Sale l’Imu e arriva l’Irpef a Matino. Per la Tares c’è tempo

Municipio2 - matino  (2)MATINO. L’ultimo Consiglio comunale ha approvato, con i soli voti di Pdl e Matino la tua città le nuove imposte Imu e Irpef. «Introdurre questi provvedimenti è stato l’unico modo per per cercare di uscire da una situazione finanziaria gravissima», ha affermato il vicesindaco Luigi Provenzano.

L’aliquota Imu  per le seconde case (così come per i terreni agricoli o edificabili e i fabbricati rurali) raggiunge la percentuale massima dell’ 1,06 per cento mentre, per la prima volta, è stata introdotta l’addizionale Irpef che peserà per lo 0,8 per mille sui redditi (con soglia di esenzione fino a 6.500 euro). «Bisognerebbe cercare prima l’evasore fiscale», ha replicato il consigliere di opposizione Donato Muci (Matino Democratica).

L’obiettivo dichiarato è risanare i conti del Comune. Proprio nei giorni scorsi i cittadini hanno ricevuto i bollettini per il versamento della Tares 2013, in molti casi ben oltre i termini di scadenza e mentre sono ancora da pagare alcune rate della Tarsu 2012 ma “non sarà applicata nessuna sanzione o interesse”.

Commenta la notizia!