Senza 4mila euro saltano le cure

by -
1 920

Matino. Non si trovano quattromila euro e Rosanna Scialpi è costretta a saltare la cura. Malgrado i primi, più che positivi, risultati del ciclo di laser terapia cui è stata sottoposta, la ragazza matinese rimasta paralizzata in seguito ad un incidente stradale avvenuto sei anni fa, non ha potuto recarsi lo scorso 12 gennaio a Firenze per continuare la cura.

«Abbiamo bisogno di sostegno e di consigli», afferma la signora Ada, madre di Rosanna nel lanciare un appello alle istituzioni. Finora la terapia consigliata dal professor Leonardo Longo di Firenze sembra quindi rappresentare la strada giusta per recuperare quanto più possibile la mobilità, obbiettivo non semplice considerando che a Rosanna è stata diagnosticata la tetraparesi con lesione spinale C 5 – 6.

In soli cinque cicli, però, la ragazza ha già riacquistato la sensibilità di una metà del corpo risuscendo pure ad utilizzare le mani. Dopo l’ultimo ciclo di terapia, però, Rosanna è stata costretta a letto a causa degli effetti collaterali che le causano frequenti spasmi. E’, dunque, in questa fase che necessita di maggiore assistenza. «Nonostante tutto siamo felici perché mai più speravamo di vedere questi miglioramenti dopo che altri medici ci avevano detto di  rassegnarci» afferma la signora Ada che, per fortuna, non ha dato ascolto a queste parole.

Ad oggi, a distanza di quasi un anno dall’inizio della terapia, tra mille sacrifici e alcuni aiuti, Rosanna è riuscita a portare a termine cinque cicli anche se, almeno per il momento non sembra potranno essercene altri.
L’unico limite a quella che sembra essere la sola speranza possibile è il costo delle cure e l’impossibilità, ormai di sostenerle.

MAQ

Commenta la notizia!