare vicini alla squadra, nella convinzione che i risultati potranno giungere solo se si lavora tutti insieme per un obiettivo comune.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...