Home Temi Calcio
Notizie dai campionati di calcio delle squadre dei Comuni della rete di Piazzasalento

Parabita – Testa della classifica conquista per la Soccer Dream Parabita nel campionato di Terza categoria (delegazione di Maglie). Il braccio di ferro con la Castiglionese (squadra di Castiglione d’Otranto) ha avuto una svolta domenica 18 febbraio con la vittoria della Soccer per 0-1 sul campo dell’Armando Picchi Specchia di mister Antonio Martire (di Miggiano), che ha permesso alla squadra del presidente Pasquale Bruno di effettuare il sorpasso ai danni dell’ex capolista sconfitta in trasferta dal San Cassiano per 1-2. La nuova battistrada del campionato ha battuto di misura lo Specchia con la rete decisiva di Antonio Potenza. L’attaccante di Taurisano è subentrato nel secondo tempo siglando il gol che ha regalato vittoria e primato ai suoi compagni. Fatta eccezione per la formazione in cui milita Ernerto Javier Chevanton, in occasione della quattordicesima giornata soltanto la Nuova Andrano è riuscita a mettere in saccoccia i tre punti dopo aver espugnato il campo del fanalino di coda Taviano. Un successo che ha consentito all’Andrano di agganciare l’Armando Picchi Specchia a 21 punti e di accorciare sul Real Neviano, terza forza del torneo caduta per 0-1 sul campo del sorprendente Melissano. Mentre la Gioventù Specchia 95 ha osservato il turno di riposo, la gara tra Salento Calcio e Noha è stata rinviata per maltempo. A partire dalla prossima giornata di campionato in programma domenica prossima, la Castiglionese (28) guidata da Vitale Ingletto affronterà in casa l’abbordabile Taviano e avrà l’opportunità di sfruttare il turno di riposo della Soccer Dream (31) per tentare l’aggancio in vetta in attesa dello scontro diretto, a questo punto quanto mai interessante, del 18 marzo a Parabita.

Nardò – È stata una settimana intensa quella vissuta dal Nardò. La doccia fredda è arrivata dalla Corte sportiva di Appello che, sovvertendo le positive sensazioni del club granata, ha rigettato il ricorso – circa la presunta posizione irregolare del calciatore potentino Cosentino – relativo alla gara Nardò-Picerno (0-1 sul campo) dello scorso 2 ottobre. Il Toro ha già fatto sapere che ricorrerà al Collegio di garanzia del Coni per ottenere tre punti a tavolino che sarebbero vitali per la corsa play off.

Proprio gli spareggi-promozione sono il grande obiettivo degli uomini di Roberto Taurino, la salvezza, del resto, è ormai in cassaforte. Reduci da 12 risultati utili consecutivi, i granata proprio con il Picerno si ritrovano appollaiati a quota 38 punti, a -7 dall’ultimo posto utile per i playoff, occupato dal Taranto, ospite al “Giovanni Paolo II” il prossimo 4 marzo in una gara che, assieme a quella col Gravina del 25 febbraio, si prospetta fondamentale per le sorti del Toro.

«Il discorso permanenza è praticamente archiviato – dichiara il tecnico Taurino – ed ora possiamo guardare oltre con la consapevolezza che sarà durissima. Sarebbe una soddisfazione incredibile raggiungere i playoff. I ragazzi sono gli artefici di questa striscia positiva e se loro continueranno a non accontentarsi potremo toglierci ancora grandi soddisfazioni». I cavalli in più del Toro arrivano dagli under, per tre volte in gol nel recente 4-1 sul Francavilla in Sinni.

Fra questi anche Gaetano Palmisano, stabilmente convocato nella Rappresentativa Serie D, col sogno di essere convocato per la Viareggio Cup, prestigiosa vetrina di calcio giovanile: «Con il nostro mister nessuno è titolare – sostiene l’attaccante classe ’99 originario di Taranto – e questa circostanza mi sprona a dare il 100%. Se ho attirato le attenzioni della Rappresentativa è per merito dei miei compagni e della società; in granata sto imparando anche a curare la fase difensiva e sarebbe un sogno poter far parte della selezione che disputerà la Viareggio Cup». Il Nardò tornerà in campo domenica, alle ore 14.30, quando renderà visita alla Frattese, impelagata nelle zone rosse della classifica.

 

Gallipoli – Tifosi del Milan sugli scudi dopo la vittoria della squadra under 14 al Trofeo Caroli Hotels. Tra i sostenitori presenti allo stadio “Bianco” di Gallipoli per la finalissima del torneo, martedì 13 febbraio, anche il Milan Club Gallipoli direttamente interessato all’esito della finale, per giunta contro i “cugini” dell’Inter. Alla fine è stato un trionfo per i rossoneri (il quinto al Trofeo Caroli Under 14) ed una festa particolare per il club dei tifosi locali che aveva avuto modo di salutare lo staff dirigenziale e tecnico rossonero, con una sua delegazione, già in occasione della cerimonia inaugurale del torneo l’8 febbraio presso l’Ecoresort Le Sirenè, omaggiando mister Nava ed il dirigente accompagnatore ufficiale Romito con delle targhe benaugurali, “a testimonianza dell’amicizia e del sostegno verso i colori rossoneri”. Rinsaldato il legame tra i tifosi ionici e il club milanese, le parti si sono salutate con la promessa (mantenuta) di rivedersi per la finale e con un arrivederci alla prossima edizione.

Neviano – Appuntamento giovedì 15 febbraio alle ore 20, presso l’aula polifunzionale del Comune di Neviano, per la seconda edizione del “Gran premio Giovanissimi del Salento”, l’evento creato ed organizzato dall’omonima testata giornalistica sportiva diretta da Alessio Quarta. La manifestazione di quest’anno (con il patrocinio del comune di Neviano) vede la partnership di Musicaos Editore di Luciano Pagano, che presenterà al pubblico il romanzo del giornalista (di Nardò) Raffaele Pappadà “Senza Riserve” dedicato al mondo del calcio. Durante la serata, organizzata da Michele Giannotta e condotta da Fiorella Mastria, verranno premiate le “eccellenze” del calcio salentino che si sono contraddistinte non solo per importanti risultati agonistici ma anche per la dedizione alle tematiche sociali, nell’ambito del mondo del calcio giovanile.

I vincitori di ogni categoria: Tanti i premi conferiti a personaggi e realtà legate al mondo dello sport salentino. Ad Antonio Imperiale (di Tuglie) va il premio giornalistico alla carriera mentre al sindaco di Racale Donato Metallo il premio quale “miglior amministratore pubblico salentino. Al  gruppo Caroli Hotels di Gallipoli, impegnato a 360 gradi nella promozione dello sport, va un riconoscimento per l’Impresa sociale per lo sport e l’editoria sportiva. All'”Asd Fabrizio Miccoli” il premio per il miglior settore giovanile a all’Ssd brindisi quello per la “società nuove speranze”. “Migliore allenatore” ad Angelo Sanapo (di Tricase) e “migliore allenatrice” ad Alessia Bergamo. “Società calcistica per l’integrazione” all’Usd Spartak Lecce e  “Premio Etica Sportiva” all’Asd Capo di Leuca, “Personaggio sportivo maschile dell’anno” è Andrea Corallo, ex calciatore (Casarano, Lecce e Nardò) ed attuale direttore sportivo del Nardò calcio. “Personaggio sportivo femminile dell’anno” è Vera Indino, di Racale, allenatrice della Salento Woman. Il titolo di “Miglior dirigente dell’anno” va ad Alessandro Adamo, amministratore delegato dell’Us Lecce. Per l’Etica sportiva un premio va alla Fondazione “Banca Popolare Pugliese Giorgio Primiceri onlus” (con sede a Matino) che da tempo sostiene molte iniziative sportive. A Salento Sport va il premio quale migliore testata giornalistica sportiva salentina.  Altri riconoscimenti per il premio “Editoria solidale” a Radio Salentina e premio al giornalista dell’anno per Francesco Buja.

Gallipoli – Va al Milan la 15^ edizione del trofeo Caroli Hotels under 14. Nella finale di questa mattina (martedì 13 febbraio) disputata alle 10,45 presso lo stadio “Bianco” di Gallipoli, i rossoneri allenati da Nava hanno avuto la meglio per 3 a 1 sui “cugini” dell’Inter guidati in panchina da Mandelli. Prima della finalissima era stato il Sassuolo a battere la Lazio (1-0) conquistando il terzo posto. Della sezione Aia di Casarano i due giovani arbitri designati a dirigere gli incontri: Marco Colazzo per la finale, Emanuele Bleve per la finalina. Per il Milan, che succede al Tor Tre Teste Roma nell’albo d’oro della manifestazione, si tratta della quinta affermazione al Trofeo Caroli Hotels Under 14 dopo i successi ottenuti nel 2006, 2009, 2013 e 2016.

Tutti i premi – Tra le premiazioni dell’ultima giornata del torneo anche quella per il fair play ai giapponesi del Fourwind Japan. Altri premi a Stefano Nava, allenatore del Milan; al capocannoniere Stojanovic (Hellas Verona) con 8 reti; premio “Giovane promessa” a Ivan del Milan (autore di due reti nella finale); premio alla carriera a Rocco Villarosa; squadra rivelazione l’Ausonia Calcio 1931. Per i giocatori premiati il portiere della Spal, Pezzolato, l’attaccante del Sassuolo, Baldari, il centrocampista della Juventus, Hasa ed il difensore della Roma, Catena. Premio fedeltà al Nick Bari; premio simpatia alla Lazio e premio staff a Salvatore Mangia. I premi speciali “La Giovane Italia” sono andati a Felline (Lecce), Bonavita (Inter) Savane (Inter), Antolini (Juventus), Salvemini (Sassuolo), Accornero (Genoa), Anane (Milan), Cherubini (Lazio).

Gallipoli – Derby di Milano in riva allo Ionio per la finale del trofeo Caroli Hotels under 14. Martedì 13 febbraio alle 10,45 presso lo stadio “Bianco” di Gallipoli saranno, infatti, Milan e Inter a sfidarsi nell’ultimo atto della 15^ edizione dell’importante kermesse di calcio giovanile, quest’anno aperta alla per la prima volta a tre continenti, con gli argentini del Los Aromos ed i giapponesi del Fourwinds Japan. La finalissima sarà preceduta (alle 9) dalla finale di consolazione per il terzo posto tra Sassuolo (ko ai rigori contro il Milan) e Lazio (0-2 con l’Inter). Esperienza in cascina e confronti di livello, invece, per le squadre locali del Lecce (eliminato agli ottavi dalla Juventus), Capo di Leuca, Gallipoli Montefiore e Soccer Dream Parabita (fermate nel girone di qualificazione). Pur mancando ancora le ultime due sfide, il bilancio dell’edizione 2018 del Trofeo Caroli Under 14 non può che dirsi più che positivo alla luce dei grandi numeri che segnano l’evento con ben 68 partite “spalmate” in appena cinque giorni su 21 campi (non solo Gallipoli e Castrignano del Capo, ma anche Casarano, Nardò, Maglie, Poggiardo, Racale, Ugento, Parabita, Taurisano, Otranto, Collepasso, Tricase).

Sannicola – Appuntamento sabato 10 febbraio alle 15.30 presso il palazzetto dello sport a Sannicola per il torneo di calcetto organizzato dalla polisportiva Mauro Fedele di San Simone e dalla Scuola calcio. Si tratta del sesto memorial dedicato a Biagio Leo, indimenticato consigliere comunale tragicamente scomparso a causa di una terribile malattia. Al torneo, patrocinato dal Comune, parteciperanno le squadre dei “piccoli amici” di Alezio, Sannicola, Tuglie ed Evergreen Gallipoli.

Maglie – Studenti allo stadio non solo per tifare ma anche per affiancare gli steward. Alcuni alunni dell’Istituto tecnico professionale “Egidio Lanoce” di Maglie affiancheranno, infatti, il personale addetto alla vigilanza ed ai controlli allo stadio di Lecce nell’ambito dell’iniziativa “Steward per un Giorno” promossa dalla società giallorossa insieme ad altri istituti superiori della provincia allo scopo di “sviluppare nei giovani una coscienza civica consapevole”. Il progetto, illustrato questa mattina presso l’aula magna dell’istituto, punta a promuovere “l’educazione a comportamenti corretti nell’ambito delle manifestazioni e a garantire la sicurezza personale e della comunità sportiva in generale”. “La gestione della sicurezza negli stadi” è stato il tema affrontato nel corso dell’incontro frutto della  collaborazione dell’Istituto magliese, diretto da Giovanni Casarano, con l’Unione sportiva Lecce e la Polizia di Stato impegnati nella realizzazione di percorsi di educazione alla legalità destinati agli studenti e agli adolescenti in generale. All’evento, aperto dai saluti del dirigente scolastico e del sindaco Ernesto Toma, ha preso parte una delegazione del Lecce con Franco Lepore, Giulio Gambardella e Matteo Legittimo (quest’ultimo di Casarano), insieme al delegato sicurezza dell’Us Lecce, Donato Provenzano, ed al testimonial del Progetto 3P Guillermo Giacomazzi, ex calciatore del Lecce. Tra gli interventi quelli di Nicola Miriello, Primo dirigente della Polizia di Stato e coordinatore del Gruppo operativo sicurezza della Questura di Lecce, di Gabriella Manca dell’Ufficio scolastico provinciale e di Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce. I relatori hanno spiegato ai numerosi studenti presenti il complesso lavoro che c’è dietro all’evento di una gara ufficiale.

Maglie – “La gestione della sicurezza negli stadi” è il tema della tavola rotonda organizzata mercoledì 7 febbraio, alle ore 10.30, presso l’Aula magna della sede centrale dell’Istituto di istruzione secondaria superiore “Egidio Lanoce” in via Regina Margherita a Maglie. L’incontro vedrà i saluti del dirigente scolastico Giovanni Casarano, del sindaco di Maglie Ernesto Toma, del dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Vincenzo Nicolì, del presidente della Provincia Antonio Gabellone con gli interventi di Nicola Miriello, primo dirigente della Polizia di Stato e coordinatore del Gruppo operativo sicurezza della Questura di Lecce e di Guillermo Giacomazzi, ex calciatore del Lecce e testimonial Progetto 3P. A margine dell’incontro sarà presentato il progettoSteward per un giorno, iniziativa a carattere educativo e didattico concepita dalla società giallorossa quale strumento per avvicinare e sensibilizzare gli studenti sul tema della legalità e della cultura sportiva. Sarà presente il delegato alla sicurezza della società calcistica leccese Donato Provenzano e una rappresentanza di calciatori dell’Us Lecce.

Gallipoli – Con la novità assoluta della presenza di una squadra giapponese, è ai nastri di partenza la 15^ edizione del Trofeo Caroli Hotels under 14. Giovedì 8 febbraio alle ore 18, nella sala convegni “Caroli-Caputo” dell’Ecoresort Le Sirenè di Gallipoli, si terrà cerimonia di inaugurazione mentre le prime sfide sono in programma il giorno seguente, sin dal mattino, nei vari impianti della provincia coinvolti dall’evento. Come al solito sono sempre grandi numeri a caratterizzare il torneo divenuto punto di riferimento per il movimento calcistico giovanile internazionale che riesce, ogni anno, a far convergere a Gallipoli e dintorni almeno un migliaio di presenze tra staff, giocatori, staff e addetti ai lavori. Le partite in programma sono 68 con le 28 squadre iscritte impegnate su 21 campi da gioco sino alla finalissima in programma martedì 13 alle 10,45 al “Bianco” di Gallipoli. Le altre gare si disputeranno a Castrignano del Capo (comprese le due semifinali del pomeriggio di lunedì 12), Racale, Otranto, Collepasso, Sogliano Cavour, Poggiardo, Taurisano, Ugento, Lequile, Casarano, Nardò, Copertino, Tricase, Melpignano, Lecce (presso il Cus), Parabita (Heffort Sport Village), Galatina, Martano, Melendugno e Maglie.

Scuole coinvolte – Anche quest’anno l’evento prevede la collaborazione della Provincia di Lecce e dell’Unicef con il  coinvolgimento dei Consigli comunali delle ragazze e dei ragazzi dei centri interessati per un progetto ad ampio respiro che unisce sport, solidarietà, promozione del territorio e interscambio culturale. Rilevante è anche la presenza di circa 100 studenti provenienti da alcuni istituti superiori della Provincia che affiancheranno nel corso del torneo lo staff organizzativo. Per la prima volta sono rappresentati tre continenti con cinque formazioni inglesi (Arsenal, Stevenage, Bournemouth, Sheffield Wednesdy) Creative Academy), una svizzera (Lugano), una argentina (Los Aromos) e una giapponese (Fourwinds Japan) suddivise in sette gironi insieme alle altre 20 squadre italiane (tra le altre Milan, Roma, Genoa, Inter, Juventus e la Tor Tre Teste Roma ultima vincitrice). Particolarmente qualificata anche la presenza delle squadra locali con Lecce, Capo di Leuca, Gallipoli Montefiore e Soccer Dream Parabita.

Convegno sul calcio giovanile – Oltre all’aspetto agonistico, il Trofeo Caroli rappresenta un’importante occasione di confronto sui temi legati al calcio giovanile. Sabato 10 febbraio alle 14,30 presso l’Ecoresort Le Sirenè è, infatti, in programma il sesto convegno internazionale sul tema: “Il calcio giovanile: evidenze, orientamenti, metodologie” organizzato dall’Associazione italiana preparatori atletici calcio e da Caroli Hotels mentre anche in questa edizione torna “La Giovane Italia”, ovvero il format ideato dal giornalista di Sky Sport Paolo Ghisoni grazie al quale alcune squadre (Roma, Inter, Milan, Sassuolo, Genoa, Hellas Verona , Spal e Juventus) sperimenteranno  “l’autogestione” tecnica al fine di responsabilizzare i ragazzi in campo e i genitori al seguito: in sostanza, dopo un colloquio nello spogliatoio con il proprio allenatore, chi gioca vivrà l’esperienza della partita senza la figura del tecnico in panchina (che andrà invece in tribuna). Alla squadra vincitrice verrà assegnato il trofeo opera dell’artista gallipolino Roberto Perrone realizzato in terracotta, cartapesta e pietre locali per evidenziare al meglio l’espressione dell’artigianato salentino.

Casarano – Dagli allievi della Vilù Casarani al Santarcangelo Calcio in serie C. L’importante salto è del casaranese Antonio Dario, classe 2000, che nei giorni scorsi ha firmato per la squadra romagnola. Grande soddisfazione per il sodalizio presieduto da Elisa Vergari e diretto da Osvaldo Prete. Importante anche la collaborazione con Enzo Catera, consulente per società professionistiche. A seguito della partecipazione ad uno stage, il ragazzo è stato selezionato dalla compagine romagnola, avendo messo in evidenza le sue qualità, la sua ottima tecnica e una fantasia fuori dal comune. Bravo nel saltare l’uomo e nei tiri in porta, Dario è reduce dalla vittoria degli ultimi due campionati Allievi ai quali ha partecipato con la maglia della Vilù Casarani, segnando rispettivamente 15 e 16 gol e fornendo numerosi assist ai compagni. «Il ragazzo – commenta Prete – è uno dei tanti talenti che abbiamo nel nostro settore giovanile, insieme a tanti altri giovani calciatori che si mettono in evidenza nei vari campionati regionali ai quali la Vilù partecipa. Il presidente e tutto lo staff tecnico sono orgogliosi di questo grande risultato e augurano ad Antonio una lunga e importante carriera».

Nardò – C’è tempo sino a lunedì 12 febbraio per iscriversi alla “Coppa Carnevale”, l’ormai tradizionale appuntamento di calcetto neretino giunto alla terza edizione. Il prossimo 18 febbraio, presso il centro sportivo “Vacanze serene”, in una mattinata si disputeranno le gare con durata di venti minuti (in lista da un minimo di sei ad un massimo di undici calciatori).
Il torneo, di carattere amatoriale, è organizzato da Antonio Tondo, consigliere comunale delegato allo Sport, e prevede un trofeo più pizza e birra per il primo classificato; premi per tutte le squadre partecipanti. Inoltre, saranno assegnati premi individuali al miglior portiere, miglior calciatore e capocannoniere.
«Sarà una mattinata di quelle che tanto ci piacciono – dichiara lo stesso Tondo – all’insegna dello sport e della condivisione di momenti di sano e puro divertimento». La “Coppa Carnevale”, che si è distinta dal 2016 per il clima gioviale e amichevole, ha visto come vincitori la Salento United nella prima edizione e Feyenord lo scorso anno. Nell’albo d’oro figurano Matteo Carrino e Gianluigi Re, premiati come “miglior portiere”; Giulio Caputo e Luca Potenza, i due “miglior giocatore”. Per informazioni 329/9697356

Parabita – Calcio parabitano in lutto per la scomparsa di Luigi D’Aprile, ex dirigente ed ex allenatore degli amatori del Parabita United. Mister D’Aprile, figlio del “presidentissimo” Michele, è scomparso a 61 anni in seguito ad una brutta malattia contro la quale stava combattendo da tempo. Presidente del Parabita calcio tra la seconda metà degli anni 70 e la prima metà degli anni 80, insieme al padre aveva portato il calcio gialloverde ai massimi livelli della sua storia, la promozione regionale. Una passione, quella per la maglia della sua città, che lo ha accompagnato per tutta la vita, fino alla stagione 2015/2016, l’ultima in panchina come allenatore della squadra degli Amatori, il Parabita United, che con lui ha vinto due campionati. Tanti i messaggi di cordoglio e commozione che stanno arrivando in queste ore alla sua famiglia. Luigi D’Aprile, all’unanimità, viene ricordato come “un uomo di sport esemplare, sempre pacato e col sorriso sulle labbra”. I funerali si svolgeranno domenica 5, alle ore 15.30, nella chiesa del Crocifisso (accanto al cimitero monumentale) dove la salma giungerà alle 11.

Casarano – Nuovo acquisito per il Casarano calcio che ora può contare anche sulle prestazioni di Liberato Filosa. Il difensore centrale classe ’86 vanta importanti trascorsi tra i professionisti con 192 presenze collezionate in Serie C con le maglie di Marcianise, Como, Martina Franca, Foggia, Vigor Lamezia, Ischia e Siracusa. Filosa ha vestito, tra le altre, anche la casacca della Nocerina nel biennio 2010-2012, collezionando sette presenze in serie B dopo la promozione ottenuta con i rossoneri. Nella stagione in corso il calciatore ha indossato la maglia del Nardò in Serie D: il calciatore ha già svolto la seduta pomeridiana d’allenamento ed è a completa disposizione del tecnico Sportillo e del suo staff. Il Casarano del presidente Fernando Totaro, secondo in classifica nel campionato di Eccellenza a due punti dalla capolista Gallipoli, domenica 4 febbraio giocherà in casa contro il Corato mentre il Gallipoli sarà di scena a Bisceglie.

Gallipoli – E’ stata una domenica con i fiocchi peri l Gallipoli Football 1909: nella gara contro il Galatina nel campionato di Eccellenza, la capolista non solo ha vinto ma non ha avuto alcun problema a confezionare un “cappotto” per i calciatori ospiti, finendo per 9 a zero la partita. Grande entusiasmo per la goleada e per la riconferma della vetta in solitario. Peccato però che durante i rituali controlli prima dell’inizio del confronto calcistico i poliziotti abbiano rinvenuto nello stadio “Antonio Bianco” materiale pirotecnico di genere tassativamente proibito. La preventiva bonifica, per motivi ovviamente di sicurezza per gli spettatori, si è conclusa con il sequestro di 32 fontane pirotecniche, dieci fumogeni tipo torcia a mano, undici a barattolo, due striscioni che istigavano alla violenza accuratamente nascosti in un luogo poco accessibile. Si cerca ora di individuare i responsabili che certamente non vogliono poi tanto bene alla squadra: non è difficile immaginare conseguenze poco gradevoli nell’ambito della giustizia sportiva.

Collepasso – Esemplare squalifica di cinque anni per un calciatore del Collepasso (C.C. le sue iniziali) reo di aver colpito un arbitro nel corso di una partita di Seconda categoria. L’episodio incriminato è quello di domenica 21 gennaio quando a Zollino era in corso la gara tra i padroni di casa (primi in classifica) e l’Usd Collepasso (oggi terz’ultima). Al 44’ del primo tempo la reazione a dir poco scomposta dell’atleta ospite (originario di Gallipoli ma da alcuni anni residente a Collepasso) che, partendo dalla panchina, si è avvicinato al direttore di gara per colpirlo con un violento pugno alla guancia sinistra dopo l’assegnazione di un rigore per il Zollino (già in vantaggio per 1-0).  L’arbitro (della sezione di Lecce), a causa del dolore e dello choc subito, è stato poi costretto a sospendere l’incontro e recarsi presso il Pronto soccorso dell’ospedale di Nardò, dove è stato curato e poi dimesso con una prognosi iniziale di cinque giorni (salvo complicazioni).

Il Giudice sportivo – Dopo l’esame del referto arbitrale, il Giudice sportivo ha provveduto ad assegnare la vittoria a tavolino per 3-0 (la gara è stata, infatti, sospesa) in favore della Polisportiva Zollino, che mantiene il primato in classifica, inibendo al presidente dell’Usd Collepasso ogni attività fino al 15 febbraio e, soprattutto, ha inflitto all’aggressore un’esemplare punizione per “condotta violenta”. Il giocatore, già noto per la sua irruenza e altri provvedimenti disciplinari subiti, è stato, infatti, squalificato per cinque anni, il massimo della sanzione prevista. Il Giudice sportivo, inoltre, avendo valutato l’infrazione di particolare gravità, oltre la squalifica per cinque anni e i divieti che ne conseguono, ha disposto anche la “preclusione definitiva” del giocatore alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc. L’adozione di severe ed esemplari misure punitive da parte dell’Organo di giustizia sportiva mira a reprimere e prevenire il verificarsi di gravi atti sui campi di gioco e, secondo quanto  previsto dal Codice di Giustizia sportivo, ad “affermare il rispetto dei valori sportivi e favorire i processi educativi e di reinserimento nell’ordinamento sportivo”.

 

 

Casarano – Una strada in memoria del Grande Torino, la squadra che il 4 maggio del 1949 perse la vita nella tragedia della collina di Superga, nel capoluogo piemontese, per lo schianto dell’aereo che la riportava in città dalla trasferta di Lisbona, L’iniziativa è dell’associazione “Casarano Granata”. L’appuntamento è per le ore 11 di sabato 27 gennaio sulla traversa di via Luigi Memmi (zona Stadio) che ha assunto il nome di via Eroi di Superga per una breve cerimonia di inaugurazione e per la benedizione della stessa strada. Per l’occasione verrà anche letto un breve messaggio dell’ex attaccante granata Paolo Pulici. Vi prenderanno parte il sindaco della città Gianni Stefano, l’assessore Laura Parrotta, l’ex calciatore granata Pasquale Bruno (di San Donato, nella foto), attuale procuratore sportivo, i presidenti dei Toro Club Salento Granata, Toro Club Taranto, Imperiali di Francavilla Fontana e altri rappresentanti dei Toro Club del sud Italia. «È invitato chiunque abbia il piacere di condividere, al di là dei colori per cui si fa il tifo, i valori di grandezza e di rinascita che quella squadra rappresentò in un’Italia martoriata dalla guerra», fanno sapere i promotori. In ricordo di quella fatale tragedia del 1949 (31 furono le vittime, con la quasi totalità dell’allora Nazionale Italiana) la Fifa ha proclamato il 4 maggio quale Giornata mondiale del gioco del calcio.

 

Maglie – Le prime dieci giornate del campionato di Terza categoria del girone di Maglie sono andate in archivio nel segno della Castiglionese di Corigliano d’Otranto. La squadra allenata da mister Vitale Ingletto comanda la classifica con 22 punti ed è trascinata dai gol di Luca Turco (di Tricase), giunto a quota sei reti a pochi giorni dal giro di boa della competizione. La battistrada del torneo è tallonata dalla Soccer Dream Parabita e dal Real Neviano, appaiate al secondo posto con 21 punti a testa. Il Parabita presieduto da Pasquale Bruno si è messo in luce con le prestazioni dell’ex Lecce Ernesto Javier Chevanton, che ha gonfiato ripetutamente la rete in occasione delle gare casalinghe. La quarta forza del campionato risiede nel gioco dell’Armando Picchi Specchia. La formazione guidata da Antonio Martire (di Miggiano) ha totalizzato 17 punti affermandosi tra le squadre rivelazione del torneo. San Cassiano, Corigliano e Melissano occupano invece la zona centrale della graduatoria con 12, 11 e 9 punti. Nella zona rossa della classifica il fanalino di coda Taviano Calcio (3 punti) è preceduto dal Noha e dalla Gioventù Calcio Specchia, che viaggiano a braccetto con 4 lunghezze al netto di una vittoria e un pareggio nelle prime dieci partite. Nella formazione specchiese, allenata dal veterano Ernesto De Rinaldis, si sono evidenziate le parate di Giuseppe Rizzo (di Miggiano). Il portiere classe 2000 si è reso protagonista di cinque rigori parati su cinque. Prodezze che hanno tenuto a galla la squadra fondata nel lontano ‘95. Domenica 28 gennaio è in programma l’ultima giornata del girone d’andata con il seguente programma: Gioventù Specchia – Nuova Andrano; Noha – Castiglionese; Salento Calcio – Real Neviano; San Cassiano – Soccer Dream Parabita; Taviano – Armando Picchi Specchia.

Galatone– Il Real Galatone riparte da mister Dario Mauro (foto). Sulla decisione della società giallorossa di esonerare Maurizio De pace pesa la sconfitta per 4-1 con il Salve, nell’ultima trasferta del girone C di Seconda categoria, espressione di un periodo particolarmente sfortunato che ha caratterizzato il girone d’andata, concluso comunque con la vittoria nell’ultima giornata contro il Collepasso per 2-0, nella quale ha diretto la squadra l’allenatore in seconda Francesco Terragno. Per Mauro (che ha firmato un contratto fino al termine della stagione) la prima panchina sarà quella di domenica 28 gennaio in casa contro la capolista Zollino, pur potendo contare su una squadra decimata dagli infortuni. Il Real è attualmente  sesto in classifica, dopo aver riposato nella prima giornata del girone di ritorno (le squadra sono 13).

«Voglio comunque ringraziare mister De Pace per tutto quello che ha fatto da agosto ad oggi con estrema professionalità per il Real Galatone e mi scusa con lui  – afferma il presidente della società giallorossa, Leo Martiriggiano, per non essere stati in grado di mantenere le aspettative che ci eravamo prefissati. Personalmente ho conosciuto una persona che ha dato il massimo e di questo lo voglio ringraziare, augurandogli tanti successi futuri».

Nardò -“Senza riserve” (Musicaos Editore) è il romanzo d’esordio di Raffaele Pappadà  (nella foto) che verrà presentato giovedì 18 gennaio, alle ore 19, presso il Caffè letterario di Nardò (via lata 12). Con l’autore neretino dialogherà la giornalista Alessandra Del Toro, con l’intervento di Luciano Pagano per l’editore Musicaos. Il romanzo è ambientato nel mondo del calcio e incentrato sulle vicende di Thomas, giovane portiere (del Lecce) che attende l’occasione giusta per mettere in mostra il suo valore. Retroscena, aneddoti e curiosità del romanzo saranno svelati anche venerdì 19 gennaio all’interno della trasmissione “Youpremium” sul canale Premium Sport di Mediaset Premium.  Pappadà, giornalista professionista, laureato in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, inizia il suo percorso professionale nel 2006 partendo da Telerama, dove nel 2010 diviene direttore della redazione sportiva. Nel 2012 si trasferisce a Milano per commentare le gare di Serie A per Infront e nel 2015 entra a far parte della squadra di telecronisti di Premium Sport, di cui è attualmente una delle voci del fútbol argentino, della Champions League e di altri campionati. È uno dei volti e delle voci di Serie A Tv. Tra i riconoscimenti ricevuti quelli del 2009 e del 2011 con il Premio “Gemme dello Sport” come miglior giornalista sportivo salentino.

Lecce – Ritorna a vestire la maglia giallorossa del Lecce il calciatore Matteo Legittimo (nella foto). Per il 28enne difensore, nato a Casarano il 17 giugno del 1989, si tratta di un gradito ritorno a casa dopo essere cresciuto nelle giovanili del Lecce. Legittimo arriva a titolo definitivo dal Trapani dove la scorsa estate ha conosciuto l’amarezza della retrocessione dalla serie B in C. Ora, agli ordini di mister Liverani, l’obiettivo è proprio quello di riconquistare la serie cadetta. Nella sua ancor giovane carriera si contano campionati con Pistoiese, Barletta, Salernitana, Parma, Spal e Grosseto e nel Lecce (l’ultima nel 2015-2016 con 32 presenza). Il calciatore sarà a disposizione del tecnico Fabio Liverani già questo pomeriggio nell’allenamento di Martignano.

Casarano – Nuovo acquisto per il Casarano Calcio che può ora contare sull’esterno offensivo Giuseppe Tedesco.  Cresciuto nel settore giovanile del Catanzaro, club con il quale ha esordito in Serie C nella stagione 2014/2015, Tedesco ha 19 anni ed arriva dal Roccella, formazione del girone I di Serie D, dove ha collezionato 24 presenze ed una rete dalla stagione 2016/2017 ad oggi. Il calciatore (all’occorrenza può rivestire anche il ruolo di seconda punta) è già in gruppo da alcuni giorni e ha svolto regolarmente le sue prime sedute d’allenamento con mister Sportillo ed il suo staff. Dopo la vittoria interna nell’ultimo turno contro l’Otranto, il Casarano occupa il secondo posto della classifica d’Eccellenza (ad un punto dalla capolista Bitonto ed in compagnia di Gallipoli e Avetrana) e domenica 14 gennaio sarà impegnato a Trani.

Gallipoli – La Befana è passata ma il Gallipoli si fa lo stesso un regalo con l’arrivo alla corte di Alberto Villa del giovane centrocampista Abdoul Diagné. Il calciatore di origini senegalesi arriva dalla Virtus Francavilla (di serie C) a titolo temporaneo. Il 18enne ha già svolto il suo primo allenamento con la maglia giallorossa nella giornata di martedì 9 ed è pronto a dare il proprio contributo alla causa del “Gallo”, secondo nel campionato d’Eccellenza, domenica 14 impegnato in casa contro il Barletta. Dopo aver acquisito il diritto alle prestazioni di Diagné, la società ionica ha ringraziato la Virtus Francavilla attraverso un comunicato per “l’ennesima dimostrazione di collaborazione e disponibilità”. «Ho scelto di venire a Gallipoli perché nel calcio, soprattutto quando si è giovani come me, si ha bisogno di giocare per misurarsi e migliorare e credo che questa per me era la soluzione migliore. Ho avuto la possibilità di conoscere il mister, la società e tutti i miei nuovi compagni e devo dire di aver avuto subito un impatto positivo. Ora però – afferma il calciatore – non vedo l’ora di cominciare, mettendomi a disposizione per cercare di far bene per questa nuova maglia».

 

Racale – Amichevole di prestigio, giovedì 11 gennaio, allo stadio “Basurto” con il Lecce di Liverani, capolista del girone C di Serie C,  ospite dell’Asd Città di Racale. Fischio d’inizio alle ore 14,30 con ingresso gratuito. Per le due compagini sarà l’occasione di mettere a punto la preparazione in vista dei prossimi impegni ufficiali. Domenica 14 gennaio alle ore 15 al “Via del Mare” il Lecce sfiderà il Matera per l’accesso agli ottavi di Coppa Italia (il 21 la ripresa del campionato con la sfida al vertice contro il Catania, sempre in casa), mentre il Città di Racale, secondo nel girone C di Prima categoria, giocherà sempre il 14 in casa contro il Veglie l’ultima gara del girone d’andata. Per Racale e dintorni si preannuncia una vera e propria giornata di festa con la società di casa, guidata da Fabio Reho e Ilvo Stanca, che ha esteso l’invito a partecipare alle famiglie e a tutti i tifosi del Basso Salento. Mutuando uno slogan già da tempo in voga nel basket, è stato scelto “#ilovethisgame” quale motto della giornata. All’ingresso dell’impianto sportivo ci sarà pure “Wolfy”, la mascotte ufficiale del Lecce, e verranno distribuiti gadgets e volantini colorati per la coreografia. Al termine dell’amichevole, staff e giocatori del Lecce visiteranno il Centro polifunzionale di riabilitazione del Gruppo Palaia Human Care di Racale. Da segnalare come il Lecce faccia ritorno al “Basurto” dopo la gara amichevole disputata il 20 agosto del 2015 quando oltre 600 furono gli spettatori che applaudirono gli ospiti allora allenati da Tonino Asta e la squadra di casa guidata da Graziano Tartaglia.

Gallipoli – Attori pronti a scendere in campo per solidarietà sabato 16 dicembre a Gallipoli. Appuntamento alle 14 presso lo stadio “Antonio Bianco” con la “Partita del cuore”, il triangolare di calcio che vedrà sfidarsi la squadra dell’Ordine degli Avvocati di Lecce (presieduta da Cristian Primiceri e allenata da Ruggero Cannito), la rappresentativa della Nazionale Attori e la squadra Salento Panathlon, composta da ex calciatori e giornalisti guidati da Lilli Russo, figlio del compianto Mario Russo, e dal giornalista Ludovico Malorgio. Il tutto in nome della solidarietà: il ricavato sarà interamente devoluto a Caritas e a Cuore Amico. A indossare la maglia della Nazionale Attori saranno: Raffaello Balzo, Angelo Costabile, Mario Ermito, Niccolo’ Gentili, Ferdinando Giordano, Francesco Giuffrida, Thomas Grazioso, Lorenzo Guidi, Enrico Lo Verso, Samuele Mecucci, Franco Oppini, Antonio Palmese, Pio Piscicelli, Carmine  Recano, Edoardo Siravo, Alfio Sorbello, Pio Stellaccio, Edoardo Velo.

La Partita è la parte conclusiva di “Respect – Memorial Mario Russo”, iniziativa di informazione e sensibilizzazione sui diritti degli adolescenti, ed è promossa e organizzata dall’Ordine degli avvocati di Lecce, con il patrocinio di Provincia di Lecce, Regione Puglia, Ministero dell’Istruzione e  dei Comuni di Gallipoli e Lecce, Aradeo, Cavallino, Copertino, Galatone, Guagnano, Lizzanello, Matino, Melissano, Nardò, Porto Cesareo, Racale, Ruffano, Taviano, Trepuzzi. I biglietti sono disponibili presso punti vendita autorizzati, su bookingshow e sul sito, al costo di 5 euro (3 euro per gli studenti).

 

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...