Rifiuti e stipendi, è tregua

di -
0 680

Melissano. Tregua nella battaglia degli operatori ecologici di Melissano che per cinque giorni si sono astenuti dal lavoro per lamentare la mancata corresponsione delle mensilità di marzo, aprile, maggio più la quattordicesima da parte della Geotec.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Falconieri, venendo incontro alle istanze dei dipendenti che avevano inscenato un sit in di protesta davanti al Municipio (foto), ha stanziato 12mila euro, quindi duemila euro a ciascuno dei sei operatori, per far fronte al disagio vissuto dalle famiglie.

«E’ stato predisposto – spiega Cosimo Scarlino del sindacato Fapis – un mandato di duemila euro a testa da parte del Comune. Abbiamo però ribadito alla società che devono essere rispettate le norme di sicurezza, altrimenti continueremo la nostra agitazione». Secondo la Geotec, il Comune di Melissano sarebbe fermo con il versamento dei canoni al giugno 2010, per l’amministrazione comunale, invece, il ritardo parte da gennaio di quest’anno poichè la società avrebbe ceduto a terzi il proprio credito.

A proposito di sicurezza, proprio nei giorni scorsi, gli agenti della Polizia Municipale hanno posto due mezzi della Geotec sotto sequestro per assenza del tagliando di assicurazione (più una sanzione amministrativa per un terzo mezzo). Già alcuni mesi orsono, il comandante Vincenzo Greco e il maresciallo Daniele Scozzi erano intervenuti, per la medesima ragione, su altri tre veicoli.

Commenta la notizia!