Ristoratore in Svizzera col pensiero al paese

by -
0 838

Tuglie. A Brunnen, in Svizzera sono le 20 e il ristorante “Bacco” è già pieno di gente. Il fortunato proprietario è Giuseppe Calò (il secondo da destra) di Tuglie, sposato con Anne, inglese di Liverpool. Pippi è uno dei tanti salentini che non esitarono, tanti anni fa, a prendere il treno del nord. «La mia prima esperienza – racconta – non fu proprio felice. Scappato da casa a undici anni con un amico che aveva parenti a Milano, per lavorare nel loro ristorante, dopo solo due mesi, fui riportato a Tuglie da mio fratello». Ci riprova a 17 anni; stavolta va a Berna a lavorare come falegname, poi a Interlaken come cameriere. Nel 1987 il grande salto: «A Brunnen affittai un locale e iniziai a lavorare in proprio nel settore della ristorazione. La cucina italiana è molto apprezzata qui». Tra i clienti più famosi può contare l’ex presidente della Confederazione Elvetica Calmy-Rey ed il cardiochirurgo Barnard.

Sono passati 25 anni e Pippi ha avviato anche una paninoteca e una enoteca. Solo al “Bacco” lavora una quindicina di persone, tutte italiane, tra cui il fratello Donato,  e il cuoco napoletano Giuliano, che sin dall’anno prossimo assumeranno la gestione del ristorante.  E lui tornerà a casa? «Lo ripete da anni ma ormai non ci crede nemmeno lui», sorride Anne.

RM

Commenta la notizia!