Rianimazione a Gallipoli: s’inaugura

ospedale gallipoli2GALLIPOLI. Dopo l’attivazione del reparto di Rianimazione al primo piano della torre A del Sacro Cuore di Gesù e al netto delle polemiche politiche sui ritardi e sui problemi economici, arriva anche l’inaugurazione ufficiale. Al lavoro dal 25 novembre sono sette medici anestesisti e rianimatori guidati dal primario facente funzione, il dottor Franco Mosticchio. In  forza anche i 16 infermieri. Completano l’organico la caposala Agata Dolce e sei operatori sociosanitari.

Lunedì 9 dicembre alle 12,45, come annuncia il presidente dell’associazione “Sacro Cuore”, Giacinto Scigliuzzo, ci sarà anche il taglio del nastro ufficiale; per la benedizione è stato invitato il vescovo, monsignor Fernando Filograna. Prevista anche la presenza del governatore di Puglia, Nichi Vendola e dell’assessore alla Salute, Elena Gentile oltre ai dirigenti Asl e al primo cittadino di Gallipoli, Francesco Errico.

Dunque, è partita la divisione di Terapia intensiva dell’ospedale di Gallipoli. «E’ una notizia che riempie il cuore di tutti  di grande gioia e soddisfazione – commenta la responsabile del Tribunale del malato di Gallipoli, Agata Coppola – ma c’è da dire che l’evento è stato atteso per decenni. Molte sono state le persone, alcune delle quali ora in pensione o non ci sono più, che nel corso degli anni, hanno lavorato per tale progetto».

Il Tdm  ricorda di essersi attivato per Rianimazione nel corso degli anni, attraverso un confronto continuo con i diversi dirigenti del presidio ospedaliero  (i dottori Falzea, Dell’Angelo Custode, Gatto e dottoressa Pizzileo). Agata Coppola sottolinea inoltre che “sono stati sollecitati in molte occasioni gli amministratori aziendali, ci si è confrontati nelle sedi istituzionali facendo precise richieste, motivate anche dal notevole incremento di utenza nel periodo estivo”. Il tutto fin dal lontano 2003.

Commenta la notizia!