Rifiuti, un aiuto arriva anche dalla Provincia

rifiuti

Tutti i Comuni (le eccezioni in questo campo sono davvero poche) hanno il loro tallone d’Achille che è costituito dalla gestione dei rifiuti, dai costi che questo servizio comporta, dalle difficoltà di elevare la percentuale di raccolta differenziata. Si fanno progetti, si spara nel finanziamento. Questa volta è la Provincia di Lecce che dà una mano finanziando con 908mila euro 92 progetti presentati da altrettanti Comuni, progetti che, pur diversi, vertono tutti sul problema gestione rifiuti/raccolta differenziata. Si tratta di un cofinanziamento al 67% del contributo richiesto;  percentuale che potrà aumentare  dopo l’approvazione da parte della Regione Puglia del Piano triennale dell’Ambiente, già redatto dalla Provincia.

Non sono grandi somme, ma è comunque un aiuto per le casse comunali, senza contare che i progetti hanno valenza educativa.

Nei paesi in cui viene diffuso Piazzasalento, i progetti e contributi erogati sono i seguenti: Acquarica del Capo, “Uso & riuso. Rispetto l’ambiente e dono un aiuto”, (15mila); Alezio, “Riqualifica ambientale aree territorio comunale”, (21.428,57);  Alliste, “Tutela e valorizzazione dei beni ambientali diffusi nel territorio di Alliste e Felline”, (16.500 euro); Aradeo, “Piano d’azione strategico ambientale”,(15mila); Casarano, Libra-Libera il Radon”,(22.260); Galatone, “Differenziati-Differenzia”, (15mila) ;Gallipoli, “Interventi di raccolta e smaltimento di rifiuti inerti”, (15mila); Matino,  “Bonifichiamo la città dall’amianto”, (21.500); Melissano, “Piano d’azione strategico ambientale”, (15mila) Parabita, “Progetto rimozione amianto”, (15.mila); Presicce,  “Ambientamoci un po’ di più! Ripuliamo il nostro territorrio”, (14.943,10); Racale, “Una campagna per le campagne”, ( 15mila); Sannicola, “Interventi di bonifica da rifiuti pericolosi e non pericolosi di alcuni siti comunali”, (15mila); Seclì, “Seclì A ++” (15mila);  Taurisano, “Arrivano  gli ecovolontari”, (15.500);  Taviano, “Campagna contro l’abbandono di rifiuti-interventi di rimozione/bonifica”,(21.428,58); Tuglie, “Progetto riqualificazione ambientale aree comunali”, (18.750) ;   Ugento, “Quelli che …si differenziano”,  (21.400).

Anche la Regione Puglia spinge l’acceleratore sulla tutela dell’ambiente: è del luglio scorso, infatti, una delibera con la  quale vengono stanziati 2 milioni di euro che provengono dai Fondi Cipe a favore dei Comuni la cui percentuale di differenziata ha raggiunto valori compresi tra il 36 ed il 67%.

Un modo, insomma, per dare un riconoscimento all’impegno dei Comuni virtuosi e a spingere gli altri che sono rimasti indietro nella percentuale della raccolta differenziata a seguirne l’esempio.

Commenta la notizia!