Home Temi Associazionismo
Notizie sull'Associazionismo dai Comuni del Salento della rete di Piazzasalento

ALLISTE. È già tempo di progettazione dell’ormai consueto tour invernale per “La Band di Babbo Natale”. L’11 settembre scorso, infatti, si sono avviate – e procedono spedite – le iscrizioni a “La sfilata della solidarietà”: si protrarranno fino al 22, tutti i giorni dalle 19 alle 20,30, presso la sede associativa di via Marangi (dietro la torre dell’orologio). Il corteo di babbi, elfi e majorette inizierà il 2 dicembre e toccherà 11 paesi diversi (una tappa in più del 2016): confermati, come ogni anno, gli appuntamenti di Melissano, Alliste, Racale, Taviano e Ugento; a cui si aggiungeranno le tappe di Maglie, Monteroni di Lecce, Galatone, Felline, Sternatia, Nociglia e Specchia, dove la Band ha deciso di rinviare la riunione organizzativa con le associazioni a seguito del grave lutto che ha colpito il paese per la scomparsa di Noemi Durini. Tra le altre novità di questa edizione è prevista una sfilata anche a Felline; inoltre la tappa di Alliste si terrà il 17 e non, come da tradizione, il 24 dicembre, quando invece sarà previsto un momento inedito e sorprendente nel centro antico del paese, in collaborazione e condivisione con le altre realtà associative locali. La consueta lotteria di base ammonterà quest’anno a 13mila euro (a 10mila fino alla scorsa edizione): i blocchetti sono prenotabili chiamando il numero 3483985865.

La presentazione del tour avverrà il 5 novembre prossimo a Racale. Si arricchisce intanto la lista dei testimonial dell’evento, tra questi: Carolyn Smith, Samuel Peron, Simone Di Pasquale, il cast di “Un posto al sole”, Povia, Silvia Mezzanotte, Lorella Cuccarini, Litfiba, Beppe Vessicchio, Sud Sound System, Cristina D’Avena, Selvaggia Lucarelli ed Edoardo Winspeare. A fine settembre, il presidente della Band, Giorgio Adamo, partirà alla volta di Roma per “ingaggiare” nuovi protagonisti sensibili alla causa: il campione di nuoto Massimiliano Rosolino con la moglie ballerina Natalia Titova, e l’attore Francesco Arca. La Band, dal 2011 a oggi, ha destinato 130mila euro a sostegno dell’associazione “Per un sorriso in più” del reparto di Onco-Ematologia Pediatrica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. E non ha intenzione di fermarsi.

RACALE. Due importanti appuntamenti saranno ospitati dagli spazi di Staisinergico, associazione di promozione sociale che ha sede in alcuni locali di Palazzo D’Ippolito a Racale. Domani sera, 16 settembre, dalle ore 19.30, sarà presentata la nuova opera in ferro di Pierpaolo Gaballo, illustratore e designer nativo di Galatina. La serata (“Foglia Simmetria Cuore”) vedrà Federica Sgrazzutti dialogare con Gaballo e con Staisinergico, con cui l’artista ha collaborato per la realizzazione dell’opera che allestirà la sala principale di Palazzo D’Ippolito. Il lavoro della realizzazione della creatura di Gaballo (firmato dall’azienda di Melissano “Palese Taglio Laser”), sarà documentato dalla regista Federica D’Ippolito con un breve video-reportage. A seguire un buffet offerto da Staisinergico e dalle aziende Agricole Vallone, Trattoria Le Macare, Salumificio Santoro e Tenuta Bianco.

Venerdì 22 e sabato 23 settembre, poi, sempre nei locali di Staisinergico, si terrà la 7ª edizione di Espresso Coworking, la non-conferenza nazionale che, ogni anno, mette insieme realtà diverse provenienti da tutta Italia. Il tema di quest’anno sarà “Coworking e Imprese, una sinergia possibile e necessaria”. Nella due giorni si susseguiranno incontri, tavoli tematici e una serata conclusiva nel giardino di Palazzo D’Ippolito, aperti a tutti, in cui i salentini e i turisti presenti nelle nostre zone potranno conoscere meglio i temi legati alle nuove forme di lavoro, all’economia collaborativa e alla rigenerazione urbana, direttamente dalla voce di chi li pratica ogni giorno in tutta Italia. Quella di quest’anno sarà un’edizione mediterranea e rurale: “Da qualche anno – spiegano da Staisinergico – cerchiamo di portare avanti un’idea di ruralità che vada al di là della definizione legata all’agricoltura o alla campagna e che contenga anche il turismo come momento di co-progettazione di sviluppo locale. A Racale, dopo aver ascoltato molto la comunità, abbiamo disegnato un piccolo modello nostro di coworking che, in realtà, è ancora in costruzione. Per questo abbiamo fortemente voluto qui questa importante occasione di confronto”. Espresso Coworking è organizzato da Staisinergico, Warehouse Coworking Factory, Multiverso, Lab121 e Mod-on, col patrocinio del Comune di Racale. L’evento rientra nel programma “Mettici le mani”, finanziato dalla Regione Puglia.

GALLIPOLI. Due settimane fa a Gallipoli, presso la Ferrovia automatica della strada vicinale San Giovanni, qualcuno uccise quattro cani: questo pomeriggio, esattamente nel posto dove sono stati ritrovati i poveri randagi, qualcun altro ha voluto ricordare, con piccoli ma semplici gesti, l’atrocità di quanto accaduto. Stando a quanto appurato, una madre e i suoi cuccioli sarebbero stati avvelenati. Sulle tracce dei responsabili ora c’è la Polizia, in seguito alle denunce da parte di associazioni animaliste e di privati. Al vaglio ci sono anche le registrazioni degli impianti di video sorveglianza della zona. A volere fortemente il ricordo di oggi è stata ideata Gabriella Oltremonte, la volontaria che si è occupata dei quattro cani per mesi e che ora chiede sia fatta giustizia. «Questo episodio gravissimo non deve cadere nel dimenticatoio – afferma la volontaria – e noi non ci fermeremo finché non otterremo giustizia. Anche il Movimento animalista con Pierre Luigi Trovatello, responsabile per la provincia di Lecce, si sta muovendo per lo stesso scopo; so che è stato chiesto un incontro con il Sindaco a breve, per discutere sulla possibilità di adottare nuove misure a livello territoriale per il randagismo». Sensibilizzare e mantenere viva l’attenzione è stato, dunque, lo scopo dei manifestanti, che non accettano che un atto così crudele passi senza alcuna conseguenza. «È importante coinvolgere sempre più persone – afferma Anna Rita Gatto – perché ancora ad oggi non abbiamo saputo chi sia stato il colpevole. Ritengo che per evitare si ripetano simili episodi, il Comune dovrebbe disporre delle aree- rifugio, dove gli animali abbandonati possano stare al sicuro».

Pro Loco Aradeo

ARADEO. È nata nei giorni sorsi la Nuova Pro Loco Aradeo. Con la presidente  Florinda Giuri, nel Consiglio direttivo ci sono Daniela Giuri (vicepresidente), Gianni Barone (segretario-tesoriere), Fabrizio Arcuti, Assunta Barrotta, Donato Piccinno e Mirco Carlino.  Il collegio dei probiviri risulta composto da Nicola Longo (presidente), Antonio Mighali (segretario) e Ippazio Bianco ed il collegio dei revisori dei conti da Pasquale Fabrizio Casaluci (presidente), Giancarlo Guido (segretario) e Sandro Stefanizzi. L’associazione al momento della nascita conta ben 136 iscritti ed il numero è quasi raddoppiato, anche perché l’associazione ha voluto regalare una tessera a tutti i diciottenni del paese in occasione della loro prima festa promossa dal Comune domenica 6 agosto. La Pro Loco si avvia così ad essere il punto di riferimento per associazioni ed iniziative promosse a favore del paese. «Abbiamo semplicemente colmato un vuoto. Ad Aradeo mancava quest’associazione e ci siamo impegnati a farla nascere senza vincoli politici. È aperta a tutti ed ha bisogno del contributo di tutti per esprimere al massimo le sue potenzialità a favore dei cittadini»: questa per la presidente Giuri la posizione unanime di tutto il gruppo dirigente. L’obiettivo comune è quello di valorizzare la  storia, i monumenti, le feste, le sagre e soprattutto la ricchezza delle sue iniziative culturali e sportive del paese.

Paola Ria, a guida dell’associazione “Vittorio Bachelet”

TAVIANO. L’associazione “Vittorio Bachelet”, in collaborazione con “Temenos recinti teatrali” e con il supporto dell’Associazione nazionale magistrati della sezione di Lecce, nell’ambito del progetto “We Legality”, organizza per domenica 30 luglio, alle ore 21, un incontro con Nicola Gratteri,  procuratore della Repubblica di Catanzaro, per discutere intorno al suo libro “Padrini e padroni – come la ‘Ndrangheta è diventata classe dirigente”. L’evento, che avrà come  location  la corte Garibaldi, nel centro storico di Taviano, è inserito nella rassegna estiva “Girodicorte” che sta riscuotendo un grande successo di pubblico. Introduce Paola Ria, presidente della “Bachelet”, coordina Gabriele Pasca (associazione “La Piazza”), con i saluti di Roberto Tanisi, neopresidente della Corte d’Appello di Lecce; dialoga con l’autore il giornalista Pierluigi Senatore. Intervengono Maria Santantonio e Paolo Coronese. Il progetto “We Legality” ha ottenuto il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e si prefigge l’obiettivo di promuovere la cultura della legalità tra le nuove generazioni. Nicola Gratteri è un magistrato impegnato in prima linea contro la “Ndrangheta” e vive sotto scorta dall’aprile del 1989.

CASARANOQuali migliori testimonial della donazione degli stessi donatori? È questa l’idea che ha animato la singolare campagna estiva di sensibilizzazione dei donatori di sangue dell’associazione Adovos “Fabio Abbruzzese”. Mente e motore dell’iniziativa è stata Maria Prete, vulcanico presidente dell’Adovos di Casarano, che ha iniziato a pensare a come sensibilizzare alla donazione in modo diretto e originale, quando ancora erano in corso i preparativi per la raccolta straordinaria di sangue organizzata nella sede dell’associazione lo scorso 14 giugno, in occasione della Giornata mondiale della donazione. In quella circostanza, la Prete ha pensato bene di chiedere ai circa trenta donatori che erano accorsi alla sua chiamata la disponibilità per una campagna di sensibilizzazione. Impossibile, per un donatore, declinare un invito del genere. Per poter dar corpo alle idee di Maria Prete, però, c’era bisogno anche di un fotografo sensibile a tali tematiche. A rispondere all’appello, senza esitazioni ed a titolo gratuito, è stato Antonio Parrotto, dello studio Infinitoperfetto di Parabita. Parrotto ha scattato, oltre alla classica foto di gruppo, diversi altri scatti che ritraggono i donatori a gruppi di cinque. Il messaggio, però, è sempre lo stesso: «Un donatore di sangue lo sa. L’estate non significa solo vacanza. Passa a donare prima di partire».

MELISSANO. Proprio quarant’anni fa, il 18 luglio 1977, nasceva la Fidas di Melissano, in seguito intitolata a Fernando Rimo, il primo giovane donatore strappato prematuramente all’affetto dei suoi cari. La lunga storia della Fidas melissanese, dunque, vide gli albori nel 1976, quando un gruppo di persone si riunì per chiedere ufficialmente l’apertura di un’emoteca presso il Centro trasfusionale di Gallipoli. Nel 1977, poi, l’Adovos di Taviano chiese al gruppo di aderire alla Fidas. Il promotore dell’iniziativa fu Luigi Margari, già consigliere dell’Adovos tavianese e poi primo presidente della sezione melissanese. Tante sono state le iniziative dedicate alla sensibilizzazione alla donazione del sangue messe in piedi dalla Fidas nel corso di questi quattro decenni e tante altre ne dovranno ancora arrivare.

Il 1° luglio, presso largo Gesù Redentore, la locale sezione, guidata dalla presidente Lucilla Piscopiello, ha organizzato una grande festa (“Danza la vita”) per celebrare al meglio le quaranta candeline. Si sono esibiti ballerine e ballerini del Centro Danza Syplhide che hanno danzato tra giochi d’acqua e di fuoco, facendo il pieno di applausi. Emozionatissima la presidente Piscopiello che ha ringraziato la Sylphide, la Cazacu’s, ditta specializzata negli spettacoli d’acqua e fuoco, Croce rossa italiana, Polizia municipale, Vigili del fuoco, vigilanza antincendio, Commissione pubblico spettacolo, server, tecnici, il sindaco Conte, sponsor e tutti i collaboratori Fidas, “e soprattutto – ha sottolineato – un grazie a tutti i donatori, con tutto il cuore”. La prossima giornata di donazione è fissata per domenica 30 luglio, presso palazzo Santaloja.

alitzai premiazioneALLISTE. Continua a fare incetta di premi e di risate l’Associazione Teatrale “Alitzai” che, come di consueto, è impegnata anche quest’anno nel suo tour estivo in giro per il Salento, ricevendo applausi e certificazioni da ogni dove. Per quanto concerne la rassegna estiva, il titolo della commedia in vernacolo rappresentata è “Mamma mia pè lu pilu…cci paccìa”. Tanti gli appuntamenti in questo mese di luglio, già ben avviato: il 3 a Monteroni di Lecce, il 7 a Miggiano, l’11 a San Pietro in Lama, il 12 a Calimera, il 15 a Leverano,il 23 a Diso e il 31 a Torre San Giovanni.  Si tratta di una commedia in due atti, la cui regia è curata da Antonio Gaetani. Tra i protagonisti, abbiamo: Claudio Napoli, Valentino Pacella, Soave Napoli, Loretta Del Tufo, Carlo Macrì, Marisa Branca, Giorgia Renna, Francesco Esposito e Gabriele Esposito.

Grazie a questa rappresentazione, il regista Antonio Gaetani  come “Miglior regia teatrale” e il presidente associativo Claudio Napoli come “Miglior attore protagonista”, sono stati premiati il 12 luglio scorso durante il “Concorso di teatro dialettale”, a Monteroni. Il 14 poi, nella 1^ Rassegna Teatrale “Ciak…ci siamo” di Calimera, altri due riconoscimenti: all’esibizione come “Miglior commedia” (votata dal pubblico) e a Napoli come “Miglior attore protagonista”. Domenica 16, l’ennesimo prestigioso riconoscimento collettivo nell’VIII rassegna teatrale “Recitando sotto le stelle” e quello individuale di “Miglior attore” per il presidente, organizzata dalla compagnia degli “Anonimi Salentini”, a Leverano.

Don Pippi

Don Pippi

GALLIPOLI. Eletto il direttivo dell’associazione intitolata a “Don Pippi Leopizzi” il 12 luglio, proprio in coincidenza col suo 53° di sacerdozio: don Santo Tricarico (presidente), don Salvatore Leopizzi (vice presidente), Roberto Piro (segretario), Tonino Solida (cassiere) e Speranza Pizzileo; Giuseppe Albahari (revisore dei conti). Queste, invece, le prossime iniziative: martedì 18 è prevista una conversazione su “morte e vita nel Mediterraneo” a cura di Maurizio Albahari, professore associato presso il dipartimento di Antropologia dell’Università californiana di Notre Dame. Il 4 agosto appuntamento con la poesia: al  Rivellino “Gallipoli non solo mare”, in collaborazione con l’oratorio Anspi. E’ imminente, infine, la  pubblicazione del libro di poesie inedite del sacerdote scomparso.

NARDÒ. Il camper della Cgil tra i migranti di Boncuri e dintorni. L’11 luglio il sindacato, guidato dalla delegazione Flai di Lecce, ha avviato la campagna “Ancora in campo!”. L’obiettivo era quello di incontrare i lavoratori impegnati nella raccolta di angurie e pomodori a Nardò, Sant’Isidoro e Copertino per fornire loro acqua e cappelli di paglia. Per Valentina Fragassi, segretaria generale Cgil Lecce, “dal 2011 a oggi qualcosa è cambiato, ma siamo ancora ben lontani da una situazione soddisfacente. È positivo il fatto che in Prefettura si stia per firmare un protocollo tra istituzioni e organizzazioni sindacali e datoriali e del terzo settore. Ma occorre ancora impegnarsi nella programmazione e superare questa fase di intervento in emergenza su una situazione ormai ben nota”. Critica anche Monica Accogli, segretaria generale Flai Cgil Lecce: «La Regione Puglia – dichiara – avrebbe dovuto installare nei terreni circostanti dei moduli abitativi che, però, probabilmente non sono ancora pronti. Per cui il Comune di Nardò nel frattempo sta utilizzando anche quest’anno delle tende fornite dal Ministero dell’Interno, peraltro non ombreggiate adeguatamente, che serviranno ad affrontare il problema soltanto in modo emergenziale. Ci rendiamo conto, pertanto, che la situazione non è ancora risolta e non abbiamo ancora contezza di chi stia gestendo l’accampamento situato nell’area di Masseria Boncuri, rendendo impossibile censire il numero e il tipo di presenze». Mentre il sindacato promette che presidi e sopralluoghi proseguiranno nelle prossime settimane e si spingerà affinché domanda e offerta lavorativa si incontrino in maniera trasparente e senza intermediazione illecita, il segretario regionale della Flai Cgil Antonio Gagliardi osserva che a Boncuri sono presenti “anche quest’anno i caporali degli anni passati, ironia della sorte ospitati proprio tra masseria e tendopoli” messe su tramite risorse pubbliche. Intanto nel Neretino si contano più o meno quattrocento lavoratori stranieri. Probabilmente ne arriveranno altri nei prossimi giorni. Ed è di nuovo emergenza, oggi come ieri.

Il corteo antifascista dello scorso 27 maggio

Il corteo antifascista dello scorso 27 maggio

Nardò. Si è ufficialmente costituita a Nardò lo scorso 1 luglio la sezione cittadina dell’Anpi, Associazione nazionale partigiani italiani. La sezione neretina sarà intitolata a Giuseppe Carrino, l’allievo nell’arma dei carabinieri che si arruolò tra i partigiani durante la resistenza in Piemonte con il nome di battaglia Lecce e morì il 31 marzo del 1944 a soli 21 anni con altri tre giovani partigiani a Feletto Canavese, vittima di  un’imboscata tesa dai nazifascisti durante un’operazione alla ricerca di materiale esplosivo. Il direttivo, presieduto da Gianfranco D’Eramo, è costituito da Laura Ragogna (vicepresidente), Loredana Giliberto (segretario verbalizzante), Anna Rita Colopi (segretario amministrativo) e dai consiglieri Claudia Raho e Francesca Marcuccio.

Lo scorso 4 giugno presso lo spazio sociale di “Nardò Bene Comune” in via Carducci 77 è partita la campagna tesseramento, con la proiezione del film “”Il sogno di Fausto e Iaio”, realizzato grazie a una campagna di crowdfunding da Daniele Biacchessi e Giulio Peranzoni.

 

 

castello medievale acquaricaACQUARICA DEL CAPO. L’associazione teatrale Diversamente stabili in collaborazione con l’associazione Micaela Greco e l’amministrazione di Acquarica del Capo presenta lo spettacolo “Le avventure di Robin Hood”, messa in scena dai bambini del laboratorio teatrale condotto da Antonio D’Aprile, che ha curato l’adattamento e la regia dello spettacolo, mentre le musiche sono a cura di Alberto Tuma, Andrea Sequestro, Davide Calò, Noemi Puricella.
Lo spettacolo si terrà presso il Castello Medievale di Acquarica del Capo, lunedì 10 luglio alle ore 21,00. Ingresso libero.

GALLIPOLI. Voluta dai suoi familiari e promossa dal fratello don Salvatore, lo scorso  5 giugno ha preso corpo l’associazione “Amici di don Pippi Leopizzi – Gallipoli”. Nel salone parrocchiale di S.Antonio, a Gallipoli, sono stati approvati i 13 articoli dello Statuto. L’associazione avrà sede nella centralissima via Cavalieri di Rodi, al quarto piano di palazzo “Cascione” dove il presule (docente di filosofia nei diversi licei della provincia e presidente del Capitolo cattedrale di Gallipoli) ha abitato prima della malattia e della morte prematura. Alla presenza dei suoi amici di vecchia data e di alcuni parrocchiani di S.Antonio (dove gli ultimi due anni era stato “collaboratore”) si è approvata anche la finalità dell’associazione, che è quella di “mantenere vivo il ricordo del suo magistero religioso, etico, filosofico e poetico”, come ha esordito il fratello don Salvatore Leopizzi nel saluto iniziale.  Nel prossimo incontro (previsto per fine mese) si nomineranno i componenti del direttivo (presidente e due consiglieri) e i revisori dei conti, mentre uno dei primi impegni del sodalizio sarà la raccolta in un unico volume di poesie e di scritti dello scomparso, sin qui sconosciuti ma che continuano a pervenire. Proprio lunedì sera,  infatti,  la poetessa Anna Grazia Abbate ha consegnato la recensione di suoi tre libri scritta di pugno da don Pippi. Tra gli altri intervenuti anche quelli del preside Tonino Solida e di Giacomo Corradino (di Alezio). Tra le adesioni, alcune giunte via web, quella del presidente del “Centro di solidarietà – Madonna della Coltura” di Parabita, Fiorentino Seclì.

 

17155500_1374242565968483_4171896993367847928_nGALLIPOLI. Mercoledì sera il castello di Gallipoli aprirà le porte della sala ennagonale e ospiterà l’incontro “Donna, essere divino”, un’occasione per celebrare le donne e i loro successi nella giornata a loro dedicata. Durante l’evento, curato dall’associazione Filarmonica Città di Gallipoli con il patrocinio del Comune, verranno premiate la scrittrice Giovanna Politi, la cantautrice Vincenza De Rinaldis, la pittrice Nunzia Mottura, la presidente dell’associazione Metoxè Simona Mosco e la compianta Renata Fonte con una targa commemorativa. Cinque donne che hanno saputo e sanno distinguersi nei loro campi d’azione e che mercoledì 8 marzo, alla presenza delle autorità civili e militari, riceveranno il riconoscimento pubblico. Alla fine della serata, presentata dalla giornalista Valeria Coi, ci sarà una degustazione di vini e altri prodotti tipici locali (si partecipa per invito).

NARDÒ. Era nell’aria da tempo ma dal 16 febbraio è ufficiale: tre consiglieri comunali (di maggioranza) abbandonano il movimento che li ha eletti e fondano un nuovo gruppo, sempre pro Mellone. Così Augusto Greco, Giuseppe Verardi e Andrea Giuranna fino a ieri di “Riprendiamoci Nardò” ora sono “Giovani in azione”. Capogruppo è il 26enne Giuranna, il più giovane consigliere comunale a Palazzo di città. Un gesto che sembra un esplicito atto di fedeltà al sindaco che meglio si spiega forse con quanto segue. «Apprendiamo della nascita di un nuovo gruppo consiliare – aveva detto qualche giorno prima Marco Raho, presidente del sodalizio – composto dai tre eletti nella nostra lista.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

maestro taurisanese Romolo CrudoTAURISANO. Il carcere di Lecce da tempo ha avviato iniziative socioculturali volte a rendere meno pesante la permanenza di chi deve scontare la pena detentiva, lunga o breve che sia. Come nel caso del corso di pizzica salentina tradizionale, che coinvolge 20 detenute, di età compresa tra 25 e 50 anni, attivo da alcuni giorni. Ad insegnar loro la danza è il maestro taurisanese Romolo Crudo (nella foto), coadiuvato da Stefano Ciurlia, entrambi facenti capo all’Associazione “Lu Salentu”. L’iniziativa è nata da un’idea di Claudia Cassar e Dorella Pelagalli, operatrici del Sert presso la struttura penitenziaria leccese. «Con molta sorpresa e tantissimo entusiasmo – dichiara Cassar – le detenute hanno aderito a un corso sinora ricco di emozioni e di conclamate aspettative, ora giunto al terzo incontro». Le operatrici insieme ai maestri Crudo e Ciurlia sono riuscite ad animare quella forza psichica, istintiva e creativa presente in ogni donna che attualmente risulta ristretta in carcere e condizionata da tantissime tensioni e paure. «Con la pizzica – continua – stiamo riuscendo ad affrontare e superare queste ansie, mettendo al primo posto l’attività terapeutica della danza, come grande risorsa e come superamento degli ostacoli, come gestione delle emozioni e come veri e propri momenti di socialità». Il corso si articola in otto incontri (con la probabilità che possano diventare dieci), di due ore ciascuno, svolti all’interno di una sala appositamente attrezzata. A conclusione è stato programmato anche il saggio finale nel teatro della casa circondariale.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

neviano caniNEVIANO. Risale a pochi giorni fa il ritrovamento di quattro cagnolini di cinque mesi, tutti della stessa cucciolata, abbandonati nelle campagne di Neviano: è stata l’associazione locale “Diamo insieme voce agli animali” a soccorrere i quattro meticci. Con le forze dell’ordine sulle tracce del responsabile (si tratterebbe di un 60enne di Aradeo), dopo la primissima accoglienza, ora i quattro cuccioli sono nel ricovero della onlus di Casarano “Obiettivo recupero animali e ambienteˮ. Intanto il sindaco Silvana Cafaro ha emanato un’ordinanza per affrontare il fenomeno del randagismo, “notevolmente incrementato sul territorio comunale”. Ecco, dunque, il divieto assoluto di prendere in custodia cani vaganti senza prima averne segnalato la presenza alla Polizia municipale e alle autorità, per individuarne l’eventuale proprietario e la presenza del microchip; e naturalmente l’obbligo per chiunque se ne faccia carico di provvedere alle operazioni mediche precauzionali. Nell’ordinanza si rilancia anche la figura del “cane collettivo”, preso in “custodia” da un gruppo di residenti.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

faroGALLIPOLI. Il faro dell’isola Sant’Andrea arriva come dono da parte della Pro loco di Foglianise alla Pro loco di Gallipoli. Domenica 5 febbraio infatti, una nutrita rappresentanza di amministratori e soci della Pro loco campana (Foglianise è in provincia di Benevento) insieme ad alcuni alunni della Scuola media con i genitori, un consigliere dell’Amministrazione comunale e alcuni maestri dell’intreccio del fogliame del grano, con cui hanno riprodotto il faro, sono arrivati in città nella mattinata tutti a Gallipoli nella mattinata di domenica per regalarlo alla omologa associazione gallipolina. Foglianise è nota per la realizzazione di manufatti che riproducono i più bei monumenti delle diverse regioni d’Italia realizzati con l’arte dell’intreccio del fogliame del grano, tipica di quel luogo. I manufatti vengono montati su carri e fatti sfilare il 16 agosto durante i festeggiamenti in onore di San Rocco. «E’ stato un piacevole ed interessante incontro – dice la presidente della Pro loco, Lucia Fiammata – dove le due realtà, Gallipoli e Foglianise, cosi diverse per collocazione geografica, cultura e tradizioni, si sono viste accomunate dai principi fondanti delle Pro loco d’Italia riscontrabili nella finalità di conoscere, valorizzare e diffondere le bellezze e le tradizioni del proprio territorio in vista di uno sviluppo sociale e lavorativo».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Vincenzo Passaseo

Vincenzo Passaseo

SALVE. Si chiama “Soffio Verde” il progetto predisposto dal Comitayo territoriale dell’Arci di Lecce e approvato dalla Giunta municipale che prevede il coinvolgimento di un gruppo di richiedenti asilo e di rifugiati nei lavori di manutenzione del verde pubblico comunale. Il progetto, il cui titolo annuncia già i contenuti, prevede la pulizia continuativa, la piantumazione e la cura di piante nelle aree di verde pubblico. Sarà a costo zero per il Comune, consentendo così di effettuare un servizio necessario e indispesabile che diversamente, per motivi di bilancio, l’Amministrazione comunale non avrebbe potuto assicurare. «Con questo progetto riusciremo a raggiungere 3 obiettivi – ha dichiarato il sindaco Vincenzo Passaseo (foto): diffondere la cura dell’ambiente come bene sociale, ridurre atteggiamenti e comportamenti razzisti nella popolazione e diminuire le forme di abbandono e degrado del verde pubblico».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

piscinaSALVE. Nuoto con l’associazione sportiva “Ondanomala” presso la piscina comunale; danza sportiva con l’associazione “Stage Scadedemy ballet” nella palestra della scuola elementare; Kick boxing e attività motoria a cura dell’associazione “Shadow team Salento” nella palestra della Media: questo è “Un mondo di sport”, programma varato dal Comune di Salve per garantire l’attività sportiva gratuita ai propri cittadini. L’iniziativa è stata curata dall’assessore al Servizi sociali Villanova ed ha il patrocinio del Coni di Lecce. Le attività sportive si svolgeranno di pomeriggio. Si parte dai bambini di almeno 5 anni e fino agli otto con attività motoria di base; dai 9 ai 13 anni le altre discipline.

PARABITA. Ventiquattresima edizione per il carnevale parabitano curato dalla Pro loco “G. Vinci” e dal presidente Tommaso Provenzano (foto). L’appuntamento, tappa ormai attesa e consolidata anche per Parabita, quest’anno è previsto per lunedì 27 febbraio, a partire dalle 14, quando si snoderà il colorato corteo per le strade del paese. La formula è quella che ha riportato in auge la manifestazione già negli scorsi anni (sopra l’edizione 2016 nella foto Infinito Perfetto): sfilate, maschere, carri ed una grande premiazione in piazza Salvo D’Acquisto, alle pendici della Basilica della Madonna della Coltura.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Piazza Castello con il Municipio

Piazza Castello con il Municipio

TAURISANO. Siamo indignate, offese e maltrattate». Numerose associazioni di Taurisano scrivono al sindaco Raffaele Stasi e alla giunta per esprimere la loro contrarietà alla convenzione stretta con l’associazione «A.Gi.Mus», con sede a Roma e a Specchia. La lettera è stata resa nota sul profilo Facebook del movimento «Insieme per Taurisano». Nella missiva viene ricordato che Taurisano è sede di uno dei più prolifici panorami associativi del Basso Salento. «Ci sono associazioni che operano sul territorio da decenni, altre da pochi anni, ma tutte possono vantare un curriculum di alto livello». Viene ricordato anche lo spirito di collaborazione tra i diversi gruppi, che negli anni ha dato vita a importanti iniziative. «Con le associazioni – si legge nella lettera – la comunità ha avuto modo di crescere, e oggi riteniamo irrispettoso che questo non ci venga riconosciuto dalla giunta comunale». Una decisione, quella di stringere la convenzione con «A.Gi.Mus», che non va proprio giù alle associazioni locali: «Siamo indignate perché l’associazione con cui l’amministrazione ha scelto di convenzionarsi non offre niente di nuovo rispetto a quello che le associazioni locali gratuitamente e con tanti sacrifici hanno dato a Taurisano nel corso degli anni».

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

vespa club alezioALEZIO. I cuori a due ruote tornano a correre più veloci che mai. Una sala gremita e tanti amici a dare il via, lo scorso 22 gennaio, alla campagna tesseramento del “Vespa club Alezio”. Ad attendere i vespisti aletini, come sempre, due veterani delle scorrazzate in giro per il mondo Stefano Medvedich e Davide Leopizzi (rispettivamente di Gallipoli e Parabita), assieme al presidente del Comitato regionale Puglia della Federazione motociclistica italiana Mino Costabile.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Sfilata della solidarietaALLISTE. Archiviato lo straordinario risultato del tour natalizio della “Sfilata della solidarietà” (26.100 euro devoluti all’Associazione Genitori Onco-ematologia pediatrica “Per un sorriso in più” dell’ospedale “V. Fazzi” di Lecce), “La Band di Babbo Natale” prosegue nella sua attività ampliando gli orizzonti di solidarietà verso l’Africa occidentale, precisamente in Burkina Faso. In collaborazione con “SolidAid” – associazione operante nel settore dell’assistenza sociale, sanitaria e tecnica, con sede operativa in Bologna – è stata promossa da novembre “una raccolta di occhiali da sole” da destinare ai bambini: un dono prezioso e indispensabile per proteggersi dalle radiazioni solari intense ed evitare così gravi problemi alla vista, come disidratazione dell’occhio, cataratta precoce e danni alla rètina. Nel mese di dicembre, con la “raccolta occhiali” sono stati consegnati circa trecento occhiali (da sole e da vista) al dottor Waider Volta, presidente di “SolidAid”.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

 

MATINO. “Bullismo e Ciberbullismo. Il ruolo dei docenti e dei genitori” è il tema del convegno organizzato il 4 febbraio, alle ore 17.30, presso Palazzo Marchesale. Il confronto sull’importante tema è organizzato dall’assessorato alle Politiche sociali del Comune, dal Coordinamento internazionale associazioni per la tutela dei diritti dei minori e dalla Camera minorile di Lecce. «Un argomento estremamente attuale che verrà affrontato attraverso punti di vista diversi» dichiara l’assessore al Politiche sociali, Vittorio Inguscio. Importante il ruolo del “Ciatdm”, da sempre in prima linea per ciò che riguarda le tematiche relative alla tutela dei minori per fare rete a fianco delle Istituzioni. «Parlare di questi temi per informare, aiutare e prevenire è fondamentale – afferma la presidente Aurelia Passaseo – così come è importante dare gli strumenti giusti sia agli operatori del settore scolastico sia ai genitori per contrastare e affrontare in modo adeguato tali problematiche». Tra gli interventi in scaletta anche quello di Giorgio Caputo, psicopedagogista clinico e cultore di criminologia presso l’Università del Salento che spiega: «Nelle scuole il bullismo è sempre esistito, oggi però si tratta di qualcos’altro. Se ieri certe situazioni erano tollerate e affrontate con severità dall’istituzione scolastica e il modello educativo funzionava perché il mondo adulto era compatto nelle reazioni adottate, oggi non è più così.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Voce al Direttore

by -
Da luglio il vostro giornale andrà più in là, per diventare una “piazza” grande - in prospettiva - quanto il Sud Salento. Abbandoniamo perciò...