S.Stefano, è festa grande

di -
0 1303

Luminarie e gente in festa in uno scatto dell’anno scorso; la statua di S. Stefano trasportata a luglio dalla sua cappella alla chiesa Matrice

Taurisano. L’appuntamento religioso dell’anno è alle porte. Taurisano si accinge a celebrare Santo Stefano, patrono della città, come da consuetudine nei giorni 2-3-4 agosto, anche se il programma liturgico ha avuto avvio domenica 24 luglio con il trasporto della statua del Santo dalla omonima cappella in Chiesa Madre.

L’atteso evento, al quale partecipano i tantissimi fuori sede taurisanesi (emigranti all’estero, studenti, residenti in altre regioni italiane), è organizzato dal comitato festa patronale con la collaborazione del Comune.

E’ proprio Luigi Costa, presidente del comitato organizzatore, nella brochure divulgativa della festa, a spiegare il significato dell’importante appuntamento: «I giorni della nostra grande festa sono giunti e ci porteranno a vivere con gaudio e serenità il sentimento di devozione verso il nostro protettore Santo Stefano. A nome del comitato che presiedo, auguro a tutti i taurisanesi e a coloro che ci onoreranno della loro presenza, di poter vivere questa importante occasione con gioia e tranquillità, partecipando agli appuntamenti religiosi e civili, abbastanza corposi e frutto di un intenso anno di lavoro. Ci siamo messi in gioco e lo abbiamo fatto con convinzione e con spirito di sacrificio, felici, però, di testimoniare il nostro affetto e la nostra devozione a Santo Stefano».

Bisogna dare atto che gli sforzi del comitato hanno prodotto un programma ricco come non mai: il 2 agosto ci sarà la processione solenne e in serata è prevista l’esibizione del concerto bandistico dell’associazione musicale “G. Verdi” di Taurisano; a seguire intorno alle 21.30 il concerto del folk singer Antonio Amato, accompagnato dalla sua coinvolgente band. Il 3 agosto il programma religioso prevede la celebrazione delle messe come nei giorni festivi; il programma serale è arricchito da una doppia presenza: il concerto bandistico lirico–sinfonico della Città di Campobasso, diretto dal Maestro Pasquale Aiezza, e l’associazione musicale “Grecìa salentina”, diretta dal maestro Salvatore Tarantino con Nadia Panico, Irene Corciulo, Massimo Liaci e Marco Miceli. Alle 24, fuochi pirotecnici a cura della ditta Francesco Mega di Scorrano. Il programma degli appuntamenti si concluderà il 4 agosto con il concerto in piazza Castello dei “Cugini di campagna”.

Commenta la notizia!