I “renziani” battono Fabio Venneri

by -
0 987

Un sorridente Fabio Venneri

Rignano sull’Arno. L’outsider stavolta non ce l’ha fatta ma è soddisfatto lo stesso: Fabio Venneri, aletino trapiantato in quel di Firenze, esattamente a Rignano sull’Arno, paese natale del sindaco fiorentino Matteo Renzi, ha ottenuto un buon risultato “per uno sconosciuto” ma, soprattutto, ha messo in campo un gruppo giovane e motivato, che ha proposto e raccolto idee e spunti per “quel che sarà il paese nei prossimi dieci anni”.

Questo il suo commento su facebook: «E’ stata un’esperienza bellissima. Le partite si vincono e si perdono, l’importante è averle giocate fino in fondo e noi l’abbiamo fatto. Ringrazio tutti coloro che si sono spesi in questa campagna elettorale  e tutti quei cittadini che hanno deciso di dare il proprio voto ad una persona che fino a 30 giorni fa nemmeno conoscevano! 318 voti (15%, ndr) sono l’inizio di un percorso e non la mera conclusione delle primarie. Ora una pausa, poi, si ricomincia».

A “Piazzasalento” affida altri particolari: «Nella mia frazione, Torri, sono arrivato primo e sono stato l’unico candidato ad aver battuto, almeno in una sezione, il vincitore Lorenzini (medico di famiglia e sponsorizzato dal padre di Renzi, Tiziano, e dal sindaco uscente, ndr). Abbiamo riportato la politica a parlare di progetti, mentre il vincitore non ha messo neanche un manifesto o avanzato una proposta».

Lo hanno votato in 900 il medico, in gran parte anziani iscritti al partito, il Pd. E ora? «Ora faremo le nostre analisi del voto e ripartiremo con le nostre idee forza, messe insieme col contatto diretto con la gente. L’ho ripetuto nella mia lettera a coloro che si sono impegnati: impariamo dall’esperianza di “Progetto Alezio”. Si va avanti».

Commenta la notizia!