Home Temi Associazionismo
Notizie sull'Associazionismo dai Comuni del Salento della rete di Piazzasalento

Casarano – Casarano e la chiesetta di Santa Maria della Croce fanno bella mostra di se alla Btm di Lecce. La fiera del turismo “Business tourism management” in programma dal 22 al 24 febbraio presso l’ex convento degli Agostiniani, rappresenta ormai da quattro anni una vetrina d’eccellenza per gli operatori del settore riuscendo a mettere in contatto i vari comparti interessati, dalla comunicazione turistica al “digital marketing”, dai social media alla finanza agevolata. All’evento vi partecipa anche quest’anno l’associazione ArcheoCasarano “Origini e futuro” con il presidente Alessandro De Marco per promuovere, nell’ambito del progetto “Touch Casaranello”, la chiesetta da sempre “scrigno prezioso” con il quale la città riesce a far parlare di se ben oltre i confini regionali. Di recente, proprio grazie al progetto sviluppato da ArcheoCasarano e finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale della Presidenza del Consiglio dei ministri, il monumento simbolo di Casarano ha vissuto una nuova vita luce godendo di una grande rilevanza culturale. «Tantissime le novità e gli eventi in programma, tra cui – afferma De Marco – la proiezione di un “virtual tour” che permetterà di visitare la chiesa con un percorso virtuale capace di far immergere lo spettatore nell’atmosfera mistica e spirituale e di far godere della bellezza dei suoi mosaici e affreschi”.

Gallipoli – Per mare e per terra, la Lega Navale sezione di Gallipoli ha stilato un variegato programma di iniziative che coinvolgeranno i soci e gli appassionati. Il calendario annuale ufficializzato in questi giorni ha ottenuto il patrocinio del Comune di Gallipoli con grande soddisfazione dell’attuale presidente Pantaleo Bacile, che si prepara al passaggio di testimone della presidenza dopo diversi mandati, pur rimanendo sempre attivo in prima linea. Nei prossimi giorni infatti ci sarà l’assemblea per il rinnovo del consiglio direttivo e delle cariche. Il primo evento si è tenuto nei giorni scorsi con l’accoglienza dell’ammiraglio Romano Sauro, nipote di Nazario, giunto in città a bordo della sua imbarcazione a vela per il progetto “Sauro 100, un giro in barca a vela per 100 anni di storia” e la presentazione del suo libro. Un’iniziativa quella dell’ufficiale della marina, che unisce il desiderio di raccontare la storia di coraggio e di amore per la patria di suo nonno e alcuni risvolti della grande guerra, alla beneficenza. Il capitano Sauro, unico elemento fisso dell’equipaggio, viaggia di porto in porto, cento quelli previsti inizialmente ma ormai molti di più, e di volta in volta da una tappa all’altra imbarca giovani o appassionati che richiedono di poter percorrere un tratto da equipaggio. Nei posti in cui ormeggia incontra le scuole e la cittadinanza per raccontare la vita di questo eroe italiano, spesso sconosciuto, e dona l’intero ricavato del libro alla Casa di Peter Pan di Roma, una casa protetta che accoglie trenta famiglie con bambini malati di cancro. “Avevo in mente il mio viaggio da molto tempo- ha raccontato- ma mi mancava l’impulso di levare gli ormeggi finché ho incontrato queste persone e ho capito che avrei viaggiato per aiutarli”. A Gallipoli, dopo aver incontrato la Lega navale e aver reso omaggio ai marinai d’Italia caduti in guerra, ha incontrato anche gli studenti del Vespucci, alcuni dei quali sono ripartiti con lui per una tappa.

Il cartellone degli eventi prosegue con la regata di primavera l’otto aprile, la coppa del Salento sempre ad aprile, la giornata della sicurezza in mare di maggio, il progetto “Navighiamo insieme”, una circumnavigazione d’Italia di un disabile motorio degli arti inferiori su un trimarano, la regata zonale optimist di giugno, il trofeo Rivellino e la co-organizzazione del campionato invernale d’altura. “Siamo molto soddisfatti – commenta Leo Bacile – di quello che stiamo mettendo in campo. Oltre a queste iniziative ce ne sono molte altre, dalla presentazione di libri ad una scuola vela, per le quali stiamo lavorando per promuovere e diffondere i valori e la cultura dello sport ed in particolare del mare”.

Seclì – Il centro “Santa Laura” di Seclì mette la firma sulla trentesima edizione del Carnevale di Aradeo, conclusosi domenica 18 febbraio. I ragazzi che frequentano la residenza socio-sanitaria, che dal 2013 si occupa di disabili e anziani, si sono infatti aggiudicati il secondo posto nella classifica dei carri allegorici di seconda categoria con il carro intitolato “Il Piccolo Principe”, ispirato al famoso romanzo di Antoine de Saint-Exupéry. Ragazzi “fortemente abili”, li ha definiti il dottor Roberto Fulgido, responsabile del centro. Grazie all’aiuto delle educatrici e alla collaborazione del liceo artistico di Nardò, i ragazzi hanno così conquistato la “medaglia d’argento” in questa festosa competizione. «Un’esperienza fantastica – fanno sapere dalla struttura – in cui i ragazzi, attori principali, hanno dimostrato che attraverso tenacia ed entusiasmo, si può vincere sempre e comunque. Un ringraziamento particolare va alla proprietà del centro “Santa Laura”, la famiglia Apollonio, che credendo fortemente nei nostri progetti, ci ha permesso tutto ciò».

 

Patù – “Il nostro viaggio nella memoria di Auschwitz” è il tema dell’incontro di sabato 24 febbraio, alle ore 17, presso la Sala consiliare di Patù. Dopo i saluti del sindaco Gabriele Abaterusso, del consigliere Roberta Panico e della dirigente dell’istituto d’istruzione superiore “Salvemini” di Alessano Florinda Chiara Vantaggiato, saranno le giovani Paola Fais e Luana Prontera a raccontare le emozioni del loro recente viaggio vissuto nei luoghi della deportazione nazista, insieme a Rocco Gennaro ed Eleonora Marrocco, entrambi educatori del Treno della Memoria, e a Fabio Fabrizio, attore di Improvvisart.«Per noi è stato il primo anno di adesione al progetto del “Treno della Memoria” e ci siamo rivolti ai giovani affinché testimoniassero, con la loro presenza, l’impegno personale e sociale volto a conservare e tramandare una delle pagine più buie della storia», afferma Roberta Panico.«Racconteremo la storia di un viaggio “scomodo”  ma, soprattutto – afferma Luana Prontera – parleremo della bellezza di un gruppo di persone che ha condiviso differenze, diffidenze e difficoltà stringendosi nell’abbraccio unico di chi ha capito l’importanza del vivere insieme». All’incontro saranno presenti anche alcuni ragazzi dell’istituto “Salvemini” di Alessano insieme alla professoressa Valeria Bisanti.

 

Cutrofiano – Cutrofiano aderisce a “M’Illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio 2. “Spegni le luci, accendi la piazza” è il tema della giornata di venerdì 23 febbraio nella quale l’Amministrazione comunale invita i cittadini, le scuole, le attività commerciali e gli uffici pubblici ad aderire “attraverso azioni concrete e semplici accorgimenti dell’utilizzo della corrente elettrica”. Tante le iniziative promosse, a partire dalle 18.30, dallo Sportello ambiente: in contemporanea con lo spegnimento del Municipio e di Palazzo Filomarini (foto), il Consiglio comunale dei ragazzi propone “Accendiamo  le menti” mentre la cooperativa “29nove” sarà alle prese con le letture sotto le stelle. Della scuola di danza “Scarpette rosa”, invece, lo spettacolo “Sia il bianco il tuo colore”.

Come consuetudine, anche il Comune di Nardò ha aderito alla 14ma campagna promossa da “Caterpillar”. che dal 2005 chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili in un pomeriggio di febbraio. Quest’anno la giornata individuata è quella di domani, venerdì 23 febbraio, e l’amministrazione comunale ha deciso di spegnere le luci artistiche del Castello Acquaviva d’Aragona a partire dalle ore 18.

 

Sannicola – Inaugurazione a Sannicola, venerdì 23 febbraio, del nuovo centro diurno socio-educativo riabilitativo per diversamente abili della Comunità di Capodarco “padre Gigi Movia”. L’appuntamento è alle  17,30 presso la sede di via Zara, angolo via Montale, nella frazione di Chiesanuova.  I servizi della struttura (rivolta ai comuni dell’Ambito sociale di Gallipoli che comprende, oltre a Sannicola, anche Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Taviano e Tuglie) sono rivolti a soggetti tra i 6 e i 64 anni ed è finalizzata “al mantenimento ed al recupero dei livelli di autonomia delle persone che presentano disabilità cognitive e psicosensoriali”. Per questo ci saranno laboratori creativi e attività ludiche e di libera espressione con il supporto di personale qualificato ed il supporto genitoriale. Il centro sarà aperto fino alle ore pomeridiane ed offrirà il servizio di pranzo e di trasporto. «Una doppia rinascita nel vedere il recupero totale di un immobile che versava da tempo in uno stato di abbandono ed offri re un servizio sociale che presta particolare attenzione alle difficoltà delle famiglie e valorizza le diversità», fa sapere il sindaco Cosimo Piccione, presente all’inaugurazione insieme all’assessore regionale al Welfare Totò Ruggeri,  al presidente della Provincia Antonio Gabellone, al presidente dell’Ambito sociale di Gallipoli (e sindaco della città) Stefàno Minerva ed al direttore del Distretto socio sanitario di Gallipoli Roberto Vergaro.  Saranno presenti, inoltre, il presidente nazionale della Comunità di Capodarco don Vinicio Albanesi e monsignor Fernando Filograna, vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli.

Casarano – “L’importanza della medica di genere oggi” è il tema del convegno organizzato venerdì 23 febbraio dalla sezione Fidapa Bpw-Italy di Casarano. L’appuntamento, patrocinato dall’Istituto superiore della sanità di Roma, dall’Ordine dei medici della provincia di Lecce, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dal Comune di Casarano, è per le ore 17.30 presso la scuola paritaria internazionale “San Giovanni elemosiniere” di via Cavour. «La tematica della medicina e della salute di genere rientra tra le linee guida del tema nazionale della Fidapa per il biennio 2017-2019 e si ripropone di indagare sulle relazioni tra l’appartenenza al genere sessuale e l’efficacia delle terapie nel trattamento di determinate patologie, oltre che comprendere i meccanismi attraverso i quali le differenze legate al genere agiscono sullo stato di salute, sull’insorgenza e il decorso di molte malattie. Gli uomini e le donne, infatti, pur essendo soggetti alle medesime patologie, presentano sintomi, progressione di malattie e risposta ai trattamenti molto diversi tra loro», afferma Anna Maria Tunno, presidente della locale sezione Fidapa. Obiettivo del convegno (moderato da Marta Sindaco, farmacista e socia della Fidapa Casarano) è, dunque, quello di sensibilizzare l’opinione pubblica, le Istituzioni e il mondo scolastico sull’importanza dello studio delle differenze di sesso e di genere, sullo sviluppo di nuovi trattamenti e su un migliore utilizzo delle terapie diversificate e personalizzate per uomini e donne. Il programma prevede i saluti istituzionali della presidente Tunno,  della dirigente della scuola “San Giovanni” Lucia Saracino e del sindaco di Casarano Gianni Stefano. I relatori chiamati a trattare il tema sono Daniela Fusco, responsabile della commissione Pari opportunità dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Lecce , Anna Maria Moretti, direttore della struttura complessa malattie apparato respiratorio del Policlinico di Bari, Stefania Caiola del Centro di riferimento per la medicina di genere dell’ Istituto superiore di sanità di Roma, Serenella Molendini, consigliere nazionale di Parità supplente e presidente nazionale del Centro di ricerca europea per l’innovazione sostenibile. Le conclusioni saranno affidate a Rosa Vulpio, presidente del distretto Sud-Est di Fidapa Bpw Italy.

Leuca – Inventare, giocare e costruire attraverso il riciclo creativo: sabato 24 febbraio presso la sede della Pro Loco di Leuca (su lungomare Colombo), dalle 16:30 alle 18:30 bambini e genitori sono invitati a “La sfida dell’inventore”, mostra e laboratorio creativo per trasformare le idee in oggetti. L’iniziativa è organizzata dalla signora Izzy Jwett, che da tre anni cura le attività del gruppo Fun Fridays Leuca, formato da bambini della scuola primaria e inserito nella rete di “Imagination Foundation”, che conta 150 gruppi sparsi per il mondo. “La sfida dell’inventore” rientra nel programma “Imagination Chapter”, portato avanti durante tutto l’anno in orario extrascolastico, spesso nella sede della Pro Loco o a casa della signora Jwett.

L’idea da cui muove la sfida è osservare il territorio e farsi ispirare dai problemi della comunità in cui si vive per proporre invenzioni (o semplici giochi) che migliorino la vita. In altri termini, capire qual è il percorso creativo seguito dagli inventori, valorizzando al contempo l’importanza di dare nuova vita ai materiali. L’evento di sabato 24 febbraio si rivolge a bambini accompagnati dai genitori ed è aperto a tutti (senza necessità di prenotazione), con un’offerta libera per sostenere le attività. Oltre al laboratorio, ci sarà una mostra delle invenzioni già realizzate dai bambini del gruppo Fun Fridays Leuca.

 

 

Sannicola – Appuntamento al centro culturale di via Oberdan, giovedì 22 febbraio alle ore 19, per la presentazione del libro “Come le rose a maggio, una storia vera”, esordio letterario di Antonello D’Ajello (di Gallipoli). Per l’evento, organizzato dall’associazione Metoxè presieduta da Simona Mosco, si esibiranno Luana Ricci (di Sannicola) al pianoforte ed Emily De Salve (voce baritono, originaria di Tuglie). Letture a cura di Maria Cuccoli e Luca Morciano, dialoga con l’autore Valentina Manzo. L’evento è patrocinato dal Comune.

Corsano – Si è conclusa, domenica 18 febbraio a Corsano, la kermesse carnascialesca che ha premiato come “miglior maschera” quella di don Luca De Santis (foto). Il parroco del paese, originario di Miggiano, l’occasione ha scomodato la bizzarra ed emblematica figura di “Pennywise, il clown protagonista del romanzo “It” nato dal genio narrativo di Sthephen King. «Il carnevale a Corsano si fa da circa 36 anni, tuttavia, a memoria d’uomo, nessuno ricorda la partecipazione della parrocchia all’evento. Quando ho proposto l’idea al gruppo dell’oratorio e ai genitori dei ragazzi – afferma don Luca – inizialmente molti hanno manifestato un naturale imbarazzo che mi ha fatto comprendere come fosse necessario superare questo blocco attraverso il mio personale coinvolgimento. Poi è bastato poco per creare un gruppo coeso con i genitori e i ragazzi del servizio civile mi hanno aiutato molto ed insieme abbiamo contribuito ad accendere un entusiasmo contagioso». Sulla bizzarra scelta del personaggio di Pennywise precisa: «Il tema scelto per le maschere e il balletto vuole aprire ad una riflessione più ampia sul valore dell’amicizia, dell’unità e della condivisione che, insieme, rappresentano gli ingredienti necessari a sconfiggere le paure impedendo che esse alterino e condizionino il nostro modo di essere e di vivere». Rivolgendosi alla sua comunità, don Luca conclude: «Ritengo che in un contesto fortemente individualista come quello in cui ci troviamo, sia importante ritornare a far gruppo sfruttando il mondo delle associazioni e della parrocchia perché proprio le relazioni e le amicizie che si creano in questi luoghi possono aiutarci a combattere le tante solitudini che affliggono il nostro tempo e ad avere meno paura dell’altro. Oggi più che mai è importante instaurare relazioni vere dove si canta, si balla e si riflette insieme, dove ci si guarda negli occhi e non attraverso uno schermo. Agli adulti dico di investire il loro tempo nel sociale perché è un ottimo investimento educativo per le nuove generazioni e per il beneficio delle stesse famiglie».

Alessano – Mentre fervono i preparativi per accogliere Papa Francesco ad Alessano (dov’è atteso il 20 aprile), nell’anno dedicato a don Tonino Bello, il vescovo della “convivialità delle differenze”, la diocesi di UgentoSanta Maria di Leuca non fa mancare ai suoi fedeli gli appuntamenti per così dire “ordinari”. È iniziata lunedì 19 febbraio infatti nell’audiutorium Benedetto XVI di Alessano la 43^ settimana teologica dedicata al tema “Famiglia e giovani. Per un dialogo generazionale”. Il convegno è presieduto da vescovo della diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca monsignor Vito Angiuli. Nel primo incontro (tutti si tengono dalle 18.30 alle 20.30) è intervenuto il responsabile per il servizio pastorale giovanile della Cei, monsignor Michele Falabretti, sul tema “La realtà giovanile in Italia – analisi e prospettive”. Martedì 20 è stata la volta di Ernesto Diaco, direttore dell’ufficio scuola della Cei, sul tema “Una scuola per la vita – alleanze educative a servizio dei giovani”. Mario Del Verme (della pontificia fondazione Scholas occurrentes) e Daniele Pasquini (incaricato per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Regione Lazio) sono i relatori di mercoledì 21 sul tema “Educare i giovani ai valori – mettere in gioco le passioni”. Giovedì 22 sarà presente la pedagogista Chiara Scardicchio (“A.A.A. educatori cercasi – ritratto di una figura sempre in ricerca”) mentre venerdì 23 il tema sarà “Giovani, fede e discernimento: ora tocca a noi” e verrà trattato contemporaneamente in diverse sedi: nel salone dell’oratorio ad Acquarica del Capo, nel salone parrocchiale SS. Martiri a Taurisano, nel salone della chiesa di S. Antonio a Tricase e presso il salone parrocchiale di Alessano. Sabato 24 la chiusura ad Alessano presso l’auditorium Benedetto XVI, dove alle 20, in occasione della commemorazione dei 25 anni della morte di don Tonino Bello, si potrà assistere allo spettacolo “Il Bello di don Tonino”, proposto da Stefania Bruno, l“artista della sabbia” che, muovendo le mani su un tavolo retroilluminato, crea immagini, disegna mondi, personaggi e racconta storie.

Aradeo – Un successo a tutto tondo per la 30^ edizione del Carnevale Aradeino che domenica 18 febbraio ha salutato il 2018 con la seconda sfilata. Fugate le preoccupazioni per la pioggia (che già aveva costretto gli organizzatori a rinviare la data del 13), la giornata di festa è durata fino a tarda sera, animata lungo il percorso da Maria Neve Arcuti, Mariasole Giuri e Andrea Seterino, speakers/animatori di RNS 93.4, l’emittente radiofonica che segue la sfilata fin dalle origini. Curatissimi e affollatissimi i gruppi mascherati ed i grandi carri allegorici in cartapesta. Coinvolte le quarte classi della scuola primaria che hanno anche vinto il primo premio nella loro categoria con un lavoro sui 70 anni della Costituzione italiana. In piazza la grande festa, animata dall’ormai storico presentatore Michele Bovino e da Cesko degli Après la Classe. Quello del 2018 verrà ricordato come il carnevale dei grandi numeri con diverse migliaia di spettatori,  molti venuti dai paesi vicini. «È stata una scommessa vinta dopo il fermo di due anni della manifestazione, quando sembrava difficile ricominciare», afferma soddisfatto Damiano Mascello, il presidente del Gruppo carnevalesco. Entusiasmo anche nelle parole del sindaco Luigi Arcuti (con un passato di 11 anni da presidente del Gruppo Carnevalesco): «La festa segna il ritorno del Carnevale aradeino nel panorama delle importanti manifestazioni artistico-culturali del Salento, un evento che dà grandi possibilità di rilancio dell’intera comunità». A conferma di ciò la notizia che il Carnevale Aradeino ha vinto, insieme ad un ristretto numero di altri Comuni, un bando regionale che permette di finanziare la manifestazione per i prossimi tre anni. Quest’anno una mano importante, oltre che dagli sponsor, è stata data da Antonello Minerba che ha concesso gratuitamente alcuni suoi capannoni per costruire e conservare i carri allegorici. Molte le iniziative in cantiere del Gruppo carnevalesco: avviare corsi per la lavorazione della cartapesta, organizzare una sfilata in piena stagione estiva, promuovere un evento natalizio, puntare ad un evento ancora migliore per l’anno prossimo. Intanto gli organizzatori fanno sapere di aver assegnato il premio Solidarietà, frutto della generosità dei cittadini di Aradeo e dei gruppi partecipanti, all’associazione “Per un sorriso in più”.

Nardò – Per il terzo anno consecutivo alla Bushido Durante stage multidisciplinare di arti marziali e sport da combattimento. Il prossimo 11 marzo, a partire dalle ore 8.30, il “Pala Andrea Pasca” di Nardò ospiterà maestri ed atleti provenienti dai comuni delle province di Lecce e Taranto per praticare jujustu, karate shotokan (uno stile moderno nato dall’incontro di varie arti marziali), aikido (praticato in Giappone sia a mani nude che con armi bianche tradizionali), kick boxing e krav maga (sistema di combattimento ravvicinato e di autodifesa di origine israeliano).

Lo stage sarà diretto come di consueto dal maestro neretino Gregorio Durante, con la sua esperienza e i suoi titoli (7° dan jujustu, 6° dan karate shotokan, 6° dan kick boxing e istruttore krav maga), e sarà aperto non solo agli atleti ma anche a chiunque intenderà cimentarsi ed apprendere tali discipline. Lo stesso Durante curerà le fasi di jujustu assieme ai maestri Patrizia Colao (Taranto) e Antonio Martano (Nardò), entrambi 4° dan; di karate shotokan si occuperanno Aldo Garofalo (Taviano, 7° dan) e Michele Lanave (Lecce, 4° dan); di aikido Mario Delle Foglie (Taranto, 6° dan); di kick boxing i maestri neretini di 6° dan Walter e Riccardo Guagnano; di krav maga Dino Frascella (Taranto) ed Ezio Manzone (Lecce). Lo stage è patrocinato dal Comune di Nardò, dal Coni e dallo Csen (ente di promozione sportiva con cui la Bushido Durante è affiliato).

Inoltre, alcuni giorni fa una folta rappresentanza della Bushido Durante (composta dai maestri Durante, Martano e Delle Foglie, dagli istruttori Mariangela Falconieri e Andrea Martano, dall’allenatore Marcello Cazzato e dagli allievi Paola Cordella, Luca Spagna, Antonietta Martignano, Guido Muci, Christine De Paola, Annalisa Lupo e Antonio Sambati, tutti di Nardò) ha presenziato presso la sede del comitato provinciale Csen al corso con abilitazione all’utilizzo del defibrillatore: la sicurezza e il primo intervento sono argomenti da sempre posti in primo piano dall’associazione del maestro Durante.

Nardò – C’è la Tav Jonico Salentina sul tetto regionale nella specialità Percorso caccia in pedana. La società neretina nei giorni scorsi in quel di Veglie, col risultato di 129/150, si è laureata campione d’inverno, imponendosi sulle due compagini di San Donaci, Shooting Club e “Passione e Natura”, che hanno chiuso rispettivamente con 128/150 e 127/150 + 53; quarto posto per i padroni di casa della Tav Veglie (127/150 + 43).

Il movimento guidato dal presidente Flavio Maglio, neretino, brilla anche nelle classifiche individuali: medaglia d’argento per Antonio Dollorenzo (Cutrofiano) e bronzo per lo stesso Maglio (2ª categoria). Fra le “Lady”, argento anche per la figlia di Flavio, Sofia Maglio – campionessa mondiale di tiro a volo – e bronzo per la leccese Claudia De Luca. La Tav Jonico Salentina è stata rappresentata anche da Michael Rimo (Racale), Nicola Giuseppe Mauro ed Elio De Luca (Lecce), Flavio Leone (Veglie), i neretini Giancarlo Paglialunga e Antonio Corvo, e Stefano Longo (Cutrofiano).

Per la Tav Jonico Salentina è solo uno splendido inizio di un calendario ricco di appuntamenti: nella notte a cavallo tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio, Sofia Maglio, Michael Rimo, Paolo Mezzi, Claudia ed Elio De Luca prenderanno parte al Grand prix nazionale di double trap, nelle categorie individuale, a squadre e mixed team (coppie neretine Maglio-Rimo e padre e figlia De Luca). Il 25 febbraio a Torre Santa Susanna sarà tempo di fossa olimpica. Non solo: il prossimo 4 marzo Nardò ospiterà il campionato regionale di double trap e contemporaneamente a Scorrano si disputerà il campionato regionale di fossa universale. Ci sarà tempo e modo per nuove soddisfazioni.

Parabita – I ragazzi dell’Istituto comprensivo di Parabita nel brindisino sulle orme di Angelica. Lo scorso 19 febbraio i ragazzi delle quinte classi della elementare della scuola diretta da Antonia Perrone hanno  visitato Masseria Canali di Mesagne, un tempo appartenuta alla sacra corona unita. Insieme a loro anche un gruppo di studenti della media per riflettere sulla storia di questo bene e sulla sua fruizione.  Quest’ultimi, inoltre, nella stesa mattinata hanno pure visitato la biblioteca pubblica dell’Archidiocesi di Brindisi dove è stato creato  un fondo librario sulla mafia intitolato ad Angelica Pirtoli, la piccola parabitana vittima della mafia. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del laboratorio di legalità promosso dal comitato “Piazza delle idee”, guidato da Marco Cataldo, con la collaborazione dell’Istituto comprensivo, dell’equipe “Swap Museum” e dello studio “Aut fotografia” di Parabita. Obiettivo del progetto quello di far riflettere i ragazzi e stimolarmi ad immaginare possibili attività di riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità, come Parco Angelica di Parabita. Saranno gli stessi alunni, attraverso la guida di un esperto, a realizzare un video racconto incentrato sulla storia di Angelica Pirtoli e a proporre dei “micro video” in cui sarà rappresentato  quello che secondo loro potrebbe  diventare  Parco Angelica.

 

Galatina – “Piano territoriale sociale di zona” in elaborazione per l’Ambito di Galatina. Venerdì 23 febbraio presso la sala polifunzionale dell’Ambito di Galatina, in via Montegrappa n. 8, sono chiamati a raccolta i soggetti protagonisti del IV Piano territoriale sociale di zona 2018-2020 dei comuni di Galatina (capofila), Aradeo, Cutrofiano, Neviano, Sogliano Cavour e Soleto. Il “tavolo di concertazione” riguarda vari temi: famiglie e minori, percorsi di inclusione attiva per il contrasto alla povertà, interventi di prevenzione e contrasto in tema di dipendenze patologiche, cultura dell’accoglienza – potenziamento del welfare d’accesso (immigrazione – segretariato sociale), presa in carico disabilità e non autosufficienza, contrasto maltrattamento e violenza. I promotori consigliano, prima di partecipare ai Tavoli di progettazione, di prendere visione dei servizi erogato dell?Ambito sociale pubblicati sul portale dell’Ats sull’indirizzo www.ambitozonagalatina.it. Ogni intervento, tra l’altro, dovrà essere preliminarmente espresso sulla scheda idea-progetto. Entro giovedì 22 febbraio, quanti sono interessati a partecipare alla realizzazione del Piano sociale di zona 2018-20 dovranno produrre la dichiarazione di manifestazione di interesse a percorso di progettazione, la scheda idea-progetto (non obbligatoria), la fotocopia del documento di identità del dichiarante (i moduli sono scaricabili in formato elettronico sui siti internet dei Comuni interessati).

Nardò – “La Dispensa del Salento” si immerge tra storia, arte e cultura. Presso l’attività in via De Viti De Marco, grazie alla passione di Marcello Fracella ed Antonella Colazzo, si parlerà della città di Nardò e delle ragioni che nel tempo l’hanno resa meta attrattiva. In collaborazione con l’associazione culturale “Le Luci del Barocco” e la Pro loco Nardò e Terra d’Arneo, il prossimo venerdì 23 febbraio, alle ore 18, il punto di riferimento neretino dei prodotti tipici agroalimentari apre le porte a tutti: dopo i saluti di rito del sindaco Giuseppe Mellone, dell’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto e dello stesso Marcello Fracella, interverranno l’esperta in archeologia Antonietta Paglialunga sul tema “Tesori dal passato”, a seguire l’avvocato Giovanni Montinaro su “Nardò e i segni delle culture”, infine il presidente della Proloco Nardò e Terra d’Arneo, Carlo Longo, che approfondirà il tema della cultura come valore attrattivo. Modererà il convegno Giovanni Malacari, direttore di Oltreme.it. A seguire una degustazione con prodotti tipici enogastronomici del territorio, per un viaggio tra passato e presente, cultura e gusto.

Alliste – Nuovo convegno sulla “Fusione tra Comuni” mercoledì 21 febbraio, alle ore 18,30 nella sala consiliare di Alliste. A promuovere l’appuntamento sono le associazioni La Piazza, Vittorio Bachelet, Terre Bruciate e Paideia che già lo scorso 26 gennaio avevano proposto l’argomento presso il centro culturale “Quintino Scozzi” di Melissano. “Cambiamenti ed opportunità per lo sviluppo nelle nostre città” è il tema di fondo che sarà sviluppato nel corso della serata. L’introduzione è affidata ad Arianna Stefano del comitato “pro-fusione” di Melissano con i saluti del sindaco della città Renato Rizzo, presidente dell’unione dei Comuni Jonico salentina, di Angelo Catamo, assessore della stessa Unione, di Federica Causo, presidente della Consulta giovanile Alliste – Felline, e di Gianluca Vincenti del comitato pro-fusione di Taviano. Gli interventi saranno di Luigino Sergio, responsabile Sud-Italia del Comitato nazionale fusione dei Comuni, e dello storico Ennio Ciriolo.

Casarano – Sfilata conclusiva, domenica 18 febbraio, del Carnevale casaranese targato Pro loco. Anche perché costretti dalla pioggia di martedì scorso, gli organizzatori hanno deciso di unire la festa della Pentolaccia, già programmata per oggi, con la chiusura del Carnevale: tutto si svolgerà presso i giardini comunali William Ingrosso per la concomitanza di un appuntamento elettorale in piazza San Giovanni. Resta fissata alla ore 15 la partenza da viale Ferrari (all’altezza dell’ex supermercato Dico) da dove il  corteo attraverserà via Nardò, via Carlo Magno e corso XX Settembre verso la villa comunale. Malgrado alcune defezioni locali, sono annunciati gruppi provenienti anche da TaurisanoMelissanoMatino e Parabita. La stessa festa per la Pentolaccia Casaranese prevede anche la partecipazione delle Pro loco di Matino e Parabita. Si procederà alla rottura delle pentolacce in terracotta e non mancheranno giochi tradizionali, come la “siloca” e il “cavalluccio”. Grazie agli ospiti del Centro anziani, ci saranno anche i nonni che racconteranno i tradizionali “cunti” ai bambini e ai ragazzi presenti.

Parabita – Record nazionale centrato per Erika Gaetani. Al Meeting del Titano, sabato 17 febbraio, la 14enne di Parabita ha stabilito il nuovo miglior tempo della categoria “ragazze” con uno strabiliante 28’83 nei 50 dorso (vasca lunga). Il record è stato stabilito presso il Centro sportivo di Serravalle (Repubblica di San Marino) nel meeting valido quale prima tappa del Gran Prix d’Italia. Il successo dell’atleta rende felice la società “Olimpica Salentina” di Casarano e l’allenatore Gianni Zippo che da anni ha dimostrato di credere nel talento della ragazza. Il recedente record, di 47 centesimi superiore, apparteneva a Costanza Cocconcelli ed era stato ottenuto a Riccione il 24 luglio 2016.

Torre Vado – Amore per il territorio e voglia di dedicare un po’ del proprio tempo libero per contribuire a valorizzarlo: sono questi i requisiti per chi voglia far parte della Pro loco Torre Vado, che lancia la campagna tesseramenti 2018. Presieduta da Marco Cavalera (archeologo del paesaggio, guida turistica e membro dell’associazione Archès), la Pro loco punta a stimolare la cooperazione e il senso di comunità, accogliendo idee per la valorizzazione non della sola Torre Vado ma anche di Barbarano del Capo e Morciano di Leuca. Fra le principali attività in programma ci sono le aperture ordinarie e straordinarie del Santuario di Santa Maria di Leuca del Belvedere a Barbarano, con annesso servizio di visita guidata presso il complesso monumentale e le vicine “vore”; la seconda edizione di “Hospitalia”, evento storico evocativo per riscoprire le antiche vie dei pellegrini in occasione dei trent’anni dal restauro di Leuca Piccola; i servizi di assistenza e informazione turistica erogati sul territorio; e la valorizzazione del patrimonio archivistico, archeologico e rurale di Morciano.

Quest’anno, inoltre, la Pro loco si avvale di due operatori del servizio civile (Jennifer Taurino e Alessio Stefàno, in foto con Marco Cavalera), coinvolti in una serie di studi storici sul territorio di Morciano e Barbarano. Il tesseramento alla Pro loco Torre Vado prevede il versamento di una quota associativa di 25 euro. Le iscrizioni possono essere effettuate dal lunedì al sabato, dalle ore 8:30 alle 12:30, presso il Centro Anziani di Morciano, in piazza Giovanni Paolo II (accanto all’Ufficio dei Vigili). Info al numero: 340.5897632.

Galatone – Giornata di pulizie quella di domenica 18 febbraio a Galatone grazie all’impegno del comitato di quartiere “San Luca – Fulcignano – Serre”. Si tratta di un gruppo di residenti del rione situato a ridosso dell’antico castello di Fulcignano costituitosi  spontaneamente nel novembre scorso (presidente Enrico Spagna). In mattinata, dalle 9, è in programma la giornata “verde” (con raduno in via Gobetti) organizzata in collaborazione con il gruppo “Galatonesi a raccolta”. Al grido di “pulito è più bello”, residenti e volenterosi si armeranno di guanti e ramazze per ripulire alcune aree del quartiere dai rifiuti gettati in maniera indiscriminata, recuperando le aiuole disseminate nelle piazzette della zona e falciando le erbacce che invadono le strade. Una domenica mattina all’insegna dell’azione diretta sul territorio, in collaborazione con un’associazione – quella dei volontari di “Galatonesi a raccolta” – che negli scorsi mesi si è distinta per gli interventi nelle aree periferiche della città, ripulendo da rifiuti di ogni genere le campagne e i cavalcavia utilizzati come discarica a cielo aperto, oltre che sensibilizzando al rispetto dell’ambiente.

Le proposte per il traffico – Pochi giorni fa, inoltre, il comitato si è reso protagonista anche di un’altra importante iniziativa, redigendo alcune proposte di modifica alla circolazione stradale nel rione, partendo dall’esperienza diretta e dalle difficoltà che in alcuni tratti viari il traffico crea: con tanto di mappatura e materiale fotografico, i residenti hanno inoltrato all’Amministrazione comunale (in procinto di varare un nuovo Piano traffico) le osservazioni su alcuni sensi di marcia delle strade del rione, segnalando le eventuali modifiche da apportare alla viabilità, e anche ottenendo un incontro con l’assessore al ramo per discutere le criticità evidenziate. «L’invito alla partecipazione alle iniziative è aperto a tutti, nell’ottica del rilancio di un quartiere spesso dimenticato».

Casarano – Nuovo appuntamento con il teatro per ragazzi proposto, a Casarano, dalla rassegna Bagliori d’ombra. “I tre porcellini” è lo spettacolo in programma domenica 18 febbraio, alle 17,45 presso l’auditorium comunale “Gino Pisanò” (ingresso 4,50 euro). In scena la compagnia Abruzzo Tucur. Prima dello spettacolo, come di consueto, spazio alle Fiabe con merenda, spazio dedicato alla lettura ad alta voce e all’immaginazione. La rassegna, organizzata dal Teatro Le Giravolte di Aradeo, torna il 4 marzo con la compagnia Settimo cielo in “Mozart MC High Energy”.

Parabita – Con la fine del Carnevale e a ridosso della prima domenica di Quaresima, ritorna anche quest’anno a Parabita, la festa della pentolaccia. Due gli appuntamenti in programma: “Pentolaccia insieme a noi” con la festa in maschera organizzata sabato  17 febbraio, alle ore 21, nei locali di via Roma 111, a cura di Maurizio Giannelli, Gianfranco Coi e Michele Maggio. «Siamo pronti per rivivere anche quest’anno dei momenti di allegria insieme a tutti coloro che saranno interessati a prendere parte all’iniziativa», affermano gli organizzatori. Oltre all’ intrattenimento musicale, durante la serata sarà anche allestita una grande pentolaccia realizzata in cartapesta che farà da cornice all’evento. Divertimento assicurato pure domenica 18 febbraio, alle 19, presso il salone parrocchiale di Sant’Antonio. Come ogni anno a promuovere l’iniziativa con ingresso libero è il gruppo “Iride” della parrocchia. Canti, balli e giochi in allegra compagnia, allieteranno l’edizione targata 2018.

Aradeo – Il Carnevale di Aradeo si conferma uno degli appuntamenti più importanti dell’intera provincia. Dopo il grande successo di domenica scorsa, che ha fatto registrare la presenza di diverse migliaia di spettatori, i carri ed i gruppi mascherati della 30^ edizione del Carnevale aradeino torneranno in strada nel primo pomeriggio di domenica 18 febbraio lungo lo storico percorso che va da viale della Libertà fino a piazza San Nicola. C’è grande attesa per questa seconda sfilata, inizialmente prevista per martedì 13 e poi rinviata a causa del maltempo, perché gli organizzatori del Gruppo Carnevalesco “Oscar Tramacere”, con in testa il loro presidente Damiano Mascello, sono riusciti a coinvolgere non solo tantissimi cittadini (grandi e piccoli) del luogo, ma anche numerosi gruppi provenienti da Neviano, Maglie, Seclì e Sogliano. In testa ci saranno sempre i musicisti della Banda Città di Aradeo, anche se non in divisa ufficiale perché successivamente impegnati in vari gruppi mascherati. Allestiti due palchi lungo il percorso, entrambi con spazi destinati alle performance musicali e scenografiche. Sul palco centrale, in piazza, i due presentatori, Michele Bovino e Cesko degli Après la Classe. Radio ufficiale dell’evento è RNS 93.4. Da sottolineare la presenza tra i gruppi mascherati di due associazioni di diversamente abili, “Santa Laura” di Seclì e “Abilmente insieme” di Noha. Domenica si conosceranno i vincitori delle sette categorie stabilite dagli organizzatori: gruppi mascherati, gruppi mascherati con lavori in cartapesta, carri (di 1^ e di 2^ categoria), gruppi mascherati abbinati ai carri, premio simpatia e premio solidarietà.  Prima della premiazione finale verrà estratto il vincitore della “Lotteria dello Sciacuddhruzzi”, che prende il nome dal folletto simbolo del carnevale aradeino. Al servizio d’ordine collaborano 185 volontari di Protezione civile, Misericordia, Pro Loco e “Appassionati dell’ultima ora”. Questa edizione riporta il carnevale aradeino allo splendore degli anni passati, dando lustro, dopo due anni di fermo, ad una manifestazione che è ormai entrata a fra parte delle tradizioni culturali salentine e questo grazie ad un gruppo di infaticabili che oltre all’entusiasmo, hanno dimostrato di possedere consolidate competenze nella lavorazione della cartapesta e nella costruzione dei carri meccanici.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...