Home Temi Calcio
Notizie dai campionati di calcio delle squadre dei Comuni della rete di Piazzasalento

Poggiardo – Due tifosi esagitati sono stati identificati e denunciati dai carabinieri al termine della gara di calcio tra Poggiardo e e Memory Campi. Il 23enne A.P. ed il 44enne D.M. (quest’ultimo nato a Zurigo, entrambi residenti a Poggiardo) si sono lasciati andare a gesti sconsiderati indirizzando ripetutamente degli sputi nei confronti dell’arbitro della gara (valida per il campionato di Prima categoria e terminata 2-2), al suo passaggio nei pressi degli spalti dello stadio Nino De Santis. A conclusione dei loro accertamenti, i carabinieri hanno deferito i due per aver violato gli articoli della legge 401 del 1989 sulla correttezza e sicurezza nello svolgimento delle manifestazioni sportive.

Galatone – Nonni in campo, a Galatone, grazie ai club sportivi. Ha appena spento la settima candelina la “Festa dei nonni” promossa anche quest’anno dall’Inter Club “Dino Cosma” in collaborazione con Milan Club e Juventus Club. Anche in quest’edizione al centro sportivo polivalente “Alberto Colitta” spazio all’ormai tradizionale triangolare tra gli “over”delle tre associazioni: domenica di festa per grandi e piccoli, dunque, per celebrare al meglio la ricorrenza del 2 ottobre che impegna i nipoti di tutta Italia a fare gli auguri ai propri nonni. E se nel mini-torneo arbitrato da Marco Tarantino a trionfare sono stati gli organizzatori nerazzurri, i premi sono arrivati anche per gli esponenti delle altre tifoserie: la palma di “miglior nonno” 2018 è stata consegnata nelle mani di Dino Terragno (Inter), Massimo Malerba (Juve) e Gino Malerba (Milan) direttamente dalle mani dei presidenti dei tre club.

Il presidente Romano «Da sempre l’Inter Club Dino Cosma – commenta Roberto Romano, presidente del sodalizio – rappresenta sul territorio, non solo cittadino, un vero e proprio punto di riferimento nelle diverse attività ricreative, sociali e sportive. Sono molto orgoglioso di aver creato la Festa dei Nonni, puntando subito al coinvolgimento dei tre Club storici del paese, e a tutte le passioni e rivalità che una sfera di cuoio porta dietro non solo sul rettangolo di gioco. L’intelligenza e modernità dei tre sodalizi, attraverso il dialogo e rispetto, fa sì che tale manifestazione anno dopo anno rappresenti un vero e proprio evento».

Salve – Entusiasmo alle stelle a Salve per la squadra di calcio che punta ad avere un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di Seconda categoria. Nel corso della presentazione in piazza svoltasi nei giorni scorsi è stato presentato il nuovo logo societario ed è stata dato la possibilità ai protagonisti di salire sul palco, chiamati ad uno ad uno dalla moderatrice Elisa Maggio, per presentarsi alla cittadinanza. Accanto al presidente Pier Luigi Rosafio, presenti anche il sindaco Francesco Villanova ed il vicesindaco Giovanni Lecci.

La rosa Tutti di Salve e dei paesi limitrofi i componenti della rosa. I portieri Gianluca De Solda, Gabriele Sammali, Elio Sergi; i difensori Andrea Crisafulli, Salvatore Crisafulli, Mattia Delli Noci, Salvatore Maggio, Attilio Manco (Taurisano), Elio Martella, Roberto Melcarne (Gagliano del Capo), Antonio Papadia (Alessano), Michele Vitali (Castrignano del Capo); i centrocampisti Marco Caputo (Tricase), Angelo Cassiano (Patù), Marco Colella (Acquarica del Capo), Valerio De Icco (Taurisano), Matteo Negro, Marco Riccardo (Ruffano), Domenico Trane (Gagliano del Capo); gli esterni Roberto Casciaro (Acquarica del Capo), Roberto Licchelli (Acquarica del Capo), Ferdinando D’Amico (Castrignano del Capo), Francesco De Cicco, Enrico Grande; gli attaccanti Marco Cazzato (Presicce), Alessio De Solda, Osvaldo Chiffi (Gagliano del Capo), Daniele Gravallotti (Morciano), Cristian Rizzello (Lucugnano).

Lo staff societario e tecnico Lo staff guidato dal presidente Pier Luigi Rosafio è completato dal suo vice Antonio Rosafio, dall’allenatore Massimo De Marco (di Morciano) e dal vice Vito Angelini (di Presicce), dal direttore sportivo Filippo Zighella, dal direttore marketing Luca Zaccaria, dall’amministratore delegato per il settore giovanile Andrea Carrozzo e dai collaboratori Roberto Belfiore e Gino Bisanti. Nel corso della serata di presentazione, allietata dalle Officine musicali, sono state annunciate anche le iscrizioni per la scuola calcio giovani e giovanissimi, tra i 6 e i 18 anni. «Abbiamo lavorato bene e tanto in questa fase preparatoria – ha affermato il presidente – ci siamo preparati ad affrontare il campionato nel migliore dei modi, inutile negare che siamo in un girone abbastanza tosto, ma questo non ci spaventa, affronteremo ogni partita con concentrazione e determinazione».

 

Neviano – Tornano a far parlare positivamente di sé i gemelli nevianesi Luca e Gabriele Stifani (nella foto con Pep Guardiola), filmaker 38enni residenti a Londra. I due, infatti, hanno lavorato alla docu-serie “All or nothing”, una produzione Amazon dedicata alla stagione 2017/18 del Manchester City, squadra vincitrice della Premier League 2018 con la guida di Pep Guardiola. I gemelli Stifani sono gli unici italiani presenti nel team impegnato nel documentare il dietro le quinte del City. Luca ha lavorato come sound recordist durante gli allenamenti e le partite ufficiali della squadra, realizzando le interviste ai calciatori. Gabriele ha invece ricoperto i ruoli di operatore di macchina durante le partite e di tecnico addetto al video management. La serie è disponibile in esclusiva dal 17 agosto su Prime Video, il servizio streaming on demand di Amazon. I due hanno lasciato il Salento a soli 19 anni e si sono trasferiti a Newcastle per studiare regia cinematografica all’International House. Successivamente hanno vinto una borsa di studio della Comunità Europea per la prestigiosa Northumbria University, dove nel 2006 si sono laureati con il massimo dei voti in regia e produzione cinematografica. Nel 2015 è uscito il loro primo film: “The Devil On Wheels”, un documentario sul segreto del successo di “Duel”, il primo film cult di Steven Spielberg.

Parabita – Nuove soddisfazioni  per la scuola  calcio“ Soccer Dream 2000” di Parabita. Protagonisti il 15enne Andrea Freddo ed il 18enne Elias Palumbo di recente approdati nel calcio che conta. Il talento del primo è stato notato dal’Unione sportiva Lecce che ha ottenuto il trasferimento nelle sue giovanili (su di lui puntava anche il Matera). Il centrocampista Freddo, di Gallipoli, è entrato a far parte della scuola calcio parabitana circa tre anni fa, prima tra gli “Esordienti” di Pasquale Bruno e poi nei “Giovanissimi” di Gabriele Carluccio. La sua esperienza si è ulteriormente arricchita con il trasferimento dello scorso dicembre al Bisceglie calcio, dove ha preso parte al campionato under 15 di Lega Pro giungendo alla finale scudetto persa 3-1 contro il Padova: circostanza, quest’ultima, due volte sfortunata sia per la sconfitta sia per l’assenza (causa infortunio) della promessa salentina.

Elias Palumbo vola in Portogallo A spiccare il volto, questa volta oltre confine, è anche l’attaccante 18enne Elias Palumbo, di Tuglie, finora tesserato con la Juniores della Soccer dream dopo aver fatto la trafila negli ambienti dell’“Heffort Sport Village” prima nei Giovanissimi e  successivamente tra gli Allievi. Dopo aver esordito in prima squadra, in questi giorni il giovane è  stato ceduto a titolo definitivo al club portoghese del Lusitano Futebol Clube, società di Vila Real de Santo, e ciò a conferma della bontà del vivaio parabitano: dello scorso aprile è, infatti, la conquista del titolo di campioni regionali “Juniores dilettanti”, il primo nella storia del calcio cittadino, da parte dei ragazzi allenati da Javier Chevanton.

 

Nardò – Nessun Daspo in relazione a gare di calcio per il dirigente della Frata Nardò Carlo Durante. La rettifica è della Questura di Lecce che interviene per chiarire come i fatti attinenti all’incontro di calcio Pro Italia Galatina – Gallipoli del primo ottobre 2017, tenutosi presso lo stadio di Sogliano Cavour, ”sono da addebitare a persona diversa da Durante Carlo”. In questo caso il sanzionato è un 41enne originario di Gallipoli, che avrebbe rivolto frasi ingiuriose al guardalinee, per questo destinatario di un Daspo emesso dal Questore di Lecce il 23 marzo del 2018, poi confermato dal  Tar Puglia che ha respinto l’istanza di sospensione del provvedimento stesso. In relazione a Durante, tuttavia, la Questura conferma “i fatti, la condotta e identità dell’autore” per i fatti riferiti alle gare di basket del primo marzo tra Nuova Pallacanestro Nardò e Mesagne e del primo maggio tra Frata Nardò e Val di Ceppo Perugia.

La reazione della società Nel commentare tale provvedimento, la società neretina aveva espresso “rammarico e disappunto” evidenziando proprio il fatto che Durante non fosse stato presente a gare di calcio né tanto meno si fosse reso responsabile di un aggressione al poliziotto della scientifica.

Parabita – Una sorpresa colma di entusiasmo per le due “giovani promesse” della “Soccer Dream 2000” di Parabita che recentemente sono state convocate dal settore giovanile del Milan, per una serie di allenamenti che si svolgeranno il 27 e 28 settembre prossimi,  presso la società rossonera. Si tratta del centrocampista Davide Seclì e del difensore Luca Russo entrambi classe 2006 e di Parabita. I due giovani atleti attualmente sono tesserati con la categoria “Esordienti” guidata dalla Pasquale Bruno. La notizia della doppia convocazione è giunta  nei giorni scorsi, attraverso una e-mail inviata ai vertici della scuola calcio parabitana e firmata dal responsabile della segreteria organizzativa dell’associazione calcistica milanese, Alberto Mariani.

All’Heffort gli osservatori del Milan La bravura dei due giovani parabitani, che avranno ora l’opportunità di allenarsi con i propri coetanei del settore giovanile del Milan, era già stata notata dai vertici dell’associazione calcistica rossonera, i quali erano stati invitati tempo fa  dai responsabili della struttura ad assistere ad una seduta di allenamento e a visitare i campi dell’Heffort Sport Village. La nuova stagione calcistica 2018/19 della “Soccer Dream 2000” è partita lo scorso 10 settembre preceduta da una festicciola organizzata il 6. L’appuntamento è stato caratterizzato dal saluto dei vertici della scuola calcio parabitana e dalla presenza delle famiglie.

La prima squadra a Martina Intanto la Soccer Dream Parabita comunica di aver risolto consensualmente il rapporto di collaborazione con mister Tiziano Lunghi per la guida della prima squadra, ringraziandolo per il lavoro fin qui svolto ed augurandogli il meglio per il futuro. La guida tecnica della squadra è stata al momento assunta a mister Gianluca Martina (di Casarano), coach della formazione juniores.

Antonio Raone

Presicce e Acquarica del Capo I pranzi fugaci per arrivare presto al campo, le grida dagli spalti, i cori da tifo e gli amici da incontrare. Il rito dell’andare al campo per vedere la partita sia ad Acquarica che a Presicce si è rotto da qualche anno, ma i nostalgici e i più appassionati possono già preparare striscioni e bandiere per la prossima, imminente, stagione. Torna il calcio con le sue emozioni e (da quest’anno) con una grande sorpresa. Non ci saranno, infatti, due squadre, ma una sola a rappresentare entrambi i paesi. Già da tempo campeggiavano tra le strade dei manifesti (a sfondo rosso blu) che annunciavano la nuova formazione. A quanto pare non erano solo slogan. La nuova squadra non si chiamerà “Preacqua”, come un tentativo nel passato, ma “Mascapati”, connubio tra i due soprannomi dei presiccesi “Mascarani” e acquaricesi “Patimori”. Dal punto di vista pratico, saranno coinvolti entrambi e campi di calcio. Artefice del nuovo progetto è Antonio Raone (foto), ex vicesindaco di Presicce e soprattutto ex presidente del Tricase che ha deciso di investire sul suo territorio.

Il progetto di Antonio Raone «Da tempo nei due paesi non c’è una squadra di calcio e si sente la mancanza. Avere una squadra – afferma l’imprenditore – significa dover investire tanto e in pochi se la sentono di mettersi in gioco. In questi ultimi periodi più volte sono stato sollecitato a fare questo passo e ora, ho preso la decisione: torno a promuovere lo sport a casa mia, a Presicce e Acquarica, i miei paesi, anche in prospettiva di una probabile fusione. Intanto anticipo i tempi con lo sport». In programma non c’è solo la squadra, che militerà nel campionato di Terza categoria, ma si sta avviando anche una scuola calcio. Tutto è già pronto, tra società e rosa dei giocatori, mancano solo alcuni dettagli e formalizzazioni  prima di poter partire. «Punteremo a vincere e a portare, in breve, la squadra in Promozione. Voglio dare a questi paesi l’orgoglio di avere una squadra in una categoria che non hanno mai avuto», conclude Raone.

Galatone – La notizia era data quasi per certa da settimane, ma è di pochi giorni fa l’ufficialità: il Real Galatone parteciperà al prossimo campionato di Prima categoria pugliese. Questo traguardo (giunto grazie alla vittoria dei playoff della passata stagione) è motivo di grande orgoglio per la società, che (con una promozione all’anno) è riuscita ad arrivare dalla Terza alla Prima categoria in soli tre anni, consentendo alla città di poter tornare nel calcio che inizia a contare. Forte della promozione, la società ha ufficializzato anche un’importante novità dello staff societario: il nuovo direttore sportivo dei giallorossi è Antonio Lisi (nella foto, ex, tra le altre, di Atletico Tricase, Maglie, Ostuni e Pro Italia Galatina), che prende il posto di Cosimo Gatto, passato al ruolo di direttore generale del club.

Il nuovo direttore sportivo «Dopo le esperienze pregresse nei club di Eccellenza e Promozione – afferma Lisi – ho accettato la sfida di passare per la prima volta nella mia carriera ad una categoria minore: credo fortemente nel progetto serio e ambizioso del club giallorosso e ho come obiettivo quello di portare la mia professionalità nel settore e farlo crescere». La società comunica inoltre che, nell’ambito del progetto di sviluppo del settore giovanile, ha avviato un rapporto di collaborazione con l’Asd Fulcignano, altra realtà sportiva che opera sul territorio comunale e che condivide i suddetti valori e metodi di formazione.

Nardò – In attesa di poterlo fare per la prima di campionato, l’AC Nardò scende in campo per la solidarietà. Sabato 8 settembre (dalle ore 9.30 alle 12 e dalle 17 alle 19) chiunque potrà recarsi in una delle cartolibrerie neretine, acquistare e donare materiale didattico. Grazie all’iniziativa promossa dal club granata in collaborazione con il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo, l’oratorio Madonna della Pace e le associazioni “In viaggio con Momì” e “Il tappeto volante”, tale materiale didattico sarà raccolto dall’AC Nardò e consegnato al sindaco Giuseppe Mellone, il quale provvederà poi, tramite i servizi sociali, a donare tutto alle famiglie neretine meno fortunate.

In città grande entusiasmo intorno alla squadra – Tra i promotori dell’iniziativa il direttore marketing dell’AC Nardò, Tony De Paola: “Il mio grazie va esteso anche ai tifosi – afferma – che privatamente si stanno adoperando per raccogliere materiale didattico. Noto grande entusiasmo, ricevo quotidianamente numerose telefonate per l’acquisto degli abbonamenti e delle maglie del Toro, segno che la strada percorsa è quella giusta”. E Antonio Vincenti, direttore generale granata, aggiunge: “Si sta stringendo un rapporto importante tra la città e il territorio, un rapporto che va oltre il calcio. L’Amministrazione comunale si sta muovendo in prima linea per sensibilizzare nel sociale e io ho sensazioni più che positive per il futuro. A Nardò c’è una passione travolgente che abbraccia tutte le età, non mi aspettavo – conclude – un entusiasmo così travolgente”.

Le cartolibrerie che hanno aderito all’iniziativa sono le seguenti: Leon (via Don Milani, 10), La giostra dei sogni (via Regina Elena, 2), Antonio Micheli (via Aristide Gabelli, 15), Office (via Volta, 33), Belli & Monelli (via Fermi, 56), Scripta Manent (corso Vittorio Emanuele II), Infomedia (via XXV Luglio, 18), 2C (via Principi di Savoia, 11), Planet Office (via Principi di Savoia, 20), Scuola e ufficio (via XX Settembre, 102), Soluzione contabile (via Grassi, 13), Soluzioni aziendali (corso Galliano), Luisa Tedesco (via Napoli, 78), L’erba voglio (via G. Strafella, 13), Giocoleria (via delle Medaglie d’oro, 30).

Sabato 8 settembre per il Nardò sarà anche il giorno dell’amichevole in trasferta contro il Monopoli: calcio di inizio alle ore 17 allo stadio “Veneziani” (diretta su Canale 85, la tv con la quale il club ha stretto un accordo per la trasmissione live di tutte le gare ufficiali lontano dalle mura amiche del “Giovanni Paolo II”).

Supersano – Successo per la due giorni che l’Apd Giovanile Supersanese ha dedicato all’Open day riservato a ragazzi e ragazze nati dal 2004 al 2013. Presso il locale campo sportivo si sono radunati, in vista dell’apertura ufficiale della scuola calcio del 17 settembre, i più piccoli delle categorie Primi calci e Piccoli amici, insieme a mister Andrea Sicuro (di Parabita, già nel settore giovanile del Casarano), i Pulcini di Amine Halim, gli Esordienti di Flavio Mudoni e i Giovanissimi con Boemio Negro. Importante, da quest’anno, l’affiliazione della società supersanese alla Scuola Calcio Milan: per questo i tecnici del sodalizio biancoverde propongono “un percorso tecnico e formativo basato sul metodo integrato che, attraverso il gioco del calcio, genera e promuove una diversa cultura sportiva tra i bambini e gli adulti coinvolti. Ogni bambino è seguito nella sua crescita grazie a un percorso di formazione completa che nasce dall’esperienza dello staff tecnico e degli allenatori di un grande club come il Milan e che si basa sui più importanti valori di cultura calcistica. Tutti gli allenamenti – affermano i tecnici – si svolgono nell’ottica di una preparazione che va dalla conoscenza delle regole al fair play e alla giusta alimentazione».

Il presidente D’Amico «Il nostro open day – dichiara il presidente della Giovanile Supersanese, Andrea D’Amico – si svolge con un semplice fine tecnico: riprendere a far rotolare quel pallone che sarà compagno dei nostri ragazzi per tutta la stagione e inserire qualche nuovo elemento per rendere competitiva ogni squadra del nostro settore giovanile. Con l’inizio ufficiale delle attività si inizierà a fare sul serio e ci potrebbero essere sorprese belle e importanti».

 

 

Nardò – «Trattato come un kamikaze, non mi hanno fatto entrare allo stadio!»: a raccontare la propria disavventura davanti ai cancelli dello stadio di Lecce è il parroco neretino don Riccardo Personè (foto). Come molti tifosi salentini, ieri sera anche don Riccardo si è recato allo stadio “Via del Mare” di Lecce per assistere, alle 21, all’esordio casalingo in serie B dei giallorossi contro la Salernitana. Giunto davanti ai cancelli, però, per don Riccardo sono cominciati i problemi, come egli stesso spiega su Facebook.

Il disguido «A causa di un disguido non dovuto assolutamente alla mia volontà – racconta – e poiché sono stato chiaro fin da subito circa le mie difficoltà a procedere on-line coi vari adempimenti e dopo essere stato trattato come fossi un kamikaze, non sono entrato allo stadio. Meglio: non mi è stato concesso di entrare. Avevo fatto un mini abbonamento per dieci partite – aggiunge – ma credo che non procederò al pagamento».

Abbonamento stracciato Salvo chiarimenti nelle prossime ore tra il parroco e l’Unione Sportiva Lecce, la drastica decisione di non sottoscrivere l’abbonamento sembra definitiva. «Non per ripicca o cose del genere – precisa il sacerdote – ma perché ho avvertito un forte senso di vergogna anche per le parole con cui venivo presentato (“Qua c’è uno che vuole parlare con…”; oppure: “C’è un signore che chiede di…”; o, ancora: “Aspetti e stia calmo” quando non avevo detto nulla!)». Dalle prime discussioni si passa poi al classico rimpallo, molto probabilmente per un’attivazione non completata o qualcosa di simile che, in ogni caso, costringe il prete-tifoso alla porta (sempre sbagliata, però). «Solo alle 21.15 – prosegue infatti il prete – mentre “lu Lecce nuesciu” nel frattempo si portava in vantaggio (e pacenzia!), mi dicono di andare da un’altra porta per parlare con qualcuno che alle 21.32 ancora non si presenta. Così dico agli steward: “Ringraziate il responsabile ma rientro a casa. E forza Lecce!”».

Commenti e solidarietà – In Rete (don Riccardo è molto “social”) il racconto è diventato virale in poche ore facendo immediatamente scattare la solidarietà collettiva al sacerdote 46enne molto conosciuto nel Salento, attivissimo nel sociale e di recente nominato parroco della chiesa delle “Cenate” (frazione neretina). Insomma, un profilo tutt’altro che assimilabile a quello di “un kamikaze”, come si è autoironicamente definito, o di qualcuno in cerca di sotterfugi per entrare furbescamente allo stadio. Don Riccardo precisa inoltre di essersi recato a Lecce “vestito da prete” proprio per essere riconosciuto ed evitare scene come quella raccontata da Checco Zalone in una sua famosa commedia. Amara la sua riflessione dopo l’episodio: «Amici, nessuna polemica. Una sola osservazione: probabilmente siamo un poco tutti noi ad esserci ridotti come società, come esseri umani, così male!». Ah, alla fine il Lecce non è riuscito a vincere: in pieno recupero è stato raggiunto dalla Salernitana che ha fissato il risultato sul 2 a 2. (In)giustizia “divina”?

Gallipoli – Con la trasferta ad Avetrana, per il primo turno di Coppa Italia Dilettanti, prende il via quest’oggi la stagione del Gallipoli Football 1909. In questi mesi non sono mancati i temi caldi per il calcio in città: il manto erboso dello stadio “Antonio Bianco”, due allenatori avvicendatisi in panchina, trattative saltate con imprenditori locali per la cessione di quote societarie. In questo contesto, pare scricchiolare anche una delle certezze finora rappresentata dalla presenza tifo organizzato. Causa dello strappo la notizia di un ritorno in maglia giallorossa di Achille Casalino, difensore gallipolino ed ex capitano durante l’era Barone che nel dicembre 2014 si rese protagonista di un clamoroso passaggio al Casarano, squadra da sempre rivale dei giallorossi. Un “tradimento” ancora non perdonato dalla tifoseria, che interviene con un comunicato. “La Curva Sud Gallipoli, a seguito delle divergenze verbali avute nelle ultime settimane con l’attuale società dovute al poco gradito ritorno di Achille Casalino, diserterà tutte le gare casalinghe della stagione”. Una decisione forte che fa apparire più lontana di quanto non sia nel tempo la proposta del 6 maggio scorso di permettere a un collettivo di tifosi di rilevare alcune quote societarie.
“Il mancato rispetto e la poca trasparenza avuta nei nostri confronti – prosegue il comunicato – ha portato con molto rammarico a questa dura presa di posizione. Siamo stanchi di essere presi in giro da persone che millantano di voler il bene del calcio a Gallipoli se non per propri interessi!”
La risposta della società non si è fatta attendere: “Riteniamo la Curva Sud Gallipoli parte fondamentale del calcio a Gallipoli. Apprendiamo con grande dispiacere la decisione di disertare le gare interne. Decisione che come ogni tipo di protesta civile accettiamo, ma che ovviamente non può che rammaricarci, consapevoli dell’importanza del sostegno della Sud. Per ciò che concerne le accuse, ci troviamo costretti a rispedire il tutto al mittente, restando aperti a qualsiasi tipo di confronto e chiarimento su tutto”.

di Mattia Corciulo

Casarano – Entusiasmo alle stelle a Casarano per le squadre di calcio e di volley. Folla delle grandi occasioni e gran tifo, infatti, hanno accompagnato ieri sera la presentazione in piazza Garibaldi delle due formazioni ai nastri di partenza del campionato di Eccellenza (il calcio) e di serie B (la volley). I due sodalizi sono legati dal sostegno comune ricevuto dall’azienda calzaturiera Leo Shoes di Antonio Filograna Sergio. A scaldare i tifosi anche la presenza di testimonial eccellenti come l’ex campione brasiliano, da anni commentatore televisivo, Josè Altafini ed all’ex pallavolista di livello mondiale Andrea Sartoretti, oggi dirigente direttore sportivo della Pallavolo Modena, squadra di A1 che quest’anno avrà tra i suoi sponsor proprio Leo Shoes.

“Riprendiamoci il nostro posto” è stato il tema che ha legato, sul filo dei ricordi e della commozione, l’avvio della nuova stagione calcistica che punta decisamente in alto. A rammentare gli anni di gloria la presenza sul palco di ex campioni rossoazzurri come Fulvio Navone ed Andrea Carrozzo e, sul maxi schermo, quella del patron Antonio Filograna con il quale il Casarano arrivò più volte a sfiorare la serie B disputando decine di campionati di C.

Sempre ieri è stato presentato il nuovo calendario che prevede per il Casarano del presidente Giampiero Maci l’avvio interno contro il Fortis Altamura del 9 settembre. Contro il Gallipoli (il 4 novembre in trasferta, il 24 febbraio al Capozza) e l’Otranto (28 ottobre in casa, 17 febbraio fuori) gli unici due derby provinciali del torneo.

A sostenere le ambizioni della squadra di pallavolo del presidente Mauro Dongiovanni e del direttore sportivo Luigi Anastasia, anche lo “zar” Ivan Zaytsev, capitano della Nazionale di pallavolo italiana, con un video-messaggio.

Casarano – Serata di emozioni “rossoazzurre” a Casarano per la presentazione delle due maggiori squadre della città. Alle ore 19.30, piazza Garibaldi accoglierà la passione dei tifosi del Casarano calcio e del Casarano Volley pronti ad applaudire le due squadre che promettono di puntare in alto nei rispettivi campionati: l’Eccellenza per il calcio, la B (appena conquistata) per la pallavolo. Un unico palco, dunque, per una grande passione condivisa, quella per due sport che negli ultimi anni hanno ripreso a far sognare i propri sostenitori. Nel corso della serata “Casarano Rossazzurra” saranno presentate le nuove squadre, agli ordini di mister Pasquale De Candia (calcio) e Domenico Monaco (volley), così come le rispettive divise con l’apertura ufficiale della campagna abbonamenti. Non mancheranno sorprese insieme a testimonial e tifosi d’“eccezione” in un clima che si preannuncia di grande coinvolgimento. Oltre al calore dei tifosi, la piazza si tingerà realmente di “rossoazzurro” con un particolare effetto scenografico sui palazzi che fanno da contorno al “salotto della città”.

«Un evento dove lo sport sarà l’attore principale e il motore che animerà, ancora una volta, questa piazza già nota per la passione e la sensibilità verso i due settori agonistici», fanno sapere i promotori. Intanto un saluto arriva già da parte di Antonio Filograna Sergio, patron della Leo Shoes, sponsor e sostenitore acceso della realtà sportiva locale, che afferma «Questa sera non dobbiamo mancare, una città intera ha voglia di rivivere passioni mai sopite».

Dopo l’amichevole di questo pomeriggio al Capozza contro il Maglie, domenica 2 settembre alle 16 in Casarano sarà di scena a Otranto per la prima gara di Coppa Italia. Continua, invece, la campagna di rafforzamento del Casarano Volley che nelle ultime ore ha accolto il forte schiacciatore russo Andrey Gribov.

Nardò – Prosegue ancora in città la polemica tra Ac Nardò e Us Lecce dopo il mancato svolgimento dell’amichevole dello scorso 18 agosto. Il test si sarebbe dovuto giocare alle ore 20 ma, appena un’ora prima del calcio di inizio, il club giallorosso aveva comunicato sulla propria pagina Facebook l’annullamento della gara, a causa delle condizioni del manto erboso neretino e specificando che la squadra avrebbe sostenuto un allenamento a Martignano.

A far discutere – al di là delle condizioni del manto erboso del “Giovanni Paolo II” di Nardò, certamente non eccellenti – sono le tempistiche del rinvio: il pubblico infatti, tra cui molti bambini, proprio in previsione dell’incontro di rango, aveva assiepato già le tribune dell’impianto neretino. Per il club granata anche un danno economico: quasi tremila tagliandi venduti al costo di € 5 con grande rappresentanza locale ma anche di sostenitori giallorossi.

La squadra ospite, guidata dal tecnico Fabio Liverani, ha effettuato un sopralluogo sul terreno di gioco intorno alle 19 ed è stato lo stesso allenatore romano a propendere per l’annullamento dell’amichevole a poco più di una settimana dall’inizio ufficiale del campionato di Serie B (Benevento-Lecce in programma lunedì 27 agosto alle ore 21). Alla delusione dei tifosi neretini, che rimproverano il Lecce di non aver effettuato il dovuto sopralluogo in anticipo onde evitare un rinvio da ultimo minuto, il club giallorosso ha precisato con una nota di aver ricevuto nei giorni precedenti “ampie rassicurazioni sulle buone condizioni del manto erboso dalla dirigenza dell’Ac Nardò. Tali rassicurazioni – prosegue la nota – erano inoltre corredate da alcune foto dalle quali appariva un prato idoneo allo svolgimento dell’incontro. Alla luce di tali garanzie e confidando nella correttezza delle stesse, l’Us Lecce si è astenuta da ogni ulteriore controllo, evidentemente inopportuno e poco elegante”.

Una figuraccia da parte dell’Us Lecce, un atto irrispettoso ed arrogante”, aveva tuonato subito il neo direttore generale granata Antonio Vincenti. “Valutazioni fuorvianti, inopportune – ha risposto la società giallorossa – prive di fondamento e incompatibili con le rituali condotte del club improntate su lealtà e correttezza”. Il club del capoluogo ha anche inviato una foto a riprova dell’esistenza di alcune zone del campo malmesse. Infine, il Lecce ha ringraziato il Nardò auspicando di potere disputare al più presto un incontro amichevole presso l’impianto neretino. Insomma, un incontro riparatore potrebbe alla fine esserci.

Pace fatta, dunque. E mentre si pensa al primo turno di Coppa Italia in casa del Taranto dopo il turno sospeso per la tragedia di Genova, in ambienti calcistici continuano a circolare voci secondo cui il rinvio sarebbe dovuto non tanto o non solo alle condizioni del manto erboso, quanto ad una probabile contestazione dei tifosi giallorossi che pare avessero esposto alcuni striscioni nei pressi di Pianeta Cinema, lungo il percorso che avrebbe effettuato dal pullman del Lecce per raggiungere il “Giovanni Paolo II”.

Nardò – Dieci squadre partecipanti e oltre 100 calciatori amatoriali dai 15 ai 45 anni: sono questi i numeri del torneo “Calcio d’agosto”, svoltosi lo scorso 20 agosto presso il centro sportivo Vacanze Serene. Sul filo dell’equilibro la finale che ha visto i Neretini (Mirko Ronzino, Tony Elia, Tony e Luca Paglialunga, Gianni Andriani, Andrea e Alessio Russo, Eros Pagano, Piero Giaffreda, Federico Vetrugno) imporsi per 1-0 sul Leicester (Cristian e Paride Zaccaria, Giulio Tondo, Lorenzo Carafa, Matteo Pierfrancesco, Andrea Alemanno, Lorenzo Russo, Marco Trinchera, Stefano Spenga). Bottino pieno per la squadra composta dai tifosi del Toro, che ha portato a casa anche i premi individuali con Andrea Russo (miglior portiere) e il galatonese Eros Pagano (miglior calciatore).

Il commento degli organizzatori – “Un’altra serata di festa, – afferma il consigliere con delega allo Sport Antonio Tondo, organizzatore dell’evento assieme al presidente della consulta dello Sport Tony De Paola – il giusto preludio al prossimo appuntamento, quello con la seconda edizione del calcio balilla umano in programma i prossimi 5, 6 e 7 settembre in piazza Cesare Battisti”. “Ci siamo divertiti, – aggiunge De Paola, che è anche direttore marketing dell’AC Nardò – la città come di consueto risponde presente agli appuntamenti sportivi. Il mio auspicio è che i neretini continuino a dimostrare affetto nei confronti del Nardò Calcio, sottoscrivendo l’abbonamento a prezzi agevolati come mai prima d’ora”.

Prossimo appuntamento con un nuovo torneo di calcetto, presso il centro sportivo Vacanze Serene, fissato per metà settembre.

Nardò – Il Milan Club Nardò si rifà il look. Nelle ultime settimane, dopo la fine del campionato di Serie A e in vista della stagione 2018/19, il nuovo consiglio direttivo guidato dal presidente Pierpaolo Personè ha programmato ed effettuato una serie di lavori di riammodernamento e ristrutturazione della sede di via Cairoli. Gli interventi hanno riguardato una revisione degli spazi, ora più aderenti ad una visione di club al passo coi tempi. Oltre alla pitturazione e alla rivisitazione degli arredi, i lavori hanno riguardato la totale ristrutturazione del salone principale, ora completo di un televisore da 60” ideale per godere appieno delle partite del Milan e non solo.

La novità: l’allestimento di una sala dedicata ai bambini corredata da Playstation e di una zona bar al servizio dei soci, inoltre il direttivo punta ad arricchire il club dalla storia 45ennale con una sezione dedicata alle donne. Ma il grande spettacolo – una vera chicca di originalità e arte – è rappresentato dai disegni dell’artista Lino Prete, componente del direttivo, che ha sfruttato le tre pareti nel salone principale per raffigurare i principali campioni della storia del Milan, lo stadio San Siro e un dipinto dedicata a Silvio Berlusconi e ai successi ottenuti durante la sua era. Una sorta di quinta teatrale all’interno del club.

Lino Prete è stato supportato da Gregory Papadia, Lorenzo Falangone, Egidio Paglialunga, Giulio Caputo, Antonio Raho, Silvano Quaranta e naturalmente dal presidente Pierpaolo Personè. Soddisfazione e orgoglio anche per il presidente onorario Riccardo Quaranta, che si è complimentato con la nuova gestione. I componenti del direttivo – beneficiando anche del contributo spontaneo di sponsor e di alcuni soci – si sono autotassati e hanno eseguito i lavori in completa autonomia.

Il grande appuntamento è per domenica 19 agosto: alle ore 19 l’assemblea coi soci del Milan Club con l’intervento del consigliere comunale delegato allo Sport, Antonio Tondo, alle 20.30 la visione della partita Milan-Genoa (valida come prima giornata del campionato di Serie A), a seguire l’inaugurazione della zona bar e la festa aperta a tutti i curiosi e gli appassionati con musica e divertimento. L’occasione, inoltre, sarà propizia per permettere ai tanti interessati neretini e non di sottoscrivere la tessera del Milan Club Nardò.

Nardò – Un fiume di appuntamenti nell’agosto neretino, fra sapori, sport, musica e tradizioni.

Sagre, Cinemare e Notte Rosa – A Santa Caterina, lunedì 13 presso l’oratorio parrocchiale di don Francesco Martignano c’è la Sagra del pesce fritto. È tutto pronto anche per la quinta edizione di “Anguria & Sound”, il tradizionale appuntamento in programma presso l’area mercatale di Santa Maria al Bagno, con tre giorni di piatti tipici, birra artigianale, anguria e tanta musica: il 15 agosto si esibiranno “Alla bua” e “I Trainanti”; il 16 “Io, te e Puccia” e “I Mariglia”; si chiude il 17 con “Gruppo Folk 2000” e gli “Skarkanizzi”. Nei giorni 14, 21 e 28 agosto, invece, i prossimi appuntamenti con la rassegna cinematografica Cinemare 2018 a Sant’Isidoro, che sabato 18 ospiterà artisti di strada, burattinai e tanta musica per la Notte Rosa, quando le vie centrali della marina saranno esclusivamente pedonali. Sempre a Sant’Isidoro, domenica 19 c’è il mercatino per lo scambio dell’usato.

Basket, beach volley, tennis e calcetto: un mare di sport – Dal 20 al 24 agosto a Nardò, presso il centro sportivo Happiness, in programma il “Nardò Basketball Association”, torneo tre contro tre giunto alla terza edizione e organizzato da Egidio Bollino e Daniele Leuzzi. Il centro di Sergio Volturo e Flavio Russo ospiterà anche il Super Smash Challenge, torneo di beach volley in programma il 17 e 18 agosto. Dal 18 al 26 il primo torneo nazionale di tennis “Città di Nardò” al circolo di via Bonfante; e ancora sport con il calcetto sotto le stelle il 20 agosto presso il centro sportivo Vacanze Serene, organizzato da Antonio Tondo e Tony De Paola.

Milonga e burraco sotto le stelle – Il 22 e 23 agosto è il momento della Festa Neretina alla Villa Comunale, una serata di beneficenza con al centro musica e sapori del Salento. Si prosegue il 24 con la milonga in piazza Salandra, per un appuntamento con musica dal vivo a ritmo di tango. A Sant’Isidoro, sabato 25 c’è invece un torneo di burraco sotto le stelle.

Il Premio Luigi Stifani – Giunge alla 18ª edizione il Premio Luigi Stifani, ultimo violinista terapeuta dei rituali legati al tarantismo salentino e padre delle pizziche tarantate: l’evento è in programma a Santa Maria al Bagno nei giorni 25 e 26 agosto, con il tradizionale concerto che ospiterà i musicali gruppi emergenti più vicini allo stile del compianto “mesciu Gigi”, scomparso nel 2000.

Arrivederci estate – Il 25 e il 29 agosto a Villa Tabor (località Cenate) le ultime serate gastronomiche dell’estate con “La cucina del cuore” e la partecipazione dello chef Salvatore Lega. L’agosto neretino si chiude giovedì 30 al “Giovanni Paolo II” con un triangolare di calcio tra la rappresentativa dell’Amministrazione comunale, una delle vecchie glorie del Nardò Calcio e la selezione dell’amicizia. E poi il 31 agosto a Sant’Isidoro la cena “Arrivederci Summer 2018”.

Appuntamento a settembre – Ma lo sport non si ferma neanche a settembre: in piazza Cesare Battisti, a Nardò, nei giorni 5, 6 e 7 settembre appuntamento con il calcio balilla umano: uno spettacolo sulle stecche che vede gareggiare due distinte categorie, senior (dai 16 anni compiuti in su) e under (dai 6 ai 15 anni). Iscrizioni entro il 20 agosto al numero 329.9697356.

Supersano – Ripartita, con il classico appuntamento estivo nei giorni scorsi, la nuova stagione dell’Apd Giovanile Supersanese con un open day rivolto a ragazzi e ragazze nati dal 2004 al 2013 che avranno la possibilità di giocare e divertirsi sotto l’attenta supervisione di tecnici esperti e preparati. Ma c’è una importante novità: l’affiliazione della società supersanese alla Scuola calcio Milan, “un tassello fondamentale per la crescita tecnica di tutto il movimento calcistico salentino”. L’attività delle Scuole Milan, infatti, è volta ad offrire alle società affiliate i mezzi e le conoscenze necessarie per permettere ai giovani “un corretto avviamento al calcio attraverso occasioni di gioco costruttive dal punto di vista fisico e morale”.

La società supersanese inizia così la nuova stagione con l’offerta formativa della scuola calcio che prevede la suddivisione dei giovani calciatori nelle categorie Primi calci e Piccoli amici diretta da Andrea Sicuro, Pulcini diretta da Amine Halim, Esordienti diretta da Flavio Mudoni, e Giovanissimi diretta da Boemio Negro.

«Il nostro progetto – afferma il direttore sportivo, Andrea D’Amico – si basa sulla valorizzazione di un territorio conosciuto solo per le varie località marittime ma che nell’entroterra ha risorse e paesini con una storia importante alle spalle. Dal punto di vista calcistico, la nostra finalità è quella di creare un bacino importante non per vincere il campionato, che oltre la soddisfazione personale lascia ben poco, ma per i ragazzi che vogliono crescere ed entrare nel calcio che conta. Ovviamente non tutti potranno divenire calciatori  – prosegue D’Amico – ma puntiamo soprattutto ad aiutare chi ha qualità attraverso una fitta rete di contatti con numerosi settori giovanili. Già qualche nostro ragazzo ha avuto possibilità di fare esperienze importanti e di questo ne deve esser orgoglioso il territorio oltre che ovviamente la scuola calcio. La nostra attività si rivolge a tutti, non facciamo differenze in quanto sociale e calcio vanno di pari passo. Siamo aperti a qualunque iniziativa ed al dialogo – conclude il ds – con tutti ad iniziare dal sindaco e la giunta di Supersano che ci sono sempre stati vicini».

Gallipoli – Dopo il breve interregno De Benedictis, la panchina del Gallipoli Football 1909 cambia di nuovo: il titolare adesso è Claudio Luperto. L’accordo con l’ex gloria dell’Us Lecce è stato annunciato in mattinata con un comunicato da parte della società. Luperto è quindi il secondo allenatore di questa stagione; il suo predecessore, Angelo De Benedictis, ha rassegnato le dimissioni domenica 29 al termine di un pre raduno che evidentemente non è andato come si aspettava il mister.

Alla base delle frizioni tra la società e l’allenatore siciliano, divergenze su modi e tempi di costruzione della squadra, come traspare da un comunicato attribuito a De Benedictis da Salentosport: “Avevo accettato con gioia ed entusiasmo la panchina della società giallorossa, perché il Gallipoli è un club blasonato, con una gloriosa tradizione e tanta storia. Ritenevo che una società di tale spessore avesse una progettualità e una programmazione nell’immediato che mi avrebbe dato la possibilità di poter lavorare con serenità e prospettiva. Con la società abbiamo provato più volte a trovare dei punti d’intesa sulla costruzione della rosa, ma le divergenze di natura tecnica, che via via emergevano, mi hanno indotto a dimettermi”. (nelle foto sopra De Benedictis, sotto Luperto)

Ora Luperto ne raccoglie il testimone. Il mister leccese, ex centrocampista della storica formazione che esordì in Serie A nel 1985 con Eugenio Fascetti, vanta, da allenatore, esperienze con Toma Maglie, Taranto (da vice), Casale, Montevarchi, Alghero, ma sono soprattutto gli anni con le categorie giovanili di Avellino e Lecce che lo fanno apparire come il profilo giusto per forgiare i tanti under presenti nella rosa del Gallo.

Il via al valzer della panchina gallipolina era stato dato dall’addio di Alberto Villa il 17 giugno, che aveva dichiarato a Piazzasalento: ”La questione stadio non ha influito sulla mia decisione di andare via. La dirigenza con me è stata fantastica e il Gallipoli è in buone mani. Vado via perché potrebbe esserci la possibilità di allenare in Serie B”.

M.C.

 

Elisabetta Mangiullo

Poggiardo – L’estate a Poggiardo e Vaste è iniziata  a fine luglio con il Torneo dei rioni a cura dell’associazione “Rioniamo” in collaborazione con Chiosco Malù . Un test di partecipazione e di entusiasmo che ha aperto la programmazione di incontri per tutti i gusti che si protrarrà fino alla fine di agosto. Una ricca programmazione sino a fine agosto.

Tithonos e i concerti nel Borgo  Musica di alta qualità sotto la direzione artistica  di Elisabetta Mangiullo. I prossimi appuntamenti: il 6 agosto a Vaste  nel centro storico e il 9 agosto a Poggiardo in piazza Giovanni Paolo II. Sempre alle 21. Si tratta di concerti  con musicisti di altissimo livello. Il 5 agosto alle 21 si celebrerà il ventennale del coro “Santa Maria degli Angeli” con un concerto Revival a Poggiardo in piazza Giovanni Paolo II. Spazio per il teatro: il 7 agosto, alle 21 in piazza Giovanni Paolo II a Poggiardo, Pino Ingrosso in “Note di un viaggio”; l’8 agosto alle 21 sempre nel medesimo luogo il recital “Il resto è pioggia che ci bagna”  omaggio a Paolo Conte  con i testi di Alberto Minafra e la voce narrante di Donato Chiarello. Il 16 agosto, alle 21 in  Piazza Giovanni Paolo II la Compagnia Diversamente Stabili con “La cena dei cretini” di F. Veber per la regia di Antonio D’Aprile.

Sport Bianconero  Il 2 e 3 agosto,  in piazza Episcopo alle 21, “Due giorni Bianconeri” a cura dello Juventus Club “Giampiero Boniperti” con Galà della Danza “La vita è bella” (associazione “Cuban Puglia”) e  cabaret con I Malfattori (2 agosto); presentazione del libro “L’ultimo stopper” di Sergio Brio e Luigia Casertano (conduce Chiara Chiriatti)  e cabaret con  Alto & Basso sempre piazza Episcopo alle 21. Appuntamenti per tutti i gusti: a Vaste il 7 agosto alle 21 Piazza Dante festa di San gaetano a cura della parrocchia Maria Santissima delle Grazie. L’11 agosto sarà la volta di Frisellata sotto le stelle in piazza Umberto I a cura del cirolo Forchetta 1924. Subito dopo Ferragosto si riprende con altri appuntamenti fino al 26 agosto.

Nardò – Insolita e divertente mattinata allo stadio “Giovanni Paolo II” per un nutrito gruppo di giovanissimi del campo estivo “Il Tappeto Volante” e una delegazione della parrocchia Paolotti. Prima sugli spalti a cantare, poi in campo a palleggiare coi propri idoli (tra questi Prinari e Bertachi), infine il momento di foto e autografi. “Un progetto aperto a tutte le associazioni – dichiara il direttore marketing del club granata, Tony De Paola – in quanto le porte dello stadio sono aperte per tutti. Vogliamo condividere il concetto di aggregazione, la bellezza dello stare assieme, lo sport come motore di unione, calcio e stadio promotori di amicizia”.

In futuro altri progetti dedicati ai giovani e non solo: “Vogliamo che il Nardò diventi un polo di attrazione – aggiunge De Paola – per tutte le famiglie e per gli sportivi. Sarà bello vedere numerosi i neretini allo stadio, emozionante ammirare famiglie intere sui gradoni del Giovanni Paolo II. Questo è solo l’inizio. Vogliamo fare attecchire il ‘virus’ granata già in tenera età, insegnando ai nostri figli i veri valori dello sport. E i nostri piccoli amici hanno risposto alla grande, presentandosi in maglia granata. Ci siamo emozionati. Forse qualcosa di buono lo stiamo facendo, tutti insieme, per la nostra Nardò”.

Una giornata fortemente voluta anche dai ragazzi, come spiega Luca Inglese de “Il Tappeto Volante”: “Abbiamo esaudito il loro desiderio di incontrare i calciatori della squadra di calcio della loro città. Oltre a ciò, il nostro intento è stato proprio quello di contribuire alla loro formazione di vita facendo comprendere i benefici dello sport nella vita, l’importanza del gioco di squadra e della collaborazione come elementi portanti per un sano sviluppo delle relazioni sociali. Abbiamo puntato a tutto questo – conclude Inglese – perché la felicità e la formazione dei nostri bambini e ragazzi viene prima di tutto”.

Nardò – Ancora una bella serata di calcetto a Nardò con il torneo disputato tutto in una sera lo scorso 30 luglio. I riflettori del centro sportivo “Vacanze serene” hanno illuminato le gare dell’evento organizzato dal consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo e dal presidente della consulta dello Sport, Tony De Paola: in campo dieci squadre per un totale di poco meno di 100 atleti di livello amatoriale, dai 15 ai 45 anni, provenienti da Nardò e paesi vicini.

In una finale molto tirata Avellino ha battuto per 1-0 “Il Dio Pallone”: alla prima classificata trofeo e pizze offerte da Jazzy City, premi per tutti i partecipanti. Tra le migliori individualità Lorenzo Falangone come miglior portiere e Riccardo Marulli, miglior calciatore. Le gare sono state dirette dall’arbitro Fernando Falangone.

“Un’altra bella serata di sport – ha dichiarato il consigliere Tondo – complimenti a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento e al centro sportivo per l’accoglienza. Ora, assieme a Tony, siamo concentrati sull’appuntamento con il calcio balilla umano, in programma i prossimi 5, 6 e 7 settembre in piazza Cesare Battisti. Saranno tre serate emozionanti e molto partecipate, stante anche il successo della passata edizione”.

Aradeo – Nessun ripescaggio in Eccellenza e, dunque, l’Atletico Aradeo riparte dal campionato regionale di Promozione per la stagione sportiva 2018-19 ormai alle porte. La compagine giallorossa ha conferito il mandato di allenatore della prima squadra a mister Pablo Cerbino (foto) mentre Lucio resta guiderà la Juniores. Al professor Mattia Toma il ruolo di preparatore atletico. Il ritiro precampionato della formazione è stato fissato per lunedì 6 agosto. In paese c’è da smaltire la delusione per una retrocessione maturata a causa della differenza reti con il Bisceglie, ma la voglia di fare bene c’è ed è tanta.

La società ha, intanto, lanciato la campagna abbonamenti per la nuova stagione, con lo slogan “Ricominciamo, a testa alta!” presso i punti vendita Info 64 bit di viale Einstain, Gabriele Parrucchieri di via Togliatti, Il Giardino della frutta di via Torino, Punto sicurezza di via XXIV Maggio e Mondo casa di via Circonvallazione.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...