Sacra corona unita: in carcere Roberto Parlangeli, genero del boss Padovano

Gallipoli – Torna in carcere per scontare la pena divenuta definitiva il 41enne Roberto Parlangeli di Monteroni, ritenuto elemento di spicco del clan Padovano, associazione malavitosa della sacra corona unita molto presente qualche anno fa a Gallipoli, dintorni ed anche nella zona di Monteroni e del Nord Leccese. L’uomo, genero del boss Salvatore Padovano assassinato il 6 settembre 2008, era già sottoposto agli arresti domiciliari e ora dovrà scontare in carcere otto anni, cinque mesi e 27 giorni di reclusione per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e rapina aggravata. Il provvedimento di carcerazione è stato eseguito questa mattina dai carabinieri della locale Stazione in esecuzione dell’ordine emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Lecce. Sei anni fa era incappato nelle maglie delle forze dell’ordine durante la partecipazione all’operazione “Baia verde”, nata per contrastare le attività del gruppo criminale nel settore del turismo (parcheggi, servizi di security, spaccio, infiltrazioni in società).

Commenta la notizia!