Ruote veloci quelle di Greco a Capodarco

Nardò. Un neretino in evidenza al recente Gran Premio Capodarco di ciclismo. Si tratta del giovanissimo passista/scalatore classe ’98 Alessandro Greco che si è fatto onore nella gara internazionale under 23 chiudendo dopo 180 km tra la provincia fermana in 62ª posizione (al via 192 corridori). «Non ho smesso un secondo di credere in un buon piazzamento – afferma Greco – ma devo ammettere che la gara è stata impegnativa e dai ritmi elevati». Nel suo Salento gli allenamenti per poi dimostrare il suo valore in giro per l’Italia: prossimo impegno il 29 agosto ad Arezzo. Il direttore tecnico del team San Severo/Stipa, Giovanni Chierico, sottolinea la performance di Greco: «Capodarco è una gara internazionale per la quale è stato registrato il numero massimo di partecipanti. La lunghezza del circuito e la particolarità di alcuni tracciati hanno fatto sì, però, che al traguardo arrivassero solo 83 ciclisti. Fra questi, appunto, Alessandro». Per la cronaca, affondo decisivo per l’ucraino Mark Padun del Team Colpack, sul gradino più alto del podio dinanzi ai due kazaki dell’Astana City, Yuriy Natarov e Galym Akhmetov.

Commenta la notizia!