Quei riti che uniscono. Gallipoli e Taranto legate nella tradizione

processione ss crocifisso 2014 con l'arciconfraternita del Carmine di tarantoGALLIPOLI. Se non proprio come Taranto, che, grazie ai riti della settimana santa, avanza la propria candidatura a capitale europea della cultura, anche Gallipoli merita un altrettanto titolo blasonato. Entrambe le città, infatti, quanto a tradizioni e confraternite, fanno testo. Fin dal XV secolo, infatti,  sono state proprio le confraternite ad esprimere il meglio della pietà popolare e ad anticipare, anche,importanti  riforme ecclesiali come quella di considerare la Pasqua sintesi di un unico mistero (passione, crocifissione, morte e risurrezione di Cristo).  Nelle due realtà cittadine, infatti, i riti pasquali curati dalle confraternite iniziano con le Ceneri e si concludono a Pasqua.
Gallipoli, più che con Lecce ha un rapporto preferenziale con Taranto, non solo dal punto di vista culturale e urbanistico, ma anche per quanto riguarda le tradizioni religiose soprattutto quelle della Settimana santa: le solenni quarant’ore, il culto dell’Addolorata,la visita ai Repositori, la processione dei Misteri, la consegna augurale de “lu nenatittu”( cesto con uova, pane e arance).
La processione del Venerdì santo è curata a Taranto dall’arciconfraternita del Carmine, a Gallipoli, da due  confraternite, quella del Crocifisso, con le pregevoli e antichissime statue dei Misteri e quella degli Angeli (priore Antonio Carmone) con la Madonna Addolorata.
«Ho sempre intessuto rapporti di amicizia con l’arciconfraternita del Carmine di Taranto, nota in tutto il mondo per la maestosa processione dei Misteri – dice l’avvocato Francesco Zacà, priore del Crocifisso – «Fra i due sodalizi è ormai stabilito un rapporto di fratellanza e collaborazione da diversi anni, nato dal legame speciale che entrambe le confraternite hanno». Le premesse, quindi, ci sono tutte perché Gallipoli, attraverso uno dei suoi fiori all’occhilello, le confraternite, si proponga come capitale italiana della cultura, in una sorta di gemellaggio con Taranto, di fatto già realizzato.

Commenta la notizia!