Rifatta la condotta in zona Giudecca

di -
0 449

Gallipoli. Tra schiume sospette in mare e matasse sempre più ingarbugliate in terra, un problema almeno potrebbe essersi risolto: il tratto molto malmesso della rete fognaria dell’inizio del lungomare Galilei, zona “Giudecca”, è stato rifatto.

L’immediata conseguenza dovrebbe essere nelle analisi degli scarichi del depuratore di via Scalelle, dovrebbero cioè rientrare nella norma le percentuali di cloruri che rendevano i reflui depurati inidonei all’ipotizzato impiego in agricultura. Troppo sale.

Perchè? La risposta dei tecnici  che se ne sono occupati a più riprese, aveva puntato l’indice proprio su quelle condotte sotterranee che, per vecchiaia presumibilmente (risale al 1937), si prestavano a numerose infiltrazioni marine, anche se c’è il sospetto pure su scarichi abusivi di liquidi dopo aver trattato il pesce che si commercia in quella zona.

Ora le cose – i lavori a cura e spese dell’Acquodetto pugliese su richiesta dell’ultima amministrazione Venneri accolta dall’assessore regionale Fabiano Amati- sono a posto almeno per quel tratto del lungomare che va da via Gramsci (ex Nautico) a via Cala. Anche il collegamento alla rete fognaria cittadina è stato completato ed i liquami, tramite l’impianto di sollevamento, raggiungono regolarmente l’impianto depurativo. Il problema per Gallipoli resta appunto là, in via Scalelle…

Commenta la notizia!