Un “colpo” e via

di -
0 628

Il distributore di carburante Ip in via Ferrari

Casarano. Tentativi di rapine, rapine sventate, rapine andate a segno. Da mesi ormai la cronaca registra questi fenomeni in aumento nel territorio. A Casarano e nel sud Salento si verificano in successione preoccupante. Gli ultimi la settimana scorsa.

Distributore di carburanti “Ip” di via Ferrari, verso le sette di sera, poco prima della chiusura  in una zona molto frequentata anche per la presenza del mega store Trony e di un bar. Improvvisamente il gestore, di quarantasei anni si è trovato di fronte due giovani scesi da una Fiat 1 bianca,  con il volto nascosto da passamontagna, con pistola alla mano.

Probabilmente una era una pistola giocattolo. Attimi di concitazione e di paura, la richiesta dei soldi e uno sparo in aria. A questo punto il gestore ha consegnato quello che c’era in cassa, circa 2000 euro. La gente che era in zona , probabilmente non si è accorta subito della rapina, perché ha scambiato il colpo di pistola con uno dei botti che i ragazzi hanno già incominciato a sparare. L’allarme è però scattato subito: posti di blocco dei carabinieri in tutta la zona, indagini a tutto campo tra quella che si ritiene la  nuova criminalità sempre più agguerrita.

Non solo, infatti, Casarano, ma  tutto il Salento è sotto tiro della criminalità se è vero che in un solo giorno sono stati registrati nel capoluogo ben sette furti, se nell’ultimo periodo bisogna annotare le rapine avvenute a Tuglie e a Parabita, e infine alla Erg di Ugento sulla via per Taurisano appena qualche giorno fa.

Se  le rapine e i furti si susseguono, bisogna registrare anche i controlli sempre più frequenti delle forze dell’ordine che riescono a volte a prevenire tentativi di rapine e ad assicurare alla giustizia quelli che vengono colti sul fatto.

Solo a titolo esemplificativo, la compagnia di Casarano ha fermato nei giorni scorsi due uomini di Ugento che avevano tentato di eludere un posto di blocco: la perquisizione dell’auto ha permesso poi di trovare un’attrezzatura di scasso di vario genere, pronta per essere usata. Per i due sono scattate, naturalmente, le denunce e  le indagini.

Come bisogna pure ricordare che un carabiniere della stazione di Taviano, fuori servizio, insospettito dai movimenti di due uomini nei pressi di un cantiere edile, ha fatto intervenire i suoi colleghi in servizio. Così è stato sventato un tentativo di furto di fili di rame.

Commenta la notizia!