Calandriello con MieliTAVIANO. Un premio  letterario internazionale per promuovere cultura a 360 gradi. A istituire il “Premio Genesis 2015”, l’associazione “Il sogno della poesia”, nata nel 2013 sull’onda dei successi poetici del giovanissimo poeta tavianese Michele Calandriello, raccolti in Italia e all’estero. Presidente onorario del Premio è padre Guglielmo Alimonti, vicino a San Pio da Pietrelcina nel periodo della malattia,  ora responsabile dei Gruppi di preghiera di San Pio per l’Italia centrale e autore di diverse pubblicazioni letterarie.
Sul premio letterario si sofferma Domenicangelo Calandriello, segretario organizzativo, nonché padre del giovane poeta Michele: «Il Premio letterario internazionale, “Genesis 2015”, sarà portato nelle università americane perché il bando è stato tradotto dal cavalier Nello Proia, laurea “Honoris causa” presso l’Università Santa Clara della California. Obiettivo del premio è propagandare la cultura e offrire a tutti i poeti la possibilità di far conoscere le proprie opere. Abbiamo esaudito un desiderio di Michele che ama molto scrivere poesie». C’è da aggiungere che Michele (nella foto con Paolo Mieli) da quattro anni partecipa a numerosi concorsi e dovunque fa incetta di riconoscimenti.

Tre le sezioni dedicate al premio “Genesis”: la prima è riservata alla poesia inedita a tema libero, la seconda alla poesia di tipo religioso, la terza è dedicata esclusivamente agli autori under 18. C’è poi una sezione speciale per le scuole. Vi potranno partecipare singoli studenti , classi o gruppi di classi.
«Per la commissione giudicatrice – conclude Domenicangelo Calandriello – non vogliamo anticipare i tempi, ma abbiamo pensato a varie personalità italiane ed estere. Naturalmente la premiazione avverrà nella primavera del prossimo an-no».

Pubblicità

Commenta la notizia!